News

Life is Feudal: Early Access su Steam dal 19 Settembre

Articolo Precedente
FireFall: Accordo Per la Cina
Commenti (37)
  1. level-up ha detto:

    Mi sa che nell’inserimento dell’articolo si è sminchiato il codice dei punti

    1. Mascalzone ha detto:

      No, è proprio fatto così.

  2. Drev ha detto:

    ecco dov’era l’inculata! la versione mmo non uscirà mai…oppure esce ma col canone 🙂

    1. Folderblo ha detto:

      Speriamo che esca col canone

  3. AlphAtomix ha detto:

    ma chi lo ha gia preso potrà scaricarlo su steam o devo tenere il launcher a parte?

    1. level-up ha detto:

      LIF:YO solo su steam
      LIF:MMO launcher a parte

  4. Plinious ha detto:

    Detta così mi sembra una roba tipo “EverQuest Next – EverQuest Landmark”.
    Non mi fanno impazzire questi giochi sdoppiati, preferirei concentrassero le loro energie su un unico grande MMO, anche perchè da quanto ne so sono una software house indie e portare avanti contemporaneamente due progetti così diventa molto difficile.

    1. level-up ha detto:

      LIF:YO e LIF:MMO condividono tutto, eccetto gilde e GvG.
      Quindi ogni cosa implementata nel YO sarà compatibile col MMO.

      In pratica 2 giochi con lo stesso linguaggio.

      1. Plinious ha detto:

        Che rischiano di dividersi i giocatori… Preferirei che gli MMO restassero sempre dei progetti unici evitando il rischio che metà community giochi al primo e l’altra metà al secondo, comunque vedremo.

  5. Folderblo ha detto:

    chi segue il gioco sa il motivo del esistenza di questa versione, e per quanto si possa pensare che l’mmo non uscirà mai, posso solo rispondere che: se uscirà sarà solo grazie a questa scelta

  6. r3dl4nce ha detto:

    Ma ricordo male o questo Life is Feudal aveva fatto una specie di kickstarter e non aveva raggiunto l’obiettivo? E ora ci provano pure su steam a prendere soldi dai giocatori? Ma non è l’ora di trovare o dei finanziatori decenti (che investirebbero su un progetto valido) o ammettere di non avere la possibilità di sviluppare questo progetto?

    1. Folderblo ha detto:

      Dimmi di più su come si gestisce economicamente un gioco indie… starei a sentirti/”leggerti” per ore…

      Sai di questi tempi tutti i publischer/finanziatori tirano valaghe di soldi addosso a gente con buone idee, ho sentito dire che qualcuno ha anche risciato di morire asfissiato sotto tutto quel denaro che davano

      1. r3dl4nce ha detto:

        ammetto di non capire la tua risposta… noto sarcasmo ma non capisco cosa lo abbia scatenato. Se uno non ha i mezzi economici per sviluppare un progetto, ha già chiesto soldi tramite crowdfunding e ha fallito nel raggiungere l’obiettivo prefissato (chiedo di nuovo: sbaglio o era questo Life is Feudal a aver fatto una specie di kickstarter ma non era andato in porto?), perché rilasciare un prodotto “castrato” che serve solo come specchietto per le allodole per racimolare soldi? Non ha più senso rivolgersi a publisher e finanziatori che soldi ne hanno?

        1. level-up ha detto:

          Non c’e nessun prodotto “castrato”
          c’e solo un gioco che sta entrando in alpha su steam come ci sono altri 10000 giochi indie in alpha su steam.

          Tra cui ArcheAge, EQN che sono titoli TRIPLA A

        2. Sir.Black ha detto:

          Il progetto non può essere lanciato su Kickstarter perchè la softco non è americana, è stato quindi lanciato su indiegogo ma con scarsi risulati dovuti alla bassa visibilità del sito. Entrato su steam Greenlight è stato approvato(e quindi votato da numerosi player) e sta seguendo la routine di early access, beta bla bla bla

          fine.

          1. r3dl4nce ha detto:

            Boh ok buona fortuna a loro, però con l’ennesimo early access a pagamento (che è praticamente la scusa per farsi finanziare dato che quell’indiegogo non ha dato risultati) a me pare solo un modo per nuovamente cercare di farsi pagare idee che probabilmente non sono così valide dato che altrimenti un finanziatore serio l’avrebbero trovato

          2. level-up ha detto:

            Le idee sono valide per i giocatori, su steam è stato accettato in 2 giorni (record di steam, battuto solo da un’altro gioco di cui non ricordo il nome). Sono i finaziatori che non finanziano giochi di nicchia.
            Questo è un gioco che non ha ne npc (eccetto quello all’ AH) ne mob, col full loot. un gioco molto di nicchia quindi.

