GDR: A Nord

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Grant Mills

Lurker
Eccoci qua per un altro topic di gdr, questa volta aperto unicamente alla gilda. La storia la trovate a seguire, aspettiamo qualche giorno che postino tutti gli interessati a aprtecipare, poi cominciamo col gdr vero e proprio. Ovviamente, chi mancasse l'inizio, può sempre trovare il modo di agganciarsi successivamente.

Notate che questa volta non abbiamo alcun esercito al seguito, saremo un piccolo gruppo, quindi questo topic gdr avrà uno stampo diverso dal precedente.

Andiamo a cominciare;)

--------------------------------------------------------------

Il cielo, quella notte, era limpido, neanche un accenno di nuvola copriva il mare di stelle. La luna illuminava il paesaggio, e non sarebbe stata necessaria la luce del fuoco da campo per permettere alla sentinella di guardarsi intorno e vegliare sull'incolumità dei suoi compagni. Ma nella Desolazione del Caos, i fuochi non si accendono per illuminare. Accendere un fuoco è una sfida, vuol dire che quei viaggiatori non temono le creature della notte, che sono abbastanza forti da respingere qualsiasi orrore corrotto che possa emergere dall'oscurità. Per la maggior parte delle mostruosità senzienti della Desolazione, un fuoco è un avvertimento. Per quelle non senzienti...beh, il secondo avvertimento era l'acciaio delle armi.

Kaladai stava giocherellando con i suoi raffinati pugnali elfici. Le sue due ore di guardia erano quasi finite, e faticava a trattenere la noia. L'assassino aveva un temperamento inquieto; sopportava a fatica qualsiasi attività richiedesse calma e pazienza. Improvvisamente, il fuoco davanti a lui avvampò di verde. Per prima cosa, pensò che dovesse trattarsi di un sogno. Poi, semplicemente, non fu in grado di pensare a nulla, mentre la sua consapevolezza veniva risucchiata dai vorticanti colori di quello che un tempo era un innocuo fuoco da campo.

Immagini, veloci come il vento del nord. Un immenso bosco di abeti, campi di barbari illuminati dalle torce e dai falò, una catena di montagne imponenti e selvaggie, una caverna scavata nella roccia, un enorme essere mezzo drago e mezzo gigante. Poi la voce, sempre quella voce, calma ma stroaridnariamente feroce. "Trovalo, Kaladai. Trova Harghon, e ricordagli del suo debito. Ricordagli che, quando il suono dei tamburi da guerra scuoterà l'aria, lui dovrà scendere a sud insieme alle mie armate. Un vincolo è eterno, elfo, come sai bene anche tu". Una risata che si spegne lentamente, poi di nuovo...

...la luce del fuoco, a pochi centimetri dal suo volto. Kaladai si ritrasse velocemente dal calore, il volto imperlato di sudore. Urlando, svegliò i suoi compagni. Anche loro dovevano sapere, visto che anche loro erano vincolati a partire. A nord, inseguendo una leggenda.
 

Cromak

Lurker
GDR ON:Urfang non era mai stato in quel luogo che i suoi alleati chiamavano col nome di "Desolazione del Caos",ma il loro atteggiamento guardingo e l'atmosfera che alleggiava da quelle parti gli suggerivano di stare in guardia.Infatti,prima di coricarsi all'interno nella tenda che gli era stata assegnata,egli aveva indossato l'armatura ad anelli appendendo al suo fianco il suo stiletto e un altro lungo coltello.Inoltre aveva sistemato accanto a lui anche l'arco e la faretra piena zeppa di frecce.Tutto questo nel caso subissero un attacco notturno,dal quale non voleva venire essere colto impreparato. Improvvisamente un urlo proveniente dall'esterno lo svegliò di soprassalto.Inizialmente non riuscì a riconoscere subito quella voce poichè i suoi sensi era ancora intorpiditi dal sonno,ma dopo qualche secondo realizzò che era quella di Kaladai.Velocemente,balzò in piedi,si infilò la faretra e prese in mano l'arco per correre fuori dalla tenda e affrontare la minaccia che aveva costretto l'elfo oscuro a svegliare il gruppo. "Kaladai,dimmi zol' ki ci attak' e dove zi trov' e io lo kolpirò con una mia....!" urlò Ufang interrompendosi:non c'erano segni di un assalto ne tantomeno di nemici;intorno a lui c'erano solo gli altri componenti della spedizione appena alzati e il rumore scoppiettante del fuoco da campo."Quest'ultimo si trovava vicino a Kaladai,che era in piedi e col viso madido di sudore.Nonostante aveesse notato questi particolari,nulla lo trattene dall'esprimere il suo disappunto all'elfo oscuro:" Zper' proprio ke tu abbia dei buon motiv' per zvegliarc' durant' la notte e zenz' un apparent' motiv',Kaladai! Dal tono della tua voc' ed ezzend' il tuo turn' di guardia,avevo penzat',e forze non zon' il zol',a kizza qual' attak' notturn'!Uff...Komunqu',qual'è il problem'?. Dopo aver estarnato il disagio provacatogli dal brusco risveglio,il goblin fissava attentamente Kaladai aspettando che si spiegasse di fronte a lui e al resto del piccolo gruppo. GDR OFF:Scusami Grant,ma non avevo capito che bisognava iniziare come nell' altro topic gdr.
 
