GDR: A Nord

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Ghazghkull

Lurker
GDR on:Gromork non ascoltò Aegion, vide solo la sua partenza, si chiese quanto possa restare uno come lui in foreste come quelle, sicuramente le conosceva meglio di lui, ma l'orco era stufo di aspettare, le arpie non lo avevano soddisfatto abbastanza, voleva far fuori qualche bestia. Affilò la sua zpakka con delle pietre che teneva in un taschino e la provò contro uno dei rami raccolti per le torcie, si ruppe facilmente. passarono pochi minuti e l'annoiatissimo orco si mise ad accendere una manciata di bastoncini, facendo delle scintille con la lama dell'arma, vide il fuoco incenerire i piccoli stecchini di legno, che ad un certo punto si spensero per un forte colpo di vento, l'orco si alzò di scatto ed impugnò l'ascia, sentiva che qualcosa da distruggere era vicino.

GDR off: è un post quasi inutile lo so, ma è della sezione: intanto nel villaggetto dei nostri simpatici amici..... :asd:

ok grazie grant
 
Ultima modifica:

Grant Mills

Lurker
GDR OFF Il non so chi è Clawdio/Cromurn, mentre hai saltato Drumhil/Eragath (guerriero del Caos).

GDR ON

Kaladai lasciò ad Aegion qualche minuto di vantaggio, poi condusse gli altri nel folto della foresta. L'orco lo irritava notevolmente, continuava a giocherellare irrequieto con qualsiasi cosa gli capitasse a tiro, facendo più rumore di un nano ubriaco. Sospirò, dopotutto non c'era nulla che potesse fare al riguardo.

Improvvisamente intravide Aegion che correva verso di loro, emergendo dalla foresta, seguito da....

....DA UNA MALABESTIA!

"ATTENTI!" urlò, poi il mostro fu su di loro. Kaladai sperava che i guerrieri più corazzati del contingente si dimostrassero all'altezza della situazione, altrimenti nessuno di loro avrebbe visto l'alba del giorno successivo.


GDR OFF
Le malabestie non sono creaturine come le arpie, non è che si liquidano con un attacco:asd:, senza considerare poi i loro poteri rigneerativi. Agite di conseguenza:)
 
Aegion stava tornando indietro con un'andatura spedita ed era seguito da una grossa creatura: somigliava ad un costrutto di fango e legname.

Attenti è una Malabestia! urlò Kaladai.

Vieni Eragath e porta le torcie, questo scontro sarà più impegnativo ed interessante del precedente! disse il campione con voce decisa.

Betzejar accelerò il passo cercando di raggiungere il mostro prima che potesse arrivare sui compagni meno corazzati.
 

Cromak

Lurker
GDR ON:Erano stati condotti in quell'oscura foresta da Kaladai in meno di quindici passi e subito un ammasso semovente di fango,erba,ossa e rami secchi spuntò da dietro un gruppo di alberi con un fragoroso ruggito: probabilmente stava inseguendo Aegion. Kaladai ebbe appena il tempo di avvertire il gruppo che si trattava di una malabestia prima che quest'ultima si avventasse in una furiosa carica a testa bassa contro l'essere vivente più vicini a lui,cioè Betzejar. Mentre il goblin estreva da una tasca della faretra cinque frecce "speciali" pensò:"Non ho mai vizt' una kreatur' zimil'...Malabestia l'hanno kiamat'?Zì è un nome davver' appropriat'....Adezzo l'unik' koza ke ankor' mi mank' del fuok'.Prezt' pazzatemi una torcia infuokat!." Solo qualche momento d'attesa ed Eragath,già allertato dall'ordine di Betzejar, gli lanciò una torcia dopo averla accessa. Urfang l'afferrò prontamente e la passò sulla punta delle frecce,che preserò immediatamente fuoco con un un rumore scoppiettante.Lo strano suono aveva fatto voltare alcuni degli alleati per osservare cosa stesse facendo Urfang. Il suo arco,con la freccia incoccata, era stato rivolto in direzione del mostro e dopo qualche secondo si potè scorgere un fiammeggiante dardo saettare sopra la testa del campione di Tzeentch e conficcarsi nell'occhio destro della Malabestia. L'ottimo tiro fece affiorare sulla faccia di Urfang un ghigno di compiacimento. Il nemico sembrava robusto,feroce e forte ma era stato lui ha infliggergli una non indifferente ferita.Per di più il goblin sperava che qualcuno del gruppo avrebbe certamente notato il particolare espediente usato da lui e la sua accurata mira. I suoi successivi colpi si distribuirono sul petto della grossa creatura.
 
