Cosa diamine è un MMORPG per voi?


Quando crearono in termine MMORPG lo crearono perchè racchiudeva nel suo acronimo tutto ciò che doveva esserci in un vero MMORPG.
A vostro avviso cosa significa tale sigla e soprattutto per voi quali giochi sono DAVVERO degli MMORPG?

Il Von pensiero:

un MMORPG per prima cosa deve essere di massa, online, non istanziato, e avere full loot totale sia per i mob che per i giocatori.
Ora veniamo alla sigla RPG: ognuno deve interpretare il suo ruolo... nel gioco puoi essere buono, cattivo , bastardo o quel che vuoi e questo deve rimanere nel gioco, offline nella vita reale anche se nemici online si può essere amici in quanto senza antagonisti non ci si divertirebbe mica e tutto fa parte del gioco.
In un RPG cartaceo mica si spacca la faccia al tuo compagno di tavolo o al GM di turno...

Per me gli unici veri MMORPG che mi hano lasciato un gran senso di nostalgia sono: Ultima Online, Shadowbane e Darkfall Online.
 
VoN

Commenti

il full loot per i giocatori non e' un mmo e' un arena open world
un mmo deve avere l' accumulo di risorse inclusa la roba sul giocatore
 
il full loot per i giocatori non e' un mmo e' un arena open world
un mmo deve avere l' accumulo di risorse inclusa la roba sul giocatore
assolutsamente no, nella vita reale se ti ammazzano e derubano perdi tutto stessa cosa in un MMORPG.
Poi possiamo discutere la possibilità di giocare in server full loot o senza full loot ma è da bimbi piangioni non accettare il full loot.
Ovviamente quando si gioca full loot che ti loota ne può poagare le conseguenze come essere flaggato criminale, venire cacciato da tutta la gilda del lootato etc
 
beh sicuramente la cosa ha un suo pregio in un mmo che valuta il realismo, pero' tutto questo realismo non lo vedo poi cosi fondamentale al successo di un mmo.
io infatti ho un pensiero molto opposto al tuo e penso invece che gli mmo debbano essere un mezzo di evasione piuttosto che di emulazione, secondo me l' mmo giusto non deve avere il full loot proprio per discostarsi dalla vita reale in cui se ti derubano perdi tutto.
 
siamo in uno periodo particolare di transizione diciamo: tutti i giochi stanno pian piano integrando componenti e elementi che prima erano prerogativa dei mmo(rpg).

Sta avvenendo una cannibalizzazione dove ogni genere e sotto genere prende dai mmorpg quello che gli serve, chi prende l'aspetto pvp e full loot (survival online), chi si appropria dell'open world, chi della progressione e persistenza, chi cerca di emulare le community dei mmorpg.

Quello che penso accadrà col tempo è un accumularsi di questi elementi, al punto che questi giochi partiti come altro torneranno ad essere dei mmorpg completi a forza di introduree ed integrare elementi cannibalizati.

per esempio, i vari fps online col tempo punteranno ad avere mappe più grandi mappe più aperte, rimuovere i caricamenti, incrementare la persistenza, aumentare l'impatto dei giocatori sul mondo, massivizzare il pvp etc etc...

stessa cosa i survival: mappe sempre più grandi, sempre più importanza alla persistenza, sempre più importanza ai rapporti tra giocatori, mondi costruiti sempre con più cura fino al punto di diventare di fatto degli rpg sanbox massivi: dei mmorpg.

mentre gli rpg che oggi consideriamo "single player" diventeranno piano piano i futuri mmorpg pve, mondi sempre più grandi, sempre più missioni "co op opzionali" sempre più possibilità di interazione con gli npc, mondi sempre più vivi, sempre più persistenza, al punto da integrare la componente (opzionale o meno) multiplayer e quindi diventare dei veri mmorpg.
 
Per me deve essere come la mappa di archeage quattro volte piu' grande , inserire il gw2 system style con un netcode migliorato . Tenendo il sistema economico di archeage , gestione del prodotto da parte della Blizzard o ArenaNet con il modello B2P o P2P . WvWvW , GvG , PvP , Dungeon , Raid , World Boss . Gear cap medio con l'inserimento delle leggendarie come su GW2 .
 
