• The Minimalist: Troppo Usato

    Ho letto un interessante articolo in cui esperti del settore concludono, in soldoni, che una delle cause principali del fatto che le softco non rischiano nel produrre giochi e li fanno sempre tutti uguali è colpa del mercato dell'usato, che da una parte toglie loro introiti e dall'altra fa si che molta gente preferisca questi ai nuovi venduti molto più cari.
    Inoltre la vendita diretta consumatore- consumatore di videogame e console (nel senso, io pinco vendo a te, mio amico palla, il mio 3DS a 100 euro così mi finanzio una parte dell'acquisto della PS Vita) sarebbe una grave piaga da estirpare.

    Cosa ne pensate?

      


     
     
     
    Commenti 27 Commenti
    1. L'avatar di remarq
      Il "tutti uguali" penso si riferisca soprattutto alla durata media dei moderni SP : sulle 9-10 ore se non meno.
      E poi si meravigliano perchè la gente li rivende, li acquista usati o cerca metodi alternativi.
      Senza contare che se io acquisto un elettrodomestico,come un forno, quello diventa di mia proprietà e posso farne quello che voglio...chissà perchè questo non deve valere per le console&co.
    1. L'avatar di Mr_White
      If publishers want to see this stop, they need only lower the price of their games. They need to stop acting like the budgets they spend are imposed upon them by some mad wizard, and spend less on making great games. Or, they can just accept that people have the right to sell their own property, and attempting to prevent this is a grotesque abuse of basic rights.

      Bingo!
    1. L'avatar di stemare
      Questo è un discorso prettamente lato console, visto che ormai si contano sulle dita di una mano i giochi per PC che possono essere venduti usati, comunque penso che i giocatori, come le softco, guardini nel loro portafogli. E' assurdo fare QQ perchè la gente per risparmiare acquista giochi usati, e chi casso siamo i benefattori delle software house?
      Ovviamente domani potrebbero studiare un modo per impedire il mercato dell'usato anche su console, ma non mi vedranno mai spendere 60-70 euro per un giochino che finisco in 10-15 ore.
    1. L'avatar di gmork
      secondo me una grave piaga da estirpare e' l'abnormità dei soldi che chiedono per gli originali ^^
    1. L'avatar di Ryu
      mah..io invece ho letto di crescite del marketing videoludico in fortissimo aumento, quindi...dove sta la veritá ?
    1. L'avatar di Nolva
      @Stemare

      E' un discorso lato console per quanto riguarda i giochi che trovi usati.
      Non è solo un discorso lato console quando si parla di softco. Le vendite dell'usato influenzano, secondo quanto dicono nell'articolo, BioWare o Electronic Arts in generale, sia che producano Dargon Age che Star Wars. Se mancano i soldi, mancano in assoluto per nuovi progetti, che siano per PC o per PS3.
    1. L'avatar di stemare
      Bioware dovrebbe essere l'ultima a parlare che nel 2011 ha fatto uscire due gioconi ad alto budget che per la critica sono stati abbastanza fail.
      Se i soldi li hanno e non sono capaci a sfruttarli sono fatti loro.
    1. L'avatar di DragonHunter
      Il mercato dell'usato toglie introiti e noi alziamo i prezzi tutti gli anni, geniale.
      A me sembrano tutte cazzate, i giochi fatti anche solo decentemente vendono milioni di copie, senza contare che adesso fanno 27mila versioni diverse e c'è gente che si taglierebbe un braccio pur di aver le collector's. E poi voglio dire, per quanto si cerchi di innovare certi giochi fanno comunque pena, vedi Star Wars Kinect col suo dance dance revolution integrato, una vera schifezza.

      Io non posseggo nessuna console next-gen e nonostante ne senta la mancanza per alcuni titoli (vedi il nuovo fifa street, warriors orochi, mgs4 e altri) devo dire che compro tutto in offerta su steam, e il mio portafoglio è più pesante di quello dei miei amici che hanno una console

      Detto questo lunga vita all'usato! (Ci si trovano pure titoli play2 anche rari!)
    1. L'avatar di Nolva
      @Stemare

      Ho detto BioWare solo per fare un esempio.
    1. L'avatar di Mr_White
      Il punto è solo uno: il consumatore ha il diritto di rivendere qualcosa che ha comprato. Punto.

