Epic Fail dell'Anno

Quale Secondo voi è l'epic fail più clamoroso dell'anno?

  • ArcheAge

    Votes: 4 1,6%
  • ArenaNet

    Votes: 85 33,7%
  • Blizzard Entertainment

    Votes: 35 13,9%
  • Darkfall Unholy Wars

    Votes: 17 6,7%
  • FireFall

    Votes: 10 4,0%
  • SimCity

    Votes: 29 11,5%
  • Trion Worlds

    Votes: 10 4,0%
  • Warhammer Online

    Votes: 62 24,6%

  • Total voters
    252

Phoenix

Super Postatore
Scrivo anche qui quanto detto nell'altro topic:

Non voglio sembrare la pecora che segue il gregge, ma anch'io dico senza ombra di dubbio Arenanet .
Avevano in mano un gioco con delle potenzialitá e premesse da far impallidire tutta la concorrenza ma, purtroppo per loro ma soprattutto per noi, hanno sacrificato quanto di buono vi era alla release, sull'altare del guadagno.
Hanno voluto attirare sempre più giocatori, e nel momento in cui hanno avuto un playerbase enorme, hanno cominciato a volerci lucrare con meccaniche da cui loro stessi avevano detto di essersi dissociati.
Avendo in mente il "manifesto", assurdamente ancora disponibile sul loro sito, ci si può accorgere
delle dimensioni di quellla che è la più grande presa per il culo degli ultimi anni, vidoeludicamente parlando.
. Spero sinceramente che cambino filosofia. Tuttavia dubito, la strada intrapresa ormai è quella e visto che ci stanno guadagnando i milioni con il tp, non torneranno certamente indietro.
Personalmente ho freezato e continuo a rovinarmi il fegato su Lol. Almeno la riot ha mantenuto la sua coerenza e qualche decina d'euro ogni tanto ce la spendo volentieri per skin, ma Anet da me dopo i 60 eur della scatola non vedrá più neanche un centesimo.

Volevo precisare che la parola fail, in inglese ha un significato leggermente diverso da "fallimento" in italiano. Non si intende solo il mero fallimento economico, che in questo caso non c'è stato, anzi. Ma piuttosto e soprattutto una grande cantonata presa sotto gli occhi di tutti, in altre parole, una figura di merda, un pò come è successo alla Blizzard con Diablo 3. Anche in quel caso sono stati venduti milioni di copie, decine di milioni di euro incassati, eppure anche in quel caso c'è stato un clamoroso epic fail.
Quindi queste le ragioni del mio voto ad Arenanet
 

Francesco17

Postatore
Ho votato War in quanto avevo a disposizione un solo voto, altrimenti sarebbero state molte le software houses segnalate. Partendo dal suddetto credo che si potrebbero spendere fiumi di parole e non si sarebbe comunque in grado di dare un'idea dell'immane figuraccia che Mythic ed EA hanno fatto nello sviluppo prima e nella gestione dopo del titolo. Prescindendo dal discorso dell'avere letteralmente cestinato il miglior lore possibile ( forte di una costruzione pluriennale da parte di GW), credo sia d'uopo parlare di come non si sia riusciti a capire che sarebbero bastate poche ma mirate modifiche al gameplay per definire il vero WoW-Killer. Gli assedi sono stati troppo spesso la croce e molto poco la delizia del gioco, le classi sono sempre state sbilanciate, le quest mal gestite. Un disastro insomma. Ma che sarebbe stato evitabile se solo avessero ascoltato la community, la vera forza di propulsione del gioco: fan accaniti, amanti del gioco, non semplici cavallette avide di ending-game e gear, masse questuanti al di fuori dei cancelli della casa di produzione invocanti modeste ma decisive migliorie. Ed invece i produttori sono avanti avanti per la loro strada dissestata, senza una meta concreta, cercando di tirare avanti il carretto ad ogni buca, interruzione di asfalto o scomparsa di sentiero. Ma si sa, a lungo andare la mancanza di lungimiranza si paga, ed alla fine ci si è ritrovati di fronte ad un muro di roccia invalicabile, senza soluzione di continuità. E persino in quella situazione disperata si è palesata una variante alternativa, quella del f2p, tanto invocato dalla fanbase quanto da potenziali giocatori intimiditi dal dramma portato in scena dalla software house, nemmeno presa in considerazione per un secondo. Aggiungiamo un tantino di superbia, un po' di caos all'interno di Mythic, paralleli incidenti nell'ambito massivo da parte di EA e la ricetta è stata pronta: chiusura, netta ed irrevocabile, l'exitus di un prodotto in agonia dal giorno 1, la peggiore pubblicità possibile in vista di progetti futuri. Non mi sento nemmeno di chiamarlo "epic fail" dal momento che l'accezione dell'espressione è ironica e non ci vedo niente di ironico nella storia di questo prodotto videoludico. Senza ombra di dubbio War.
ArenaNet viene immediatamente dopo, con una storia tanto drammaticamente speculare a quella del suddetto da farci temere in un analogo destino. Partiti in pompa magna, e debbo dire anche spinti da noi giocatori, superbi e tracotanti nella speranza del gioco definitivo, hanno letteralmente disintegrato le promesse fatteci. L'e-sport non è mai esistito, la guerra tra reami men che meno, intere gilde che hanno abbandonato precedenti giochi per gettarsi nell'esperienza GW2 hanno dovuto chiudere i battenti e si sono ritrovate con un pugno di mosche. Sicuramente un "epic fail" nel vero senso del termine, una presa in giro nei confronti di un pubblico mai scettico, che ha sempre accettato ben volentieri le decisioni di ArenaNet ed anzi ha giocato in suo favore amplificando l'hype attorno al titolo e richiamando un numero maggiore di players interessati. Una brutta figura decisamente.
Per quanto riguarda Blizzard credo vi sia bisogno di effettuare una distinzione tra WoW Pandaria e Diablo III. Il primo è sempre lo stesso titolo: l'espansione non ha tolto niente ed ha aggiunto poco ad un gioco che riesce comunque a farsi sempre rimpiangere dopo un po' di tempo passato lontano da Azeroth. Con Diablo invece è accaduto qualcosa di inevitabile, parzialmente occorso ad ArenaNet con GW2: l'hype attorno al gioco ha finito col consumare il prodotto finito, apparso agli occhi di ognuno di noi come un titolo incompleto, non perfettamente rispondente alle nostre aspettative e dunque attiratosi le antipatie di una parte dell'utenza. Se a questo aggiungiamo i problemi col PvP e lo scomodissimo paragone col predecessore abbiamo ben chiara l'idea del parzialissimo "fallimento" del titolo Blizzard.
Peggio ha fatto sicuramente Trion, la quale ha perduto molto di appeal dopo l'ascesa dell'ottimo Rift e si è trovata con troppi progetti in mano e nessuno realmente sviluppato a dovere. Defiance è nato male, privo di mordente e fascino, non ha fatto presa e sappiamo tutti come è andata a finire: il mercato è fatto di domanda e offerta, non sorprende dunque l'attuale costo del titolo.
Sugli altri titoli non mi esprimo, non avendo in mano un numero sufficiente di elementi tali da poter giudicare l'operato delle SH.
 

Apocalipsum

Spread your legs Yennefer
  1. Il necromancer, che premetto non ho mai giocato, non lo ho mai capito... alla fine quando lo vedevo andare in giro con tutta quel seguito mi sembrava di vedere una di quelle scene allucinogene di Paprika. Cose che la sera seduto nella tua stanza mentre giochi ti fermi un attimino per fare un giretto a 360° con la sedia per vedere che vada tutto bene :afraid:.

Sei un genio cazzo
 
Alto