News

The Minimalist: Giochi che Stufano Prima di Uscire

Commenti (16)
  1. Cruxxx ha detto:

    un esempio è firefall, non possono passare svariati anni e ritardi prima del lancio per un prodotto modesto come questo, potrei capire per un MMORPG articolato o un sandbox di una certa profondità ma per un gioco del genere IMHO non ci sono scusanti.

    1. DivideZero ha detto:

      perchè “non possono”?
      Cosa ti cambia giocare ad un gioco in release 3 anni fa od oggi?

      1. Pero ha detto:

        È una questione di hype e tempistica de rilascio. Per un mmorpg sono questioni tutte molto importanti.

  2. Lachanche ha detto:

    E’ una conseguenza diretta del crowd funding con pre order, founder packs, accesso alle alpha e mazzi vari. Una volta i giochi si facevano con un investimento iniziale e poi la tirata unica fino alla release quando ci si rifaceva dell’ investimento. Al giorno d’ oggi si inizia a ricoprire di soldi gli sviluppatori fin da quando il gioco e’ ancora in fase embrionale, naturale che quando qualcosa e’ giocabile gia da mesi lo si consideri uscito nonostante l’ implementazione sia ancora al 20%. E dall’ altra parte i developers si adagiano sugli allori, pensano ” ho gia guadagnato abbastanza chi me lo fa fare di accontentare queste teste * inaccontentabili” (a me e’ capitato esattamente cosi’) e lo sviluppo procede a rilento quando e se non muore del tutto.
    Io resto dell’ idea che i giochi si debbano fare uscire quando sono pronti, e pronti davvero, non pronti alla gw2 che dopo 10 anni di “when it’ s ready” e’ uscito e si e’ fatto altri 2 anni di beta o pronti alla teso che di fatto e’ una beta pay to play.
    Certo, probabilmente molti titoli indie non ce l’ avrebbero fatta senza gli investimenti iniziali, ma se l’ alternativa e’ il panorama videoludico attuale direi che si tratta comunque del male minore.

    1. Mascalzone ha detto:

      Red 5 Studios non ha mai fatto crowdfunding per FireFall.

  3. level-up ha detto:

    Firefall è uscito in fine? io lo ricordavo in beta

  4. Arzon ha detto:

    Un gioco che può permettersi di fare Video, Demo, Trailers è Tree of Savior, un altro è Archeage, ma giochi come Firefall, Warframe o che sò, Borderlands non sono adatti a questo tipo di Hype, fanno solo di peggio perchè sono giochi in cui si fa sentire subito la ripetitività di certe cose, e quello a me fa storcere il naso.
    Ha fatto bene per esempio The Forest, se ci fossero stati troppi Video Demo, o Trailer sarebbe andata seriamente a suo svantaggio, invece è venuto fuori come un gioco parecchio anonimo e di nicchia ma piano piano sta conquistando parecchi giocatori.

    In definitiva, l’Hype da video è troppo sopravvalutato e porta alla noia presto.

  5. CaputCorvi ha detto:

    Beh, FireFall lo considererei un fail e basta. Non ho mai notato particolare hype riguardo a questo gioco. Ad ogni modo concordo con Lachanche sul fatto che una volta i giochi erano completi all’uscita, complice la scarsa possibilità di aggiungere contenuti e sistemarne altri. Con la diffusione della rete sono arrivati i giochi multiplayer e gli mmo che tuttavia dovevano fare i conti con un mercato di quel tipo. Oggi invece il mercato è costituito da prodotti incompleti a partire dai single player che tra patch, add-ons e dlc cambiano completamente volto nel giro di poco tempo. Gli mmo che esigenza hanno di offrire qualcosa di differente sotto questo aspetto?

    La semplice soluzione sarebbe non acquistare più nulla di scarso valore. TESO l’ho provato ed ho ritenuto che lo stato di sviluppo non fosse all’altezza delle mie aspettative: scaffale. Beta a pagamento, early access, preorder etc. sono strumenti utili per sviluppatori che non hanno risorse da utilizzare ma hanno la capacità artistica e intellettuale per creare qualcosa di nuovo. Non dovremmo forse rifiutarci di finanziare un’industria di meri affaristi che di creare un prodotto di qualità se ne fottono? Penso che il genio, la bravura, la costanza, l’impegno, l’audacia vadano ricompensate in qualunque ambito della vita, ivi compreso la produzione di videogiochi.

  6. Myur ha detto:

    Quoto Arzon. Attirare troppo hype (ingiustificato) porta la gente a fiondarsi su un titolo e a testarlo ampiamente in alpha e beta. Le SH pensano di solito che l’hype sia buona cosa, per far conoscere il loro gioco. Ma se l’hype si rivela una bolla di sapone, l’effetto boomerang e’ devastante. La gente prova il gioco, capisce che non c’e’ trippa per gatti, e quitta ancora prima della release. Fail.

    L’hype va saputo gestire, e la maggior parte delle SH (o meglio tutte, tranne forse Blizzard) non hanno idea di come fare…

  7. Kall-Su ha detto:

    Diciamo che oggi gli sviluppatori hanno poca fantasia. Pensano solo a cosa possano guadagnare e a quali sono gli introiti di fine hanno cosa che posso anche capire.Ma da questo ne esce fuori che non hanno la minima intenzione di ascoltare i players e a cosa i gamers piace fare nel gioco . Si va un po´a stagioni cercando di capire cosa attrae di piu. Oggi tentanto tutti il survival e il sandbox . Certo non capendo che se non rendono il game libero e stuzzicante nessuno ci gioca.
    Ricordo ancora le parole della Bioware all uscita di SWTOR . Noi lo abbiamo fatto e visto cosi poi se hai players non piace possono andare a giocare ad altro….

  8. vitel ha detto:

    Il dramma e’ quando stufano subito dopo averli acquistati.

    1. the-bestia ha detto:

      per questo vanno provati i giochi prima di comprarli!

      1. Lachanche ha detto:

        pirata !

        1. the-bestia ha detto:

          lo hai detto tu non io! 🙂
          puoi sempre provarli in altro modo!

          1. fenukott ha detto:

            facendoli scaricare ad un’altro :asd:

  9. natostanco ha detto:

    Firefall ebbe la maggior copertura mediatica nell’ob della scorsa estate, puoi ci fu la notizia che si erano assicurati un bel po di milioni per continuare lo “sviluppo” (che nesssuno cago’ e che appunto stava a dimostrare lo stato ancora sotto pieno sviluppo del gioco) Il punto e’ che firefall non ha mai avuto ne capo ne coda e si e’ affidato ai giocatori/tester che han giocato un garbuglio di roba sviluppata senza uno scheletro. Credo che in se firefall sia abbastanza unico come gioco nel senso che non ho mai visto un gioco cambiare volto in maniera cosi’ massicia dopo aver ricevuto una grand wave di players, speriamo che dopo la uber giga mega patch che avverra’ al launch abbia trovato lo scheletro