Arctic P533 - Recensione

By Ares on 13 Agosto 2016 alle 20:16
  1. Ares

    Ares Divo

    Registrato:
    8 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.568
    Ratings:
    +326
    Dopo aver fatto i due giveaway del set Altoparlanti Bluetooth e Ventilatore USB andiamo a vedere l’Headset da gaming Arctic P533!

    Una volta aperta la scatola che riporta tutte le informazioni necessarie e la compatibilità anche con le maggiori console next-gen, ci troviamo di fronte ad un case rigido modellato intorno alle cuffie stesse. All’interno del case in plastica satinata grigio scuro, troviamo le cuffie con cavo, un cavo prolunga da 2 metri con splitter per dividere il flusso delle cuffie da quello del microfono e un manuale ridotto all’osso.
    La scelta di optare per un case rigido è in pieno stile con le abitudini di un gamer che potrebbe voler portare la propria attrezzatura con se per un torneo in lan.

    [​IMG]

    In questo caso Arctic si separa un po’ dalla massa proponendo un design alquanto particolare in due diverse colorazioni. La prima indirizzata più agli amanti dei giochi di guerra con una colorazione mimetica, la seconda con uno schema di colori in stile racing. Non c’è dubbio che questa scelta voglia caratterizzare ancora di più questo headset, separandolo dai più blasonati ma allo stesso tempo più anonimi.

    I due padiglioni molto generosi, con imbottitura in morbido poliuretano e driver al neodimio da 40mm, sono sorretti da un arco in metallo regolabile ricoperto da un’imbottitura in similpelle molto comoda e ben rifinita, devo dire che al primo impatto mi era sembrata vera pelle.

    [​IMG]

    Come tutti gli headset che si rispettino abbiamo a disposizione un microfono sorretto da una struttura tubolare in metallo con doppio snodo, il primo a breve distanza dall’attacco sul padiglione sinistro per regolare la distanza dal viso, e il secondo in corrispondenza del microfono. Quest’ultimo forse parte dolente dell’intera struttura, realizzato in plastica di dubbia qualità e poco rifinito.

    Infine tutti i cavi che collegano i padiglioni tra di loro e il microfono sono a vista dando ancora più carattere e rimanendo in pieno stile militare o racing, rispetto a quale sarà la vostra scelta di schema di colori. Non da meno la scelta di utilizzare un jack 3.5mm, ormai standard per tutti i dispositivi mobili presenti sul mercato, potrete infatti utilizzare questo headset anche associato al vostro smartphone. Questo è anche il motivo per il quale all’interno della scatola troviamo una prolunga con splitter audio, in modo tale che possiate collegarlo a qualsiasi computer provvisto di due prese jack separate per suoni e voce.

    [​IMG]

    Comfort

    Le Arctic P533 sono delle cuffie “over-ear” e quindi vanno a coprire l’intero orecchio e sebbene inizialmente fossi scettico, le ho trovate estremamente comode. Ho avuto modo di provarle per diverse ore senza mai sentire affaticamento o surriscaldamento. L’archetto non da ampio spazio di manovra ma è molto confortevole e compatto e nel complesso tutto l’headset risulta leggero e adatto a ogni tipo di testa.

    Una nota a favore di questo headet è la presenza di un controllo analogico per il volume in entrata posto sul padiglione destro, facilmente raggiungibile e molto preciso. Purtroppo non possiamo in nessun modo regolare la sensibilità del microfono o disattivarlo e dal mio punto di vista è una pecca per un prodotto indirizzato al mondo del gaming.

    Qualità audio

    Dopotutto quello che conta è la qualità del suono e ho messo alla prova le Arctic P533 in diverse situazioni dal gaming alla telefonata su skype, dalla registrazione audio con smartphone fino all’ascolto di musica di diversi generi.

    [​IMG]

    In tutte le varie situazioni il suono è stato cristallino e molto preciso, non ho mai avuto rumori di fondo o problemi anche nel cambio di volume con controllo analogico. Devo essere sincero però, mi sarei aspettato dei bassi più profondi e invece risultano carenti. Anche dopo un’equalizzazione un po’ più spinta alle tonalità basse, non sono riuscito a raggiungere una sonorità soddisfacente anzi, se non si dovesse fare attenzione, si potrebbe arrivare a percepire una leggera distorsione.

    Non abbiamo a disposizione il surround virtuale ma devo dire che non se ne sente la mancanza anche perchè in gioco si sentono distintamente tutti i suoni. Il microfono invece mi ha quasi stupito. Il rumore di fondo è minimo anche con sensibilità elevata, cattura a dovere ogni tipo di voce anche se avrei gradito più calore nelle tonalità basse. Non si ha l’effetto metallico che spesso capita di percepire anche con headset più costosi, insomma, fa egregiamente il suo lavoro.


    Conclusione

    Non vi obbligano a possedere una scheda audio esterna o interna oltre a quella già presente sulla vostra scheda madre e vi dà la possibilità di ascoltare comodamente la musica presente sul vostro smartphone, tenendo anche presente la buona qualità del microfono. Sono molto comode e posso dire che anche esteticamente hanno un loro perché. Certo non sono sobrie e adatte a tutti ma vi ricordo che sono indirizzate al mercato gaming e non si può dire che non siano in perfetta linea con giochi di guerra o racing.

    Purtroppo e si sente tanto la mancanza di bassi corposi e intensi sebbene le frequenze medie e alte siano espresse al meglio. Questo si traduce in un’esperienza di gioco non eccelsa soprattutto nei giochi dove gli effetti sonori sono fondamentali o comunque caratterizzanti. Le parti metalliche sono ottime ma quelle plastiche lasciano un po’ a desiderare e soprattutto il microfono non da tutta la fiducia necessaria, va trattato con cura.
     

Commenti

Discussione in 'RECENSIONI' iniziata da Ares, 13 Agosto 2016.

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi