Frammenti di memoria

Rafastio

Lurker
Il ragazzo alzo la mano in segno di Halt e tuono :
"Vecchio cosa stai blaterando ?"

Un vecchio correva affannato verso i due viandandi che vedendolo si erano fermati sul ciglio della strada .

" un idea , semplicemente un idea ! , e' come qualcosa di fluido che ti entra nella testa e ti parla con parole soavi , facendoti ammattire ecco cosa e' successo laggiu "

l'anziano si asciugo la fronte , schiocco la lingua e dopo aver trangugiato del vino offertogli continuo .

" tutto e' cominciato con una semplice parola , immonda e pesante , si e' incuneata nella testa del nostro sacerdote e da quel giorno non e' piu stato lo stesso ! e' lui ! ci ha portato alla rovina ed e' per questo che abbiamo dovuto farlo !"

i suoi occhi vagavano folli senza una meta precisa , come se stesse cadendo in un baratro oscuro .

" gli abbiamo tagliato la lingua , continuava a parlarci e la gente del villaggio cadeva , l'abbiamo bruciata e gli abbiamo cucito la bocca con del budello di maiale ! , ma lui continuava anche senza lingua , e poi i suoi piccoli occhi neri ci fissavano e ci trapassavano era impossibile continuare cosi , con dei tizzoni ardenti lo abbiamo accecato ma il suo sguardo rimaneva su di noi , mi capisci ? "

" il villaggio era in pericolo , le nostre bestie cadevano le nostre figlie venivano trovate morte e deturpate , lui era sempre la rintanato nel suo tempio a vegliare su di noi , non potevamo permettergli di spostarsi , lo abbiamo incantenato ma ancora continuavano a morire , abbiamo dovuto tagliargli gambe e braccia affinche non avesse potuto piu muoversi e nuocere al villaggio , non volevamo ucciderlo ! mi capisci ? noi siamo povera gente ma non uccidiamo ! "

" Ma ora ... ma ora non abbiamo piu nessun sacerdote che ci possa aiutare , voi sapete dove poter chiedere aiuto ? vi prego il mio villaggio ... "

Il piu anziano dei due viandanti mise la mano sulla spalla del giovane .

" Hai avuto fortuna mio signore io e mio nipote siamo in viaggio , ma ci fara piacere fermarci qualche tempo al tuo villaggio per risolvere il problema , lui e' giovane ma e' gia un sacerdote ai miei occhi , entrambi siamo ben lieti di accompagnarti "

l'anziano sorrise alzo la mano e con uno scatto fece cenno di seguirlo prima di riprendere la strada da cui era arriva .

Il giovane titubante si rivolse allora zio .

" Zio , quel vecchio ...."

lo zio annui .

" Si Ganth , ricorda bene le mie parole , non vi e' pieta' per chi non ha Dio , la bilancia giudichera le loro azioni e chi ha voluto tutto' cio' , non e' un caso che quel vecchio sia stato spinto a venire da noi che viaggiamo da giorni in incognito , prepara le tue armi che andiamo a recuperare qualche mattone per il grande muro . "

Il giovane degluti

" volete ucciderli ?"

lo zio strinse la mano che poggiava sulla sua spalla

" voglio fare luce in tutto questo , estirpare la creatura che ha portato tale immonda corruzione e portare giudizio tra quei folli senza fede , il nostro signore guidera' le nostre lame e nutrira' i focolai , la creatura sa chi siamo , prima dell'arrivo al villaggio fai mandare un dispaccio se dobbiamo finire in una trappola e' bene portarsi dietro qualche spada in piu , avvertili di non avvicinarsi al villaggio ma di stare in zona "


fuoco ... urla e fumo ...

Ganth si sveglio sudato nella stamberga in cui alloggiava , si sentiva il chiasso del mercato di Neverwinter , il sole era gia alto e lui non avrebbe piu trovato riposo quel giorno , ricordi dal passato rosicchiavano la sua testa , sempre piu vividi , sempre piu intensi ...

" Qualcuno busso alla porta con forza e bercio delle frasi miste a insulti "

" muoviti che sei in ritardo ....come primo giorno recluta hai cominciato veramente male ... ! "
 
Alto