NEWS IN EVIDENZA
 

      Satanismo

      1. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        Visto che quest'argomento non è stato trattato (ho visto i thread precedenti e...lasciamo perdere) ho pensato "perchè no?".

        Metto tutto fra spoiler: non che ci sia nulla di più pesante di altri thread sul forum, anzi, ma non si sa mai.

        DISCLAIMER: ASTENERSI BIGOTTI, MINORENNI, PERSONE SUGGESTIONABILI E PSICOPATICI. IL TESTO SEGUENTE HA UNO SCOPO PURAMENTE INFORMATIVO.

        Ripeto, non si sa mai.

        Prima di addentrarci nell'argomento un paio di premesse e una parentesi.
        Prima premessa: esistono numerose "branche" nel Satanismo e sono ben più differenti tra di loro rispetto a quanto differiscano tra di loro le denominazioni del Cristianesimo e/o dell'Islam. Infatti una persona che si definisce satanista potrà essere un teista, un deista o un ateo, tutto dipende dalla denominazione. Siccome ne conosco solo due e solo una in maniera sufficiente da poterne parlare abbastanza a lungo, ogni qual volta dirò "il satanismo", "nel satanismo", "per i satanisti" ecc in questo thread mi riferirò esclusivamente al Satanismo della Chiesa di Satana.
        Seconda premessa: NON sono un satanista. Anche se sembra che mi identifico con un satanista mentre scrivo, non lo sono. Evitiamo quindi frasi tipo "Ma come mai sei un satanista?" "Dio ti ama, convertiti!".

        Piccola parentesi generalista
        Il satanismo fu fondato da Anton Lavey nel 1966. E' una religione che non predica l'esistenza di Dio o dei e fa parte del cammino della mano sinistra. La dottrina satanica si basa principalmente su un solo libro, la Bibbia Satanica. Il nome è volutamente usato, come molte altre cose all'interno di questa religione, per un motivo semplicemente blasfemico. A differenza della Bibbia è scritta da una sola persona, appunto Anton Lavey, ed è un libricino di circa 90 pagine ( Lavey non amava dilungarsi senza un motivo) che invito tutti a leggere: è estremamente semplice e allo stesso tempo estremamente dissonante da tutto ciò che siamo abituati a sentire.

        Siccome spiegare tutto richiderebbe lo sforzo da parte mia di fare un discorso organico, non farò così ma risponderò a domande tipiche su questo argomento, senza un ordine preciso.
        Vuoi il discorso organico? Leggiti la Bibbia Satanica.
        Ti interessa qualcosa in particolare? Chiedi pure.

        Via con le domande:

        Ma i satanisti credono in Satana?
        I satanisti non credono in Satana, nè come figura antropomorfa nè come forza dell'universo. Satana è unicamente un simbolo; ciò che esso rappresenta è espresso in 8 delle 9 affermazioni sataniche.

        1. Satan represents indulgence, instead of abstinence!
        2. Satan represents vital existence, instead of spiritual pipe dreams!
        3. Satan represents undefiled wisdom, instead of hypocritical self-deceit!
        4. Satan represents kindness to those who deserve it, instead of love wasted on ingrates!
        5. Satan represents vengeance, instead of turning the other cheek!
        6. Satan represents responsibility to the responsible, instead of concern for psychic
        vampires!
        7. Satan represents man as just another animal, sometimes better, more often worse than
        those that walk on all-fours, who, because of his "divine spiritual and intellectual
        development", has become the most vicious animal of all!
        8. Satan represents all of the so-called sins, as they all lead to physical, mental, or
        emotional gratification!

        Ho sentito dire che fanno sacrifici animali e di bambini!
        E hai sentito bene, ma non sono questi satanisti. Nella Bibbia Satanica è espresso chiaramente più volte che ciascun individuo deve seguire la propria natura, senza sovrastrutture e imposizioni sociali. E dal momento che i bambini, e ovviamente gli altri animali, sono molto più vicini a questo stato di natura degli uomini comuni, essi sono da ammirare, altro che da sacrificare o seviziare.

