• Star Wars The Old Republic: Recensione

    Passato un mese dall'uscita del MMORPG più ambizioso dell'ultimo lustro, arrivato per i giocatori di Star Wars: The Old Republic il momento di decidere se rinnovare l'abbonamento dopo il primo mese passato sui server del MMORPG BioWare, per noi è giunto il giorno del giudizio definitivo.
    Doveroso iniziare la recensione partendo dai presupposti che hanno portato alla realizzazione di questo MMORPG. Uno su tutti, il principale, è indubbiamente il successo avuto da World of Warcraft. Sono infatti diversi anni che il mercato PC viene definito in declino, quando non del tutto commercialmente morto. Il perché si sa: sono i margini di profitto ciò che più interessa agli investitori e ciò che di conseguenza fa propendere una software house verso determinate scelte. Quando poi si tratta di un colosso come Electronic Arts è naturale che questo genere di considerazioni si amplifichino in notevole dismisura. Blizzard, e il suo theme park per sei anni sulla cresta dell'onda con milioni di giocatori paganti, visti come la panacea di tutti i mali di un mercato non più in grado di generare grandi numeri a causa di fattori ben noti: concorrenza da ogni sperduto angolo del pianeta messa in risalto dalla massiccia presenza del fenomeno del digital delivery, vetustà d'ogni sorta di accordo d'esclusiva, pirateria, accessibilità limitata dal costo dell'hardware, eccetera. In altri termini, un mercato ormai completamente globalizzato, i cui i tradizionali canali di distribuzione hanno cessato d'essere preponderanti già da tempo. Ciò che può essere considerato una fortuna per gli utilizzatori finali è sicuramente un problema per chi dai videogiochi deve, prima di tutto, guadagnarci.


    Un problema di fondo, strutturale. A cui l'industria, specie ultimamente, dimostra di saper porre rimedio in un sol modo. Settando degli standard: si prende un qualcosa, che spesso già c'è, e lo si eleva a parametro di riferimento. Niente, certo non amenità quali DRM et similia, ha dimostrato di riuscire a coniugare la profittabilità con l'apprezzamento da parte della clientela quanto il modello MMO. E che l'industria ludica tutta abbia spostato la sua attenzione sul multiplayer è un dato oramai assodato: vedasi a titolo d'esempio il grande successo di Call of Duty e le dichiarazioni che hanno portato alla nascita del servizio elite. Insomma, un fenomeno molto ampio la ragione per cui Electronic Arts ha dimostrato a più riprese di volere assolutamente un MMORPG a sottoscrizione in grado di contrastare efficacemente l'indiscusso campione della categoria. Non è la prima volta che ci prova, perché già Warhammer Online: Age of Reckoning aveva tutte le carte in regola per giocarsela. Ma in quel caso venne commesso il grossolano errore di promettere un qualcosa che non poteva in alcun modo essere ottenuto, viste le scelte di design che lo caratterizzarono. L'RvR con due sole fazioni non l'ha digerito nessuno, anche se non è certo questo l'unico motivo del fallimento del titolo Mythic Entertainment. E il fulcro del dare un giudizio di SWTOR deve incernierarsi su quel che EA ha imparato da cotanta, infausta, esperienza.

    E la prima cosa, stavolta, è stata il partire da un gameplay in in tutto e per tutto rodato, al fine di non generare false aspettative. Anche perché, acquisita al suono di milioni dollari l'ennesima licenza di planetario richiamo, ricadere nel medesimo errore non era semplicemente ammissibile. Ecco insomma spiegato il disegno generale: tradizionale, perché oltremodo affidabile, consistente nell'appeal ludico e smodatamente commerciale. Occorreva però, oltre alla potenza dell'ambientazione, anche un qualcosa di nuovo. Un'innovazione in grado di catturare consensi da ogni parte e in grado di offrire qualcosa di palpabilmente diverso dal modello base. Qui è arrivata BioWare, lo studio di sviluppo di EA più celebrato, reduce da grandissimi successi come Mass Effect e Dragon Age: Origins e soprattutto da quel capolavoro senza tempo che è Knights of the Old Republic. Un unione di forze con spese senza precedenti nell'ambito MMORPG: da una parte il publisher che più d'ogni altro (a braccetto con Activision Blizzard) caratterizza il mercato del PC gaming. Dall'altra lo sviluppatore che ha fatto della bontà dell'intelaiatura narrativa il suo canovaccio da battaglia. Infine LucasArts, di cui basta pronunciare il nome per generare salti di hype a velocità luce. La pubblicità è l'anima del commercio, e mai come in questo caso un gioco persistente ha saputo vendersi da solo prima ancora di uscire.