Ultima modifica:

Drumhil

Lurker
Uff...per gli dei, che diavolo succede?Forse ci attaccano?
Eragath guardò Kaladai impugnando la sua grossa ascia
 
Ultima modifica:

Grant Mills

Lurker
GDR OFF:Scusami Grant,ma non avevo capito che bisognava iniziare come nell' altro topic gdr.
Np, solo che mi avevate lasciato interdetto:asd:

GDR ON

Kaladai era piuttosto stupito che il primo a rispondere fosse stato il piccolo goblin, e non uno dei campioni di Tzeentch veterani di mille battaglie. Forse era un residuo dell'istinto animale, ancora forte in una razza primitiva come quella dei pelleverde, o forse era l'abitudine a vivere all'aperto...forse, come nella sua società, tra i pelleverde tutti dormivano con un occhio aperto per evitare di finire ammazzati nel sonno. Non lo sapeva; ma sicuramente i pelleverde erano riusciti a sorprenderlo. "D'altro canto, se Tzeentch l'ha scelto, un motivo ci sarà...."

Poi, a alta voce: "Aspetta che si riuniscano tutti, Urfang....parlerò una sola volta" Nel frattempo, altri guerrieri si avvicinavano al fuoco, più o meno irritati per la sveglia nel cuore della notte.
 

Tolaria

Lurker
GDR ON

Aegion era sveglio e stava guardando il cielo limpido, conscio che tra non molto sarebbe toccato a lui il prossimo turno di guardia...Aveva riposato un po', non molto a dir il vero, più che altro aveva meditato sulla giornata appena trascorso, organizzando la mente affinchè fosse libera e sgombra, pronta a prendere decisoini veloci in caso di un eventuale attacco....
Si rendeva conto di essere un tutt'uno con il paesaggio circostante, le sue vesti di cuoio nere lo mimetizzavano alla perfezione nell'mbra della notte, seppur illuminata dalle stelle...Non si trovava vicino al fuoco infatti, nemmeno vicino alle tende in cui dormivano gli altri compagni...Non era un amante della compagnia, chiaramente come tutti i guerrieri sapeva che da soli non si può vincere una battaglia campale, ma i momenti di tranquillità preferiva passarli da solo, riposando o allenandosi con le spade..

Improvvisamente sentì il respiro di kaladai farsi affannoso e percepì un piccolo grido che sicuramente avrebbe svegliato i suoi compagni dal sonno più leggero. Lui da elfo scuro poteva vantarsi di avere un ottimo udito, ma degli orchetti e dei goblin del suo seguito non si poteva dire altrettanto, almeno non tutti.

Furtivamente e velocemente si mosse verso la zona di bivacco, mantendo le mani sull'impugnatura delle spade, ma arrivato con sua sorpresa non trovò nulla di strano, se non kaladai un po' sbigottito ma che aveva ripreso qusi completamente il controllo di se, e un goblin, forse un certo Urfang, con il quale non aveva mai parlato prima, ed effettivamente ora che lo sentiva parlare si ricordò il perchè.