        È vero che i satanisti sono dei perversi feticisti?
        Dipende dal satanista. L'individuo in questa religione deve seguire la propria natura. Se si sente monogamo e "tradizionale" da questo punto di vista allora va benissimo che si comporti in questo modo. Al contrario, se è un "perverso feticista", allora dovrà esserlo, senza rimorsi. Il risvolto di questa filosofia è che non solo il feticista di natura non deve sentirsi oppresso nel comportarsi come si sente, allo stesso modo il tipo più tranquillo non deve sentirsi obbligato ad avere 80 partner sessuali al mese, anche se la società in cui vive ritiene che questo sia ciò che un uomo dovrebbe fare.
        Stessa cosa per asessuali, demisessuali, omosessuali, bisessuali, zoofili e chi più ne ha più ne metta.
        I due punti principali sono quindi:
        - Fai quello che la tua natura prevede.
        - Fallo con esseri consenzienti.

        I cristiani hanno i sette peccati capitali, c'è qualcosa di analogo per i satanisti?
        Certamente. Nonostane "peccato" non abbia lo stesso significato, ci sono nove azioni/comportamenti che vanno contro la dottrina satanica.

        1. Stupidità
        2. Pretenziosità
        3. Solipsismo (inteso come dare per scontato che il tuo modo di essere e di pensare sia una cosa comune a tutti)
        4. Auto-inganno
        5. Conformismo
        6. Mancanza di prospettiva
        7. Dimenticanza delle ortodossie del passato
        8. Orgoglio controproducente
        9. Mancanza di gusto estetico.

        I satanisti sono un tipolo di umanisti, vero?
        Falso. Gli umanisti adattano precetti cristiani ad una filosofia laica/atea. I satanisti rifiutano in blocco i valori cristiani.

        "Ama il prossimo come te stesso". I satanisti che cosa dicono?
        Ci sono diverse versioni della regola d'oro e la più comune è "fai al prossimo quello che vorresti fosse fatto tè". "Assurdo!" dice il satanista "Fai agli altri quello che gli altri fanno a te" è la filosofia satanista.

        E' vero che per i satanisti il culto/il gruppo è più importante dell'individuo, tanto che si possono sacrificare per esso?
        Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Satanismo significa individualismo estremo: ci sono io e poi ci sono gli altri. Non significa che i satanisti non siano capaci di amare: ci sono matrimoni fra satanisti che durano anche più di quelli fra ebrei ortodossi o cattolici irriducibili.
        L'individualismo estremo è anche il motivo per cui i satanisti sono assolutamente contrari ad un utilizzo delle droghe che danneggia l'individuo. E con "droghe" intendo tutte.
        Ci sono anche satanisti che sono forti ecologisti perchè vedono l'ambiente e la Terra in generale come un prolungamento del proprio corpo.
        Ovviamente il suicidio rituale è fuori discussione (manco dovrei specificarlo).

        Fanno molto proselitismo?

        Non ne fanno affatto. Semplicemente rendono disponibile le loro credenze agli altri. Questo principalmente perchè satanista si nasce, non si diventa. Non sono minimamente interessati a portare dall'altro lato un musulmano o un cristiano che si trova benissimo con la propria religione. Le pecore non possono diventare lupi ma non per questo è sbagliato essere una pecora.

        Marx : comunismo = LaVey : .... ?
        Non c'è nessun obbligo o linea guida a riguardo ma il tipico Satanista è un forte progressista, liberista e propositore del darwinismo sociale.

        Immagino che tutti i satanisti ritengano accettabile l'aborto
        No, varia da individuo a individuo.

        C'è una cosa che non capisco: perchè la necessità di una religione?
        Per soddisfare il bisogno di irrazionalità.

        Esistono feste sataniche?
        Il tuo compleanno è ovviamente la festa satanica più importante. Halloween, la notte di Valpurga, equinozi e solstizi sono le altre feste.

        Qual è il punto di vista satanista circa la violenza?
        Non usarla se non su chi la merita o la chiede disperatamente.
        Ma chi è che giudica chi la merita?
        L'individuo, è ovvio.
        Non sorgono problemi etici in questo modo? Manca un codice assoluto!
        L'individuo è il punto di riferimento assoluto. Bene e male non hanno significato, così come giusto o sbagliato. Sono storia e società a dire cosa è giusto e cos'è sbagliato.