    SWTOR è riuscito a farlo per un ben preciso, studiatissimo, motivo. Per essere concepito sin dall'inizio come il MMORPG del famigerato terzo elemento, la storyline, dandogli quell'importanza che mai gli era stata conferita. Perché il principale spunto innovativo di questo titolo, ciò che ne ha spinto le vendite, consiste in una assoluta novità per i MMO: un sistema di quest interamente cinematico, con attori al posto di anonime finestre testuali e dialoghi interamente doppiati al posto del click del mouse per aprire e chiudere quell'antidiluviana forma d'interazione con il mondo di gioco che il genere si porta dietro da tempi ormai immemorabili. Nessuno lo aveva mai fatto prima. Con ogni probabilità, nessuno lo rifarà mai, visti i costi. C'è chi afferma che quest'immane sforzo produttivo sia costato dai 200 ai 300 milioni di dollari. Non li ha certamente spesi Trion Worlds per il suo RIFT, non lo farà ArenaNet per il suo promettentissimo Guild Wars 2, volendo quest'ultima comunque indubbiamente proporre qualcosa di scenicamente altrettanto valido. Potrebbe forse farlo Blizzard per Titan, magari arrangiandosela facendosi pagare gli spazi pubblicitari.


    Questo titolo ha insomma deciso di innovare in un ambito produttivamente molto costoso per un motivo ben preciso: dare a un MMORPG quel carisma che prima di lui solo i migliori GdR single player sono stati in grado di raggiungere, al fine di convogliarvi tutta quell'utenza che il genere non l'aveva mai preso in considerazione. In una parola: KotOR III. Fregiandosi di tali premesse di spettacolarità, condite dal brand Star Wars, è facile capire quale sia stato, sin dall'inizio, l'obiettivo. Da questo punto di vista, diciamolo, SWTOR ha mantenuto tutte le promesse, andando forse persino oltre le aspettative. Perché quello che questo gioco è in grado di offrire in termini di immersività non ha equivalente alcuno nel campo dei MMORPG.

    Tanto è bastato per catturare l'attenzione di mass media, fan di Guerre Stellari, fan dei MMORPG e videogiocatori in genere. E scusate se è poco. Quindi l'obiettivo iniziale è stato pienamente centrato. Poco conta che il gioco sia stato (per il momento...) localizzato in tre sole lingue, mortacci loro, perdendo parte dell'indiscutibile fascino per noi sempre più poveri italiani. Come dissi nell'hands-on della beta va bene capire e parlare l'inglese. Ma è talmente elevata la componente narrativa, vero e indiscutibile pilastro portante del gameplay di SWTOR, che non poter apprezzare cotanta meraviglia completamente tradotta nella nostra lingua è come ammirare un quadro di Van Gogh in scala di grigi. Nessun dubbio a riguardo: avrebbe sicuramente giovato al titolo una localizzazione completa. È innegabile che molti degli acquirenti cercano in SWTOR soprattutto un'avventura da vivere in prima persona, e dato che si tratta di ciò che il gioco ha da offrire in più dei concorrenti, la mancata localizzazione non può non influire sulla valutazione finale.



    clicca avanti per continuare

      


     
     
     
    Commenti 183 Commenti
    1. L'avatar di fraforma
      personalmente direi 8 solo se interessa il pve...se interessa il pvp non raggiunge la sufficienza,IMHO.
    1. L'avatar di VoN Ti@TiX
      Citazione Originalmente inviato da fraforma Visualizza messaggio
      personalmente direi 8 solo se interessa il pve...se interessa il pvp non raggiunge la sufficienza,IMHO.
      puoi dare il tuo voto qua http://www.mmorpgitalia.it/site/list...e-Old-Republic
      e a breve apparirà anche il giudizio dei nostri players
    1. L'avatar di nimrook
      Sarebbe bello se votasse solo la gente che realmente ci ha giocato.
    1. L'avatar di Acheldama82
      Perdonate ma non riesco a dargli più di 6, passato il periodo di stupore causa novità ed affini non ho assaporato nulla che non avessi già gustato in 7 anni di Wow, forse giusto le missioni con la nave spaziale.
    1. L'avatar di Kebaldo
      Per il PvE gli darei 9 anche perchè le ambientazioni, città e luoghi sono fatti veramente bene, Coruscant ti fa sentire la maestosità della città, i palazzoni che vanno oltre le nuvole, Kaas City ha un atmosfera inquetante, basta guardare in cielo per capire l'atmosfera che c'è su quel pianeta. Veramente ben fatto
    1. L'avatar di Scorpyon
      Che il Flame abbia inizio...anche da gente che ci ha giocato 3 minuti, ha storto il naso e ci ha abbandonati.
      Bella recensione Masca.
    1. L'avatar di r3dl4nce
      Premessa. Ci sto giocando. Ho rinnovato pochi giorni fa con time card da 2 mesi. In attesa di TERA credo che starò fisso su SW:TOR, ho diverse storyline da seguire.