      Se alle software house non sta bene non devono mettere sul mercato videogiochi "fisici", ma aprire una sala giochi - dove pago l'accesso al gioco, non il gioco in sè. Alla fine è un pò quello che stanno facendo le softco che passano agli MMO - passare dal "bene" al "servizio".

      P.S. Credo che quello di Bioware fosse un esempio di Nolva, visto che nell'articolo non mi pare citato... evitiamo le solite generalizzazioni in TUTTE le news, grazie.
    1. L'avatar di killuminati
      MMh.. sono mesi e mesi che si parla di questo.. ben arrivato Nolva!
    1. L'avatar di Trace
      Ma io metterei i giochi a 100 euri minimo, tutti con un pagamento settimanale di 5 euri obbligatorio, e spezzati in 10 DLC che escono uno alla settimana all'inizio a 10 euri l'uno. Ovviamente per i single player.
      Insomma, non è che possiamo affamarli così questi poveracci, pure l'usato ora. Lo abolirei anche per le auto poi, sai quanti soldi farebbero le industrie poi? Qui bisogna rivoluzionare
    1. L'avatar di Trafalgar
      Le sh devono smetterla di fare giochi usa e getta che a farli costano una valanga di soldi e li finisci in 5 ore.
      Inoltre la maggior parte dei giochi indie che si trovano sul mercato a prezzi ridicoli sono spesso mille volte meglio di certi molti tripla AAA, anche se non hanno la grafica next gen o il doppiaggio localizzato, le musiche di Skryllex/Katy Perry, etc.. etc.. perchè antepongono le idee all'ostentazione visiva e sonora.
    1. L'avatar di KANA86
      Secondo me la vendita dell'usato non è affatto una motivazione valida per fare giochi tutti uguali per non rischiare, altrimenti come si spiegano gli mmorpg tutti uguali? non credo che gli mmorpg passino nella vendita dell'usato...
      Le SH sanno che facendo giochi tutti uguali hanno una vendita X assicurata, mentre se fanno qualcosa di originale, investento di sicuro più risorse e tempo rispetto a un "copia e incolla" posso sia fare una vendita maggiore di X ma sia una vendita minore di X. Quindi di certo non rischiano, soprattutto in un periodo di crisi. Le uniche SH che possono rischiare sono SH che hanno molti soldi e possono investire e anche rischiare senza rimetterci "troppo"

      tutto questo imho
    1. L'avatar di desiriel
      Mi sembra un pò il giochetto che da un pò di anni stanno facendo a noi italiani: luce, gas, telefono, spese sanitarie ecc.
      "Le tariffe italiane erano molto più basse e dobbiamo alzarle per venire incontro alle esigenze di adeguamento alle Direttive Europee e agli standard di costo degli altri Paesi della zona Euro...". E tutti (aziende, politici, giornalisti) fanno la ola per la grande conquista che ci avvicina alla modernità.
      Poi ti aspetti che anche i servizi, le offerte e l'efficienza si adeguino "alle Direttive Europee e agli standard di costo degli altri Paesi della zona Euro" e invece scopri che quelli, misteriosamente, rimangono invece ancorati a standard rigorosamente italici. E su questo resta solo a noi di fare la ola sbattendo la testa nel muro e maledicendo agli dei di ogni era e civiltà.
      E lo stesso avviene ormai anche nell'industria dei videogiochi: ti prospettano giochi sempre più splendidi, fanno uscire giochi corti/brutti/noiosi/clonati/costosi e poi ti dicono che magari dovremmo "sistemare" (magari con una leggina fatta apposta) queste cose che "distorcono" il mercato.
    1. L'avatar di ZuiJiuQuanPanda
      Citazione Originalmente inviato da Mr_White Visualizza messaggio
      If publishers want to see this stop, they need only lower the price of their games. They need to stop acting like the budgets they spend are imposed upon them by some mad wizard, and spend less on making great games. Or, they can just accept that people have the right to sell their own property, and attempting to prevent this is a grotesque abuse of basic rights.

      Bingo!
      stra quoto
    1. L'avatar di ciusty
      cè crisi mondiale che cazzo pretendono che sganciamo 60 euro x un videogame ? guarda tralasciando che sono un morto di fame risaputo e un fottuto downloder incaluzzito , mai e poi mai potrei spendere nel 2012 (ma anche da molto prima ) tutti quei soldi x un passatempo , quando vedo steam e le sue offerte da 10/15 euro su titoli concepiti l'anno prima , comprendo quando sarei stato un pirla a dargli 40/50/60 euro , la loro fortuna è il multiplayer altrimenti nn si spiega come possano vendere a quintali i vari FIFA o CoD ,, poko tempo fà ho giocato e finito l'ottimo The Drakness II bello si certamente ma nn dura un cazz neanche se cerchi di giocarlo in modalità difficile e facendo tutto quello che il gioco offre , ho citato Darkness ma nn è certo l'unico ormai è una moda fare titoli che nn durano quasi mai niente , i soldi da me li vedono giusto gli RPG jappo e qualche action rpg per pc , che perlomeno sono generi d titoli su cui investi 40 euro ma almeno sai che x 2 o 3 mesi d cose da fare ce ne stanno. forse nn sono la persona giusta x criticare il mercato ludico visto che ho contribuito a spiccioli e goccioli ma quando lavoravo nn andavo a buttare i miei sudati soldi per un videogioco che sbrilluccica di texture ultradefinite e tanti effettoni , tutto questo nn conta un cazz se poi bastano 5 ore di gioco per terminarlo e farmi incazzare , quindi che prendano da esempio le produzioni indi dove si vede talento capacità inventiva genialità il tutto a un prezzo modestissimo e abbordabilissimo e nn devono per forza essere pseudo 3D , nn esiste solo il CryEngine o l'UEIII , Dear Esther è un esempio + che ottimo di cosa si può ottenere spremendo con capacità da motori grafici leggerissimi e datati ma che hanno ancora molto da dire come il mitico Source Engine , certo ci sarà sempre chi dirà "ma che cazzo aggiornatevi è obsoletissimo " , questo nn dovrebbe cmq far desistere le software house che nn possono certo pensare di accontentare tutti ma quanti + possibili potenziali acquirenti. inoltre questo poterebbe obbligatoriamente a un calo netto del prezzo del gioco senza minare il livello qualitativo ( e se nn c credete andate a guardalo Dear Esther poi ne riparliamo).
    1. L'avatar di vodoo
      nessuno vuole che risparmiate. dovete consumare e gettare.
    1. L'avatar di Manweru
      penso che se adeguassero i prezzi ai rispettivi valori di vendita l'usato non darebbe nessun problema alle softco. Da qualche anno aspetto a comprare il nuovo anche perchè i software appena usciti non sono ottimizzati a sufficienza anzi, sono a poco piu del sessanta per cento dello sviluppo finale. In genere un software adeguato si ha solo una volta che sono uscite varie patch e dlc che ne completano i contenuti.
      Quando mi capita di entrare in negozi che vendono usato molte volte vedo il prezzo effettivo dei prodotti proprio in quegli scaffali, dovrebbero adeguarsi ai tempi che corrono ed avere dei prezzi dinamici e consoni al prodotto.
      Sinceramente questa cosa mi schifa alquanto.
    1. L'avatar di FabFerra
      Davvero ridicolo
      Abbassassero i prezzi dei prodotti nuovi e fornissero contenuti adeguati alla spesa e non le solite porcate , allora magari la gente comprerebbe i giochi nuovi e l'usato non esisterebbe ... e poi scusate , se io compro una cosa perchè non posso essere , poi , libero di farne quello che voglio !? ... a questo punto cos'è un affitto!?