        "Gola, lussuria, superbia, ira, invidia, accidia, avarizia", cosa significano per un satanista?
        Per usare le parole di LaVey, rappresentano un sistema che ri regola da solo. Per fare un esempio: puoi dormire ore e ore e ingozzarti come un maiale ma prima o poi la superbia entrerà in gioco, assieme all'invidia, e ti farà saltare in piedi e recuperare forma. Come è scritto nelle affermazioni sataniche "indulgenza, non astinenza".
        Cosa si intende precisamente con indulgenza?
        Indulgenza è commettere un peccato, essendone coscienti e gioirne, avendosempre il controllo. Si differenza dalla compulsione in quanto quest'ultima è non sapere smettere, fare sì che sia un comportamento o un'azione a comandare noi.

        Esistono i rituali satanici? E la magia satanica?
        I tre tipi principali di rituali sono il rituale sessuale, quello compassionevole e quello distruttivo.
        La magia si divide in maggiore o rituale e minore o manipolativa. La prima, come suggerisce il nome, è un atto cerimoniale formale e puramente emotivo, con lo scopo di scaricare tutta l'energia di questo tipo e trasformarla in energia indirizzabile verso un obiettivo. La seconda consiste nell'utilizzo di mezzi e situazioni che permettono alla volontà dell'individuo di manipolare la realtà.

        Questi sono solo alcuni degli aspetti del Satanismo. Se vi interessano altre cose, domandate pure e poi integrerò domanda e risposta in questa pagina.
        Ho lasciato fuori alcuni aspetti, che comunque si possono dedurre da quello che ho detto (almeno in gran parte) e la parte magica, di cui parlerò in un altro post che poi integrerò in prima pagina, semplicemente perchè ho finito per il momento la voglia di scrivere.
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011
      2. enuma

        enuma Banned

        Registrato:
        26 Novembre 2010
        Messaggi:
        215
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        0
        uhm.....ma non state tranquilli senza credere a ste cose?
        ma alle persone non basta credere in se stessi e pace?
        perchè la gente crea culti incredibili?
      3. Zaitsev

        Zaitsev Lurker

        Registrato:
        2 Marzo 2007
        Messaggi:
        5.299
        "Mi Piace" ricevuti:
        1
        Punteggio:
        0
        Credere in sè stessi??
        Tu sai chi sei veramente?
        Non perchè voglio intervenire a favore del satanismo, il disclaimer mi impedisce di entrare nella discussione, ma un post come il tuo...potrebbe generare un bel casotto, e non parlo di flame!

        vabbè, lo confesso, ho dato una lettura al thread e mi sembra che Hollywood abbia usato il satanismo per descrivere il male nei suoi film...a meno che i film di Hollywood non abbiano influenzato quel pirla di Lavey -non è stato un granchè come santone e fondatore di una nuova setta religiosa, ci sono stati tizi, come Sai Baba, molto più bravi
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011
      4. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        Al primo post manco rispondo dato che evidentemente non ha letto per nulla quello scritto nel thread.

        Il male nei film di Hollywood è ispirato abbastanza al satanismo di lavey. Non esattamente ma sono abastanza simili.
        La differenza con Sai Baba e sette/culti del genere è invece enorme, proprio anche a livello di organizzazione.



        Quasi quasi metto le due premesse fuori dallo spoiler, così non si ripetono (speriamo) post come il primo.
      5. Zaitsev

        Zaitsev Lurker

        Registrato:
        2 Marzo 2007
        Messaggi:
        5.299
        "Mi Piace" ricevuti:
        1
        Punteggio:
        0
        Se non sbaglio Lavey era un regista o collegato al cinema...