Ultima modifica:

Ghazghkull

Lurker
Lo zapevo!
disse Gromork
Nemmeno dieci minuti è reziztito kuello la..... meno male ke c'è kuello zgorbio kon le zue freccie a tenerlo a bada per un po'.... l'okkio della kreatura ora è fuori uzo, piano piano pozziamo zpakkarla!
Gromork si avvicinò correndo verso la Malabestia che tentava di liberarli della freccia nel suo occhio, diede un forte colpo alla gamba della creatura ma era quasi inutile, riuscì a tirar fuori dalla colonna di fango solo dei pezzi di legno e qualche sasso.
E' kome kombattere kontro l'acqua!
disse l'orco, e riprovò con un altro colpo, stavolta al petto e riuscì a ferirla, ma minimamante. Il fatto che non poteva uccidere la malabestia lo scocciava terribilmente, tirò un sasso ma rimase intrappolato nel fango.
Kome zi zpakkano kuezti kozi?
 
Una freccia infuocata aveva fatto breccia nell'occhio del mostro mentre il grosso orco menava dei fendenti all'impazzata con scarso successo.

Il campione decise per una tattica debilitante: senza le braccia si ridurrà drasticamente il suo livello di attacco e la sua pericolosità, pensava.
Con un rapido movimento laterale Betzejar menò un fendente in direzione del braccio sinistro della bestia che, con un movimento più portato dal voler togliersi la freccia dall'occhio che dal volere schivare il colpo, lo evitò.
Ora ti sistemo io dannato mostro. disse, notando che la gamba sinistra era rimasta priva di difese.
Con un basso fendente il grosso guerriero colpì la gamba del mostro all'altezza dell'ipotetico ginocchio, sperando di spezzargli qualunque cosa ci fosse a fargli da perno: il colpo andò a segno ma il mostro sembrava non avere una struttura ossea ben definita e l'attacco sferrato non sembrava aver sortito gli effetti desiderati.

Dannazione, sembra di colpire un mucchio d'immondizia! Ci vuole un'idea.
 

Grant Mills

Lurker
Durante gli anni di addestramento come assassino, Kaladai aveva imparato dal suo maestro a pensare fuori dagli schemi. Un attacco particolare, per quanto strano o apparentemente poco efficace, aveva maggiori possibilità di cogliere la vittima impreparata, e quindi di avere successo. Così, l'elfo oscuro si tenne da parte, studiando la situazione....notò il notevole tiro del goblin, e vide che i guerrieri del Caos sembravano in grado di tenerla impegnata, almeno per un pò. Ma soprattutto, si concentrnò sull'ambiente circostante.

Infine, si diresse verso un albero, arrampicandosi fino a raggiungere un ramo che sporgeva piuttosto vicino alla spalla del mostro. Probabilmente, da qui poteva farcela. E doveva anche sbrigarsi, visto che la bestia aveva superato la sorpresa iniziale e stava passando al contrattacco; l'orco, più imprudente e ansioso di menare colpi, era stato già preso in pieno petto e si era salvato dalla morte solo grazie alla leggendaria tempra di pelleverde.

L'assassino saltò, atterrando esattamente sulla spalla del bestione. Cercò una fenditura debole sul corpo della bestia, e ci piantò la spada con tutta la sua forza. La bestia ruggì di dolore, e cominciò a cercare di afferrare la piccola mosca che l'aveva punto.