            Dato che c’e full loot e open pvp, il gioco non le dovrebbe interessare, quindi può gufare altrove? grazie.

          3. r3dl4nce ha detto:

            Mamma mia, t’ho toccato il giochino preferito? Cavolo, non mi sembra di aver detto niente di strano, se poi c’è a chi piace buttare via soldi su un progetto che non ha già una volta raccolto i fondi necessari, prego, liberissimo di farlo, purtroppo molte persone non guardano mai al passato e sono sempre pronte a buttare soldi in una speranza nonostante già con problemi in partenza

          4. Homura83 ha detto:

            Non prenderla male non voglio flammare, ma leggendo i tuoi post in varie sezioni due cose saltano sempre all’occhio: una è che probabilmente hai subito un trauma da parte di qualche pk in un qualche mmo in passato, altrimenti non si spiegherebbe il continuo piagnucolare in ogni notizia inerente un sandbox fullpvp (vedasi bd in cui continui a insistere sui server pve etc etc); secondo da ogni tuo post sembra che tu sia onnisciente, la bocca della verità come minimo..ora non ti stupire se poi a qualcuno saltano i nervi e ti si risponde in un certo modo.
            A meno che tu non sia un troll decisamente abile, in quel caso complimenti perchè useresti una tecnica sopraffina e quasi impossibile da individuare.

          5. r3dl4nce ha detto:

            Ti rispondo solo alla parte legata all’argomento della news, che il resto è decisamente off topic. In un portale di informazione sui videogiochi, le news e le rubriche in prima pagina sono fatte per informare i lettori. Ora, se io leggo la notizia di un gioco indie che ha già fallito la campagna per farsi finanziare dagli utenti e che ci riprova con un’early access a pagamento per prendere nuovamente soldi dagli utenti (tra l’altro vendendo una versione che non è neppure il gioco originariamente promesso e che manca di meccaniche base come le gilde) che posso pensare? Ho due pensieri:
            – le idee alla base di tale gioco sono così fuori dalla realtà e dagli interessi del mercato che appunto interessano a così poche persone che non riusciranno mai a trovare i fondi necessari a meno che non abbassino di molto le necessità economiche per lo sviluppo
            – le idee alla base di tale gioco sono interessanti ma non riesce ad avere abbastanza pubblicità e passaparola così che non riesce a interessare abbastanza persone

            Ora, nonostante la paura sia che il caso rientri nella prima opzione, voglio credere che sia la seconda opzione, quindi se le idee sono così interessanti e valide, non avranno problemi a trovare banche e finanziatori privati ai quali presentare un progetto articolato che con le corrette garanzie potranno finanziare lo sviluppo del gioco. Se hai già fallito una volta la raccolta fondi tramite i futuri giocatori, è inutile farne un’altra (mascherata da early access di un prodotto che è nemmeno la metà di quello che dovrebbe essere il vero prodotto), ma è l’ora di valutare la bontà del prodotto e se è valido farsi finanziare tramite altri canali.

            Questa è la mia idea, che non vuole offendere nè il gioco nè i suoi futuri giocatori, ma è basata semplicemente sui trascorsi di questo gioco, tutto qua.

          6. CaputCorvi ha detto:

            Non è detto. I finanziatori guardano al profitto ed idee valide ma non confacenti alla grande massa dei giocatori non pagano. Non conosco bene il prodotto in questione ma un sandbox hardcore non attira la massa. Pertanto non mi stupisco che abbiano difficoltà a trovare un finanziatore; dal loro punto di vista è meglio l’ennesimo Assassin’s Creed e via dicendo, il che non fa dell’idea alla base di LIF un’idea balorda.

          7. r3dl4nce ha detto:

            Potresti aver ragione, se già pure una volta gli stessi player con il crowdfunding non avessero dimostrato di non essere interessati a sostenere tale gioco economicamente.
            Mah

          8. Folderblo ha detto:

            Credi che sia poca la gente che segue questo gioco?

            Da dicembre i dev hanno proposto una raccolta/donazione di 50€, chi donava 50€ otteneva accesso al alfa beta rilascio di lifMMO e lifYO, a rischio e pericolo del donatore dato che è chiaro che il gioco rischierebbe di non vedere luce.
            Eppure per quanto hardcore e di nicchia possa essere in 6 mesi ha raccolto 700 donatori (35000€), ed il forum e passato in 6 mesi da 3mila a 24mila iscritti, io frequento il forum ed è un bel ambiente, questo per dire chè non è poi così privo di potenziali donatori e giocatori.
            La raccolta di denaro tramite l’early acces è ora mai considerata uno schifo, ne sono consapevole, ma ho giocato questo gioco e posso dire che così comè supera di gran lunga il contenuto di gioco e la qualità di quasi tutti se non tutti gli altri Early.
            Quindi se sei una piccola casa produttrice, che evidentemente non può ottenere un publischer data l’evidentissima natura hardcore e innovativa/rischiosa del gioco, con che altro modo potrebbero lanciare un MMO? forse non dovrebbero provarci nemmeno? io dico che dovrebbero e come me lo pensano anche altri, ma se proprio non vuoi che vadano avanti vai sul forum e chiedigli di non continuare lo sviluppo, i soldi non teli strappano mica dalle tasche se il gioco non lo vuoi.
            E se pensi che questa critica sia mossa da un certo “fanboysmo” allora stai pensando bene.

          9. Sir.Black ha detto:

            Bè essere finanziati da un publisher significa sottostare a certe regole e avere quindi meno libertà di sviluppo.
            Anche un gioco acclamato come Elite: Dungerous è ricorso al crowfounding per riuscire a sviluppare la propia idea, adesso come adesso finanziatori per giochi di nicchia se ne trovano davvero pochi 🙂

            la regola crowfound=truffa/modo per racimolare due spicci e scappare col malloppo non è cosi automatica, ci sono stati dei precedenti questi si, ma con questo sistema sono nati dei progetti veramente fantastici se ci pensi

          10. r3dl4nce ha detto:

            Sì ma ciò che mi fa pensare male è che hanno già provato il crowdfunding e non hanno raggiunto l’obiettivo…

  7. sterminatore ha detto:

    avanti cosi!

  8. Millo74 ha detto:

    Io vorrei sapere se con YO ti puoi creare il tuo mondo come succedeva in neverwintr nights ed invitare chi si vuole per ore ed ore di divertimento e gdr? 🙂

    1. Homura83 ha detto:

      Dubito sia presente una interfaccia DM come per nwn, il che renderebbe difficile l’interazione tra giocatori e “masters” o comunque uno li voglia chiamare; però in linea di principio penso sia possibile.
      Personalmente mi divertivo tanto nei server fullgdr di nwn quanto mi diverto a fraggare gente in contesti differenti, però credo che in pochi condividano entrambi gli interessi, di solito chi ama giochi alla LiF non perde tempo in server con regole particolari…e viceversa chi preferisce il gioco di ruolo spesso piagnucola e si strappa i capelli al primo kill 😀
      Conta che anche la lingua sarebbe una discreta barriera, anche conoscendo perfettamente l’inglese, la comunity è variegata e non penso tutti potrebbero essere all’altezza dal punto i vista linguistico per quel genere di gioco.

      1. Folderblo ha detto:

        Se fate un server full GDR io ci sono!

      2. Millo74 ha detto:

        Ti ringrazio per la risposta, ma se in YO io posso decidere le regole e addirittura mettere una psw al server significa che posso invitare chi voglio e a questo punto la lingua non sarebbe problema no?
        Beh sicuramente la mancanza del master si sentirebbe ma si potrebbe creare un pg che, anche se visibile, potrebbe fare da arbitro e poi la cosa bella sarebbe porprio costruire questo mondo in gdr on, caxxo sarebbe davvero una figata. 🙂

  9. Switch on Dark ha detto:

    Sono tentato ….stò gioco m’ intriga parecchio. Credo che a breve termine entrerò in possesso della MMO….

    1. level-up ha detto:

      Per i primi mesi per il lancio di YO i testalpha dell’ MMO saranno fermi.
      Riprenderanno nel 2015.

      Ma come detto a l’utente plinous, questa non è una cosa del tutto negativa, dato che le meccaniche saranno identiche , scovare i bug in YO equivale a scovarli anche in MMO.

      Quindi ti consiglio di aspettare prima di acquistare l’MMO.

  10. grasthard ha detto:

    ottimo, ma come per altri sandbox ci vorranno anni prima che maturi in un prodotto completo. nel frattempo io rimango sui sandbox gia “maturi” da tempo (MO e DF)

    1. Plinious ha detto:

      Eh, sarebbe bello che MO fosse “maturo da tempo” asd

    2. Folderblo ha detto:

      se vendono abbastanza molto probabilmente tra meno di 12 mesi sarà già in rilascio, le meccaniche mancanti sono relativamente poche ma complesse

  11. Geneticdwarf ha detto:

    mi toccherà aspettare (punto alla MMO) ma di sicuro potrò vedere com’è il gioco tramite i vostri video ;D

  12. Sargon ha detto:

    Beh a 20€, nella fame più totale di giochi, un pensierino ce lo posso pure fare. Ci si sta organizzando decentemente per qualche server nostrano come fu fatto con Rust?