        A proposito di satanismo in Italia, ricordate quel pazzo che venne qui a scrivere con tono scandalizzato come i circoli cattolici perseguitassero ingiustamente i satanisti? :rotfl: Non è che ritorna adesso?
      6. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        No non era un regista. Collegato al mondo del cinema sì: ha fatto da consulente per dei registi. Se ci fai caso nei film pre anni 70 i satanisti erano mostrati esclusivamente come le bestie di satana (quei pazzi che fanno sacrifici umani e si riuniscono nelle foreste) come ad esempio in Rosemary's Baby. Gran parte di quello stereotipo si è mantenuto anche in film piu recenti come l'avvocato del diavolo ma comunque si nota la differenza. Infatti nonostante le consulenze i registi fanno la mazza che vogliono.
        Ad esempio per il gladiatore, Scott consultò degli storici. Poi fece comunque di testa sua, ma per dare un tocco più credibile accade spesso che venga consultato l'esperto della situazione.

        Di preciso diceva che i circoli cattolici si inventavano storie sulle bestie di satana per acquisire più diritti di controllo circa culti e sette.
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011
      7. Stryx

        Stryx Super Postatore

        Registrato:
        19 Febbraio 2007
        Messaggi:
        685
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        1.340
        Mi sembra una contraddizione. Un satanista deve necessariamente essere legato alle tre grandi religioni monoteiste in quanto tutte riportano la sua caduta nelle rispettive scritture.
        Come possono le religioni atee (taoismo, buddhismo) o deiste (induismo) definire qualcosa come "satanismo"?

        EDIT: lol, edito perchè ho letto lo spoiler :) In effetti qualcosa definibile come satanismo esiste anche nella branca tantrica dell'induismo (aborrita peraltro dalla H. P. Blavatsky). Un eminente occultista in questo senso è stato Aleister Crowley.
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011
      8. Beorn

        Beorn Orso Mannaro

        Registrato:
        30 Settembre 2004
        Messaggi:
        14.055
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        5.040
        Io leggo un po di confusione, intanto se non ricordo male nella chiesa di satana originaria di lavey ci fu una scissione che poi diede origine a due branche il satanismo occulto (che si rifa alla stregoneria ) e quello definito ateo ( che invece predica il culto de sè) .
        Poi è una contraddizione dire che il satanismo non considera l'esistenza di Dio, dato che sostiene di essere una religione della mano sinistra e quindi ha come scopo l'apoteosi, Dio è insisto nel percorso. In quanto o sei tu già Dio quindi adori te stesso ed hai come unico scopo il te perfetto che ritieni di essere, oppure tendi a voler divenire Dio quindi adori in potenza un qualcosa che essendo perfetto è già esistente ma non manifesto. In entrambi casi si crede in un Dio esistente ( al massimo non manifesto ) che è interno/esterno a se.
        Poi personalmente ritengo poco solide, a livello spirituale, le regole da seguire, che sono date in pasto ad un pubblico digiuno di nozioni di occultismo e credono di aver scoperto chissa che grandi verità.
        Sinceramente il mio punto di vista non è molto lontano da quello di Zaitev quando paragona il satanismo ( almeno quello definito ateo ) alle dottrine di sai baba o osho. Mi limito a dubitare scetticamente ( perchè non conosco ) il satanismo occultista perchè non si conosce molto delle dottrine e dei rituali interni.
        Comunque in linea generale, il mio punto di vista odierno è che queste non sono esattamente religioni da via della mano sinistra poichè confondono l'essere ( che è anche in potenza ) con l'essere manifesto.
      9. PhoenixMMORPG

        PhoenixMMORPG Lurker

        Registrato:
        1 Ottobre 2009
        Messaggi:
        1.764
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        0
        Beh cmq come già detto a priori esistono diversi culti anche abbastanza diversi fra loro.

