Elite Dangerous - StarShip troopers, Battaglie tra Imperi Spaziali & GDR



Elite: sempre più dangerous!


Qualcuno continua a considerare Elite: Dangerous (E : D) un simulatore spaziale. Effettivamente tutta la parte dell'azione di gioco è vissuta in prima persona all’interno della cabina di pilotaggio della nave. Oltre alla simulazione di navigazione, esiste tuttavia una gestione politica ed economica, con meccanismi e dinamiche che vanno a modificare costantemente l'universo di gioco. Le azioni dei giocatori possono condizionare l'influenza delle fazioni nei vari sistemi stellari, provocando l’insorgere di guerre, inducendo cambi di governo, innescando boom economici, causando carestie, e via dicendo.

Ogni player ha accesso a numerose navi spaziali (inizialmente piccole e maneggevoli; con il progredire del gioco e l’aumento del budget, sempre più grosse e corazzate) e una scelta infinita di azioni da intraprendere: potrà scorrazzare per lo spazio, saltando da un sistema all'altro; esplorare pianeti e stelle sconosciuti; analizzare e rivendere nelle stazioni spaziali i dati dei sistemi più lontani; commerciare beni normali o di lusso; decidere di fare il cacciatore di taglie o, all’opposto, diventare un pirata, depredando le navi da trasporto e rivendendo le merci rubate al mercato nero. Nelle stazioni, ciascuna fazione, in base al proprio stato, economia e governo, offre delle missioni da eseguire. Il giocatore può decidere di accettarle, anche più d’una, in cambio di soldi, materiali/dati (che sono utili per eseguire le modifiche alla nave) e reputazione.

La reputazione, poi, è uno degli elementi fondamentali del gioco, in quanto migliore è la reputazione del giocatore presso la fazione di un sistema, più vantaggiose saranno le missioni che questa ti propone.

Nel gioco le variabili sono quindi tantissime, anche riguardo l’allestimento della nave spaziale, che può essere continuamente modificata a seconda della attività che si intende intraprendere: combattimento (PvP o PvE), pirataggio, smuggling (contrabbando), commercio, esplorazione, mining (degli asteroidi), esplorazione planetaria.

Lo star systems riproduce integralmente la Via Lattea. I sistemi solari esplorabili (ogni sistema ha il suo complesso di orbite, stelle primarie e secondarie, pianeti, lune e cinture di asteroidi) sono 400 miliardi e rappresentano la ricostruzione teorica della nostra galassia. La composizione della galassia è procedurale, tramite un algoritmo che simula le possibilità, ad oggi conosciute, di cosa si possa trovare nella nostra galassia. Il metodo di rappresentazione è fornito dalla Nasa: agli amanti del mondo dell'astronomia questo piace molto.


*L'esperienza action del gioco in Elite Dangerous è in buona sostanza vissuta dalla vostra cabina di pilotaggio

VIAGGIARE TRA LE STELLE IN 5° CLASSE

La guida della nostra nave non si limita al semplice accelerare, frenare, virare e sparare, ma richiede tempo per impossessarsi dei comandi:
  • La nave - può essere pilotata con l'aiuto di un assistente di navigazione (fly assist on) che ci eviterà di dare per ogni spinta una controspinta rendendo la simulazione meno complicata, oppure guidata senza l'aiuto dell’assistente (fly assist off) che richiederà una precisione mostruosa, e un po’ di pratica, per regolare le dinamiche della navigazione nel vuoto.
  • Componenti interni - Ogni nave ha una power plant, un generatore (che può essere upgradato), che eroga l’energia necessaria a mantenere attivi i diversi moduli interni acquistati, a seconda delle esigenze di navigazione del momento. C'è un modulo apposito per la gestione energetica, il power distributor, per bilanciare la fornitura energetica alle diverse componenti, che se non controllata può causare lo spegnimento dello scudo nel bel mezzo di una battaglia, il surriscaldamento delle armi, o la disattivazione dei motori.
  • Le armi (hardpoints) - possono essere raggruppate a piacimento e si possono fare più gruppi di armi in base alle necessità. Inoltre si può scegliere di avere armi a mira manuale (fixed), a mira assistita (gimballed), o a mira automatica (turret) con una angolo di fuoco più ampio ma con capacità offensiva limitata. Ci sono armi cinetiche (proiettili), termiche (laser), miste, a carica (missili e torpedo) e a scoppio (mine). In fase di combattimento si può decidere o di mirare allo scafo della nave bersaglio oppure ad uno dei suoi moduli interni (ad esempio la power plant o i motori) per cercare di disattivarla piuttosto che distruggerla.

