Clan Attivi

bonusax

Divo
Questo gioco sarebbe un capolavoro, secondo me, strutturato così:

Tre fazioni, mappa molto molto più grossa, 200 player per server.
Ogni fazione ha una sua zona safe, in cui pero se entrano membri delle altre due fazioni questi possono essere attaccati.
Poi, una zona centrale dove c'è il tutti contro tutti (tranne per i membri dello stesso clan) in cui ci sono le migliori risorse e ricompense più interessanti.

Così si che ci sarebbe da organizzare dei gruppi con il proprio clan per andare a cercare risorse nella zona centrale, o mettersi a fare come i guardiani di una carovana che cerca materiali ecc ecc


Cosi secondo me sarebbe un giocone
 
Purtroppo i server PVP nel 99% dei casi diventano un carnaio, dove lo scopo è killare qualsiasi cosa si muova.
Servono regole, quello che scrive Bonusax potrebbe essere un inizio.
Infatti non capisco l server con cap di 40 persone, pieni magari alla sera la gente che arriva tardi li trova full e cambia server..
In un server PVP-RP forse mettendo delle regole si può giocare.
 

Soledad

Super Postatore
Funcom ha messo il limite di 40 persone online di più x quanto ne so il gioco nn le regge.
Ne hanno fatti tanti di server rp con regole: hanno chiuso tutti dopo poco tempo per mancanza di giocatori.
 

Elvoret

Super Postatore
Sembra un caso perso..
Ma dopo un pò che non logghi ti cancella il PG?
Su official no.
Su non ufficiali ti chiudono il server e dici ciao ciao a tutto.
Le fazioni non servono, il limite a 10 membri clan su official è alto per essere un Cap di 40. Massimo 8 o portare un cap a 50/60 con limiti di strutture più basso. Il sistema degli avatar è penoso. I raid a tempo sarebbero validi se non fosse possibile bunkerare una base t3 fondation+fence
 

bonusax

Divo
è il numero di giocatori il problema, e di conseguenza il gioco che non supporta piu di 40 player perchè poi lagga da morire.

ma per avere un mondo vivo fatto di persone che "giocano" di ruolo occorre un numero tale di player da dare un senso al pvp e agli scontri "casuali".

se siamo in 6 e tutti ci conosciamo, quando mai capiterà uno scontro per qualcosa?

mai.

quando mai faremo "finta" di essere degli esploratori in cerca di cibo, di ferro lunare, e partiamo in 10 di cui tre guerrieri, due scavatori, due schiavi per tenere le risorse, e ci infiltriamo in terra nemica rischiando di essere scoperti e avviare uno scontro pvp veritiero?

mai .
 

Sibelgar

Super Postatore
Mi spiace wolverine di averti risposto solo oggi, ma nel mio caso e in merito al mio progetto trattato in altro thread dove hai appunto scritto venerdi, ti posso assicurare che non siamo morti o almeno non siamo morti tutti. E' che io non passo le giornate con questo forum aperto e lo controllo di tanto in tanto. A dirti il vero, dopo la partenza del progetto sul server pve-c non ci aspettavamo altre adesioni dopo quelle iniziali. Motivo per cui non sbircio qui tutti i giorni e motivo per cui quel post non è stato aggiornato. Magari nei prossimi giorni metto una foto delle nostre ultime opere di clan, cosi vedete a che punto siamo.

Per il resto, non mi fascerei la testa prima del tempo ;)

Sib
 

Sibelgar

Super Postatore
Questo gioco sarebbe un capolavoro, secondo me, strutturato così:

Tre fazioni, mappa molto molto più grossa, 200 player per server.
Ogni fazione ha una sua zona safe, in cui pero se entrano membri delle altre due fazioni questi possono essere attaccati.
Poi, una zona centrale dove c'è il tutti contro tutti (tranne per i membri dello stesso clan) in cui ci sono le migliori risorse e ricompense più interessanti.

