Coronavirus: Va a caccia di Pokèmon e cattura una Multa con denuncia

pokèmon go.jpg


E' successo a San Fermo, una piccola località in provincia di Como. Un ragazzo di 30 anni infischiandosene del divieto imposto dallo Stato di non uscire di casa, è andato a Caccia di Pokèmon, ritrovandosi una multa con denuncia.

Al fine di evitare l'aumento dei contagiati, Niantic ha apportato delle importanti modifiche al gioco, permettendo a coloro che sono in casa di trovare più creature nei dintorni della propria abitazione.

Secondo quanto riportato dall'articolo 650 del Codice Penale, è prevista un'ammenda di 206 euro e 3 mesi di carceri per coloro che violano il provvedimento "Io resto a casa".
 

Commenti

Sottolineo una cosa per chi non l'avesse capito. Non è una semplice multa, ma è penale. Quando vi arriverà a casa la multa da pagare, se le pagate, verrà sì chiuso il caso, ma avrete la fedina penale sporca! Se siete così sciocchi da essere usciti senza motivo e presi in flagrante, beh, dovete spendere ulteriori soldi e andare da un avvocato per farvi consigliare come muovervi ( almeno che non ve ne freghi nulla della fedina penale...)
Il consiglio è il solito, state in casa, salvo lavoro-spesa beni alimentari-medicine-o altre esigenze vere certificabili. ( non per la multa, ma per rispetto degli altri..)
 
Ma santo cielo ľunica cosa bella della quarantena è la possibilità di giocare di più e sto genio esce di casa? :uhm:
 
Ma è così difficile evitare di fare i coglioni? Siamo nella merda più profonda e c'è gente ancora che fa il cazzo che vuole e va in giro come se niente fosse?

Non è un influenza, sto cazzo di virus ammazza, uccide. E colpisce anche i giovani, per quanto sia minore la pericolosità.... ma questo non toglie che è comunque un mezzo di diffusione..

State a casa a guardare i video porno e a giocare che è meglio... prima sta cosa entra in testa a tutti e prima usciamo da sta melma lurida..
 
Ma è così difficile evitare di fare i coglioni? Siamo nella merda più profonda e c'è gente ancora che fa il cazzo che vuole e va in giro come se niente fosse?

Non è un influenza, sto cazzo di virus ammazza, uccide. E colpisce anche i giovani, per quanto sia minore la pericolosità.... ma questo non toglie che è comunque un mezzo di diffusione..

State a casa a guardare i video porno e a giocare che è meglio... prima sta cosa entra in testa a tutti e prima usciamo da sta melma lurida..
Purtroppo è pieno di coglioni.
Di irrispettosi.
Di maleducati egoisti.

Bastonate, bastonate e ancora bastonate sulle corna

Se non basta multa e fedina penale sporca, ci vogliono più divieti.
La situazione è grave, ma qualcuno non lo vuole capire.
 
Alto