        Io che non sono propriamente cristiano non mi trovo attratto minimamente da una religione o quant'altro che si contrappone in uno o più modi cadendo però nelle stesse trappole presenti nel cristianesimo e nell'ebraismo.
        O per dirla in altre parole mi sembra la risposta sbagliata alla domanda sbagliata :)

        Come il cristianesimo, secondo me, non si fida della natura profonda umana. Già il fatto di mettere i peccati al contrario, come virtù, e quelli capitali restano sempre negativi come quelli cristiani. Resta figlio del cristianesimo e dell'ebraismo, probabilmente in tutte le sue forme.
      10. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        Non è proprio così. La situazione è complicata e estremamente noiosa, per questo l'ho saltata.
        Prima Aquino se n'è andato per quella ragione fondando il tempio di set, poi c'è stato uno scisma minore con Gilmore per altre ragioni.
        Comunque non vedo perchè avrei dovuto parlarne dal momento che, come ho specificato, mi riferivo ad un movimento in particolare.

        Avevo intenzione di usare dio con la d maiuscola per spiegare che non intende l'esistenza di un dio come nelle grandi religioni monoteistiche, evidentemente non ho premuto bene shift.
        Correggo subito.

        Sai baba diceva di essre l'incarnazione di un Dio/avatar. Solo per questo io lo metto in tutt'altra categoria.
        Per quanto riguarda Osho ti do già più ragione.
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011
      11. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        Ti risponderebbero l'esatto contrario. Probabilmente tu definisci "natura profonda umana" in un altro modo quindi il dibattito è semantico.

        Quelli "messi al contrario" sono i peccati capitali. E non sono virtù in nessun modo. Il termine peccato è usato semplicemente come blasfemia, devi pensare a quando e dove è stato scritto quel libro.
        Io ho scritto poco proprio per evitare equivoci ma evidentemente la fantasia è rampante in questo periodo :asd:.
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011
      12. Stryx

        Stryx Super Postatore

        Registrato:
        19 Febbraio 2007
        Messaggi:
        685
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        1.340
        Non c'è niente di particolare nel satanismo se non l'intenzione, come nelle altre sette tantriche o "della mano sinistra", di portare luce all'interno di una struttura cristallizzata.
        Il "male" ed il "bene" in realtà sono costrutti ideati in un'era in cui è risultata impellente la necessità di idearli. Sono il prodotto di quel periodo assiale iniziato nel primo millennio a.e.v. in concomitanza della sussistenza di un evidente squilibrio.
        Gli ultimi due secoli passati sono stati molto prolifici nella speculazione mistico-filosofica sul senso dell'esistenza, sia nei confronti del "bene" che del "male". Alla fine però questa contrapposizione non esiste.
      13. PhoenixMMORPG

        PhoenixMMORPG Lurker

        Registrato:
        1 Ottobre 2009
        Messaggi:
        1.764
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        0
        Il dibattito è "sempre" semantico, ma al di la di questo dubito che sia solo semantico. Nello specifico mi riferisco al considerare i processi della mente come a se stanti, e nel tentativo di dare forma e codicizzare che è tipico del cristianesimo e viene ripreso anche da questo tipo di satanismo a quel che ho capito, ma fa anche parte di altre religioni. In altre parole, secondo me non c'è armonia nei moti di una mente alterata, o per meglio dire c'è un'armonia distorta, e nè il peccato nè l'indulgenza (anche vista come il controllo) implicano una comprensione di questi moti, "meglio non andare a fondo e creare un modo di viverli".

        Aspetta, wikipedia dice che si chiamano vizi capitali, spesso chiamati impropiamente peccati capitali (da me).
        http://it.wikipedia.org/wiki/Vizi_capitali
        Non è fantasia è normale che si ci avvicina a dei concetti da posizioni differenti, in più non mi ricordo così tanto.

        Io penso che il bene e il male siano il tentativo di dare una morale a qualcosa che non ha morale, ai processi della mente più che alla realtà percepibile oltre essi, ed entrano in risonanza con i moti espansivi e riduttivi dell'io. Ma questi moti esistono a prescindere dal bene e dal male, che in fondo cosa sono se non un codice di comportamento.
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011
      14. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        Ma da quello che hai detto prima a quello che hai detto adesso c'è un abisso :asd:.
      15. PhoenixMMORPG

        PhoenixMMORPG Lurker

        Registrato:
        1 Ottobre 2009
        Messaggi:
        1.764
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        0
        Io sono l'abisso. Non guardarmi troppo a lungo o sarò io a guardare te. :p Scusa non ho resistito a dire sta boiata :)
      16. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        :asd:
        Anche se tanto boiata non è.
      17. Stryx