Così si che ci sarebbe da organizzare dei gruppi con il proprio clan per andare a cercare risorse nella zona centrale, o mettersi a fare come i guardiani di una carovana che cerca materiali ecc ecc


Cosi secondo me sarebbe un giocone

Nah, sarebbe solo un MMORPG. Conan Exiles è un survival sandbox, se gli metti queste limitazioni diventa davvero un mmorpg, quindi tanto varrebbe giocare ad Age of Conan.
 

bonusax

Divo
Nah, sarebbe solo un MMORPG. Conan Exiles è un survival sandbox, se gli metti queste limitazioni diventa davvero un mmorpg, quindi tanto varrebbe giocare ad Age of Conan.


però non mi pare che la formula attuale abbia cosi successo, almeno fra di noi eh....

secondo me per essere un survival non deve per forza portare a fare minecraft, ma potrebbe includere anche la componente mmorpg per renderlo piu vario ;)
 

Soledad

Super Postatore
I costi per mantenere i server sono di circa 1 euro a slot. Quindi se apro un server con 40 slot spendo circa 40 euro al mese.
Se poi dopo 15 giorni mi ritrovo il server con 4 gatti, é chiaro che lo chiudo. Le spese sono alte. E così ne hanno aperti una decina e altrettanti chiusi.
Ora perché c'è stato sto rifiuto categorico nel voler giocare a sto gioco non lho capito.
Personalmente lho giocato parecchio.
Ho avuto un mio server appena é uscito ed era pieno di gente. Questo per 2 mesi.
Poi causa bug si è lasciato x attendere che fixassero i vari problemi.
Ora mi pare giocabile.
Però c'è meno gente di quando era super buggato.
Personalmente mi é piaciuto molto, l'ambientazione e la storia sono fantastiche. Però vedo che non ha fatto presa. Almeno in Italia.
Da una parte ci sono stati admin incompetenti, ma anche le persone esigevano troppe cose, come voler cambiare il gioco.
Trovo assurdo avere un server pvp dove poi non si possa torcere un capello a nessuno. E viceversa fare un server rp, con regole ferree dove ti killano 10 15 volte di seguito.
Server privati dove hanno le stesse impostazioni degli ufficiali.
Solitamente si va sui privati x avere agevolazioni. Più esperienza, velocizzazione delle cose etc..
Quindi non essendoci nulla di queste cose alla fine si svuotano.
 

Sibelgar

Super Postatore
però non mi pare che la formula attuale abbia cosi successo, almeno fra di noi eh....

secondo me per essere un survival non deve per forza portare a fare minecraft, ma potrebbe includere anche la componente mmorpg per renderlo piu vario ;)

La componente mmorpg già ce, perchè passi di livello, perchè metti i punti a caratteristiche e talenti, perchè tutto sommato le "quest" volendo ci sono (il jurnal). Ci sono survival che fatto il pg, finisce li tutta la personalizzazione e sei lasciato a te stesso per la sopravvivenza. Alcuni survival non hanno nemmeno i lvl, dopotutto è solo un vivere o morire. A mio avviso, è bello cosi com'è e penso che non mi ci divertirei se fosse diverso. Ho giocato ad Age of Conan per anni, e oramai so grosso modo cosa non vorrei che diventasse Exiles. ;)

Per il resto, c'è da fare la differenza tra chi ha giocato o gioca ad Exiles per passione del genere, quindi appassionati dei libri e del lore di Conan oltre che di sandbox, e chi ha giocato a Exiles come avrebbe fatto con un qualsiasi altro survival. Quindi, provato, giocato, costruito, livellato, stufato per mancanza di obiettivi dopo aver fatto base t3 o lvl60. In un survival sandbox gli obiettivi te li devi creare tu, sei padrone del tuo gioco e molti questo non lo focalizzano affatto.

Faccio un esempio fuori dal contesto. Conosco persone che giocano ancora a lotro, nonostante l'età del gioco. E' graficamente datato e a oggi esistono giochi molto più performanti, eppure c'è chi ci gioca perchè adora il lore, l'ambientazione e l'atmosfera. In sintesi, perdurano coloro che sanno dare quel valore in più al gioco, oltre che i semplici pixels.

