Corsair K55 - Recensione



Grazie alla recente collaborazione con Corsair siamo in grado di porre sotto l'attenzione dei nostri utenti la Corsair K55, tastiera a membrana facente parte della famiglia K.

Corsair è un’azienda californiana basata a Fremont, fondata nel lontano 1994. Inizialmente il suo core business era la produzione di RAM per PC, negli anni seguenti ha esteso il proprio mercato anche ad altre componenti: alimentatori, chiavette USB, dissipatori ad aria e a liquido, case ed infine accessori per il gaming.



Il packaging è di buona qualità; la scatola utilizzata per contenere la tastiera è di cartone rigido, risulta robusta e compatta. Il peso complessivo della scatola rientra nella norma, sullo sfondo è raffigurata la tastiera illuminata e le 3 caratteristiche principali in più: Illuminazione multipla RGB, Tasti dedicati del volume e controlli media, 6 tasti dedicati alle macro, mentre sul retro della scatola sono riportate in dettaglio tutte le caratteristiche della tastiera.



Design

Il prodotto della casa americana si presenta molto bene, la linea pulita ricalca un po’ quello delle sorelle maggiori, caratterizzata da un design votato alla semplicità, eleganza ed efficienza di gioco, totalmente plug-and-play. La Corsair K55 RGB è composta da tasti in plastica ABS, tagliati a laser e inseriti su switch a membrana. La tastiera ha tre zone ad illuminazione RGB, vedremo più avanti come personalizzarle. Nota di merito per l’estetica nel complesso; bella quando l’illuminazione è spenta, una volta accesa diventa favolosa.



Come ogni tastiera che si rispetti è possibile regolarne l’inclinazione grazie a due solidi piedini in plastica, anch’essi con base in gomma e posizionati nella parte posteriore, per un sollevamento massimo di circa 10mm dalla superficie.

Ergonomia

Sin dai primi tocchi la tastiera risulta solida, robusta e stabile anche utilizzando i piedini posti sul retro. Alla pressione dei tasti non si accompagna alcun tipo di vibrazione, merito dell’efficienza dei quattro piedini gommati presenti sul lato posteriore.

Una cosa fondamentale per una tastiera è il poggiapolsi, esso permette di evitare stress agli arti, facendo assumere alla mano una angolazione di lavoro più consona e piacevole. Dopo oltre 4 ore di lavoro possiamo dire di non avvertire alcun fastidio ne alle dita ne ai polsi. Questo anche grazie al fatto che la membrana utilizzata richiede nell’uso dei tasti uno sforzo minimo rispetto a switch meccanici.


Tecnica

Le dimensioni e il peso della periferica sono abbastanza limitate: 480,2x166,3x34,6mm per 0,822kg, la rendono una tastiera abbastanza compatta considerando l’ampio poggiapolsi e i 6 tasti macro dedicati. Come già detto è presente un sistema di retroilluminazione, un sistema anti-ghosting, 6 tasti macro dedicati, una membrana silenziosa, poggiapolsi staccabile, tasto di blocco Windows.



Il layout della tastiera è disponibile in Italiano, un’altra arma a favore di questa tastiera dell’azienda Corsair, attenta alle esigenze dei videogiocatori Italiani. La connessione al pc è affidata a un cavo USB 2.0 lungo 1,8mt non intrecciato.

Multimedia, interattività e connettività

La presenza dei tasti multimediali dedicati consente di agire sul lettore multimediale e sul volume direttamente dalla tastiera, funzionalità apprezzatissima che evita di passare per il tasto FN che useremo invece per regolare l’illuminazione.



L’unica mancanza di questa tastiera è la completa assenza di alcun tipo di attacco per USB e jack cuffie, assolutamente perdonata considerando il prezzo di vendita!

Software e giochi

La tastiera non ha alcun software di gestione, tuttavia non si rende necessario per gestire l’illuminazione o i tasti macro che infatti potranno essere gestiti tramite il tasto FN, vediamo come:





Grazie quindi alla pressione del tasto FN + numero si otterrà una determinato colore per ciascuna zona o un effetto visivo.

Abbiamo testato la tastiera sessioni di gaming su 4 giochi di generi differenti: Overwatch (FPS), Blade & Soul (MMO), Starcraft 2 (RTS) e Dota 2 (MOBA). I tasti risultano comodi e hanno reagito perfettamente a un uso ripetuto e intenso, il sistema anti-ghosting reagisce bene alle frenetiche pressioni. Rispetto ad una tastiera meccanica, a termine delle nostre partite avremo le dita in un certo senso più “riposate”.


Conclusione:

Considerando il prezzo di vendita di circa 70€ ci troviamo di fronte a un ottimo prodotto che supera alla grande quelle che erano le nostre aspettative. La tastiera è solida, nonostante sia costruita in plastica, l’illuminazione RGB a tre zone configurabile tramite il tasto FN è vivace e unica nel suo genere. Il design ripreso dalle sorelle maggiori ha sicuramente il suo fascino, comoda in maratone di gaming e sessioni di produttività, e sopratutto: silenziosa. Dove acquistare: http://www.corsair.com/en/where-to-buy

E voi siete curiosi di provarla?
 

Commenti

#2
purtroppo ne ho una simile con 12 tasti macro, ma essendo mancino non li sfrutto appieno come se fossero sul lato destro invece che su quello sinistro
 
#3
Per quella cifra si trovano diverse tastiere di altre marche, che pero` hanno i tasti meccanici, e cio`fa una bella differenza.
Io vi suggerisco le perixx, economiche ma di qualita`.
 
#5
Non sono per le mezze misure, quando apro il portafogli lo faccio per quello che soddisfa appieno le mie necessità. In questo caso penso che la migliore di Corsair resti ancora la K70 monocolore con gli mx brown.

http://www.corsair.com/it-it/vengeance-k70-fully-mechanical-gaming-keyboard-cherry-mx-brown

Anche la k95 è (ovviamente) di alto livello, ma trovo i tasti macro poco utili (per la loro posizione) e la RGB anche meno.

SE i tasti macro della k95 o della k55 fossero tra la fila degli F1-F6 e i numeri (o anche sopra eh) sarebbe diverso, ma come sono ora non riesco ad utilizzarli durante una sessione di gaming (si possono usare per aprire una pagina internet o avviare un programma, questo si).
Inoltre la k70 ha il connettore usb ed il layout italiano, ergo...
 
#6
70 euri per una tastiera a membrana?? a chi la compra va tolto il diritto di voto.
I tasti macro sono 10 anni che girano, ma non ho ancora capito la loro vera utilità...
 
#7
Corsair K55 RGB è una delle migliori e più grandi console per i giocatori e ha il grande nome nel settore dei giochi. In questo senso, le persone si divertono a dare un'occhiata alla recensione di corsair k55 review una considerevole quantità di fonti accessibili. Per niente simile alla disposizione delle console K70 e K95, questo non è accompagnato da 2 connettori USB sul lato anteriore, poiché non ci sono USB che passano attraverso questa console. Ovviamente, la qualità di fabbricazione non è un grosso problema. L'intera console si basa su una straordinaria componente duratura, che lo ha influenzato per apparire eccezionale tra le altre console di spesa sul mercato, tuttavia, ho avuto l'opportunità di utilizzare Corsair K55 RGB.
 
Alto