        Stryx Super Postatore

        Registrato:
        19 Febbraio 2007
        Messaggi:
        685
        "Mi Piace" ricevuti:
        0
        Punteggio:
        1.340
        Per alcuni non esiste infatti una morale ma soltanto equilibrio, che non può esistere senza un fulcro. Ne consegue che per concepire un'equilibrio deve essere anche compreso (e non capito) il concetto di squilibrio.
        La morale si rende necessaria quando si deve educare un individuo che non ha mai sentito la necessità di individuarsi, quindi la stragrande maggioranza delle persone.
        Alla fine l'individuo individuato comprende di essere parte della natura e dei suoi tempi e può accettare, e superare, i dogmi morali imposti alla massa, senza agire in contrasto con le leggi naturali i cui tempi sono necessariamente lunghi se confrontati con l'esistenza di un corpo umano e del suo io.
        Per alcuni il "male", anche incarnato dal satanismo, rappresenta un assoluto squilibrio negativo nella concezione morale comune, da ripugnare.

        Non voglio rileggere e correggere ciò che ho scritto, quindi banalizzo: uccidere è "male", ma l'esecuzione di Gheddafi è stata comunemente accettata come "bene". Questo è soltanto uno degli esempi di illusione di moralità che la cultura di oggi ci propina. Noi già quotidianamente viviamo il satanismo, ma tanti non se ne accorgono ;)
      18. Llednard

        Llednard Mito

        Registrato:
        3 Maggio 2007
        Messaggi:
        10.427
        "Mi Piace" ricevuti:
        170
        Punteggio:
        5.420
        LaVey chiamava il nostro secolo "il secolo satanico".
        Non che fosse una geniale intuizione, semplicemente vedeva la società del suo periodo, come era cambiata rispetto al passato e come stava cambiando e ha semplicemente fatto due più due.
      19. zeando

        zeando Casual

        Registrato:
        24 Gennaio 2009
        Messaggi:
        1.824
        "Mi Piace" ricevuti:
        3
        Punteggio:
        1.550
        :asd: la bruttezza li ripudia? xD senso estetico è abbastanza soggettivo, no?

        dando una letta veloce,, mi sembra che secondo quel satan faq si sporgano troppo sull'altro estremo
        eccesso di regole, assenza/scarsità di regole, entrambi sono estremi, e così come regola generale credo gli estremi sarebbero da evitare sempre :/
        e sembrano mancare il concetto di conversione, ho letto velocemente correggetemi se sbaglio
        avevo una mia idea non troppo tempo fa che le religioni/regole sociali sono tarate per adattarsi al gruppo di persone per cui sono state fondate/originate, quindi per alcune persone regole come quelle sataniche potrebbero andargli più che bene perchè si adattano al loro modo di pensare, mentre altre persone si trovano meglio con altre religioni/regole sociali
        geniale... scommetto che la frase "che mondo di merda" sarà abbastanza comune...
        a parte che stupidità lo trovo un termine ambiguo e talvolta soggettivo, come ipocrisia, ma mica una delle regole del satanismo non era non essere stupidi e mancanza di prospettiva? (*poke :3)
      20. Zaitsev

        Zaitsev Lurker

        Registrato:
        2 Marzo 2007
        Messaggi:
        5.299
        "Mi Piace" ricevuti:
        1
        Punteggio:
        0
        Aggiungo che secondo me metraton avrebbe fatto un bel wall of text sulla morale...facendo bruciare gli occhi di chi si sarebbe messo a leggerlo

        Personalmente io credo che il bene e il male esistano, nel caso più semplice: una malattia anche se risultato di geni impazziti o di virus io non posso considerarla neutra, ma una cosa cattiva. Non posso nemmeno considerarlo uno squilibrio di qualcosa, perchè c'è un soggetto che agisce contro di me volendomi morto. Vale per me come per tutti gli uomini e gli esseri viventi.
        Ultima modifica: 24 Ottobre 2011

      Condividi questa Pagina