La differenza, imho, sta tutta li. Tra coloro che hanno un motivo per giocarci oltre al gioco in se e coloro che sono fondamentalmente dei canguri da gaming, abituati a giocare ad un gioco per qualche settimana e poi via... su un altro titolo. Gli italiani in questo, sono dei campioni. Giocano a tutto, non si affezionano a nulla. Purtroppo.
 
Ultima modifica:

bonusax

Divo
La componente mmorpg già ce, perchè passi di livello, perchè metti i punti a caratteristiche e talenti, perchè tutto sommato le "quest" volendo ci sono (il jurnal). Ci sono survival che fatto il pg, finisce li tutta la personalizzazione e sei lasciato a te stesso per la sopravvivenza. Alcuni survival non hanno nemmeno i lvl, dopotutto è solo un vivere o morire. A mio avviso, è bello cosi com'è e penso che non mi ci divertirei se fosse diverso. Ho giocato ad Age of Conan per anni, e oramai so grosso modo cosa non vorrei che diventasse Exiles. ;)

Per il resto, c'è da fare la differenza tra chi ha giocato o gioca ad Exiles per passione del genere, quindi appassionati dei libri e del lore di Conan oltre che di sandbox, e chi ha giocato a Exiles come avrebbe fatto con un qualsiasi altro survival. Quindi, provato, giocato, costruito, livellato, stufato per mancanza di obiettivi dopo aver fatto base t3 o lvl60. In un survival sandbox gli obiettivi te li devi creare tu, sei padrone del tuo gioco e molti questo non lo focalizzano affatto.

Faccio un esempio fuori dal contesto. Conosco persone che giocano ancora a lotro, nonostante l'età del gioco. E' graficamente datato e a oggi esistono giochi molto più performanti, eppure c'è chi ci gioca perchè adora il lore, l'ambientazione e l'atmosfera. In sintesi, perdurano coloro che sanno dare quel valore in più al gioco, oltre che i semplici pixels.

La differenza, imho, sta tutta li. Tra coloro che hanno un motivo per giocarci oltre al gioco in se e coloro che sono fondamentalmente dei canguri da gaming, abituati a giocare ad un gioco per qualche settimana e poi via... su un altro titolo. Gli italiani in questo, sono dei campioni. Giocano a tutto, non si affezionano a nulla. Purtroppo.
Tutto vero ma, parere mio, questo tipo di gioco rimane un genere particolare, che piace visceralmente a pochi proprio perché "povero" di contenuti capaci di stimolare sul lungo periodo.
Aggiungi che ancora persiste un forte lag , il combat /comparto tecnico sono lontani dall'essere ben fatti,e capisci che diventa dura mantenere una certa utenza per molto tempo.

Tu dici che gli obbiettivi li devi creare da te, ma in un server vuoto, alla fine, che faccio?

Non sarebbe più dilettevole avere una cinquantina di persone che rendono il mondo di gioco vivo e attivo?
Non sarebbe più interessante dover utilizzare le meccaniche per sopravvivere anche scontrandosi contro altri?

Il problema è questo secondo me, avere troppi server.
 

Sibelgar

Super Postatore
Sui server vuoti non posso dirti molto, anche perché io la sera fatico ad entrare sull'offical dove gioco in quanto è quasi sempre pieno. Tuttavia, capisco benissimo cosa voglia dire trovarsi in un server vuoto, dove nonostante la sensazione di grande libertà, c'è anche una sensazione di grande vuoto colmabile solo con un po di compagnia online. Vien da se che non è un granché giocare come se tu stessi giocando in solo, quindi su quel punto non posso far altro che condividere. L'alternativa al server vuoto, è appunto cambiare server. Di mio oramai diffido dai server privati, poichè raramente ne ho visti di solidi (a memoria solo uno, ShadowDinasty, RP-PVP inglese).

Io gioco a Exiles dalla early access. Ho cambiato diversi server e in tutta sincerità non mi sono ancora annoiato. Non lo trovo privo di contenuti e anzi, ho ancora la sensazione di aver molto da vedere e da fare, nonostante abbia il pg cappato, un intero villaggio T3, e i forzieri pieni di materiali da campare in serenità fino alla pensione. Tendenzialmente uno potrebbe pensare che arrivati a dove sono io, il gioco annoi, stufi, perda di stimolo per mancanza di contenuti. In realtà per me è qui che inizia il gioco. Commercio risorse con altri clan, collaboro alla vita del server dando o ricevendo una mano per farm e boss, a volte il clan interviene in aiuto di un altro perchè vittima di una purge.

I contenuti nel senso stretto della parola, da quello che vedo, ce ne sono e continueranno ad esserci. Attendo con ansia il dlc di aquilonia, e non vedo l'ora che arrivi la patch che aggiungerà il taming e la nuova divinità. Dopo il farming, l'allevamento degli animali mi pare una bella aggiunta. Certo è che se si affronta un gioco di sopravvivenza, dove lo scopo è fondamentalmente "campare la giornata", con la pretesa che sia appunto come un mmorpg con continui obiettivi da raggiungere, si parte con il piede sbagliato. Per il numero di persone, penso che 40 sia abbastanza, e vedendo come costruiscono certi player intasando il server di eco-mostri, penso a volte che sia anche troppo.

Ovviamente dico questo, solo per quanto concerne la mia esperienza di gioco.
 

bonusax

Divo
Sui server vuoti non posso dirti molto, anche perché io la sera fatico ad entrare sull'offical dove gioco in quanto è quasi sempre pieno. Tuttavia, capisco benissimo cosa voglia dire trovarsi in un server vuoto, dove nonostante la sensazione di grande libertà, c'è anche una sensazione di grande vuoto colmabile solo con un po di compagnia online. Vien da se che non è un granché giocare come se tu stessi giocando in solo, quindi su quel punto non posso far altro che condividere. L'alternativa al server vuoto, è appunto cambiare server. Di mio oramai diffido dai server privati, poichè raramente ne ho visti di solidi (a memoria solo uno, ShadowDinasty, RP-PVP inglese).

Io gioco a Exiles dalla early access. Ho cambiato diversi server e in tutta sincerità non mi sono ancora annoiato. Non lo trovo privo di contenuti e anzi, ho ancora la sensazione di aver molto da vedere e da fare, nonostante abbia il pg cappato, un intero villaggio T3, e i forzieri pieni di materiali da campare in serenità fino alla pensione. Tendenzialmente uno potrebbe pensare che arrivati a dove sono io, il gioco annoi, stufi, perda di stimolo per mancanza di contenuti. In realtà per me è qui che inizia il gioco. Commercio risorse con altri clan, collaboro alla vita del server dando o ricevendo una mano per farm e boss, a volte il clan interviene in aiuto di un altro perchè vittima di una purge.

I contenuti nel senso stretto della parola, da quello che vedo, ce ne sono e continueranno ad esserci. Attendo con ansia il dlc di aquilonia, e non vedo l'ora che arrivi la patch che aggiungerà il taming e la nuova divinità. Dopo il farming, l'allevamento degli animali mi pare una bella aggiunta. Certo è che se si affronta un gioco di sopravvivenza, dove lo scopo è fondamentalmente "campare la giornata", con la pretesa che sia appunto come un mmorpg con continui obiettivi da raggiungere, si parte con il piede sbagliato. Per il numero di persone, penso che 40 sia abbastanza, e vedendo come costruiscono certi player intasando il server di eco-mostri, penso a volte che sia anche troppo.

Ovviamente dico questo, solo per quanto concerne la mia esperienza di gioco.
Devo riprenderlo in mano entrando su un server abbastanza pieno, il tuo come è messo a lag?
 

Sibelgar

Super Postatore
Da quello che mi dicono i miei compari di clan, mattina e pomeriggio è vivibilissimo e difficilmente tocca i 20 giocatori. La sera difficilmente scende sotto i 35 collegati e a volte come ti dicevo devo aspettare che si liberi un buco dopo le 21.00 per potermi collegare. La percezione della lag è presente quindi solo in determinati orari ma io nella mia esperienza non ho mai avuto problemi sensibili, altri del clan invece a volte si son lamentati della lag mentre io invece viaggiavo sereno.

C'è però da ricordare che il server dove sono, come penso molti altri official, stanno subendo da un po il problema di crash fondamentalmente garantiti ogni sera. Nello specifico dopo le 21.30 (ieri è successo alle 22.30), il server crasha e sta KO anche per ore. Ti compare dalla lista server, ma non ti fa piu entrare. La gente si lamenta in continuo sui forum ma a oggi non abbiamo una soluzione al problema. Purtroppo capita negli orari di punta, dove ce più gente, dove ce pvp e dove scattano le purge. In pratica dalla famosa patch che fixava 500 bug, siamo nelle condizioni di non poter giocare la sera.

Purtroppo non è un problema da poco e abbiamo avuto anche diversi left dal clan/server per questo motivo. Io non mi faccio molte menate, prima o poi risolveranno, ma credo sia giusto e corretto farlo presente a chi arriva dai server privati principalmente.
 
Ultima modifica:

Soledad

Super Postatore
Io sono una di quelle persone che ancora ogni tanto gioca a Lotro, appunto perché mi piace l atmosfera.
A Conan ci gioco dal primo giorno.
Dei server privati ne ho piene le scatole, fanno i copia e incolla degli ufficiali con dentro 4 5 persone, ci mettono la sigla rp e non esiste nessun gioco di ruolo serio.
Sigla pvp e non vogliono morire.
Mi sembra ormai una barzelletta... Lunedi nuovo server.. Solite cose (nulla di particolare, zero fantasia) domenica server offline.. È il lunedì dopo nuovo server pvp rp 1 x. Identico a quello che ha appena chiuso.
Chiaro che ora da qualche mese gioco sugli ufficiali e ciao ai bambini privi di inventiva.
 

bonusax

Divo
Io giocavo su un server pvp a x3 per la raccolta, mi trovavo bene e non mi annoiava molto la fase di raccolta.
Poi, siano rimasti due.

Io provato per poco un server rp, ma certe tipologie di regole non fanno per me, sono sincero.
L'idea di poter attaccare qualcuno solo più un motivo e con dichiarazione non mi piace, mi sento limitato e non mi diverto (problema mio eh).

Ho provato due server officiali ma odio giocare con il lag, vedere i nemici che da due metri si teletrasportano a due centimetri improvvisamente mi innervosisce, manda a monte ogni mia strategia di combattimento:casino2:
 

Sibelgar

Super Postatore
Guarda Soledad, in Exiles come in altri giochi ho visto molte belle idee finire alle ortiche per vari motivi. Nella maggior parte dei casi non sono le idee ad essere fallimentari, ma le persone che le portano avanti. Io l'unica volta che son riuscito a giocare seriamente di ruolo è stato sul server ShadowDinasty che ho già citato, con la ovvia clausola di fare rp in inglese. Per tutto il resto, con le medesime modalità anche in Lotro (in cui son stato anni e in cui ogni tanto loggo ancora per pagare la sede di gilda prima che ci sfrattino) ho avuto belle esperienze. Dipende tutto da chi ci gioca, la comunità del server nel caso di Exiles è fondamentale.

So che è un argomento trito e ritrito, spesso pieno di luoghi comuni, ma il giocatore italiano medio è avvezzo a buttarsi in progetti impegnativi molto di rado. Partono tutti in quarta con grandi idee e partecipazione, poi passato il primo mese quelli come noi rimangono a giocare da soli praticamente, mentre tutto il resto si è già spostato sull'ultimo titolo uscito, abbandonando progetti e impegno spesso giustificandosi con scuse inutili e fasulle. Chiudo l'argomento qui, perché non è ne questo il posto ne intendo io far polemica o simili, tanto sappiamo bene tutti che bene o male la situazione è questa, ribadirlo non serve.

Io gioco di ruolo cartaceo da 20+ anni, ho avuto molti gruppi di gioco e di giochi ne ho provati tanti, online e non. Posso quindi garantirti, per esperienza personale, che c'è un abisso tra le comunità gdr nostrane e quelle all'estero. Hanno un impegno, una affidabilità, una solidità da far rimanere a bocca aperta. Ovvio che questo poi si traduce anche in questi giochi. Nonostante le comunità nostrane siano quindi più di nicchia, qualitativamente (quando le scovi) sono superiori. Pochi ma buoni insomma :)
 
Alto