Call of duty Infinite Warfare Storyline

Demonfrac

Utente
Ogni anno come un orologio svizzero, cascasse il mondo, non può mancare all’appuntamento delle uscite novembrine il grande classico degli sparatutto moderni: ovviamente stiamo parlando dell’inossidabile Call of Duty. Non sto nemmeno a contare il numero di iterazioni che ci hanno accompagnato dal primo, oramai lontano, capitolo della serie e ci hanno condotto qui, nel 2017, a giocare Infinite Warfare targato Infinity Ward.
Sembra ovvio intuirlo, l’obiettivo è sempre stato quello di cercare di raccontare la guerriglia ogni volta in maniera diversa, secondo declinazioni temporali differenti. Il tempo è quindi il cardine che ha scandito questa divisione, tra la guerriglia storica, moderna e futura.
Non è la prima volta che, nella serie, si getta uno sguardo avanti per ipotizzare cosa ne sarà dei combattimenti e delle armi nei prossimi anni. Il futuro lascia margini di manovra notevoli dal momento in cui, in casa Activision, si è deciso di bloccare gunplay e motore di gioco, per evolversi più nella forma che nelle meccaniche, luogo dove tutto ciò che era stato reputato vincente nei precedenti capitoli non poteva andare a perdersi.
 
Alto