Per me deve essere come la mappa di archeage quattro volte piu' grande , inserire il gw2 system style con un netcode migliorato . Tenendo il sistema economico di archeage , gestione del prodotto da parte della Blizzard o ArenaNet con il modello B2P o P2P . WvWvW , GvG , PvP , Dungeon , Raid , World Boss . Gear cap medio con l'inserimento delle leggendarie come su GW2 .
BINGOOOOOOOOOO
 
un mmorpg lo dice la parola stessa cosa è: un gioco multigiocatore massivo con componenti gdr. il full loot non c'entra nulla con la definizione, è solo una delle meccaniche possibili all'interno di un mmorpg. poi se parliamo di che mmorpg ci piace o meno, quello è un altro discorso. wow è un mmorpg, wh40k eternal crusade non lo e'. shadowbane era un mmorpg, conan exile non lo è. TESO è un mmo, overwatch non lo è. non è difficile ^^
 
Per me un MMO deve avere una trama ben articolata ma che contempli e giustifichi la presenza di più eroi (vedere che ciascun personaggio ripete nel medesimo modo la medesima storia fa perdere un po' di immersività a volte). Deve avere una mappa open world molto grande, con la quale interagire interamente (raccogliere piante, abbattere alberi, pescare, nuotare, entrare negli edifici ecc..). Deve darti la possibilità di scegliere chi essere in più di un modo: classe, mestiere, caratterizzazione di skill, aspetto, armi e altro. Deve contemplare la possibilità di costruire e distruggere (mi stanno bene anche piccole case o piccoli accampamenti). Insomma, deve riprodurre la vita nel mondo fantasy in diversi modi, senza limitarsi al solo combattimento ma senza sfociare nel survival nudo e crudo. Una via di mezzo che prenda il meglio di entrambe le cose.
 
Mi sa che i punti di vista sono tutti molto diversi, quindi il MMORPG deifinitivo non esiste. La chiave di svolta è il creare server con regole diverse, rendendo di fatto praticamente un gioco completamente diverso server per server.
Dove c'è full loot e pvp ovunque ci sarà un'economia ben diversa da uno che non ce l'ha, magari su uno ci sono i dungeon instanziati e su un'altro no. Magari senza pvp, quindi entri, vedi un altro party che campera il boss aspettando repoppi e non li puoi nemmeno menare (magari solo insultare), e se il boss repoppa ogni tot ore te la pigli nel culo pure peggio. Quindi dove ci sono i dungeon non instanziati devi rendere il crafting importante per sopperire alla difficile accessibilità dei loot. E poi pvp istanziato?Open? Battleground, arene, zerg?
Combat action, tab target, movimenti a click di mouse?Classi libere dove ogn'uno può far tutto o classi ben identificate dove ogn'uno ha un suo ruolo? Alè ciao.
 
il full loot per i giocatori non e' un mmo e' un arena open world
un mmo deve avere l' accumulo di risorse inclusa la roba sul giocatore
Se il gioco è fatto male si, se è fatto bene no.
Il vecchio uo aveva pvp e full loot non era un grosso problema perché attaccare giocatori a caso portava a consistenti penalità e rifarsi l'equipaggiamento era relativamente semplice.

Per me cmq un mmorpg è un gioco in cui sono libero di interagire con chiunque, ovunque, e in cui sono libero di impostare il mio personaggio come voglio. Per me i veri mmorpg sono i classici sandbox tipo ultima online, eve, face of mankind, il primo star wars galaxies... I themepark per me sono la feccia del genere proprio non li sopporto: Il mondo sembra finto, i percorsi già impostati, di accendere il cervello non se ne parla, le quest (con rarissime eccezioni) sono banali, fatte di grind, e negli ultimi anni sono pure diventate single player. Tutti sono eroi di un mondo di cartapesta dove tutto è pre-confezionato così il giocatore deve pensare e interagire con gli altri il minimo indispensabile mentre i contenuti vengono rimpiazzati dalla corsa al nuovo item sempre più potente. Le avventure non sono epiche, siamo al livello che il contesto non conta basta completare il dungeon più velocemente possibile per avere un altro drop (spesso casuale) perché QUELLO è l'endgame o peggio è il modo di arrivare ad un endgame che spesso non esiste nemmeno o se c'è è una merda.
Quando andavo a dungeon in UO dovevo scegliere l'equipaggiamento con cautela perché non sapevo se avrei portato le chiappe a casa o sarei tornato fantasmino (OOOooOOO!). Nei giochi di oggi la sfida è terminare l'istanza prima possibile e se resti indietro sei un nabbo.

Per me giocare a questa immondizia e chiamarla MMORPG è come mangiare al Mc Donald e pensare che sia cibo da stella Michelin.
 
Ultima modifica:
Chiaramente basta dire UO pre-insure. Anche con l'insure mi sono divertito per quello ma l'equip diventa troppo verticale e di conseguenza il gioco risulta farmoso più che un plug and frag for fun.
 
Ultima modifica:
Se il gioco è fatto male si, se è fatto bene no.
Il vecchio uo aveva pvp e full loot non era un grosso problema perché attaccare giocatori a caso portava a consistenti penalità e rifarsi l'equipaggiamento era relativamente semplice.