*sogghigno*

Arrivò giusto in tempo quando il goblin stava finendo di parlare, sentì Kaladai rispondergli, ma non disse nulla al momento...
aspettò un minuto, forse due restando a una decina di passi dal fuoco, ma poi preso dalla curiosità si avvicinò al gruppetto, e rivoltosi a Kaladai chiese:

"Cosa passa nella tua mente figlio di khaine, da credere necessario il risveglio dei tuoi compagni nel bel mezzo della notte? Credo tu abbia di sicuro un buon motivo, noi non agiamo mai per nulla...O forse una follia omicida ha risvegliato la tua voglia di combattere nel pieno della notte?"

*ride*

" ad ogni modo ero pronto a darti il cambio, quindi se fosse solo stanchezza la tua non ti preoccupare, resto io a sorvegliare per la nostra incolumità"
 

Grant Mills

Lurker
GDR OFF

Ohi raga ma siete scomparsi?:asd: Su, qualcun altro che si unisca, forza. Ad ogni modo, domani porto avanti la narrazione, eventuali ritardatari si uniranno durante il viaggio, presumo
 

Grant Mills

Lurker
Kaladai guardò leggermente sconsolato il piccolo gruppo che si era radunato intorno al fuoco. "Cacciatori di Draghi Ogre, huh? Ci passerà sopra senza neanche accorgersene". Comunque, non avevano molte scelte, quindi espose la situazione ai suoi compagni.

"Ho ricevuto un'ordine, da molto in alto" disse con un ghigno sardonico, "dobbiamo recarci a nord e trovare un Dragonogre di nome Harghon. Anche per lui, è tempo di scendere in battaglia. Se non avete domande, preparate i bagagli, partiamo subito....e vi avverto, non sarà una passeggiata".

Si fermò un attimo, poi riprese a parlare.

"Aegion, invia un falco con un messaggio al campo base. Voglio che chiunque sia in grado di mobilitarsi rapidamente lo faccia e ci raggiunga"

GDR OFF Così, se qualcuno vuole unirsi in corsa, ne ha la possibilità.
 

Tolaria

Lurker
Aegion si soffermò a riflettere per un'attimo su quelle parole...'da molto in alto eh!? ad ogni modo è meglio fare come dice, la faccenda mi incuriosisce'.

"il falcò è pronto a volare Kaladai, anzi.......FREME. Quanto a noi, se la partenza è così immediata devi avere le tue buone ragioni...spero tu voglia renderci partecipi del tuo sogno...ma il cammino è lungo, ed il tempo non ci mancherà"

Con un cenno del capo torna nell'ombra e si avvicina a khaada, il suo falco dal becco incredibilmente uncinato sussurrando al suo orecchio " vola triste amico, porta questo messaggio al campo base e fatti trattare come si deve, altrimenti sarà la rovina di chi non si sarà preso cura di te"

Allungando il braccio verso il ciele fece capire al falco di partire, e poco dopo nemmeno l'occhio attento d'un elfo avrebbe potuto scorgerlo..

Aegion allora andò a prendere le sue poche cose e tornato davanti al fuoco, aspettando gli altri, cominciò a lucidare le lame delle sue spade.
 

Drumhil

Lurker
Un drago ogre!Non ne ho mai cacciato uno di loro, ma a quanto pare dovrò continuare così se è importante averlo vivo

Eragath si rimise l'ascia in spalla e disfò il giaciglio arrotolando la coperta e legandosela alla cintura.Si calcò in testa l'elmo (l'unica parte rimovibile della sua armatura del caos) e mandò un lungo fischio.Appena ebbe smesso un cavallo completamente bardato trottò nell'accampamento e gli si fermò davanti.Mentre saliva in sella disse a Kaladai con un ghigno

Allora partiamo oh no?
 

Cromak

Lurker
GDR ON:"Andar' alla ricerk' di un drago ogre kon cui dizkuter',kiamar' rinforz' dal kampo bas'.... Kaladai deve aver ricevut' quezta rikiezt' da verament' molto in alt' per correr' e far correr' a noi un rizk' zimil'. Di zikur' ora ha pienament' riakquiztat' la zua zolit' fredez' da elfo ozkur'..." Pensò Urfang dopo aver sentito la spiegazione di Kaladai e dopo averlo sentito parlare con un altro elfo,che aveva chiamato "Aegion". Poi,dopo essersi scosso dai suoi pensieri,si rivolse nuovamente all'elfo oscuro:" Kaladai,è zikurament' una mizzion' molto rizkioza e komplikat' ma zembri zikur' di te ztez' e di kolui ke ti ha dat' quezt' ordine. Perciò,poikè ho tutto quello ke mi zerv' kon me,ti zeguirò zenz' ezitazion' o ripenzament'.Ma ze vuoi ke ank' io raggiunga velocement',e inziem' agli altr', -s'interruppe un momento per guardare Eragath sul suo destriero mentre asserriva di essere pronto a partire e riprese il discorso interroto- avrò bizogn' di un....pikkol' aiut' ze zai a koza mi zto riferend'...". Anche se non lo lasciava trasparire, dentro di sè il goblin sperava che Kaladai cogliesse il senso dela sua richiesta e la accogliesse perchè da quest' ultima dipendeva la sua presenza nella "battuta di caccia". GDR OFF:Spiego alcune cose del mio post. Urfang si è portato dietro solo l'armatura e le armi che indossa,quindi è già pronto a partire. La richiesta a cui allude è di salire su un cavallo insieme a qualcuno, visto che non ha squig(e non ne è un allevatore)o un lupo e da solo non saprebbe guidarlo(ne ci arriverebbe :D).Da quello che ho capito finora, mi sembra che vogliate raggiungere in fretta la tana del drago-ogre. Se mi sbaglio,e volete andare a piedi,basta un semplice rifiuto con una brevissima spiegazione gdr ;).
 
Ultima modifica:

Clawdio

Lurker
GDR OFF ok il mio pg è uno sciamano goblin e parto dal campo base, il bg lo farò in seguito col passato del pg dato che oggi non ho tempo

GDR ON
Crumorn stava meditando nella sua piccola tenda al campo base, piccoli vasetti di "essenze" ai funghi allucinogeni circondavano il circolo, con strani segni orcheschi, sopra il quale stava fluttuando lo shamano immerso nel grande verde.
Il suo vestito era fatto di pelle di squig fatta fare a un mandriano con la forza, si era divertito a terrorizzare il povero diavolo con la minaccia di schiacciarlo sotto il piede di mork o alzarlo con la sua mano,dopo il lavoro stranamente il pastore era stato trovato in piccoli pezzi compressi da un gigante in cima a una rupe altissima inaccessibile per un simile bassotto ; inoltre il goblin aveva un lungo cappuccio a punta in cuoio marrone che gli copriva parte del naso adunco e bulboso. La sua veste era cinta da una volgarissima coda intrecciata di filamenti di radici sotterrane e il suo bastone aveva intarsiato una testa di uomobestia sulla cima con vari ninnoli mostruosi attaccati alle corna.
Anche se l'ora era tarda infatti il goblin preferiva consultare i suoi antenati per "Zkoprire nuove mozze per uccidere i tapponz",sentiva il fluire del energia regolare,per quanto lo possa essere un'energia prodotta dall'animosità orchesca, con gli occhi chiusi cercava di focalizzare "i vekki verdonz" quando ad un tratto un forte bagliore gli fece perdere la concentrazione , risvegliandosi bruscamente.
Apri gli occhi improvvisamente , inarcò indietro la testa come se lo avessero colpito con un desto in pieno volto e per poco non cadde a terra.
"Qualkoza di potente ha interferito con la mia maggia,"-pensò"prezto avremo roba da zpakkar", e con una aria trionfante uscì a cercare il suo lupo nella notte.
Dall'alto senti un il verso di un falco e quando vide che portava una dispensa"Ztupido falko zei troppo lento a zcendere" detto questo una sfavillante enregia fuoriusci dal suo bastone colpendo il rapace che,colpito a morte cadde a terra facendo precipitare al suolo la lettera.
Raccolta ol verdonzo la lesse velocemente, era di kadalai il suo capo e chiedeva immediati rinforzi per compiere la volontà superiore. Eccitatò Crumorn senza neanche avvertire gli altri al campo base buttò a terra il messaggio e salito in groppa al suo lupo grigio parti sotto il chiarore delle due lune ghignanti..
 
