GDR: Il favore di Tchar'zanek

Cromak

Lurker
GDR ON: Purtroppo il polverone sollevato dall'esplosione era più denso. di quanto Urfang si aspettasse e ciò gli impediva di focalizzare le figure nere,grosse o piccole,che si muovevano al suo interno. Sarebbe stato troppo rischioso sparare alla cieca attirando l'attenzione di nemici multipli su lui e il resto del gruppo.Senza contare che non poteva sprecare così un colpo meticolosamente preparato. A un tratto udì dei pesanti clangori metallici alla sua sinistra.Al limite della nube, scorse l'agile sagoma di Kaladai intenta ad assumere una posizione di guardia dal momento che si preparava a fronteggiare quello che a Urfang pareva essere il più grosso e robusto troll che avesse mai visto.Inizialmente si domandò come avesse fatto a scivolare via così silenziosamente subito dopo l'esplosione,ma si scosse subito da questi pensieri;ora non c'era tempo C'era anche qualcun'altro vicino al fianco destro di Kaladai,ma non riusciva a vederlo bene semi-coperto com'era dalla enorme massa del troll. Quest'ultimo aveva alzato la possente mano destra che reggeva la rozza mazza per sferrare un micidiale colpo sui due malcapitati. Urfang sapeva che in condizioni di normale combattimento,e anche di leggero svantaggio,l'elfo oscuro avrebbe potuto schivarlo con destrezza ma non era il caso di rischiare vista la scarsa visibilità unità alla presenza di molti nemici e lo spazio angusto. Mentre la corda dell'arco raggiungeva il massimo punto di tensione ,questi pensieri attraversarano la primitiva mente del goblin:" O la va o la zpakka!Non zarà facil' kalibrar' il kolp' triplo...Ma l'important' è ke almeno una delle freccie lo kolpizka zenza ke le altre due prendan' una traiettoria "infelice"...". Il tridente formato dai dardi partì dall'arco con una velocità e una forza talmente inaudita che Urfang barcollò all'indietro rischiando di cadere all'indietro. Però solo due dei suoi denti morsero la dura carne sul braccio del troll,che si bloccò guardandosi intorno con aria interrogativa e ferocemente vendicativa. L'ultimo colpo oltrepassò di poco il grosso troll,ma Urfang non vide dove si conficcò esattamente. Tuttavia,egli notò che il guerriero vicino a Kaladai era indietreggiato di un poco con passo insicuro...GDR OFF: Lascio a voi dire se Urfang lo ha ferito pesantemente,di striscio o se lo ha mancato. Bel quiz,eh? :rolleyes:
 
Ultima modifica:

Clawdio

Lurker
I Dardi del suo compare goblin avevano colpito il braccio del troll facendolo voltare verso di loro, Crumorn si affrettò a scagliare la sua magia, per eludere la sua capacità di rigenerazione.
un raggio verde andò a colpire la freccia conficcata incendiandola ed inffiammando anche la ferita da cui sgorgava copiosamente il sangue trollesco.
Nell'arco di pochi attimi l'intero braccio del troll prese fuoco inducendo il bestione a caricare i 2 piccoli goblin che lo avevano ferito
 

Grant Mills

Lurker
GDR OFF

Oh finalmente qualcuno si fa rivedere:sisi:

GDR ON

Kaladai dovette spostarsi precipitosamente di lato per non essere travolto dallo scatto improvviso del troll, che sembrava essersi decisamente arrabbiato con i suoi compagni. Il guerriero del Caos che aveva precedentemente cercato di attaccare alle spalle era ora alle prese con una freccia piantata nel braccio, e stava sanguinando copiosamente. Non sembrava che potesse, rappresentare una minaccia, ma l'assassino non commetteva mai rischi inutili. Con un rapido movimento del braccio, scagliò il suo pugnale verso l'avversario, colpendolo appena sopra l'occhio destro, dritto a incontrare il suo dio.

Poi, l'attenzione di Kaladai venne attirata da un'imponente figura qualche metro alla sua destra....Karash. Anche lo stregone si era accorto della presenza dell'elfo, e lo stava fissando con odio. Svanito l'effetto sorpresa, a Kaladai non restava che affrontarlo in campo aperto, a tutto vantaggio dell'avversario. L'elfo sorrise, era da tempo che non si confrontava in un duello all'ultimo sangue.

Mentre si accingeva a scattare in avanti, però, il cielo si oscurò. Una nube di curvi stava discendendo sull'arena, diretta verso il secondo troll. Kaladai poteva vedere la strana donna, dall'altra parte dell'arena, persa in una trance mistica, che recitava i versi di un rituale. "Dannazione, è così potente?.....va eliminata il più in fretta possibile". Un bagliore rosso ai margini del campo visivo lo riportò bruscamente alla realtà, giusto in tempo per evitare un dardo di pura energia proveniente dal bastone di Karash. "Ogni cosa a suo tempo....ora tocca a questo bastardo".
 

Cromak

Lurker
GDR ON:La strategia di Kaladai aveva avuto successo visto che l'elfo oscuro si era disimpegnato dal confronto con il colossale avversario e si aveva rivolto l'attenzione al suo vero obbiettivo,o almeno il goblin così credeva.Tuttavia,c'era un aspetto della situazione che non aveva considerato:il troll del caos stava caricandoa pazza velocita e per di più infuriato a seguito della freccia, che anche ora continuava ad avvampare di un fuoco verde,verso Urfang e Crumorn ;i due si trovavano fianco a fianco. Non c'era molto tempo per pensare e perciò il goblin prese più veloceente che poteva due dardi dalla fretra per scoccarli contemporaneamente.Uno di essi era rivolto verso la gamba del mostro,l'altro verso la sua testa.Il goblin sperava di sorprendere e rallentare il nemico con un colpo doppio ad angolo largo,ma la fretta gli aveva impedito di mirare correttamente e così solo la freccia rivolta a terra raggiunse il bersaglio mentre l'altra si perse saettando in aria molto al di sopra le teste dei presenti.Però Urfang vide che la sagoma indistinta della freccia non era uscita dall'arena e allora un pensiero malevolo attraversò il suo cervello:"Kizzà,ze Mork vuol' quel kolp' potrebbe trapazzar' il kranio di un kombattent' oztil' zenza ke nezzun zi akkorga di quel ke è zuccezzo.Eheheheh...".La sua risatina era come uscita dalla mente per affiorare sulla bocca e dei suoi compagni solo lo sciamano se ne accorse guardandolo con aria stupita e corrucciata. In quel momento si stava probabilmente domandando cosa ci trovasse il suo compare di così divertente in quella perigliosa situazione. E solo quando i due sguardi s'incontrarono,Urfang compì un azione che Crumorn certo non poteva immaginarsi:egli afferrò saldamente il braccio sinistro dell'alleato e lo stava trascinando di peso dietro agli altri,un postazione ben più sicura dell'attuale. Certo non poteva considerare che quello zuccone(GDR OFF:senza offesa,l'ho scritto solo perchè voglio ravvivare un po' il gdr .peace.) potesse opporre resistenza pensando forse di essere l'eroe del momento. In quel delicato frangente,Urfang gli rivolse codeste parole gridandole:"ma koza penzi di far'?Vuoi ezzer' triturat' dalla karika di quel ezzere?!Non ezzere zciokko e ripariamoci!Avrai molte altre okkazion' per dimoztrar' il tuo poter'! Dai ke mi,e ci,ci zervi ankora viv',ma ze zei proprio deciz' a piantart' qui potrei kambiar' idea per lazciart' a un faccia a faccia con la mazz' dela kreatur'...". Lo sciamano bofonchiò qualche parola a denti stretti,che Urfang non riuscii a decifrare.In compenso,ora correva nella stessa direzione del suo "compatriota".
 

Ghazghkull

Lurker
Gromork vide che la situazione si stava movimentando e notò il grosso troll caricare i due piccoli goblin con un' immensa furia. Non conosceva bene il modo in cui combattevano i troll del caos ma seppe che l'unico modo per fermare la sua carica era intervenire. L'orco corse verso i due piccoli pelleverde e mostrando le spalle ad essi per vedere meglio il troll e disse:
Ci penzo io a kuezto beztione!
si accorse poco dopo, che il troll era molto più grande di prima, era la paura che lo stava indebolendo, la paura di essere spazzato via una volta per tutte dalla carica furiosa della bestia. Gromork continuò a fissarla e stava per cominciare a tremare ma all'improvviso quando la bestia era a poco più di 20 metri da lui l'orco strinse i denti facendo un ghigno determinato e tirò fuori il suo scudo dal pesante mantello e si mise in una posizione di difesa chinandosi e tenendo lo scudo davanti al corpo lasciando uscire solo l'ascia.
Lo scudo era fatto di legno rafforzato da ferro ai bordi e con varie mascelle di animale sulla parte "difensiva" che creavano uno dei simboli degli orchi.
Si preparò a ricevere uno dei più forti colpi della sua vita nella speranza di poter difendere il suo gruppo, ed era l'unico a poter incassare tale danno.
Quando al troll mancavano 5 metri di corsa l'orco nero gridò WAAAAAAAAAAAAGH!!!!!! e tutti gli amuleti che portava addosso si illuminarono mentre l'orco chiuse gli occhi e chinò la testa per ricevere il colpo.
Troll sferrò un possente pugno colpendo lo scudo dell'orco che continuando a spingere. L'impatto rovinò lo scudo dell'orco e fece volare via centinaia di scheggie di legno ma Gromork mantenne la sua posizione ma indietreggiò di qualche centimenro per la potenza del colpo che lo fece "slittare" sulla sabbia lasciando una scia con gli stivali fino a quando il troll non alzò il suo pugno scaraventando l'orco nero per aria che si rialzò poco dopo più arrabbiato che mai fissando il troll che ormai si erà giratò altrove.

GDR off: scusate se non ho postato ultimamente ma avevo molto da fare e poco tempo per il gdr :(
 

Clawdio

Lurker
Gromork sembrava stancarsi sempre più ad ogni colpo,del troll e continuava ad indietreggiare sotto i colpi del troll,
il loro capo veniva preso di mira come un bersaglio per freccette dal mago Karash.
Crumorn veniva trascinato di peso da Urfang(situazione più unica che rara per un goblin) sempre più lontano dalla battaglia.
Con un violento scossone si strappò dalla presa del suo compagno Non vedi inkapac'? ai nostri kommiliton serve una man"
Sulla fronte dello sciamano iniziarono a mostrarsi le vene per lo sforzo e la fronte gli si imperlò di sudore.
Per potenziare l'orco doveva aspettare che i 2 combattenti si separassero per evitare di avvantaggiare anche il nemico.
Quindi iniziò da Kadalai.
Kadalai stai pront tra poko sarai più veloce di un giaguar"-"totem risvegliat":ghigno: gridò il piccoletto.
Il bastone cambiò forma allungandosi di un metro buono tanto che per tenerlo il goblin dovette tenerlo sotto l'ascella, una potente emanazione verde partì in direzione di kadalai ed andò a a ricoprire le gambe del capo con una nuvola verdognola.
Le gambe di Kadalai sarebbero state in grado di coprire distanze in poco tempo per pochi minuti.


Blocca
Indietreggia
Blocca
Respinge
il combattimento dell'orco continuava cosi da molto tempo e Crumorn dubitava di poterlo aiutare
ma finalmente
Blocca
viene scagliato indietro
Ecco il momento buono!

"Giara risvegliat
Il bastone da allungato si trasformò in una giara di piccole dimensioni, immediatamente un liquido verdastro appiccicoso ricopri totalmente Gromork, il liquido si appiccicò alla pelle indurendosi creando una specie di spessa corazza intorno all'amico in un primo tempo, ma poi la corazza si trasformò in viva carne anzi a meglio vedere eran tutti muscoli che andavano ad aumentare la massa del bestione
 
Ultima modifica:

Ghazghkull

Lurker
Gromork vide arrivare su di lui uno strano liquido proveniente dal bastone di Crumorn, non seppe cosa fosse ma prima che lo potesse schivare nel caso fosse qualcosa di "ostile" ne fu ricoperto.
il Liquido cominciò presto ad indurirs fino a che divenne uno strato di muscoli che fece Gromork ancora più grande e forte. L'orco vide davanti a se che il troll stava tornando per farlo fuori e che non si era accorto del suo cambiamento di statura data la stupidità del bestione, allora Gromork cominciò a correre verso di lui.
e pochi metri dal nemico il giganesco troll sferrò un colpo potentissimo su di Gromork che lo parò con il suo scudo ormai danneggiato, ma l'orco si accorse che non era indietreggiato, ma anzi stava avanzando spingiendo in avanti il pugno del troll. La bestia allora mise più forza nelle sue braccia e fermò l'avanzata dell'orco e divenne tutto un "braccio di ferro" per chi riusciva a respingere il colpo del nemico. Anche se con il doppio dei muscoli, Gromork non sarebbe mai riuscito a respingere completamente il colpo, ma con molta forsa sarebbe riuscito a resistere per qualche altro secondo, allora gridò
DIZTRUGGETELO O FATE IN MODO KE NON CI VENGA PIU' ADDOZZO!
Gromork si rivolse ai due goblin nella speranza che avessero qualche asso nella manica per fermare il troll (tipo crowd control).
 

Grant Mills

Lurker
GDR OFF

I commenti tipo quello del crowd control metteteli in GDR OFF però;)

Cmq, Blood che fine ha fatto?:gratta:

GDR ON


Kaladai era ormai bloccato in una situazione di stallo. In campo aperto, non riusciva ad avvicinarsi ad uno stregone del potere di Karash, ma d'altro canto le saette maghiche del suo avversario non erano abbastanza rapida da colpire un guerriero veloce come l'assassino elfo oscuro. L'unico punto di svolta possibile sembrava il crollo di uno dei due: sarebbe venuto meno prima il potere magico dello stregone o la vitalità dell'assassino?

Improvvisamente, Kaladai si sentì investito da un flusso di energia. Ci mise un attimo a realizzare che non veniva dal suo avversario, ma dal piccolo goblin stregone del suo gruppo. Rivolgendogli un'occhiata veloce, intuì che gli stava suggerendo di muoversi. Senza troppa convinzione, provò a compiere un piccolo scatto, e quasi non credette alle sue percezioni quando realizzò a che velocità si stesse effettivamente muovendo.

Karash, intuendo l'effetto dell'incantesimo del goblin, cercò disperatamente di allontanarsi dal suo avversario, ma l'elfo era ormai diventato troppo veloce. In pochi attimi l'elfo coprì la distanza che li separava, saltando agilmente sul disco e rotolando a terra avvinghiato al suo avversario. Pochi secondi di lotta furiosa, e l'elfo fu in grado di piantare profondamente nel fianco del suo avversario più di qualche pollice di acciaio elfico.

"Quando vedi il tuo dio, ringrazialo per avermi fatto vincere questo scontro", gli sussurrò sottovoce Kaladai, godendosi sadicamente gli ultimi momenti dell'odiato avversario. "Ho perso oggi, elfo, ma mi seguirai presto. La mia maledizione ti seguirà fino alla tomba.....presto, molto presto...." rantolò lo stregone, sputando sangue ad ogni parola, ma con gli occhi sgranati fissi sull'assassino.

Mentre ascoltava queste parola, Kaladai non potè fare a meno di percepire un senso di gelo scivolargli nelle ossa. "Idiota...io...io vivrò per sempre" si disse, per scacciare l'opprimente sensazione di angoscia che sembrava averlo improvvisamente avvolto in un abbraccio malevolo e opprimente. C'erano ancora molti nemici da sistemare, e da quello che vedeva i suoi compagni non se la stavano cavando particolarmente bene.
 

Cromak

Lurker
GDR ON: A quanto sembrava,nemmeno la forza del loro corpulento compagno Gromork era abbastanza per tenere a freno il micidiale troll. Dopo la magia di potenziamento sull'orco,il confronto fra i due aveva raggiunto l'apice e nessuno avrebbe potuto intromettersi senza riportare gravi ferite. Pareva che anche i guerrieri del caos del gruppo di Kaladai,e persino il campione,fossero così consci delle conseguenze di un loro intervento che si tenevano in disparte ad osservare e ad attendere un'occasione propizia. Tuttavia,tutti sapevano benissimo che prima o poi Gromork avrebbe dovuto cedere. ma in quel momento Urfang si ricordò di un "souvenir"che aveva ottenuto durante i suoi viaggi:" Ma cert'!Adezz' pozzo uzar' le gocce di veleno paralizzant' del ragno gigant'...Quello ke ho trovat' in una kavern' delle Malelande! Normalment' ci vuole quake attim' per preparlo a dover'-e pensando questo trasse fuori e dalla faretra una rozza ampolla,che stappoò poco prima di poggiare quattro frecce a terra- ,ma quezta volt' la magia di Crmorn mi ha favorit' dandomi tutto il temp' necezzario....Cautamente il goblin versò tre gocce del liquido su ogni punta delle frecce e si fermò a fissarle per dieci secondi prima di incoccare la prima e sussurare a sè stesso:"Dovrò ezzer' molto veloc' per evitar' ke quel moztro ,ke zta quazi per rezpinger' il noztro duro amik' dalla pelle verd'...Via!".Uno dopo l'altro tutti e quattro i dardi morsero rispettivamente le braccia e la gambe del troll,ma quest' ultimo commise il grave errore di non notarle concentrato com'era sullo schiacciare il suo avversario. Solo allora un acuto ed eccitato grido,rivolto al suo gruppo, si levò dalla bocca di Urfang:" Avanti.è giunt' l'okkazion' ke azpettavam' per finirlo! Il velen' sulle mie frecce non può bloccare le articolazioni di un nemik' kozì pozzent',ma le rallenterà di parekkio per molto temp'! Anke tu zciamano-disse voltandosi verso Crumorn- vizt' ke non ti ha zbriciolat' kolpizcilo con tutto quello ke puoi...e io farò lo ztezz' ".Un'altra freccia partì dalle retrovie della Warp Legion. GDR OFF: Mi era stufato di chiamarlo sempre "il gruppo" o "il gruppo di Kaladai" :D
 
Ultima modifica:
GDR OFF
Scusate l'assenza ma ho avuto da fare in real life ultimamente, cmq rieccomi! :)

GDR ON

Il prescelto stava fermo in posizione difensiva, studiando il movimento dei suoi avversari...sembrava in una sorta di trance tanto che mentre i suoi compagni stavano lottando per la vita, lui sembrava un osservatore immobile, quasi distaccato dagli avvenimenti che gli stavano accadendo intorno.
Una strana aura bluastra stava pervadendo il corpo di Betzejar fino ad un esplosione simile ad un flash e quasi impercettibile per 'occhio umano.

Un solo obiettivo era bersaglio del prescelto ora: il grosso troll doveva essere annientato!
Più l'avversario era grosso e pericoloso, più la voglia di misurarsi con lui cresceva istante dopo istante...
Puntò subito in direzione del troll e vide che Gromork lo stava tenendo a bada seppur con difficoltà: La gloria per l'abbattimento della bestia dovrà essere mia! pensò.
Mentre l'orco nero si rimediava nel difendersi dagli attacchi del mostro, riuscì ad udire un urlo provenire dal fianco del mostro, una voce familiare.
La possente carica di scudo di Betzejar sorprese il mostro, che si trovò sbilanciato dall'enorme peso del guerriero in armatura che si era lanciato su di lui. Seguì un potente fendente che però la creatura bloccò d'istinto con un braccio, ferendosi in maniera piuttosto evidente evitando di perdere l'arto solamente grazie alle spesse scaglie sulla pelle garantitegli dalle mutazioni del caos che lo permeavano.
La creatura era più resistente del dovuto e una volta arrivati a contatto con essa, sembrava ancora più mastodontica.
Quest'oggi uno di noi due non lascerà questa gabbia mostro! urlò Betzejar sferrando un altro fendente alla bestia e ferendola al corpo.
Il troll aveva modesti squarci ovunque sulla superfice del suo corpo e qualche freccia conficcata nell'addome, ma la cosa che notò con piacere era che le ferite non si rigeneravano con la stessa velocità di sempre, anzi sembrava quasi che non lo facessero affatto.
Ora il caotico troll si trovava ad avere di fronte due validi avversari e la sua baldanzosa arroganza andava scemando attimo dopo attimo, mentre la sua collera per le ferite subite lo stava mandando in uno stato di frenesia totale.
 
Ultima modifica:

Clawdio

Lurker
Aprofittando della zuffa tra l'orco,Betzejar e il troll, lo sciamano pensò ad un modo per indebolire ulteriormente il nemico.

"Vediam kom una kreatur di puro iztinto zi komport zenza la vista"
Resse il bastone tra i denti e pose avanti le adunche mani disponendo le dita come una raggiera.
Dalle dita sparararono lampi verdi che colpirono in volto il troll questi perse entrambi gli occhi,un orbita esplose,l'altro occhio sbalzato dall'esplosione cadde a terra e rotolò mezzo distrutto verso i piedi dello sciamano.Betzejar tentò un affondo al petto ma il troll schivò per miracolo indietreggiando per il dolore al viso.
il goblin vide che l'occhio schizzato rigenerarsi velocemente.
Col suo metodo poteva solamente accecare la belva per colpa della sua impressionante rigenerazione.
Il verdonzo fermò i suoi incantesimi un attimo per riposare raccolse l'occhio e iniziò a mangiarselo.
"Divora o zii divorato quezta è la legge dell'arena" disse a Urfang con un sorriso macchiato di sangue
Poi riniziò a scatenare il suo incantesimo contro il troll sperando di dare un'altra occasione per colpire ai suoi alleati.
 

Grant Mills

Lurker
Mentre Kaladai stava cominciando a dirigersi verso i propri compagni, un ululato feroce squarciò l'aria, mentre un branco di lupi della desolazione faceva il suo ingresso nell'arena. A quanto pareva, quella era la seconda ondata di mostri. Guardando le loro bocche sbavanti e piene di zanne affilate, Kaladai si ritrovò a sperare che la maledetta scala di uscita dall'arena venisse calata presto.

Il branco di lupi prese istintivamente di mira il nemico più vicino, nella fattispecie il Guerriero Prescelto, che si era spinto molto vicino alla breccia nelle mura per abbattere uno dei troll, già ferito dalla potente magia della donna. Il guerriero del caos si mise in guardia, ma Kaladai dubitava che potesse resistere molto a lungo contro un branco così numeroso. "Spero che se ne porti dietro almeno un pò, nella morte..." pensò l'assassino, prima di volgere lo sguardo verso il gruppo di orchi, che era alle prese con un attacco su due fronti: da un lato, uno dei troll del caos, dall'altro, la donna e la sua magia di evocazione di corvi. Uno dei goblin giaceva già a terra, senza più gli occhi, cavati da precisi colpi di becco.

Poi, l'attenzione dell'assassino fu attirata da un basso ringhio alle sue spalle. A quanto pare, due dei lupi avevano deciso che l'elfo era una preda più abbordabile del guerriero in armatura. "Tanto peggio per loro.." pensò l'elfo, sogghignando.

GDR OFF
Mappa Aggiornata
 
Ultima modifica:

Cromak

Lurker
GDR OFF:Dalla faretra senza fondo di Urfang salta fuori un....:robot:.GDR ON:Senza alzare posare lo sguardo sul "verdino" vicino a lui Urfang controbattè per le rime:"Ora mi è pazzat' l'appetit',zoprattut' ze penz' ke ci diztraiam' kon un avverzario mentre kreatur o concorrent' ci zompan' addoz' per aver perz' la zkalett'.Kozì pediam' la zfida e ce ne andiam' ai kreator'...Non fermart' nel tormento del moztro!" Anche Crumorn aveva visto i logori taschini sulla faretra rozza quanto bizzarra pelle di squig,ma ignorava cosa si annidiasse dentro. Vi erano fissati artiglio di squig a uncino per fissare trucchi e arnesi. Una fiasca di olio incendiario che aveva prelevato da un nano artigiano girovagante a cui non sarebbe servito più...Il goblin la stringeva nelle adunche mani e mirava al naso del troll. Poteva essere essere un'idea folle perchè la magia del caos potrebbe aver reso la suia pelle immune agli elementi della natura. Urfang strillò ad Eragath(GDR OFF: npc per ora) di passargli la fiaccola vicino ai suoi piedi adesso che era più al sicuro dal torreggiante abominio. Egli si abbassò un attimo per guardarsi intorno e tirò il tizzone al compagno prima di tornare a combattere in piedi. Così frattanto che la creatura impazzita dal dolore mandava a vuoto i suoi colpi poderosi perchè troppo alti, si accorse dell'appicicosa sostanza solo quando questa aveva coperto mezza faccia,occhi e l'intero collo solo un momento prima di sentire il calore della fiaccolata. Incredibilmente pure l'esplosioni verdognolo dello uno sciamano parevano reagiredistruttivamente per una strana legge chimica.Però il goblin arciere credeva che fosse una magia di Gork e Mork,o del dio di Tchar' Zanek nominato come "Tzeentch". Fatto questo poteva tranquillamente trasformare la faccia e il corpo del loro avversario in un grosso puntaspilli...
 
Ultima modifica:

Clawdio

Lurker
GDR off Cromak divertiamoci in GDR la fantasia e mooolto più piena di possibilità rispetto a quello che si può fare ingame :rosik:
Gdr On
il piccolo goblin riportò la sua attenzione al loro capo Kadalai che visibile a malapena dietro a un polverone si batteva con 2 lupi dal fulvo manto grigio.
Ho zempre desiderato una pelliccia di lupo come decorazion
Per non rovinare eccessivamente il manto del suo futuro trofeo il pazzo si mise a correre verso la belva
intenzionato a ucciderlo senza usare i suoi poteri "Non voglio un mantel bruciakkiato".

Uno dei lupi che fino ad un momento prima ringhiava all'immobile e concentrato kaladai al veder una piccola preda verde in movimento si diresse spedito verso Crumorn.
Quest'ultimo intanto aveva estratto il suo coltello avvelenato con l'intenzione di colpire nelle fauci del quadrupede.

Il lupo in corsa fece scattare le mascelle azzanando un lembo della lunga manica del goblin evitando furtunatamente la carne.

Crumorn trovò un apertura ma evitò di agire per la sua dannata mania da colezzionista. il lupo iniziò a tirare la manica facendo cadere poco dignitosamente il verdonzo sul suo didietro.
Lo sciamano stufo della ingloriosa quanto pericolosa situazione tirò un calcio ben assestato alla gola del lupo che per il dolore lo mollò.
I
n un attimo la belva fu sopra di lui puntando alla gola della sua preda.
Il gobbo fulmineamete puntò il coltello in avanti pensando che fosse finita.
Si ritrovò stupito con l'arma conficcata nel palato della bestia morta all'istante per la tossicità del suo veleno e la mano bloccata tra i denti.

Doveva liberarsi e portare il trofeo in un luogo sicuro dell'arena per evitar di rovinarlo.
Con la punta del suo bastone iniziò a far leva sui denti del lupo E molla!!
 
Ultima modifica:

Cromak

Lurker
GDR OFF:Mah...Non so proprio come procedere perchè se ti raggiungo rimaniamo bloccati in quanto non me la sento(e non ho neanche voglia:D)di manovrare gli altri personaggi;con il rischio di sballare tutta l'azione :look: ,poi,perchè adesso gli altri con me dovrebbero finire il troll e Kaladai dovrebbe notarti.Se assisto alla fine del mostro,ma che grande peccato guardare un evento del genere senza la prospettiva di un guerriero(!),ti raggiungo e...bloccoIn questi casi è problematico interpretare i goblin,vero :rolleyes:?Per andare aventi,editerò comunque il mio intervento.GDR ON:.....
 
Ultima modifica:
Alto