Per me cmq un mmorpg è un gioco in cui sono libero di interagire con chiunque, ovunque, e in cui sono libero di impostare il mio personaggio come voglio. Per me i veri mmorpg sono i classici sandbox tipo ultima online, eve, face of mankind, il primo star wars galaxies... I themepark per me sono la feccia del genere proprio non li sopporto: Il mondo sembra finto, i percorsi già impostati, di accendere il cervello non se ne parla, le quest (con rarissime eccezioni) sono banali, fatte di grind, e negli ultimi anni sono pure diventate single player. Tutti sono eroi di un mondo di cartapesta dove tutto è pre-confezionato così il giocatore deve pensare e interagire con gli altri il minimo indispensabile mentre i contenuti vengono rimpiazzati dalla corsa al nuovo item sempre più potente. Le avventure non sono epiche, siamo al livello che il contesto non conta basta completare il dungeon più velocemente possibile per avere un altro drop (spesso casuale) perché QUELLO è l'endgame o peggio è il modo di arrivare ad un endgame che spesso non esiste nemmeno o se c'è è una merda.

Per me giocare a questa immondizia e chiamarla MMORPG è come mangiare al Mc Donald e pensare che sia cibo da stella Michelin.
La penso come te, per me vale la pena di giocare solo ai sandbox. I themepark mi annoiano molto in fretta. Ma vanno bene anche giochi ibridi che contemplano qualcosa di più particolare. Un esempio che posso farti è DDO che con le regole di D&D aggiungeva più variabili rispetto al classico themepark (ma non mi azzarderei proprio a definirlo sandbox). Purtroppo risulta fin troppo obsoleto per me (non mi parte bene sul pc) e onestamente non ho voglia di sbattermi per farmare le espansioni. Volendo anche Lotro offriva qualcosa in più del classico themepark.
 
Cos'è un MMORPG lo dice la parola stessa: un rpg online massivo. Quindi mondo il più aperto possibile, skill, equip, storia ecc. Tutto il resto come il full loot e similari è semplicemente di contorno.
 
Un MMORPG senza "l'impersonificazione" Avatar-Persona giocante non è un MMORPG ma solo un MMO, senza il "ruolismo" non è RPG (Infatti, escludendo rare eccezioni, tutti i MMORPG che ci sono in giro adesso sono solo MMO Fantasy)
 
Mmorpg è UO pre-insurance, EVE, DAOC e StarWars Galaxies.

Il resto misera fuffa, anche se un po' su Darkfall mi sono divertito.
Ve l'ho già detto, tenete d'occhio Life is Feudal: a parte il full loot che non è essenziale per essere un mmorpg, ma siccome su LiF si gioca veramente di ruolo (se un pg lo specializzi a fare il contadino - perchè magari alla tua comunità NE SERVE UNO - col piffero fai il soldatone che mena), quando vai da un insediamento all'altro e sei da solo un po' le spalle tendi a guardartele... indomma, ti cachi un po' addosso.

Oh, poi volendo c'è sempre aion e tera...
 
facciamo i simpah:


tornando seri (???) : il full loot, open world e open pvp dovrebbero essere la norma per un mmorpg, ma poi una gran fetta di popolazione mollerebbe...non è più tempo del full loot, magari tornerà in auge ma non ora.
 
facciamo i simpah:


tornando seri (???) : il full loot, open world e open pvp dovrebbero essere la norma per un mmorpg, ma poi una gran fetta di popolazione mollerebbe...non è più tempo del full loot, magari tornerà in auge ma non ora.
il tutto sta che l'mmo non debba essere basato troppo sugli oggetti che ti servono come equip
 
facciamo i simpah:


tornando seri (???) : il full loot, open world e open pvp dovrebbero essere la norma per un mmorpg, ma poi una gran fetta di popolazione mollerebbe...non è più tempo del full loot, magari tornerà in auge ma non ora.
Dipende da quanto tempo ci vuole a farsi l'equipaggiamento. Se anche gli item migliori si possono craftare in maniera agevole allora il full loot non è un problema. Chiaro che se gli item devi farmarli in un'istanza da ripetere alla nausea poi è fastidioso perderli.
In Face Of Mankind io facevo sempre in modo di avere in banca munizioni, armi e armature di riserva. In questo modo in caso di morte (anche da parte di pk) ero pronto a tornare alla carica in fretta.
 
Alla fine il full loot non serve a un benemerito nulla se poi quello che gli gira attorno è zero. DAOC era senza ful loot, ma vive ancora nella memoria di moltissime persone.
Se farsi l'equip è semplice si trasforma in un quake arena e fine li.... dopo 3 mesi chi ci gioca più. Le componenti per fare un buon MMORPG sono varie e il full loot è solo un briciola insulsa nell'insieme, se manca non se ne accorge nessuno, ma se il gvg - pvp non hanno una base solida e motivata il tutto decade.
I bei tempi di UO che alcuni rimpiangono, erano tali perché la comunità era diversa e si mischiava al gioco stesso una componente RP non indifferente. La chat era diversa e cera un "certo" rispetto tra le persone, ora basta vedere alcune chat come si traformano in determinati momenti e i linguaggi coloriti che si usano.
 
Alto