Blizzard Cestina l'Idea di un Modder di Cambiare la Main Quest di WoW



Sappiamo tutti quanto la Blizzard sia gelosa delle proprie IP in particolare quando si tratta dei modder, che per passione o profitto personale, decidono di metterci le mani sopra. Beh, anche in questa occasione ci sarà da discutere, e non solo sui social network.

Lo Youtuber BellularGaming aveva infatti annunciato di essere a lavoro di una delle sue mod più innovative: Il suo piano era di riscrivere totalmente i livelli di World of Warcraft dall'1 al 60 per renderli più interessanti. Abbiamo scritto "era" non a sproposito in quanto il team di legali della Blizzard ha boccato l'idea.
Warcraft Tales Prometteve una riscrittura "di qualità" a WoW con quest complete di voce narrante...
"Il dipartimento legale di Blizzard non vede il progetto come un addon di quelli tutelati dai contratti di licensa, ma piuttosto come un'espansione realizzata da terze parti". Questo è quanto dichiarato da Michael di BellularGaming in un video da poco rilasciato.

La mod che avrebbe preso il nome di Warcraft Tales, avrebbe utilizzato i potenti strumenti di modding a disposizione del pubblico per ridisegnare le quest ed il modo in cui la storia veniva presentata al giocatore, non modificando qualche paginetta di testo, ma utilizzando persino attori che avrebbero prestato la loro voce per rendere più viva l'esperienza di gioco.


*Michael è rimasto a bocca asciutta, ma non è detto che le cose non cambino nel futuro!

Una delle feature principali era la possibilità di inserire voci narranti all'interno delle missioni, in modo tale da evitare che queste si disperdano inascoltate mentre si affronta il brifieng. Il che sarebbe stato molto meglio rispetto all'originale.

Il costo.. beh c'era un costo! Nulla è gratis e così BellularGaming aveva chiesto $2,500 per il raggiungimento del primo obiettivo; tutto ciò rivolgendosi a Patreon. La campagna di giochi sino a ieri era andata piacevolmente bene: tantissimi sono stati i commenti positivi ed in molti vi avevano aderito anche economicamente.
"Gli addons che alterano gli attuali contenuti in-game e la storia non sono permessi", rispondono dalla Blizzard..
Eppure le beghe legale hanno interrotto il progetto in modo davvero brusco. Ecco la risposta compunta della Blizzard sul tema: "Gli addons che alterano gli attuali contenuti in-game e la storia non sono permessi dal momento che questi hanno delle ripercussioni dirette sull'esperienza del giocatore."

La passione di Michael è davvero travolgente, eppure non ci sentiamo di aderire entusiasti alla sua protesta: quando si parla di diritti non ci si può dimenticare quello di proprietà; e se è vero che la Blizzard è la creatrice e proprietaria della sua creazione, non vediamo ragioni per cui qualcuno si debba sentire boicottato nelle proprie personali ambizioni...



Sito Ufficiale WoW
Sezione Forum WoW
 
Beh, la Blizzard ha sempre guardato male verso la parte più creativa della community, forse perchè vuole essere solo lei ad inserire novità nei propri giochi. Se non ricordo male, devono esserci stati dei problemi anche con la mod Starcraft Universe. Purtroppo, questo è l'unico neo che mi sento di criticare verso la SH, quello di bloccare spesso delle idee innovative come quella di cui si parla nell'articolo.
Tuttavia, per quanto mi piaccia l'idea di base di questa mod di Warcraft, non posso dire nulla sulle ragioni che hanno portato la Blizzard a bocciarla: dopotutto, si tratta di un vero e proprio revamp del WoW classico che lo modificano parecchio, e questo genere di cose spetterebbe alla SH (che aveva già fatto una cosa simile alterando di poco le quest di Kalimdor e dei Regni Orientali con Cataclysm...anche se non ha introdotto i doppiatori* ^^; ).

*P.S. : io spero che la Blizzard "prenda in prestito" l'idea dei doppiatori e d'introdurli nel loro gioco, con l'opzione di poter disattivare le voci se non si volesse sentirle.
 
Ultima modifica:
Vuoi mettere mai che poi qualcuno dica: "guarda! una persona da sola è riuscita a fare meglio di tutta la Blizzard! che razza di incompetenti!"
Insomma, come dice il saggio cinese: Il miglior modo per vincere una sfida è non avere sfidanti.
 
Beh, la Blizzard ha sempre guardato male verso la parte più creativa della community, forse perchè vuole essere solo lei ad inserire novità nei propri giochi. Se non ricordo male, devono esserci stati dei problemi anche con la mod Starcraft Universe. Purtroppo, questo è l'unico neo che mi sento di criticare verso la SH, quello di bloccare spesso delle idee innovative come quella di cui si parla nell'articolo.
Tuttavia, per quanto mi piaccia l'idea di base di questa mod di Warcraft, non posso dire nulla sulle ragioni che hanno portato la Blizzard a bocciarla: dopotutto, si tratta di un vero e proprio revamp del WoW classico che lo modificano parecchio, e questo genere di cose spetterebbe alla SH (che aveva già fatto una cosa simile alterando di poco le quest di Kalimdor e dei Regni Orientali con Cataclysm...anche se non ha introdotto i doppiatori* ^^; ).

*P.S. : io spero che la Blizzard "prenda in prestito" l'idea dei doppiatori e d'introdurli nel loro gioco, con l'opzione di poter disattivare le voci se non si volesse sentirle.
forse gli rode ancora il fatto che grazie a una mod a Warcraft, adesso la Riot ci guadagna millioni
 
Beh, la Blizzard ha sempre guardato male verso la parte più creativa della community, forse perchè vuole essere solo lei ad inserire novità nei propri giochi. Se non ricordo male, devono esserci stati dei problemi anche con la mod Starcraft Universe. Purtroppo, questo è l'unico neo che mi sento di criticare verso la SH, quello di bloccare spesso delle idee innovative come quella di cui si parla nell'articolo.
Tuttavia, per quanto mi piaccia l'idea di base di questa mod di Warcraft, non posso dire nulla sulle ragioni che hanno portato la Blizzard a bocciarla: dopotutto, si tratta di un vero e proprio revamp del WoW classico che lo modificano parecchio, e questo genere di cose spetterebbe alla SH (che aveva già fatto una cosa simile alterando di poco le quest di Kalimdor e dei Regni Orientali con Cataclysm...anche se non ha introdotto i doppiatori* ^^; ).

*P.S. : io spero che la Blizzard "prenda in prestito" l'idea dei doppiatori e d'introdurli nel loro gioco, con l'opzione di poter disattivare le voci se non si volesse sentirle.
Guarda che con questo Addon loro avrebbero solo dato voce alle missioni testuali che hai nel quest log, non avrebbero mica toccato o modificato gli obiettivi da fare, quello non si può fare con una mod xD
 
forse gli rode ancora il fatto che grazie a una mod a Warcraft, adesso la Riot ci guadagna millioni
E poi è arrivata Valve, che ha battuto sul tempo Blizzard ed ha sviluppato DotA 2 al posto suo XD

Guarda che con questo Addon loro avrebbero solo dato voce alle missioni testuali che hai nel quest log, non avrebbero mica toccato o modificato gli obiettivi da fare, quello non si può fare con una mod xD
...In effetti l'unico modo per poterlo fare è aprire un server privato :p Ammetto che in parte avevo mal interpretato la notizia, specie la frase "Il suo piano era di riscrivere totalmente i livelli di World of Warcraft dall'1 al 60 per renderli più interessanti." ^^; Tuttavia, ciò non toglie che resta pur sempre un revamp bello grosso del gioco dal punto di vista grafico e dell'audio.
 
Insomma, come dice il saggio cinese: Il miglior modo per vincere una sfida è non avere sfidanti.
Non è che confondi Sun Tzu:
"L'arte della guerra consiste nello sconfiggere il nemico senza doverlo affrontare."

...con WOPR:
"L'unica mossa vincente è non giocare."

:p
 
Alto