Elite richiede una connessione internet e può essere giocato in 3 modalità: Solo (non si vedranno gli altri giocatori umani, solo NPC); Private Group (si inviteranno i proprio amici e si vedranno solo loro e gli NPC); Open play (si potranno incontrare tutti i giocatori che giocano in Open Play con tutto ciò che ne consegue: potrebbero salutarvi, ignorarvi o attaccarvi senza motivo).

Giocare Elite in stile GDR può essere molto arricchente: il gioco stesso ci cala in un pilota del 3302, appartenente alla Federazione Piloti, che deve a conti fatti guadagnarsi la pagnotta.

Giocarsi il “mercante” significherà passare il tempo a cercare sistemi con esigenze particolari a cui rivendere la merce ad un prezzo maggiore di dove lo si è comprato. Un “pirata” invece non avrà nessun guadagno ad andare in giro a far esplodere la gente, ma cercherà di costringere gli altri a "donare" parte del proprio cargo per trarne profitto. Un “cacciatore di taglie” cercherà i pirati e li eliminerà per poi andare a riscuotere le taglie. In Elite non esistono “classi” prestabilite: un pilota può alternare a piacimento un attività rispetto un altra.

Elite non è una arena dove cercare gente a cui sparare alle spalle, sebbene nulla impedisca ai giocatori di farlo. A tal proposito è stata introdotta una modalità di gioco separata, che si chiama CQC, che aggiunge un arena, dove i giocatori possono scontrarsi in battaglie in cambio di soldi e fama. Di tanto in tanto vengono anche organizzati tornei.


*I "Galnet" rappresentano la vostra fonte di informazioni peer-to-peer sulla galassia: eventi dinamici e creati dai giocatori compariranno ad aggiornare tutti gli utenti!

EVENTI GLOBALI E GALNET

L'universo di gioco, in modo parallelo ai singoli eventi che avvengono localmente, sistema per sistema, ha una sua storia principale, dove si susseguono imprevisti che cambiano la situazione generale.

Questa storia ci viene raccontata tramite delle veline periodiche, simili ad un notiziario H24, chiamate Galnet. Esse saranno disponibili sul nostro computer di bordo e ci aggiorneranno su cosa succede nella galassia. Ad esempio in passato è scomparsa una nave sulla quale c'era l'ex presidente della Federazione che non è mai stata ritrovata. Successivamente è morto l'imperatore e da li sono nate delle vicissitudini per prendere il suo posto da parte di alcuni senatori. Ultimamente sono stati ritrovate sonde di entità sconosciuta, strani oggetti di natura biologica che assomigliano a Denti di Cane e su un pianeta addirittura una specie di nave aliena simile ad un insettone schiantata al suolo e apparentemente inerme. Pare ci si stia preparando a un qualche incontro extraterrestre.

Anche i gruppi di giocatori possono arrivare a far parlare di loro in una Galnet. Ad esempio i cosiddetti “Fuel Rats” hanno creato una organizzazione a supporto dei piloti nel caso che questi rimangano bloccati senza combustibile e siano impossibilitati a raggiungere una stazione per rifornirsi. Tramite un sito esterno il comandante può chiedere aiuto, e questo gruppo invia un soccorritore a portare il combustibile necessario per permettere al pilota di mettersi in salvo. Questa iniziativa è piaciuta talmente tanto ai gestori che ne hanno dato rilevanza in una Galnet.


*Sistema di Alleanze e potere nel cosmo di ED sono un apparato fondamentale da tenere in considerazione per ogni pilota!

POLITICA DELL'UNIVERSO E POWERPLAY


Esiste una "Bolla" abitata attorno al nostro sistema solare dove, nella linea temporale del gioco che si svolge dal 3300 in avanti, l'umanità si è espansa colonizzando migliaia di altri sistemi solari. Politicamente si sono formate tre superpotenze: Federazione, Impero e l’Alleanza. Ogni sistema ha una sua economia ed è governato dalle fazioni minori che, a loro volta, possono essere schierate con la federazione, con l’impero, con l’alleanza o essere indipendenti da tutte e tre. Queste fazioni possono essere supportate dai giocatori che, singolarmente o in gruppi organizzati, cercano di aumentare la loro influenza nel sistema fino a far succedere determinate reazioni. Il sistema politico (background simulator) infatti ha delle regole, non facilmente individuabili, ma che una volta capite consentono di far scoppiare, guerre, carestie, boom economici ed espansioni in altri sistemi.

Fin dall’inizio i giocatori potevano simpatizzare per una fazione minore già presente nel gioco. La Frontier ha capito però che è molto importante coinvolgere i giocatori nelle vicende politiche e, dopo una analisi dei gruppi formatisi a livello internazionale, ha generato un supporto catalogando in 3 livelli i gruppi di gioco:

  • Triplo Elitè - grandi gruppi con centinaia di giocatori, capaci di proporre iniziative a livello globale
  • Doppio Elite - gruppi medi al di sotto del centinaio di giocatori, capaci di proporre iniziative a livello locale (nazionale)
  • Elite - gruppi poco numerosi ma organizzati

A questi gruppi, è stata offerta la possibilità di crearsi una fazione minore, scegliendosi il nome e nel sistema preferito, rendendola visibile in gioco.

Con una delle prime patch è stato inserito il PowerPlay (PP) che è sostanzialmente una guerra tra Potentati (Galatic Powers). Sono stati introdotti 10 GP. Ciascuno di essi controlla una porzione dell'universo colonizzato. Ogni GP da delle regole che modificano ulteriormente i sistemi colonizzati, ad esempio Delaine, descritto come pirata indipendente, nei sistemi da lui controllati favorisce le fazioni di tipo criminale e attiva il mercato nero su tutte le stazioni, dove normalmente non ci sarebbe. Delaine è sostanzialmente un GP anarchico, ma esistono GP centrati sul commercio, altri centrati sulla guerra o sull’esplorazione.

E' stato scelto per il PP un tempo ciclico di 1 settimana, entro il quale i giocatori che decidono si schierarsi per uno di questi GP (pledge), possono fare azioni mirate per espandere l'influenza o proteggere i sistemi già sotto il loro controllo. Queste azioni danno dei punti (merits) che a fine ciclo offrono dei compensi e in più determinano come i territori dei GP si modificheranno. Alcuni si espanderanno, altri perderanno sistemi. Altri se non avranno le forze di mantenere i sistemi occupati, andranno in stato di rivolta.

In pratica quindi il PP si colloca in mezzo fra superpotenze (Federazione, Impero, Alleanza, Indipendenti) e le fazioni minori.

Il PP è facoltativo, quindi i giocatori possono decidere di focalizzarsi su altro e starne fuori. Infatti decidendo di partecipare a questa guerra tra GP (pledge) si diventa automaticamente nemici delle altre fazioni, i cui piloti possono attaccarvi indiscriminatamente in ogni momento.


*Viaggiare non è solo prerogativa delle stelle, anche i pianeti sono visitabili!

ESPANSIONI:
Prima espansione: Horizon (2.0)


Elite è un gioco che continua ad evolversi. Si può decidere di comprare il gioco base e poi, se si vuole, acquistarsi anche le espansioni; c’è anche un pacchetto che da accesso, pagando, a tutte le espansioni future.

Nel 2016 è uscita la prima espansione che ha aggiunto la possibilità di atterrare sui pianeti privi di atmosfera (pianeti rocciosi, ghiacciati, lune). Ha inserito quindi stazioni sulla superficie dei pianeti, missioni a terra, e un veicolo SRV che serve per scorrazzare al suolo fra depressioni e crepacci.

La prima patch dopo Horizon ha introdotto gli ingegneri (2.1)

In pratica in alcune basi su pianeti dispersi per la galassia di gioco vivono particolari ingegneri che permettono di modificare i singoli moduli della nostra nave ed in certi casi ottenere effetti speciali molto ricercati tra i giocatori. Ovviamente il percorso è lungo: sarà necessario ottenere l'invito da un ingegnere; farselo amico con donazioni di vario tipo; e infine lavorarci assieme per migliorare l'affinità ed avere accesso alle modifiche migliori.

Tra le modifiche da citare, abbiamo quella che aumenta la capacità di salto fra due sistemi (molto in voga per chi vuole esplorare in profondità la galassia)oppure la modifica alle armi che fa diventare i proiettili corrosivi o incandescenti. Ma l'elenco sarebbe molto lungo.


A breve, ad ottobre, è prevista una nuova patch (2.2) dove si parla di:

- Nuove tipologie di missioni in cui è previsto il trasporto passeggeri da un luogo ad un altro (e l’aggiunta di nuove astronavi adatte allo scopo come il Beluga)

- Possibilità per le navi più grosse di montare piccoli hangar e stivare piccole navi da combattimento (con la possibilità di scegliere se guidarle in prima persona i farle manovrare dall’IA). Si potranno assoldare dei mercenari che combattano per noi.

- Nuovi tipi di starport (stazioni spaziali)

- Finalmente vedremo gli alieni!


Nella patch futura (2.3), prevista inizialmente per le festività invernali, saranno introdotti invece :

- l’editor per personalizzare il proprio avatar

- il multicrew: la possibilità di più giocatori umani di essere presenti sulla medesima nave.


Ed i crediti vanno a...
Il lavoro di questo articolo, che è riuscito ad entrare eccezionalmente nel merito di un titolo complesso e dalle mille sfaccettature come Elite Dangerous verrà come da prassi segnalato con un commento molto speciale per ringraziarne gli autori.

I nostri più sentiti complimenti!
Staff mmorpgitalia.it

Sito Ufficiale Elite Dangerous:
https://www.elitedangerous.com/
 
Ultima modifica:
#2
I due ragazzi che hanno di buona lena redatto per la comunity di mmorpgitalia questo articolo sono il reddatore @iPiv ed il curatore @Frigna73, entrambi appartenenti all'organizzazione (Rank: Doppia Elitè): DAVINCI CORP.
Mille grazie anche al nostro grafico @Belgarath per la stupenda immagine di copertina =)

Complimenti di nuovo e buona lettura a tutti di questo ottimo scritto!
 
Ultima modifica:
#4
quand'e' che si potra' andarsene in giro a piedi?
Ma cosa te ne frega di andare in giro a piedi? Semplicemente per avere un srv più lento?
O intendi visitare le stazioni? Perché sui pianeti a piedi è completamente inutile, tanto vale che vai con il srv a velocità minima se vuoi avere la sensazione di camminare
 
#6
devo dire che il power play non ha avuto molto successo. Sarebbe stato moto più bello se avessero dato ai giocatori la possibilità di formare proprie "corporazioni" con la possibilità di conquistare e mantenere sistemi stellari, come succede in EVE, ma per fare questo dovrebbero mettere in piedi una struttura di server dedicati costosa, trasformandolo in un vero e proprio MMO, invece di una economica connessione p2p e credo che questa cosa non verrà mai fatta.

comunque le stelle sono 400 miliardi, non milioni.
 
#7
Ma cosa te ne frega di andare in giro a piedi? Semplicemente per avere un srv più lento?
O intendi visitare le stazioni? Perché sui pianeti a piedi è completamente inutile, tanto vale che vai con il srv a velocità minima se vuoi avere la sensazione di camminare
quando verra introdotta questa possibilità, sicuramente ci saranno missioni in cui si dovrà entrare ed esplorare avamposti planetari oppure astronavi precipitate.
 
#8
andare a piedi in stazioni e all'interno delle navi aumenta l'immersivita'. ma anche fosse sui pianeti qual'e' il problema? senza contare l'espansione del gameplay come ha gia' detto govmy.
 
#9
andare a piedi in stazioni e all'interno delle navi aumenta l'immersivita'. ma anche fosse sui pianeti qual'e' il problema? senza contare l'espansione del gameplay come ha gia' detto govmy.
Ha già comunque più gameplay di un'altro spaziale dove cammini a piedi...cof cof NMS cof cof...
 
#13
Quasi 500 ore di gioco e ancora non ho il minimo sentore della noia, anzi esponenzialmente più gioco più mi vien voglia di continuare e andare avanti. Il major update prossimo è tanta roba, come quello di fine anno più un terzo a sorpresa garantito dalla Frontier. Modulo fps in lavorazione.
Chi si limita a vedere solo una simulazione erra semplicemente per il fatto che in questo gioco HAI LIBERTA' ASSOLUTA DI AZIONE. Il comparto multi è ottimo, giocarlo con amici e community è oltremodo entusiasmante.
Poi aò de gustibus o de filobus o de autobus è normale, per il resto c'è No Content's Sky eh.

ADD: dimenticavo, grazie e complimenti a chi ha scritto l'articolo.
 
#14
se vi piace il gioco dovete assolutamente provarlo in VR, e anche se non vi piace dovete provarlo lo stesso.
 
#15
Grazie, in effetti scrivendo l'articolo mi son dovuto trattenere dallo scrivere troppo, perché mano a mano che scrivevo mi accorgevo di come le cose da fare in questo gioco siano veramente tante. Alle volte siamo troppo presi dal vedere ciò che non abbiamo per non vedere il resto. Mi sono accorto che non abbiamo accennato alle CG (Community Goals), che danno ottimi spunti per fare guadagni e giocare in team, successivamente ai quali si creano nuove possibilità come la Jaques Station e l'avvio della Colony Community, tanto per citare un esempio.

Nessun accenno ai Dangerous Games che hanno di fatto messo, mesi fa, una contro l'altra intere comunità di centinaia di giocatori per contendersi la creazione in-game di una nuova Galaxy-Power.

E oltretutto mi sono dimenticato di accennare alle attività che vengono organizzate dalle comunità come la nostra, tra cui tornei, spedizioni esplorative in zone accennate in Galnet. O i veri e propri rompicapo che di tanto in tanto vengono pubblicati dalla Frontier per dare indizi di gioco che richiedono capacità di analisi molto particolari. Tipo usare algoritmi di decodifica di BASE64 per decifrare stringhe, che vengono risolti a livello comunitario.
 
#16
proprio oggi ho potuto giocarlo con il vive e... che dire... mai provato una sensazione simile tanto che la tentazione di spendere mille euro per quel trabiccolo di cavi che probabilmente userei solo per questo gioco comunque mi è venuta. Detto ciò ho bisogno delle carrier o delle multi crew perchè così per me rimane un problema godermelo in multiplayer avendo poco tempo a disposizione. Vedremo.
 
#17
Ma in open play è giocabile o ti ritrovi gankato appena metti il naso fuori ? Esistono "safe zone" dove farti le ossa ?
PS: complimenti per la recensione.
 
#18
In open è giocabilissimo, proprio per la vastità dei sistemi è difficile beccare qualcuno. Esistono posti più affollati che sono: le basi degli ingegneri, sistemi home di qualche gruppo, sistemi dove è un corso una CG o sistemi dove ci sono spunti per la storia principale (scoperte di artefatti alieni e simili). In questi posto giocare in open è più pericoloso perché c'è sempre in agguato il bimbominchia che attacca alle spalle senza chiederti se vuoi fare pvp, o chiederti il cargo. Purtroppo è da tenere in conto, si può sempre e comunque switchare in solo o in gruppo chiuso quando stai per arrivare.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:
#19
Purtroppo la scelta di condividere lo stesso universo tra solo e open mi ha smontato. Ho il lifetime pass di ED, ho 43 anni quindi ho giocato anche al primo ma così non ci riesco proprio . Che senso ha fare il pirata per dire, se nel frattempo ti stanno passando attorno grasse navi commercianti ma tu non le vedi perchè giocano in solo? Sono contento per voi e complimenti per il lungo articolo, è vero che c'è tanto da fare e apprezzo l'entusiasmo ma per me e credo per tanti altri questa scelta è castrante. Anche rispetto al poweplay, che senso ha il controllo territoriale se si può entrare in un sistema nemico completamente invisibili e fare i propri porci comodi. Boh, grande delusione per me....
 
#20
Ciao, la tua obiezione è una delle più discusse. Vedila così: Elite è studiato per essere un gioco di collaborazione più che di scontro. 2 gruppi di giocatori possono adoperarsi per conquistare lo stesso sistema andando nelle zone di guerra senza mai scontrarsi tra di loro. I combat bonds che guadagnano dalla guerra vanno a definire l'esito della guerra stessa e quindi alla fine chi dei 2 gruppi ha pestato di più farà emergere la propria fazione. La possibilità di scontrarsi in open è appunto una scelta, che deve essere accettata da entrambe le parti, quindi se un Elite del primo gruppo decide di andare in open è scontrarsi con giocatori reali si scontrerà effettivamente con un'altra Elite di giocatori fittati e consenzienti di fare pvp. Il problema di cui parli, cioè quello di fare il pirata è da analizzare sotto diversi aspetti. Primo: il sistema di taglie. In Elite se uccidi qualcuno in uno dei miliardi di sistemi, acquisisci una taglia (che di solito è irrisoria) che vale solo nel sistema stesso. La polizia non ti bracca realmente, quindi di fatto è come non aver commesso reato. Senza un sistema che ti fa vivere da recluso e che ti bracca seriamente, costringere i giocatori a subire la mania di distruzione gratis che i giocatori più esperti (o semplicemente quelli che hanno più tempo per giocare) ti riversano addosso solo per il gusto di avere la nave più figa e forti del fatto che non subiranno conseguenze, farebbe scappare moltissima gente. L'open è una possibilità e se ci vai sai che ti scontrerai con altri che sono al tuo livello. Come detto nell'articolo, Elite non è una mega arena PVP e andare in giro a shottare la gente non ha niente di GDR. Se i pirati si comportassero come tali, intimandoti di darti parte del cargo ed evitando così la taglia giocherebbero molti di più in open.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
Alto