      Concordo con la recensione e con il voto, io direi:
      - voto attuale: 7,5 - 8 vanno benissimo
      - se avessero messo un combattimento action e una grafica con tecture alte abilitabili: voto 9
      - se fosse stato fantasy con combattimento action e grafica non cartoon: voto 10
      - se avessero avuto le palle di dire "questo è un gioco pve, il pvp non ce lo mettiamo neppure, se volete il pvp non compratelo": voto 12
    1. L'avatar di Theseus87
      come immersione nel proprio personaggio virtuale questo gioco ha molto da offrire in più rispetto a titoli che ho avuto modo di giocare. imho.

      mettete insieme alla registrazione voto per gli utenti, la cdkey originale altrimenti niente voto haha.
    1. L'avatar di Armaghast
      Pianto e stridore di denti in arrivo...
    1. L'avatar di Maximius
      io gli do un bel 70.............7 al pve 0 al pvp


      Ps.
      Scorpyon ma li leggi i pm?
    1. L'avatar di Valkyr
      Visto nel suo insieme concordo pienamente con il voto.
    1. L'avatar di WATS
      Citazione Originalmente inviato da r3dl4nce Visualizza messaggio
      Premessa. Ci sto giocando. Ho rinnovato pochi giorni fa con time card da 2 mesi. In attesa di TERA credo che starò fisso su SW:TOR, ho diverse storyline da seguire.

      Concordo con la recensione e con il voto, io direi:
      - voto attuale: 7,5 - 8 vanno benissimo
      - se avessero messo un combattimento action e una grafica con tecture alte abilitabili: voto 9
      - se fosse stato fantasy con combattimento action e grafica non cartoon: voto 10
      - se avessero avuto le palle di dire "questo è un gioco pve, il pvp non ce lo mettiamo neppure, se volete il pvp non compratelo": voto 12
      Ovviamente il punto base del lore di SW, la perene guerra tra jedi e sith (PvP), se la sono scordata.
    1. L'avatar di Kronos
      Premettendo che l'ho giusto provato quel poco in beta, e che quindi il mio giudizio vale zero, leggendo commenti di fan e di chi solo l'ha provato, statisticamente avrei dato un 6.5, non di più. Un 8 è un bel voto, un voto importante

      Beh, comunque complimenti, gran bella recensione
    1. L'avatar di Fornost
      Non avendoci mai giocato, devo dire che la recensione mi sembra corrispondere abbastanza con la "media" tra i giudizi che ho letto nei vari post.
      Non mi sembra molto coerente, in un sito di MMORPG, dare un voto pari 8 (ossia un voto molto alto) con un gioco in cui le critiche principali vengono rivolte proprio alle parti più spiccatamente massime, multiplayer e online.

      Ah ovviamente complimenti per la recensione che mi sembra molto matura ed esaustiva
    1. L'avatar di Shunsui
      Bella recensione...io personalmente gli do un 7, con grandissime prospettive per il futuro. Io avrei preferito un combat innovativo ma capisco che sarebbe stato rischioso.
    1. L'avatar di genesx
      L'ho provato, ma la struttura di gioco non mi ha convinto pienamente. La recensione è stata equilibrata, io di persona gli darei un bel 7,5.
    1. L'avatar di Theseus87
      Citazione Originalmente inviato da WATS Visualizza messaggio
      Ovviamente il punto base del lore di SW, la perene guerra tra jedi e sith (PvP), se la sono scordata.
      se parti dal concetto che è un wow con le spade laser a primo impatto (senza toccare la storyline e pvp non basato sul burst, per quanto pessimi entrambi e molto soft nel duellare contro i giocatori), nel primo caso abbiamo conquiste di villaggi che in gioco non vedi mai svolgersi (camp taurajo ad esempio), quando passi di li ora vedi 2 baliste a prendere il sole, mob sparsi random, 2 capanne bruciate. se invece ora si prende come esempio qualcosa da swtor non ci sono ancora queste opzioni ma a me personalmente ho un senso di appartenenza alla fazione molto più intenso.

      se poi non ti piace che ci sia nel piccolo variazioni alla storia anche riguardo lo scontro con l'altra fazione tramite quest è un altro paio di maniche.
    1. L'avatar di WATS
      Gli ho dato un "misero" 5.

      Grafica: sotto la media
      Level Design: molto sotto la media
      PvE: nella media
      Levelling: Eccellente
      Meccaniche di gioco: nella media (senza contare il delay delle abilita')
      Sonoro: Scarso
      Colonna sonora: eccellente
      Story-Line: eccellente
      Quest: nella media
      PvP: molto sotto la media

      Tutto sommato, oltre ad una qualita' eccellente (da single player) nel levellaggio, il gioco mi risulta niente di innovativo e non si merita piu' di un 6, soprattutto per aver trascurato quasi completamente il PvP, colonna portante, secondo me, in un lore come quello di SW, dove la perenne faida tra sith e jedi dovrebbe essere il punto clou.
      Un peccato aver sprecato una tale opportunita', perche' sarebbe ptuto venire fuori qualcosa di clamoroso.
    1. L'avatar di Ainvar
      Io ci gioco e mi piace, sara' pure come wow, ma il sci-fi mi piace piu' del fantasy. Il pvp non mi e' mai piaciuto in nessun gioco tranne che in daoc. Per capirci sono uno dei pazzi che ha preso l'abbonamento a vita di startrek.
    1. L'avatar di Nolva
      Bella, Masca, ma tanto lo sappiamo che ti ha pagato Blizzard per non dargli 9

      Per me 7 era già abbondante.