"Bene, ora sono nei guai"
 

Ghazghkull

Lurker
Dannazzione! Kuezta beztia è molto forte! Il kapo del gruppo è zpacciato ze la beztia lo kolpisce!
Gromork si rialzò dopo il colpo ricevuto al petto e cominciò ad attaccare la malabestia, stavolta non "tagliandola" ma usando la sua ascia come pala, estraendo tutto ciò che poteva dal corpo della creatura, era un po' efficace ma non aveva abbastanza tempo, l'elfo oscuro potrebbe venire colpito a momenti. L'orco si avvicinò al lato sinistro della bestia, dove si trovava il guerriero del caos e colpì il braccio della malabestia con tutta la forza possibile, l'ascia colpì qualcosa all'interno di esso, probabilmente un grosso ramo d'albero, e rimase bloccata al centro mentre il fango la ricopriva pian piano, allora gli venne in mente un idea. Cominciò a tirare il manico dell'arma lateralmente come una leva, piegando così il forte ramo fino a spezzarlo e facendo cadere a terra gran parte del braccio, il braccio che stava per colpire l'elfo, e gromork guardò l'ammasso di terra bagnata e legname separarsi dal corpo e cadere a terra, e rimase soddisfatto, anche se la malabestia non era ancora morta.
 
Bella mossa Kaladai, ora tocca a me fare qualcosa.

La Malabestia si trovava in difficoltà, Kaladai la punzecchiava sulla schiena, Gromork gli aveva appena reso inservibile un braccio e questa creatura continuava a dimenarsi.
Betzejar capì che era giunto il momento per ribaltare la situazione in proprio favore: si allontano dall'arco di visuale del mostro fino a trovarsi alle sue spalle, successivamente si preparò al suo poderoso attacco...calcolò brevemente le distanze e compì due passi e poi eseguì una rotazione completa come una piroetta su se stesso vibrando il suo fendente con ancora più vigore verso la gamba già ferita.
Si sentì un rumoroso "CRACK", come quando si abbatte un albero a colpi di scure, ma la gamba rimaneva incredibilmente ancora attaccata al busto, anche se ora la creatura sembrava più sciancata.
I poteri rigenerativi di questa bestia sono incredibili! Ma la mia determinazione lo è ancora di più pensò il campione mentre continuava a sferrare possenti calci alla gamba ferita nel tentativo di fare perdere equilibrio all'essere.
 
Ultima modifica:

Tolaria

Lurker
Aegion dopo aver trovato i suoi compagni lasciò che capissero la situzione da soli, da spiegare non c'era nulla infatti, tutti capirono che a poche decine di metri c'era una malabestia...

Mentre gli altri si preparavano a tenerla a bada per capire come sconfiggerla, lui si dileguò con grande destrezza dietro un albero per riprendere un po' di fiato e rimettere ordine alle idee..

Anche lui come gli altri assassini elfi scuri aveva ricevuto un'educazione oltre che pratica, anche "intellettuale", gli avevano insegnato elementi di geografia, antropologia e per così dire di zoologia, chiaramente soffermandosi sulla descrizione di quasi tutti i mostri dei continenti..
Le malebestie non erano cosa facile da sconfiggere, e sebbene non si fosse mai trovato a combattere contro una di esse se ne accorse presto vedendo la difficoltà che i suoi poderosi compagni avevano anche solo per tenerla a bada..
Ricordo però di aver letto che se gli attacchi fisici danno pochi risultati a corto termine, la magia può essere al contrario potente contro queste deformazioni..
Allora estrasse le sue due spade, pronunciò un'antica parola del suo popolo, e alcune rune cominciarono a risplendere violacee sulle lame color argento.
Bene bestia..ora vediamo chi è il più forte
Capì subito la situzione di difficoltà, ma si accorse che comunque l'abilità dei suoi compagni stava massacrando il mostro..si accorse di Betzejar che infieriva violentemente su una gamba del mostro, Kaladai invece gli era in groppa che sferrava potenti spadate in qualche interstizio di quel corpo deforme, vide Gromork a fianco di quello che doveva essere un'ipotetico braccio, ed ogni secondo che passava la malabestia era sempre più furiosa, ed urlava sempre di più di dolore...

Allora Aegion corse velocemente incontro alla bestia, direttamente davanti a quello che si poteva dire essere il suo stomaco, in un momento in cui lei era troppo occupata a difendersi dagli altri per notarlo, tanta era la sua mole

Devi morire Bestia, deve morire chiunque possa credere di poter annientarci, noi ti ridurremo a melma, niente di più!!!
con una strana furia omicida che gli brillava negli occhi, gli arrivò direttamente sotto la pancia, spiegò le due spade luccicanti in avanti e le infilzò più che potè all'interno del corpo della bestia che emise un ruggito di dolore disumano...Una strana luce viola passò dalle spade al corpo del mostro proprio dove erano infilzate le spade, a formare un alone violaceo di una trentina di centimetri attorno ad esse....chiaramente Aegion non poteva pensare di riuscire ad estrarre tanto facilmente le sue lame, ma sogghignò, balzò indietro, aspetto un paio di secondi, e in quei punti che erano ricoperti da quella strana luce il copro del mostro inizò a sgretolarsi, fino a rendere possibile l'estrazione delle spade. Così con un movimento fulmineo scattò in avanti, evitò l'altro braccio della bestia che cercava di colpirlo, riprese le lame e si spostò dietro a betzejar, che ancora sferrava calci alla gamba quasi distrutta della bestia.

GDR OFF: che figata! spero che il fatto di aver 2 spade "magiche " non sia un problema...alla fine credo che le armi runiche, per guerrieri di un certo lvl non dovrebbero essere difficili da trovare. ;)
 
Ultima modifica:

Grant Mills

Lurker
GDR OFF: che figata! spero che il fatto di aver 2 spade "magiche " non sia un problema...alla fine credo che le armi runiche, per guerrieri di un certo lvl non dovrebbero essere difficili da trovare. ;)
GDR OFF Più che altro, sarà difficile spiegare che fine hanno fatto quando inizieremo a giocare con pg di livello 1:asd:

GDR ON

Kaladai sapeva di non poter mantenere l'equilibrio ancora per molto, la bestia si scuoteva come un toro furioso e i colpi dei suoi compagni non facevano che peggiorare la situazione. Infine, capì che non poteva continuare a reggersi e, abbandonata la spada sul corpo del mostro spiccò un salto, atterrando con una capriola per attutire l'impatto. A questo punto, l'importante era mantenere costante l'offensiva e possibilmente cercare di bruciarla, per ridurre la rigenerazione. Afferrò quindi una torcia, scaglandosi verso il mostro, che aveva cominciato ad attaccare selvaggiamente, spinto dalla forza della disperazione.

"Crumorn, la magia!" urlò. Forse, dove le loro armi avevano fallito, la magia del piccolo sciamano avrebbe avuto più successo.
 

Clawdio

Lurker
"Crumorn, la magia!" urlò. Forse, dove le loro armi avevano fallito, la magia del piccolo sciamano avrebbe avuto più successo.[/QUOTE]

Il goblin aveva capito il piano del suo capo la sua magia si sarebbe dovuta occupare di fermare la rigenerazione del mostro se infatti in un fuoco normale poteva essere spento, con una fiammata magica il discorso era completamente diverso...
I suoi alleati avevano tentato invano di distruggere la massiccia malabestia per lo spessore della sua protezione.
"Zpoztatevi di li tra poco farà caldo" squittì il piccoletto ai guerrieri nei presi della bestia.
Compì mezza rotazione del bastone sopra il suo cappuccio e una piccola sfera verde ovale si formò dal suo bastone.
Lanciò l'energia che seguì una traiettoria a parabola e colpì il lentissimo mostro non dotato dell'agilità necessaria a schivare.
Per pochi secondi una piccola fiammella si formò su il petto,se cosi si poteva chiamare il tronco della bestia, scavando un piccolo cratere sul grosso corpo. all' improvviso il fuoco si scatenò incendiando in un esplosione la malabestia con vampate verdi ed accecando lo stesso sciamano con una luce verdastra....
Sperava che i suoi alleati si fossero allontanati in tempo per evitare il suo incantesimo:ghigno: anche perchè alla bestia sicuramente bisognava dar il colpo di grazia e se avessero aspettato che fosse morto bruciato beh.... la cosa avrebbe avuto abbastanza tempo per massacrarli tutti prima di morire
 
Ultima modifica:
Il colpo inferto da Aegion aveva avuto effetto, era riuscito ad indebolire ma al tempo stesso ad infuriare ancora di più la bestia.
Betzejar fece un passo indietro mantenendo una posizione di difesa con lo scudo alzato.
"Zpoztatevi di li tra poco farà caldo" disse una voce squillante.
Il campione fece appena in tempo a ripararsi con lo scudo quando una vampata verde esplose nel ventre della Malabestia appiccandogli il fuoco.
La creatura cominciò a tirare colpi alla cieca tanto era il dolore per le ferite subite, il che lo rendeva difficile da avvicinare, tanto che il fuoco aveva già cominciato a bruciare il suo corpo legnoso
Io non temo le fiamme, la mia armatura reggerà! urlò Betzejar.
Detto questo si lanciò contro la bestia in un attacco multiplo con tutta la rabbia che aveva in corpo: colpì per l'ultima volta la gamba oramai maciullata, troncandogli di netto l'arto. I suoi poteri di rigenerazione non funzionano più quando è colpito dalla magia o dal fuoco. pensò.
La creatura rovinò a terra e il Campione si dovette spostare di scatto per non finire schiacciato dalla bestia in fiamme.
Nel cadere però una sbracciata di sorpresa colpì il guerriero al corpo, facendolo barcollare di lato.
OUCH!
 

Ghazghkull

Lurker
Gromork rimase sorpreso dopo il colpo magico sferrato dal goblin, non si accorse in tempo della magia del piccolo pelleverde e si incendiò un angolo in basso del mantello, ma il fuoco si spense dopo pochi sencondi dato che non fu direttamente la magia a colpirlo ma un ramo sporgente della bestia.
La beztia ora è zoppa! Pozzo zpakkarla! Zta andando in fiamme ed è debole kome un gambekorte ke non beve da mesi........ WAAAAAAGH!
L'orco saltò verso la malabestia ormai a terra e sferrò un potente attacco al corpo si essa, quasi inutile dato che era il fuoco a fare il danno, non i suoi colpi, ma ferirla gli caricò il morale.
Brucia beztiaccia!
Gromork tirò fuori dal mantello le fiale di veleno che aveva preparato prima e ne tirò una sulla malabestia morente, non aveva idea dell'effetto che potevano causare, ma non era un veleno potente, solo il grandi dosi potrebbe uccidere qualcuno, di sicuro non una malabestia. il veleno comunque alimentò le fiamme facendo gridare la bestia che aspettava la sua morte.
Ki da il kolpo di grazia?!
 

Grant Mills

Lurker
GDR OFF Su su che il post langue:asd:


GDR ON

La bestia era caduta a terra e stava bruciando. Eragath e l'orco continuavano a colpirla, mentre bruciava sempre più violentemente. Kaladai si diresse invece verso Betzejar, che era stato colpito dalle ultime convulsioni della malabestia. L'armatura del guerriero si era praticamente frantumata a livello del torace, ma aveva attutito il colpo, e probabilmente il Prescelto non aveva neanche una costola fratturata. Tuttavia, cadendo, un braccio si era piegato in maniera innaturale e Kaladai temeva potesse essersi rotto.


