Corsair Scimitar RGB - Recensione

Abbiamo avuto modo di recensire ultimamente il mouse Corsair Harpoon RGB, vediamo oggi un altro mouse, stiamo parlando del Corsair Scimitar RGB!
Corsair amplia la gamma delle periferiche da gioco con un mouse dedicato agli amanti del mondo MMO. Perché parliamo di un mouse dedicato ad amanti del genere MMO? La risposta la troviamo nel tastierino laterale del mouse: ben 12 tasti!

[

Andiamo a vedere come si presenta questo Corsair Scimitar nel suo packaging: la parte frontale della confezione comprende due primi piani del prodotto e le sue 3 caratteristiche di punta: 12.000 DPI, illuminazione RGB con 16,8 milioni di colori e il Key Slider. Sul retro della confezione vengono evidenziate altre informazioni come la possibilità di avere 17 tasti programmabili e di avere più punti di appoggio nella presa del mouse.
La confezione si apre a libro, consentendoci di ammirare lo Scimitar in tutta la sua bellezza protetto da una classica plastica rigida anti graffi e polvere.
Sollevando la parte interna, notiamo subito come la disposizione dei materiali e del cavo sia ben curata; forse troppo. Quando andremo a ricomporre la scatola non riusciremo mai a rimettere tutto come era, ma poco importa ai fini del nostro utilizzo. Al suo interno troveremo oltre al mouse, una guida rapida per l’installazione e l’utilizzo, un foglio sulla garanzia e un misterioso oggetto: una brugola. Vedremo più avanti a cosa servirà!



Design
Al primo contatto con il mouse ci rendiamo conto dell’ottima qualità costruttiva col quale è stato realizzato; infatti nonostante l’uso di plastiche e alluminio, l’effetto al tatto è notevole. Merito della struttura principale plasmata con un policarbonato nero opaco.
La linea dello Scimitar è piacevole alla vista, aggressiva al punto giusto come un mouse da gioco richiede, disponibile in due colorazioni, una più bella dell’altra: Black e Yellow. Abbiamo testato la versione Black, ma dobbiamo dire che anche l’altra colorazione risulta veramente bella e aggressiva allo stesso modo.


La rotellina è ricoperta da una gomma morbida, nel complesso risulta solida e precisa. Sul lato destro troviamo un inserto in gomma antiscivolo che fa da supporto al dito anulare. Sul lato sinistro è presente il tastierino numerico con funzione “Key Slider” che andremo a vedere più avanti.
Sono disponibili 5 zone di illuminazione RGB, a cui applicare effetti e colori desiderati, a scelta tra 16.8 milioni di colori. Una di esse è posizionata vicino al tastierino, il colore in quest’ultima viene cambiato in base profilo scelto.

Ergonomia


L’ergonomia è uno dei fattori chiave per un giocatore che passerà ore e ore con il proprio mouse: non è da sottovalutare affatto! Questo mouse si presta particolarmente ad una presa Palm Grip, date le sue dimensioni. Con Palm Grip si intende chi utilizza il mouse poggiando dita e palmo su tutta la superficie. La bombatura presente sul mouse, resa necessaria per far posto ai 12 tasti laterali, potrebbe risultare scomoda a chi utilizza il mouse con presa Claw Grip o Fingertip Grip.
Tuttavia, Corsair, grazie al “Key Slider” viene incontro ai giocatori; sarà possibile traslare il tastierino laterale, in avanti o indietro, a seconda della grandezza della propria mano.
I 12 tasti laterali possono rappresentare un piccolo ostacolo inizialmente, ma abituarsi è meno difficile di quanto vi possiate immaginare. Chi scrive la recensione ha un pollice piuttosto lungo, ma grazie alla funzione Key Slider tutti i tasti rimangono raggiungibili in maniera eccellente a differenza di altri mouse competitor!
Al di fuori del contesto gaming, e in particolar modo MMO, i 12 tasti potrebbe risultare inutili. Ma non è così, infatti i 12 tasti completamente configurabili potranno aiutarvi anche in fase di produttività per velocizzare una serie di operazioni, come: aprire un software, copia & incolla, selezionare un’intera riga di testo o gestire il lettore multimediale (finalmente possibile anche senza tastiere con tasti multimediali dedicati!).

Tecnica


Andiamo a vedere come funziona il “Key Slider”: capovolgendo il mouse notiamo una piccolo apertura nella scocca, in cui potremo inserire una brugola, l’oggetto misterioso citato in apertura, che ci permetterà di spostare il tastierino numerico lateralmente: si adatterà alla presa del giocatore! Una vera e propria chicca del Corsair Scimitar!
Il mouse misura 119.4mm x 77mm x 48.8mm, con un peso di 147g. Considerando che sono state utilizzate anche parti in alluminio, il peso è eccellente! Il collegamento è affidato a un cavo USB 2.0 di 1.8mt in fibra intrecciata, molto solido. Il connettore ha linee insolite, uniche, con una particolare colorazione giallo-nera.
Il sensore, da ben 12.000 dpi, ha un polling rate da 125 a 1000 Hz, specifiche che consentono allo Scimitar di lottare con i suoi competitor. Positiva la reattività del sensore, impeccabile. Unico neo trovato riguarda l’illuminazione RGB, la cui intensità non è modificabile e in certi momenti, anche a seconda dalle condizioni luminose circostanti, risulta bassa. Ciò causa una rappresentazione distorta dei colori.

Software e giochi
Software
La gestione dello Scimitar, è affidata al Corsair Utility Engine, software di gestione targato Corsair. E’ possibile scaricare l’ultima versione del software a questo indirizzo, Corsair Utility Engine è disponibile per Windows 7 / 8 / 10. Chi non ha mai utilizzato questo software, o altri software più genericamente in passato, non si spaventi. Non è infatti assolutamente necessario l’utilizzo del software per far funzionare il mouse, sarà pronto all’uso anche se collegato ad un PC senza Corsair Utility Engine installato.
Consigliamo l’utilizzo del Corsair Utility Engine, data la sua praticità e immediatezza. Ci permetterà inoltre di gestire e personalizzare tutte le perifiche Corsair in nostro possesso, salvare le impostazioni e creare macro.

Giochi
Data la natura MMO-oriented da cui nasce lo Scimitar, non abbiamo testato il mouse su altri generi, o meglio lo abbiamo fatto ma il giudizio finale non terrà conto di test effettuati su FPS o altri generi.
Il tastierino laterale infatti si presta per essere utilizzato e sfruttato a pieno su titoli MMO/MOBA, in cui abbiamo per ciascun personaggio un gran numero di abilità, e spesso i tasti vicini al WASD della tastiera non sono sufficienti (e comodi). Avere la possibilità di avere a portata di mano, o meglio a portata di dito, altri 12 tasti sfruttati dal pollice che altrimenti rimarrebbe fermo è un passo avanti. Le vostre performance durante le vostre sessioni di gioco miglioreranno sensibilmente, e una volta fatta l’abitudine non ne potrete fare a meno!
La compatibilità del suo mouse e del programma è praticamente presente nel 99% dei titoli in circolazione. Abbiamo effettuato il test con Blade & Soul e World of Warcraft. Sia nel nuovo titolo sviluppato da NC soft che nel pluripremiato MMO di casa Blizzard il mouse risulta sfruttato e compatibile a pieno ritmo, soprattutto se usiamo personaggi che una grande quantità di abilità ad attivare una dietro l’altra!

CONCLUSIONI

Scimitar RGB si rivela un ottimo mouse dedicato a tutti gli appassionati di MMO, e MOBA, che apprezzeranno una periferica con numerosi tasti programmabili a portata di mano e ampiamente personalizzabile. Il sensore a 12000 DPI è accoppiato a un tastierino laterale che conta 12 tasti, che può essere posizionato a piacimento per adattarsi meglio alle dimensioni delle mani di chi lo utilizza grazie alla funzione Key Slider è un punto di forza di questo prodotto. Gli switch meccanici dei tasti rispondono scattanti alla pressione e il rivestimento alternato tra metallo e gomma li rende piacevoli al tatto. Quattro zone di illuminazione e una qualità costruttiva notevole che alterna plastiche rigide a parti completamente in acciaio arricchiscono ulteriormente la cornice di un mouse decisamente valido, considerando anche il suo prezzo.
 

Commenti

#2
Ottimo mouse.
Lo reputo migliore dei razer e dell'ottimo Logitech g600, almeno per quello che ho potuto leggere.
Ma il dallo via quando?
Un pensierino ce lo farei
 
#3
Dopo due versioni di razer naga sostituiti per lo stesso problema e cioè la rotellina dopo un anno esatto impazzisce, non vorrei ritrovarmi con una terza fregatura con questo modello ma leggendo varie recensioni sono molto discordanti: c'è chi dice che è ottimo altri invece sostengono che nemmeno dopo un mese si rompe.
Qualcuno ce l'ha da tempo sufficiente per affermare che sia effettivamente buono?
 
Alto