Ultima modifica:
Betzejar si trovava nella tenda degli ufficiali e stava conferendo con il suo mentore, lo stregone Khazalid (non avevo voglia di andare a ricercare il nome dato in precedenza allo stregone) di uno strana visione avvenuta mentre riposava la stessa notte.

Harghon è una creatura antica e molto potente, la sua conoscenza del mondo va ben oltre le vostre misere nozioni, è un maestro nel combattimento e possiede doti magiche conferitegli dagli stessi principi del Warp.
Il problema non sarà raggiungerlo, ma convincerlo ad appoggiare la nostra causa.
E' una missione rischiosa in quanto potreste finire per venire tutti uccisi, ma bisogna valutare il fatto che avere come alleato una creatura come lui porterebbe tutti suoi seguaci ad unirsi alla nostra armata e ciò ci farebbe diventare praticamente inarrestabili.
Preparati Betzejar, l'adunanza è imminente.

Un ultima cosa, tieni questo oggetto, ti sarà utile una volta che lo incontrerai hehe.


Il campione ringraziò il suo mentore sempre prodigo di buoni consigli e uscì dalla tenda.

Dopo aver camminato per raggiungere il suo destriero scorse una creatura a terra che somigliava ad un uccello e si avvicinò per esaminarlo meglio.

Che diavolo ci fa un falco morto qui per terra...non è un buon segno.
Un momento, sembra che ci sia un foglio di fianco al cadavere.


Betzejar lo lesse con attenzione e senza perdere un attimo saltò in sella al suo cavallo e lo spronò a tutta velocità verso nord.

Questo è il segnale, l'adunanza è vicina. pensò.
 
Ultima modifica:

Ghazghkull

Lurker
mi unisco anchio ditemi se sbaglio qualcosa

(allora so che mi direte molto lol)


Gromork era ormai stufo di viaggiare stupidamente, si sentiva preso in giro dalle sue visioni che lo conducevano verso un luogo che gli sembrava irraggiungibile... le sue gambe erano stanche, il suo mantello pesava e non dormiva da molto tempo. Dopo poche ore però vide un cinghiale, era corazzato, vide le sue zanne decorate con placche di metallo, la sella rozza ma piena di amuleti e simboli, e l'enorme stazza perfetta per il suo corpo maestoso.

Gromork saltò addosso al cinghiale cercando di rubarlo... tanto nessuno lo avrebbe trovato in quella foresta sperduta e lasciarlo libero sarebbe stata una follia, un animale tanto forte e soprattutto era già abituato a combattere probabilmente. L'orco afferrò la bestia per il collo e con tutta la sua forza cercò di tenerlo fermo, ma dopo pochi secondi notò un bagliore sospetto nei suoi occhi ed appena Gromork ci salì sopra cominciò a correre furiosamente come se fosse posseduto. il pelleverde non sapeva se essere felice di aver trovato un animale del genere o spaventato per la sua forza fuori dal normale, ma dopo qualche centinaio di metri l'orco si sentì molto stanco e svenì saldamente aggrappato alla bestia.

Si risvegliò molte ore dopo, notò solamente il cinghiale accanto a lui per il suo odore insopportabile, ma sapeva di trovarsi molto lontano da dove partì.


ora devo trovare un modo per farlo unire al gruppo... lo so la storia del cinghiale è banale ma mi fa troppo ridere un orco aggrappato ad un cinghiale assatanato che attraversa un bosco :asd:
 
Ultima modifica:

Grant Mills

Lurker
GDR OFF Alt alt alt. Blood hai mancato l'inizio del topic, dovrai unirti in corsa come Clawdio e Ghazghkull (ergo edita il tuo post;)). L'aggancio è il messaggio inviato dal falco: attualmente è a terra, dove l'ha lasciato il pg di Clawdio, presumo che uno di voi due possa torvarlo senza problemi. Dopodichè, ci incontriamo tra un paio di post, giusto il tempo di scrivere i vari post di partenza.

GDR ON

"Allora partiamo oh no?"

Kaladai sorrise. Sempre la solita irruenza. Poi rivolse la sua attenzione al goblin, valutando il modo migliore di risolvere il problema.