GDR OFF

Blood scusa la decisione arbitraria:asd:, ma volevo aggiungere un tocco di realismo. Cmq, se nn ti piace l'ho lasciato abbastanza aperto, puoi cambiare come vuoi (ma ti ricordo che basta un braccio solo per combattere:asd: ).
 

Tolaria

Lurker
GDR ON

La malabestia era caduta, Betzejar sembrava si fosse fatto male, ma Aegion nn ne era certo, perchè lo vide solo d sfuggita. Intanto Eragath e Gromork continuavano a colpirla, mentre il fuoco le si diffondeva su tutto il copro bruciandola...Il mostro urlava di dolore, aveva capito che era giunta la fine...
Aegion si unì agli altri due e cominciò ad infierire selvaggiamente sul mostro, utilizzando ogni cosa, le due spade, il pugnale e calci, forse non fortissimi, ma ben piazzati.
 
Il colpo era stato tremendo. l'armatura portava un grosso buco sulla fiancata sinistra ed è solo grazie ad ella e alla enorme costituzione del guerriero che non ci furono danni permanenti al torace.
Tuttavia il braccio del campione aveva subito la caduta del mostro e per ora era inservibile.
Grrrr, maledetta Malabestia...ma devo essere dannato se questo mi fermerà dal compiere la mia missione!
Con un grosso strattone e un sonoro "Crock" Betzejar assestò di nuovo il braccio che si era lussato dalla spalla, se fosse stato un umano comune probabilmente sarebbe svenuto dal dolore ma non lui...un veterano di centinaia di battaglie e benedetto da Tzeentch!

Kaladai, possiamo proseguire, sono in grado di combattere perfettamente anche con un braccio solo! ringhiò.
 

Cromak

Lurker
GDR ON:Ora che la Malabestia era distesa a terra,mezza morta e in preda al fuoco verde lanciato da Crumorn, Urfang poteva avvicinarsi senza pericolo e unirsi ad Eragath e agli altri che le stavano infliggendo colpi mortali. Estrasse i due pugnali dalla cintola dell'armatura non appena si trovò di fronte alla creatura e cominciò a sferrare molti colpi in quello che sembrava il collo. Il corpo del mostro era incredibilmente morbido e floscio,sicuramente il fuoco magico lo aveva indebolito:le fiamme estese erano il suo punto debole. Man mano che la violenza degli attacchi aumentavano,i pezzi di cui era composto quel coprpo volavano da tutte le parti. Urfang osservò attentamente che un osso corto e arrotondato con alcune punte,proveniente da una gamba, era caduto proprio vicino a lui.Dato che avrebbe potuto ricavarci qualche utile "arnese",buttò per un momento lo stiletto a terra e infilò l'osso sotto l'armatura per poi riprendere il lungo coltello e ri-cominciare a pugnalare. Ma a quel punto il goblin chiese:" Ziete zikur' ke non ztiam' kontinuand' a kolpir' un flozcio e kadaver'?Ormai non zi kontorce più...".Però immaginava che quella domanda fosse inutile poichè solo una parola di di Betzejar,anche se questi era stato sbalzato da una manata della Malabestia qualche metro più indietro, o di Kaladai avrebbe potuto fermare quel selvaggio massacro.
 

Grant Mills

Lurker
Kaladai, possiamo proseguire, sono in grado di combattere perfettamente anche con un braccio solo!

Kaladai inarcò un sopracciglio. Per quanto robusto potesse essere, Betzejar non poteva certo andare in giro in quelle condizioni.

"Aspetta un attimo" gli disse, mentre frugava nella sua borsa da cintura, estraendone alcune rozze bende. Quindi, ricavò da un ramo caduto un pezzo di legno abbastanza duro da tenere fermo il braccio anche se sottoposto a forti stimoli, e realizzò una medicazione di emergenza.

Quindi richiamò gli altri, avevano già perso troppo tempo a causa di quell'imprevisto.

"Avanti, proseguiamo. Aegion, precedici di deucento metri. Entro stanotte voglio essere fuori da questo maledetto bosco"
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto