GDR: A Nord

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Clawdio

Lurker
"Zi brafo elfo fai da ezka per noi, poi noi uccidere" disse ad Aegion lo shamano indicando col nodoso dito la carcassa del mostro...
Poi estrasse da una tasca una specie di ungiento verdastro e glielo porse
"Homo del kaos tieni quezto dovrebbe alleviare il dolore al braccio e accelerare la guarigione"
Si mise a cercare funghi e guardò se ci fosse qualcosa di recuperabile della malabestia per i suoi intrugli intanto che gi altri si preparavano a ripartire
 
Ultima modifica:

Tolaria

Lurker
Aegion annuì col capo, rinfoderò le spade si incamminò nuovamente verso il picco roccioso, facendo finta di non aver sentito le parole del goblin

L'ambiente circostante al sentiero improvvisato restò invariato per la maggior parte del tragitto..Alti alberi sempreverdi, muschio qua e là, foglie ed aghi per terra costituivano il tappeto del bosco...

C'erano anche parecchi funghi di varietà diverse, ma non conoscendoli Aegion non se ne interessò particolarmente...

il silenzio dominava in quel bosco, antico di centinaia di anni, forse più...Si sentiva qualche rumore ogni tanto, perlopiù animaletti di piccola taglia, qualche uccello che usciva o rientrava nel nido in cima agli alberi.

Ad un certo punto il bosco iniziò a diradare, ormai si era quasi fatta notte, c'era solo una striscia rossa che spuntava da ovest, tutto il resto era blu, eccetto la luna che brillava intensamente e si rifletteva su qualche minerale della roccia della montagna...

Proseguì camminando ad un buon passo per altri 15-20 minuti, poi decise di aspettare gli altri, si trovava alla base dell'alta montagna.
 

Grant Mills

Lurker
Mentre superava gli ultimi alberi, Kaladai non potè trattenere un respiro di sollievo. Adesso, perlomeno, avrebbero viaggiato all'aperto....e soprattutto, la loro meta non era lontana. Si guardò intorno: il pendio davanti a loro era ripido e appariva decisamente infido e sdruccioloso, ma erano solo poche centinaia di metri per raggiungere quello che sembrava un valico tra due picchi. Kaladai si disse che era meglio affrontarlo subito.

"Avanti, fino al valico, lì ci accamperemo per la notte" disse, prima di mettersi alla guida del piccolo gruppo e affrontare la scalata.

L'assassino elfo oscuro fu il primo a raggiungere la sommità del valico, e non potè impedire alla sua bocca di spalancarsi in silenzio. Il valico si affacciava su una piccola valle circondata da ripide montagne...montagne completamente ricoperte di caverne, decine e decine di caverne, troppo precise per essere di origine naturale. Dragonogri....sicuramente più di dieci, probabilmente molti di più. Kaladai capì che erano arrivati alla fine del viaggio.

Ma era troppo sbigottito per sorridere.
 

Tolaria

Lurker
Aegion arrivò subito dopo Kaladai in cima alla sommità del valico.
Guardò verso la stretta valle che gli si apriva davanti, cercò di dire qualcosa, ma uscì solo un piccolo mormorio soffocato per lo sbigottimento...Aveva sentito dire che potevano esserci posti del genere, ma non ne aveva mai visto uno, ed ora l'ecciazione lo stava per sopraffarre

Bene Kaladai disse dopo aver ripreso l'autocontrollo, sembra proprio che la strada sia giunta infine ad un bivio...L'eterna gloria, o la morte più orribile.. sorrise e si voltò a guardare gli altri che stavano arrivando verso di loro.
 

Ghazghkull

Lurker
Gromork era in groppa al suo cinghiale, con una mano reggeva l'ascia e con una "manovrava" la bestia. Vide il traguardo che si avvicinava attraverso il fitto bosco, e quei rami che gli ricordavano la malabestia finalmente furono lasciati alle sue spalle... ma davanti ai suoi occhi trovò quello che poteva essere la sua fine, e doveva andare li. Si sentiva stanco, e dopo felice quando sentì Kaladai annunciare la "pausa" e scese dal destriero, anche lui debole ed assonnato. Mise l'ascia dietro la schiena e chiese
koza troveremo laggiù?....
ma nessuno gli rispose, sapeva già la risposta, e se la sapeva un orco, la sapevano tutti, non importava molto se avessero trovato draghi ogre o altro, ma se avessero trovato la morte, o la salvezza.
 

Drumhil

Lurker
Scusate per l'assenza ma la mia connessione non ripartiva, quindi cerco di rimettermi nel racconto
GDR ON
Eragath si tamponava alcuni tagli del recente scontro con un panno sporco e affilava la sua ascia con una pietra che ripose delicatamente nello zaino.Guardò davanti a sè e sentì una vibrazione lungo la schiena.Finalmente erano arrivati al momento della verità
 
L'unguento datogli dallo shamano si era dimostrato piuttosto efficace: non aveva ripreso l'uso del braccio ma le ferite erano disinfettate e si stavano rigenerando più velocemente del normale.
La foresta diventava sempre più rada, come se anche gli alberi si stessero nascondendo da qualcosa, lasciando spazio alla nuda roccia.
Molto bene, sembra che la parte difficile del viaggio inizi proprio ora. disse Betzejar osservando le numerose caverne lungo il sentiero.
Un formicolio prese a pulsare lungo il braccio ferito del guerriero facendogli compiere dei piccoli movimenti alle dita.
Non sarà certo sufficente questo a farmi desistere dall'impresa.
Detto questo lanciò una veloce occhiata alla borsa con il corno arcano.
 

Grant Mills

Lurker
La notte passò piuttosto tranquilla, e all'alba del giorno successivo il gruppo si avventurò lungo la strada che dal valico scendeva verso la valle dei dragonogri.

"Cominceremo a esplorare l'apertura più grande, a rigor di logica è là che abbiamo le maggiori possibilità di trovare Harghon", disse Kaladai, pur sapendo di non risultare molto convincente. Stavano muovendosi a caso, questo era chiaro.

A peggiorare la situazione, proprio mentre si avvicinavano alla grotta scelta dall'assassino, ne videro uscire un possente dragonogre. La creatura non tardò a identificarli a sua volta, scoperti e senza riparo com'erano, e si lanciò alla carica lungo il fianco della montagna.

"Betzejar, spero che quel corno che ti porti dietro sia più di un portafortuna", disse, sfoderando le armi, nonostante non avessero certo molte possibilità contro una creatura del genere, se la magia avesse fallito.
 

Ghazghkull

Lurker
Gromork marciò tranquillo e pensieroso, osservò un po' tutto, a destra, a sinistra, trovava qualcosa che non aveva mai visto, e l'ultima cosa che voleva fare in quel momento era combattere, ma ad un certo punto vide una bestia arrivare vicino a lui, sbuffò gridando leggermente, e si mise una mano sulla faccia abbassando il capo, c'era altro lavoro da fare....
 

Tolaria

Lurker
Aegion si aspettava un altro scontro da un momento ll'altro, ma mai avrebbe pensato così presto...mentre si dirigevano verso la grotta più grande come aveva suggerito Kaladai ne vide uscire una bestia enorme, chiaramente un Dragonogre...bene... pensò Ora siamo davvero in pericolo...estrasse le scimitarre, le guardò, e percepì la magia che ne scorreva dentro..Non sapeva quanto sarebbe potuta essergli utile contro quel mostro..
 

Drumhil

Lurker
Eragath scorse da lontano il drago ogre e sguainò l'ascia pronto al combattimento.Spronò il cavallo al galoppo verso il mostro roteando l'ascia sopra la testa.Anche se non sapeva le intenzioni del mostro voleva essere pronto al combattimento
La mia ascia ha sete, mostro della desolazione!
 

Grant Mills

Lurker
GDR OFF

AAA Bloodthirster cercasi:asd: Tira fuori il cornetto magico che sennò finiamo a fette (e soprattutto nn possiamo andare avanti:look: )

/GDR OFF
 
GDR OFF
Scusate l'attesa ma la real life aveva bisogno di me :D
/GDR OFF

Il campione osservava la creatura in tutta la sua potenza e maestosità: Con il loro appoggio la vittoria sarà certamente nostra. pensava sogghignando.

Nel frattempo quell'incoscente di Eragath si era già lanciato in un assalto frontale alla creatura, come volevasi dimostrare ignaro della incredibile potenza dei draghi-ogre.
"Betzejar, spero che quel corno che ti porti dietro sia più di un portafortuna" disse Kaladai.

Rapidamente il guerriero mise mano nella sacca di pelle di squig ed estrasse quello che a prima vista sembrava un corno e lo posò sulle labbra: rune luminose intarsiate nell'oggetto preserò ad illuminarsi, anche se effettivamente, non si udì alcun suono provenire dal magico artefatto.
Spero che questo coso funzioni o prevedo una brutta situazione. pensò Betzejar soffiando dentro al corno.

GDR OFF
Ora Grant gestisci l'effetto come vuoi...il corno emette dei suoni percettibili solo ai dragon-ogre che però spegne ogni ostilità per un tot di tempo variabile.
L'unico problema è Eragath che lo sta caricando e bisognerebbe fermarlo in quanto un attacco portato contro di loro annullerebbe l'effetto dell'incantesimo del corno. :)
/GDR OFF
 

Clawdio

Lurker
GDR OFF
Eragath che lo sta caricando e bisognerebbe fermarlo in quanto un attacco portato contro di loro annullerebbe l'effetto dell'incantesimo del corno. :)
/GDR OFF[/QUOTE]


GDR off Posso bruciacchiarlo un po? Posso :ghigno: ? stasera posto qualcosa per fermarlo
 

Grant Mills

Lurker
GDR OFF Oki Claudio ma nn esagerare....tiragli addosso qualcosa di leggero per disarcionarlo e stop:asd:

GDR ON

Kaladai vide Betzejar portarsi alla bocca il corno e soffiare, ma senza emettere alcun suono. Per un attimo temette che l'oggetto non avesse funzionato, e si preparò al suo ultimo combattimento, ma girandosi verso il dragonogre lo vide immobile, con lo sguardo perso nel vuoto. Capì che l'incanto aveva funzionato.

Poi si ricordò di Eragath lanciato alla carica...qualcuno doveva fermarlo, o sarebbero stati guai grossi.
 

Clawdio

Lurker
"Tze.... Zti homuncoli zon zempre precipitozi e teztardi" pensò lo sciamano vedendo il grosso amico caricare con furia il grosso dragonogre, comunque se il folle avesse iniziato la battagla difficilmente ne sarebbero usciti illesi,con uno sguardo i suoi compagni si stavano guardando impauriti.... lui avrebbe potuto fermarlo con una magia ma a che prezzo?
Se avesse colpito l'umano del caos molto probabilmente avrebbe suscitato risentimento nei suoi confronti nel caso fosse sopravvisuto all'incantesimo e a quella velocità era molto probabile che sbagliasse mira e non lo uccidesse sul colpo :ghigno:ma d'altra parte non poteva di certo rischiare di affrontare frontalmente il gigantesco bestio.
La risposta a questa dilemma gli arrivò dallo stomaco....
Un forte crampo lo attanagliò tutto...
Non aveva mangiato molto durante il viaggio e la carne di cavallo flambè poteva esser un ottima alternativa alle sue razioni di funghi e topi morti...
Il gobbo stupido com'era non pensò neanche esistesse un legame affettivo tra cavaliere e cavalcatura(nella società dei goblin le loro cavalcature squig vengon mangiate tranquillamente) e lanciò il suo incantesimo ma fortunatamente per il cavallo(e forse anche per lo sciamano) sbagliò colpendo il terreno direttamente davanti alla cavalcatura di Eragath che si inffiamò facendo imbizzarrire e fermare il cavallo...
"Accidenti. ankora a pasteggiar malamente GRRRR" imprecò il goblin al suo tentativo fallito
 
Ultima modifica:

Tolaria

Lurker
Ormai Aegion si poteva aspettare di tutto dai suoi compagni...e non si sarebbe più stupito di nulla...sapeva che il corno di Betzejar avrebbe funzionato, seppur non era possibile udire alcun suono le rune, seppur piccole e distanti da lui, erano facilmente riconoscibili dal suo occhio acuto...
Ma stava andando tutto troppo liscio...Vide Eragath scagliarsi giù dal valico verso il dragonogre che al momento era immbile come paralizzato o dormiente, e capì subito che se l'avesse attaccato per loro non ci sarebbe stato più nulla da fare, dubitava fortemente infatti che il corno potesse essere usato più volte in un arco di tempo così breve....
Fortunatamente però vide subito il goblin al suo fianco muoversi per provare a fermare Eragath con la sua magia, ed effettivamente ci riuscì, anche se non era riuscito a capire se fosse stata una mossa voluta la sua o no..
Ad ogni modo sogghignò e si avviò verso eragath che era un bel pezzo più avanti di loro, facendo cenno al gruppo in modo che non si perdesse alcun tempo prezioso!
 

Ghazghkull

Lurker
Gromork era ancora li con la mano destra sulla faccia fino a quando sentì Betzejar tirare fuori il suo corno magico, allora lo fissò mentre soffiava, ma non fece alcun rumore, l'orco stavolta si mise due mani sulla facci e cadde seduto a terra.... pensò:
Ed io ke potevo trovarmi un'altra tribù di orki, ma no zono andato da kuezti kua..... guarda un po' il guerriero tanto grozzo ha un korno ke non funziona! E lui ke zi vantava tanto del zuo oggetto magico ke ci zalverà.... ma c'è anche l'altro ztupido.... sta korrendo kon il zuo kavallo verzo la beztia kome ze volezze ezzere zpazzato via kon un kolpo! e poi dikono ke kuelli zenza cervello ziamo noi orki!
ma subito dopo si rialzò di scatto... vide il drago ogre fermarsi come se fosse ipnotizzato, forse il corno non ha fatto rumore, ma funzionò comunque.
la bestia si calmò e miracolosamente anche Eragath dovette interrompere la sue carica, fu colpito dal goblin, che ancora una volta impressionò Gromork.
 

Grant Mills

Lurker
GDR OFF Gromork, l'orko intellettuale:lol:

GDR ON

Non avevano tempo da perdere. Kaladai non aveva idea di quanto potesse durare l'incantesimo, ma sicuramente non voleva trovarsi là quando fosse terminato.

"Avanti, forza, dentro la caverna" disse, dirigendosi per primo verso la cavità dalla quale era spuntata la bestia, sperando intensamente che fosse vuota. Tzeentch gli stava sorridendo, apparentemente, visto che la cavità nella roccia era nient'altro che un lungo corridoio che continuava ben oltre lui era in grado di vedere. Nessun nemico in vista.

"Accendete un paio di torce, scendiamo ad esplorare".
 

Cromak

Lurker
GDR ON:Alcuni suoi compagni,a cui non aveva neanche rivolto lo sguardo, avevano sguainato prontamente le armi mentre osservavano la carica del possente essere draconino. Al contrario, Urfang ammirava la potenza e la maestosistà del drago-ogre in corsa così intensamente da restarne quasi incantato anche perchè immaginava che non avrebbe tardato a calpestarli come scarafaggi delle rocce.Tuttavia, l'audace cavalcata di Eragath alla volta del mostro e Betzejar portava il corno magico alla bocca per non emettere alcun suono.L'effetto era comunque sotto gli occhi di tutti:il drago-ogre piantò gli artigli nel terreno e si blocco immanentemente. Il cavaliere del Caos non esitava a proseguire il suo rovinoso,per il gruppo,attacco preso com'era dalla furia sanguinaria. Raccolse nei polmoni tutta l'aria contenuta nel suo minuto corpo verde e la riverso in un urlo:" Eragath,trattien' la tua ira e il tuo kavall' o zarem' tutti kondannat'!Non kombinar' guai irreparabil',non di nuov'...".Il goblin pensò che l'allusione alla fuga del mago alto elfo dalla città umana devastata molti mesi addietro(GDR OFF:il nome me lo sono scordato)gli facesse valutare meglio la situazione. La fiamma evocata per magia-chi altri poteva essere se non una trovata ldelloo sciamano Crumorn- dinnanzi alla cavalcatura demoniaca riuscì a fermarlo più di quanto avrebbero fatto mille grida. Con la creatura come pietrificata ed Eragath bloccato, Kaladai non esitò a incamminarsi verso la volta della grande grotta dopo aver dato direttive e torce.Harghon doveva esser trovato e doveva rimembrare il patto stretto con Tzeentch:"Quezt' è la noztr' mizzion' d'alleanz',ciò ke più kont'..."-rimuginava Urfang e non si accorgeva di muovere appena la bocca-. Urfang reputava che stare in mezzo alla colonna fosse una probabilità in più di evitare colpi nemici e amici;tuttavia,non essendoci segni di vita,procedeva con un passo pesante e la faretra cozzava sugli anelli di maglia della corazza e l'acciaio dell'elmo producendo un suono simile a un sacchetto di monete tintinnanti.Capitò di fianco allo sciamano e tirò un respiro di sollievo poichè gli sciamani sono molto spesso i più pazzi tra i pelleverde,che non scherzavano in fatto di perdere la testa.C'era un vecchio detto che girava nella sua precedente tribù:"Tien' zempre d'okk' gli zciaman',non ztar' lor' troppo vicin' o lontan' oppure ti troverai kon' la tezt' ztakkat' dal koll' per un lamp' mal' kalibrat'.".
 
Ultima modifica:
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto