=BIA= BEYOND INTERSTELLAR AGENCY

kaimano

Super Postatore
UN NUOVO INIZIO


IL NUOVO PROGETTO e' di fatto una costola del clan BIA di cui noi tutti facciamo parte www.biaclan.it .
La nostra idea e' di voler ricreare, uno spazio riservato ed esclusivo, ad un progetto come questo che crediamo possa dare un nuovo inizio all'interno del panorama videoludico.

Per questo motivo vediamo all'interno della nostra MULTIGAMING una nuova Sezione, con prospettive e scenari piu' consoni, ad accogliere players di questo particolare genere videoludico, ovviamente il tutto sarà come al solito gestito dagli ADMIN del clan BIA e da nuovi ed eventuali promettenti Capitani Interstellari, che saranno ai vertici di tale Organizzazione.

Nasce quindi UFFICIALMENTE la BEYOND INTERSTELLAR AGENCY (Security & TRADING) =BIA=, che ci vedrà impegnati per garantire la sicurezza delle rotte commerciali interstellari, ricavandone ovviamente il giusto profitto, per poter ampliare a nostra volta la nostra flotta stellare ed offrire un servizio sempre migliore riconosciuto da tutti nel nuovo cosmo di CRISH ROBERTS, ovviamente cio' e' quello che faremo ufficialmente ed alla luce del sole, ma......non finiranno qui le nostre attività......

Se anche tu, come noi, credi nel progetto STAR CITIZEN e cerchi un nuovo inzio e la possibilità di mettersi al servizio della propria organizzazione, con i soliti principi di DIVERTIMENTO E SERIETA', che ci contraddistinguono sempre, nel bene e nel male,allora non esitare unisciti a noi ti stiamo già aspettando!!.

=BIA= SECURITY&TRADING
WWW.BIACLAN.IT




BACKGROUND: La Beyond, un’agenzia interstellare come ormai è comune vederne in giro. Come altre agenzie di questo tipo la Beyond si occupa di garantire la sicurezza nelle tratte poco sicure dei viaggi spaziali tramite un corpo di mercenari addestrati allo scopo.

Eppure... è possibile definire un qualcosa che abbraccia la vastità del viaggio interstellare con le parole “comune” o “come tante altre”? Possibile che vi sia qualcosa di “comune” in un qualcosa nato dall’accordo di vari esseri umani nati su pianeti diversi a distanze tali tra di loro da aver reso necessario sconfiggere la velocità della luce per poterli scoprire? Non è più probabile che ognuna di queste organizzazioni possegga dietro di sé una storia unica e che essa non sia altro che la costellazione delle storie uniche dei loro fondatori?

Ebbene questa è la storia di “Beyond".
Le prime stelle di questa costellazione si affacciano all’universo da un pianeta ormai vecchio e tramutatosi in un parassita di ciò a cui lei stessa aveva dato origine.

La Terra.

Luogo in cui si concentra tanta storia, quanto potere, quanti controsensi. Il pianeta con meno risorse tra i pianeti abitati, eppure quello con maggiore potere. Un pianeta non più adatto alla vita umana, più simile ad un gigantesco esempio di accanimento terapeutico, eppure il pianeta dalla maggior densità abitativa.

In questo nugolo irrazionale innumerevoli agenzie di varie dimensioni si contendono ogni giorno i pochi margini disponibili in questa Babele di follia. Nell’incessante lotta al coltello con infiniti vinti e pochi temporanei vincitori, capire di non essere i più forti è esso stesso una forza. Le prime due stelle di questa storia capiscono di non essere in grado di sopravvivere, cercano un’alternativa.

L’alternativa esiste, lo sanno e si trova oltre. E’ tempo che gli umani lascino la loro antica culla e si diffondano, prima che la loro stessa culla li soffochi.

Sono passati alcuni anni dalla loro decisione di guardare oltre, quella che in futuro diventerà la Beyond è al momento un’agenzia di discrete dimensioni impegnata nel campo dei rifornimenti militari nel sistema di Kilian. Le due figure a capo di quest’agenzia arrivano dalla vecchia Terra, hanno usato le loro conoscenze di quell’ambiente ipercompetitivo per far fortuna in un luogo dove alle capacità corrisponde un adeguato riconoscimento.

Solo una cosa non cambia ovunque tu vada, la natura dell’uomo.

Il potere conduce l’uomo alla paranoia, ogni traccia di potere rivale, vera o falsa che sia, deve essere stroncata sul nascere. La futura Beyond combatte una costante guerra, degna di una saga epica. Combattuta non con proiettili e fasci di energia ma con intuizioni, rischi calcolati e corruzione. Una guerra che la vede infine sconfitta quando durante una grossa spedizione sotto scorta vengano incastrati del trasporto di armi illegali. L’innocenza non è un’arma di questa guerra, ed anche se lo fosse non l’avevano mai posseduta. L’epilogo della guerra è chiaro, hanno perso. Le proprietà dell’agenzia erano già state confiscate ed a breve sarebbe seguito il loro arresto e quello di tutti gli sfortunati mercenari della scorta che avevano accettato l’incarico sbagliato al momento sbagliato.

Ancora una volta però vi era una soluzione, e questa si trovava oltre.

Il carico che stavano trasportando era sicuramente illegale, chi si era occupato di incastrarli non aveva lasciato nulla al caso. Questo però significava che il carico valeva anche una piccola fortuna se portato ai giusti acquirenti. Il tempo era poco e sia i due terrestri che i mercenari erano abituati a non sprecarlo. Nell’arco di alcune decine di secondi il piano venne ordito, comunicato ed accettato da tutti i presenti.

Due anni dopo la rapida fuga dal sistema di Kilian nasce la “Beyond”, fondata dai due terrestri e dai mercenari di quel giorno. La vendita del carico ha fornito il capitale iniziale per fondare questa nuova agenzia, un’agenzia che si occupa di fare ciò che i suoi fondatori sapevano fare meglio, organizzare rotte commerciali scortate. Nuove identità false vengono acquistate per i suoi componenti, che diventano così in grado di viaggiare nelle zone da cui erano fuggiti. Lontani dalla Terra e da Kilian, verso quelle frontiere così lontane dalla civiltà umana che la legge è solo un vago principio e spesso vassalla del più forte, qui la Beyond comincia a crescere ed ad estendere la sua influenza, desiderosa di diventare uno dei grandi poteri in questo pascolo ancora vergine.
 
Alto