"Urfang, temo che il ronzino di Eragath non sia in grado di portare un peso superiore alla ferraglia che indossa il suo padrone, quindi viaggerai con me." Richiamò il suo splendido destriero elfico nero, quasi indistinguibile nell'oscurità, quindi saltò in sella con un'agile piroetta. L'istante successivo, afferrò senza troppi complimenti il piccolo goblin, e lo depose davanti a lui, in modo che fosse in grado di reggersi senza cadere. Il suo mentore l'avrebbe certamente deriso se l'avesse visto cavalcare insieme a un goblin, ma i tempi cambiano, e aveva già spedito il suo mentore qualche metro sottoterra.

Si rivolse agli altri.

"Tutti pronti? Bene, a nord!"
 
Ultima modifica:
Gdr Off:
Ho editato, ora Grant sta a te farci incontrare! :p

Ho editato una seconda volta, mi sono accorto che mancava qualcosa hehe.
 
Ultima modifica:

Tolaria

Lurker
GDR ON

Aegion non appena vide che tutti erano pronti a partire ripose le lame nel loro rispettivo fodero, e con un fischio stridulo e acuto richiamò lo stallone nero che aveva comprato qualche anno prima nei territori arabi, tra la costa nuova e il vecchio mondo..Un compagno che non lo aveva mai deluso in battaglia, agile, e muscoloso, veloce e incredibilmente nero.

Anche lui, vi montò in groppa con la tipica agilità dei dark elf, e si unì al gruppo, in procinto di partire.
 

Grant Mills

Lurker
Quando tutti furono in sella, Kaladai spronò il cavallo assumendo la testa del piccolo gruppo. La luna era alta e luminosa, e non ebbe problemi a guidarli senza incidenti fino all'alba. Con lo spuntare del sole, apparve anche in lontananza la prima tappa del loro viaggio: la tetra sagoma del Dragonskull Pinnacle.

Questa particolare conformazione rocciosa, un immenso sperone di roccia che si innalzava dal nulla della desolazione circostante per quasi duecento metri, prendeva il nome dal teschio di drago che, rozzamente impalato, ne adornava la cima. Nessuno sapeva chi l'avesse posto là, anche se pochi esseri mortali sarebbero stati in grado di sollevare un simile peso a una simile altezza. La maggior parte delle storie, di conseguenza, parlavano di un possente Divoratore di Anime che, sconfitto il suo avversario draconico, aveva voluto umiliarlo e schernirlo in questo modo. Ad ogni modo, Dragonskull Pinnacle era un punto di riferimento noto a quasi tutti i viandanti della desolazione, ed era proprio là che Kaladai aveva dato appuntamento agli altri.

Il piccolo gruppo raggiunse la guglia di roccia mentre si approssimava il tramonto. Dopo aver deposto il goblin a terra, Kaladai scese da cavallo, detergendosi la fronte prima di concedersi un lungo sorso dalla sua borraccia. "Aegion, Urfang, fate un giro di ricognizione per cercare eventuali minaccie nelle vicinanze. Vedete se riuscite a cacciare un pò di selvaggina non troppo mutata nel frattempo, almeno questa sera potremo concederci un piccolo lusso. Non credo che ci capiterà spesso, nei prossimi giorni. Eragath, noi due intanto cominciamo a montare le tende....credo che passeremo il resto della giornata, e anche la notte, qui".


GDR OFF Blood, Ghazghkull e Clawdio, potete inserirvi qui se volete;)
 
Ultima modifica:
Il possente destriero demoniaco percorreva le desolate terre delle malelande con una velocità insolita per la sua mole. La sua muscolatura color cremisi risaltava sotto la luce crepuscolare del sole che tramontava e la sua bardatura era finemente ornata con rilievi che ricordavano piume e becchi di uccello in onore del grande signore del mutamento, rimanendo sempre tetra e gothica allo stesso momento.

Dovrei quasi esserci...è quasi tutto il giorno che galoppo nella direzione indicata dal messaggio.
Ecco, mi sembra di scorgere delle luci di un fuoco da campo in lontananza.
Haaaaa!
e con l'ultimo urlo spronò il cavallo in quella direzione, estraendo nel frattempo la spada per non essere colto alla sprovvista nel caso non risultassero essere i suoi "compagni".
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto