Cloud, cybersecurity e social network: il mondo digital invade la Formula 1

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
La Formula 1 è sempre più oggetto di interesse da parte delle società operanti nel campo dell'informatica e del digital, come dimostrano le numerose sponsorizzazioni che anche quest'anno legano le varie scuderie ai maggiori colossi del settore. Da Oracle ad Acronis, da Salesforce a TikTok, ecco alcune delle collaborazioni più interessanti della stagione 2022.

car_racing_barcelona_formula_1_racing_car_racing_speed_sports_car_force-620641.jpg



Non solo motori, gli sponsor di F1 parlano digital


Le sponsorizzazioni, si sa, sono centrali nel mondo dello sport e garantiscono alle società e agli organizzatori di eventi e competizioni le risorse necessarie per raggiungere i propri obiettivi. Con valori che variano anche in base alla notorietà e alla portata dei singoli sport, gli sponsor rappresentano per esempio il motore economico dei campionati di calcio nazionali e internazionali, delle olimpiadi, delle corse ciclistiche e, allo stesso modo, della Formula 1, la massima categoria riferita alle gare di "vetture monoposto a ruote scoperte da corsa".


Anche per chi non segue direttamente le varie manifestazioni, l'analisi degli accordi di sponsorizzazione che di anno in anno vengono conclusi rappresenta un importante segnale dei tempi in cui viviamo: proprio con riferimento alla Formula 1, per esempio, se fino a qualche anno fa dominavano soprattutto i brand legati alla filiera automotive (quindi produttori di pneumatici, case automobilistiche e così via), le compagnie petrolifere e i marchi di abbigliamento, bevande ed elettronica, oggi un'ampia fetta delle risorse sembrano provenire dalle multinazionali che si occupano di ICT e digital.


Vediamo dunque quali sono alcune delle maggiori realtà del settore che hanno deciso di sponsorizzare la Formula 1 e qual èl'impatto di questi accordi a livello di immagine aziendale.


Le tecnologie cloud e di sicurezza informatica sbarcano in Formula 1


Tra le aziende più attive dal punto di vista delle sponsorizzazioni in Formula 1, troviamo quelle attive nel campo delle tecnologie di cloud computing e di cybersecurity, un settore molto vasto che abbraccia diverse problematiche e opportunità legate all'utilizzo del web. Senza ovviamente voler scendere nel dettaglio dal punto di vista tecnico di queste soluzioni, è comunque interessante notare come molti brand che operano in questo settore abbiano scelto proprio lo sport e la Formula 1 come vetrina per il proprio lavoro.


L'ha fatto per esempio Oracle, multinazionale texana che vende software dedicati alla gestione dei database aziendali, oggi title partner della scuderia Red Bull Racing F1, così come Acronis, colosso svizzero specializzato nei software on premise e cloud con integrazioni di backup e cybersecurity, che invece compare tra i partner di Williams. Nei mesi scorsi, inoltre, ha fatto molto parlare la partnership globale avviata tra l'intero circo della F1 e Salesforce, colosso delle soluzioni ERP e di gestione dei rapporti con i clienti che punta sul coinvolgimento degli appassionati di sport per far conoscere le proprie attività e la sua missione di azzerare le emissioni di CO2, un obiettivo che la stessa Formula 1 ambisce a raggiungere entro il 2030.


car_race_fast_road_drive-1408895.jpg


Videogame e social network: nuove partnership con il mondo della F1


Se si parla di mondo digitale, è impossibile oggi non gettare lo sguardo ai social media e ai videogiochi, due settori che raccolgono milioni di utenti e muovono fatturati annuali di miliardi di dollari. Anche i brand che operano in questi ambiti considerano la vetrina della Formula 1 uno scenario ideale per comunicare verso l'esterno e dunque non mancano ricche collaborazioni tra questi e le maggiori scuderie.


Il social cinese TikTok, attualmente sulla cresta dell'onda e pronto a rosicchiare quote di mercato agli storici Facebook e Instagram, ha scelto per esempio di diventare partner del team Racing di Aston Martin, così come significativa è la sponsorizzazione che vede legati il team Red Bull e la nota piattaforma PokerStars, specializzata nel settore degli svaghi da tavolo in formato digitale, che va ad aggiungersi alle già numerose collaborazioni con la UFC e con campioni internazionali dello sport.


Anche il mondo crypto protagonista sui circuiti mondiali


Altro settore in grande fermento è quello delle criptovalute, che ormai attraggono tantissimi investitori e sono sempre più assimilate ai tradizionali sistemi di pagamento, sia in rete che in alcuni negozi fisici pronti ad accettarle. Per le società che operano in questo ambito, farsi conoscere anche tramite eventi sportivi di rilievo internazionale come quelli di Formula 1 è dunque oggi un passo necessario per consolidarsi sul mercato e continuare quella che può essere considerata una vera e propria rivoluzione in campo economico.


Ecco dunque alcuni dei maggiori brand specializzati nello scambio di criptovalute comparire sulle livree delle auto sportive più ammirate, come per esempio FTX, partner di Petronas, Binance, che sponsorizza il team Alpine, Tezos, che collabora con McLaren, Bybit su Red Bull e Velas, che invece ha scelto di lavorare con la scuderia Ferrari.


La lista di aziende web e ICT legate alla F1 è in realtà ancora più lunga, ma quelle citate rendono già l'idea di quanto il mondo stia cambiando e in che direzione: un percorso intrapreso da qualche anno e sempre più solido, che porterà nelle casse della Formula 1 cifre in continua crescita.
 
Return to:
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto