Gods & Heroes: Nuova intervista a Stieg Hedlund


Killerbetties.com ha di recente pubblicato una nuova intervista a Stieg Hedlund, Design Director per Gods & Heroes: Rome Rising, MMORPG a sfondo storico di Perpetual Entertainment. Eccone la traduzione integrale:

“Gods and Heroes: Rome Rising” Intervista - Stieg Hedlund

Sono sempre stato un fan della mitologia, come le storie così ricche di dettaglio e immaginazione, che narrano di mostruose creature e delle gesta soprannaturali degli Dei e le loro frequenti ed insistenti incursioni nelle vite delle persone comuni. Apparentemente anche altre persone condividono le mie stesse sensazioni, perché God and Heroes: Rome Rising stà equipagiandosi di questo stesso materiale in un MMORPG di prossima uscita, e non porta solo un nuovo mondo ed un innovativo design della giocabilità, ma sembra proprio splendido. Un grazie a Killer Betties e a voi lettori, poiché Stieg Hedlund – Design Director di Gods & Heroes – ci ha gentilmente offerto il suo tempo per rispondere ad alcune domande sul gioco.

1. Al contrario di molti MMORPG che sono ambientati in un mondo fantasy Tolkeniano, Gods and Heroes rifiuta questa tendenza e si dirige verso un’ambientazione mitologica Greco-Romana assai più originale. Perché avete scelto questa ambientazione e cosa pensi che abbia di ciò che gli altri mondi fantasy non hanno?

Devo dire, ho trovato un po’ ironico il fatto che il mito è pensato come l’essenza dell’ambientazione “più originale”- tutto deriva direttamente dal mito- giganti, dragoni, morti viventi, sradicati dal loro contesto originale, quindi l’ambientazione mitica è originale nel senso che rappresenta l’origine…
Roma, la sua cultura, l’arte della guerra, la tecnologia e senza dubbio il suo mito, continua ad affascinare persone in tutto il mondo, praticamente da quando ha iniziato ad esistere. L’abbiamo scelta perché la sua interazione con il gameplay, che volevamo creare, è stata completa e profonda. Lavorare con la storia e con il mito è tremendo – c’è così tanto materiale, e tutto ha un senso di essere incagliato invece di forzato ed artificiale. Le persone trovano familiarità in esso e vi vengono trascinate e quindi andremo ad introdurre alcuni degli elementi più strani e meno familiari che, io penso, le persone troveranno alquanto interessanti.

2. Uno dei primi passi che un giocatore deve fare è la scelta del personaggio. Quali tipi di Eroi sarà possibile scegliere? Quali sono le loro abilità? E quale Eroe è ideale per uno specifico tipo di giocatore (es. quale è il migliore per quei giocatori che vorrebbero fare il tank, etc.)?

Gladiatori, Mistici, Curatori, Ladri, Esploratori e Soldati sono le classi che posso essere scelte per il proprio eroe. Sotto potete trovarne una veloce descrizione:
Il Gladiatore si basa su colpi spettacolari che infliggono un grande ammontare di danno nel combattimento ravvicinato, ma non possono assorbire danni ingenti come il Soldato. Ha inoltre alcune abilità di controllo del suo gruppo.

Il Mistico ha il ruolo dell’incantatore. Ottiene una grande varietà di incantesimi la maggior parte dei quali sono incantesimi di danno diretto, ad area, di debuff, di evocazione e di controllo del gruppo. Un Mistico può accumulare un sacco di agro se usa i propri incantesimi più potenti in modo poco attento, e ciò non è una buona idea vista la sua scarsa abilità nel corpo a corpo.

Il Curatore è la classe principale per le cure e per il supporto. Ha inoltre qualche incantesimo offensivo di debuff. I Curatori hanno inoltre una discreta capacità nel corpo a corpo che in casi estremi e per brevi periodi possono usare.

Il Ladro può usare lo stealth per nascondersi dai nemici o per colpirli ale spale e arrecare un danno ingente. Può inoltre eseguire una buona varietà di abilità legate al controllo del gruppo. Il Ladro non può resistere a grandi danni ma può sempre scivolare via dal combattimento o ritirarsi nelle ombre se la situazione si fa pericolosa.

L’Esploratore è specializzato nel combattimento a distanza ed è molto abile in ciò. Ha inoltre il beneficio di alcune particolari abilità che lo aiutano ad uscire dal combattimento, rendendolo abile nello scampare i pericoli. In più l’Esploratore è capace di usare abilità per il controllo del gruppo e per cercare cibo e bevande.

Il Soldato sarà il preferito di quelle persone che amano stare in prima linea, con la responsabilità di aiutare gli altri. Nonostante non sia abilissimo nell’infliggere danno, esso ha l’importante compito di amministrare l’agro del gruppo. Il Soldato ha bisogno di essere molto consapevole e attento all’evolversi del combattimento e deve sapere quando usare le sue differenti abilità difensive.

3. Inoltre prenderete un Dio da adorare in tutto il gioco. Quale è lo scopo degli Dei e come influenzeranno il gameplay?

Gli Dei influenzeranno non poco il gameplay. Diventeranno parte della propria storia con il procedere del gioco, mandando i loro messaggeri nel mondo mortale e chiedendo ai giocatori di compiere alcune missioni per loro. Se compierete queste missioni riceverete una ricompensa, inclusa l’abilità di chiamare i poteri divini. Questi poteri sono molto importanti nel gioco perché sono una sorta di abilità magiche che sono uniche e ristrette al Dio che si è scelto, quindi se per esempio si scegliesse di allinearsi a Giove, i fulmini saranno parte del potere che si guadagnerà, ma queste abilità vanno anche a seconda della propria classe, quindi gli Esploratori trarranno benefici null’uso degli archi se si alleeranno ad Apollo. Per mantenere questi poteri, il giocatore deve mantenere la propria fedeltà al proprio Dio, che può essere sviluppata compiendo missioni per lui, o altrimenti donando fondi ai suoi templi.

4. In molti MMORPG, dopo aver selezionato la classe ed il lavoro, non c’è molto ancora da settare se non vestire differenti armature o brandire armi differenti per cambiare le proprie apparenze. In Gods and Heroes è stato implementato un modo per permettere ai giocatori di cambiare il look del proprio personaggio, scegliendo magari tra pettinature differenti o differenti facce, in maniera che nol gioco non si vedano tanti cloni del proprio alter ego digitale?

GnH (Gods and Heroes) permette una vasta varietà di personalizzazioni per il proprio personaggio. E’ presente la selezione di facce, stili di capelli, colore della pelle, inoltre se si vuole è possibile utilizzare il nostro sistema a scorrimento per rifinire le piccole cose, come le sopracciglia, lunghezza e altezza del naso, età e regolare la lunghezza delle varie parti del corpo. Stiamo inoltre pianificando un sistema di personalizzazioni all’interno del gioco, cosicchè si possa continuare a personalizzare il proprio personaggio anche dopo la sua creazione.

5. Oltre il combattimento per salire di livello e compiere missioni per esperienza/soldi/oggetti, sarà presente una storia guida centrale che i giocatori potranno essere in grado di completare (come la storia di un RPG)?

Si, è presente una storia centrale ma anche molte altre più piccole. Abbiamo a disposizione degli scrittori fantastici che ci hanno presentato veramente molto materiale interessante e coinvolgente per le nostre missioni. Ci saranno quindi una storia principale e molte altre più corte; alcune stravaganti altre più serie, ma tutte coinvolgono completamente il giocatore.

6. Quale sarà il livello massimo raggiungibile e quali saranno gli scenari da “fine gioco” per quei giocatori che raggiungeranno quel livello? Quali stimoli avranno per rimanere a giocare dopo aver raggiunto il limite oltre che aspettare le espansioni?

Il livello massimo sarà il 50. Ci saranno molte sfide per i livelli alti da affrontare in gruppi numerosi; stiamo lavorando su molta varietà e quindi non credo che sarà ripetitivo. C’è poi roba che riferisce al PvP ma di cui parlerò più tardi.

7. Una delle cose uniche del gioco è il Sistema di Combattimento basato sull’Azione. Diversamente da altri giochi, non si dovrà solo cliccare per attaccare e guardare un’animazione registrata. I personaggi, per esempio, avranno movimenti molto fluidi, attacchi diversificati come stritolare e altri simili. Esattamente come funziona il nuovo Sistema di Combattimento?

In pratica lo hai già detto.
Essenzialmente, abbiamo creato un ibrido tra il sistema standard di un MMO e quello di un gioco di azione. Stiamo continuando a rifinirlo e migliorarlo, ma pensiamo che rappresenti il meglio di entrambi i mondi.

8. Continuando sul Sistema di Combattimento, poiché i movimenti sono così fluidi, i movimenti sono stati creati grazie a sessioni di motion capture o sono movimenti animati?

Non crediamo nel motion capture per questo titolo, quindi sono tutte animazioni “manuali”. Non ho detto che non crediamo in quel metodo – se si dovesse creare un gioco di calcio, il motion capture è quello di cui avremmo bisogno – e avremmo bisogni di catturare i movimenti reali dei giocatori di calcio. Noi stiamo sviluppando qualcosa che si propone di essere più che reale, quindi il keyframing è l’unica strada da seguire. Mi piace sempre portare come esempio Marcel Carceau quando parlo di questo: quando mima suonare il violino, sembra più simile a qualcuno che suona il violino che se ci fosse un violinista in carne ed ossa a sederci di fronte a suonare un violino – egli cattura le sensazioni e l’essenza invece della solida e mera realtà.

9. Potresti parlare un po a proposito del sistema di PvP del gioco e di quanto sia esteso?

All’uscita faremo in modo da avere le solite caratteristiche nel PvP: server dedicati, duelli e altre cose del genere, ma abbiamo grandi progetti per il futuro. Per primo, abbiamo intenzione di creare un sistema di combattimenti in determinate aree in stile ladder, in maniera che il PvP sia impegnativo e gratificante, perché possiamo eliminare una grande quantità di cheating(imbrogli). Questo farà parte dei contenuti della parte finale del gioco, in maniera che i giocatori possano ottenere premi importanti a livelli più alti. L’altra cosa maggiore che arriverà dopo l’uscita del gioco, sarà l’aggiunta di nazioni oltre Roma, che presenteranno nuove culture, miti classi e altre cose del genere, come i Cartaginesi o le Tribù Tedesche. Questa seconda cultura si presenterà in conflitto con Roma, disputandosi territori, e tutte altre cose che derivano da esso – nazione v. nazione.

10. Un’altra novità in Gods and Heroes è il sistema dei sottoposti. Cosa sono i sottoposti e quali tipi di sottoposti ci sono? Quanti possono aiutarti?

I Sottoposti sono PNG (personaggi non giocanti) che possono essere allenati o ottenuti come ricompensa per il completamento di determinate missioni. Essi si uniranno a te e potrai organizzare una squadra che ti segua nelle battaglie. Ci sono tre tipi principali di sottoposti: Fanteria (combattenti da corpo a copro), Esploratori (combattenti a distanza) e Incantatori (che ovviamente lanciano le magie). Inizialmente si potrà disporre di un solo sottoposto nella propria squadra, ma successivamente se ne potranno avere un massimo di otto. Le squadre possono contenere tre unità, una unità è composta da qualsiasi numero di sottoposti di un tipo particolare, così che il mix di unità della propria squadra sarà fondamentale per la propria strategia.

11. I sottoposti si muovono in maniera autonoma o sarà possibile controllarli e impartirgli degli ordini da seguire? Come si controllano esattamente i sottoposti e come si usano in battaglia?

I sottoposti hanno un’intelligenza artificiale che dice loro di agire in maniera appropriata, ma agiranno sempre sotto ordini che il giocatore impartisce dando a loro dei parametri generali di comportamento. Ci sono quindi degli ordini specifici che si possono dare nel cuore della battaglia. La combinazione tra un’evoluta IA e un trasparente sistema di ordini rendono il tutto user friendly ma al contempo profondo.

12. Con la ricca storia Greco-Romana, i giocatori potranno usare qualcuno tra i fiabeschi e mitologici personaggi come sottoposti, come un Minotauro o qualcuno di queste bestie mistiche? Se così fosse, ci diresti qualche segreto su quale di questi personaggi mitici potremmo scegliere o su come riusciranno i giocatori a trovarli e reclutarli come sottoposti?

Le bestie mitologiche sono davvero disponibili come sottoposti. Certamente queste non staranno ad aspettarti in taverna in città pronti per essere arruolati, ma se si è di alto livello e si esplorano le aree remote del mondo, qualcuno potrebbe anche trovarle…

13. Forgiare e migliorare le armi è abbastanza unico in Gods and Heroes. Quale è lo scopo del fabbro e come li si può trovare? Ci sono dei fabbri speciali che è possibile trovare a giro per il mondo? Come è possibile sfruttare i fabbri per migliorare le proprie armi e cosa hanno bisogno per farlo?

Ogni giocatore in GnH ottiene il proprio campo dove può decidere dei vari aspetti dei suoi sottoposti. Uno di questi PNG che vive li è il custos armorum, dal quale puoi cambiare i set di equipaggiamento dei propri sottoposti. A livelli alti ci saranno set differenti che il proprio custos armorum sarà in grado di imparare; i quali richiedono, prima il progetto da consegnarli – i progetti possono essere trovati come loot, come ricompensa di una missione o acquistati da mercanti PBG o PG – quindi si ha bisogno anche dei materiali che devono essere raccolti e consegnati.

14. Molte come le domande sui sottoposti mitici, ci sarà qualche arma speciale o oggetti epici che si potranno trovare nel gioco e se fosse così come si potranno avere?

Assolutamente. Stiamo tracciando nel contempo mito e storia, così come aggiungendo alcune delle nostre invenzioni per creare una pletora di articoli fantastici nel gioco. Alcuni di questi potranno essere comunemente trovati come lot dall’uccisione di alcuni mostri nel mondo, mentre altri richiedono il compimento di missioni di alto livello o di sfide superiormente difficili.

15. Cheating è diventato un problema quando si parla di MMORPG. Ci saranno delle misure di controllo o di sicurezza per fermare i cheaters o per diminuire la loro presenza?

Il piano di Perpetual all’inizio era di creare questo tipo di gioco, quindi pianificcammo e costruimmo la nostra piattaforma per il gioco. Uno dei risultati di questa cosa è che possiamo localizzare un gruppo intero di materiale, inclusi gold e oggetti, che sono generalmente coinvolti con il cheating. Quindi sono in teoria possiamo sapere se qualcuno possiede degli oggetti che sono state ottenute in maniera errata. La questione reale è come comportarsi di fronte a questi fatti – personalmente vorrei intercedere poco in quelle situazioni che sono oneste e lasciare i giocatori giocarsi il gioco il più possibile se ci fosse anche solo problemi minori

16. Puoi parlare un poco a proposito del mondi di Gods and Heroes? Avete fatto una stima in miglia di quanto potrebbe essere grande? Quali tipi di città/paesi i giocatori potranno visitare e che tipo di ambienti incontreranno?

Il mondo è molto largo – ci sono 26 aree nel mondo pubblico, ciascuna è circa grande due chilometri quadrati, tuttavia alcuni sono più grandi ed altri più piccoli. In cima a questo ci sono molte aree istanziate, quindi c’è molto da esplorare. Nel mondo c’è una grande varietà – questo ci ha veramente spinto a riflettere su come un romano antico avrebbe sentito il suo mondo – le cose sono molto differenti qualche miglia più avanti lungo la strada.

17. Nel gioco è sono presenti le condizioni climatiche e il susseguirsi del giorno e della notte? Ci sono delle missioni che è possibili eseguire solo in un certo momento? Che relazione c’è tra il tempo reale e quello in gioco?

Certamente abbiamo introdotto il circolo notte/giorno, e diversi effetti atmosferici per aree diverse È probabile che noi finiamo per fare delle cose che sono giorno o notte, ma non vogliamo creare troppe cose per cui i giocatori dovranno aspettare a sedere che qualcosa accada.

18. Che tipi di trasporto ci sono nel gioco? Portali per il viaggio veloce? Cavalcature per muoversi più velocemente rispetto che andare a piedi? Etc?

Ci sono molti modi per sostarsi velocemente, portatine che ti porteranno a giro per Roma, carri che ti porteranno per il mondo, portali e molto altri.

19. Viaggiando per il mondi di un MMORPG è molto facile perdersi. Cosa ha fatto Gods and Heroes per rimediare a questo problema?

Ci sono un sacco di indicazioni facilmente trovabili come pietre miliari, cartelli, persone che possono indicarti la direzione, mappe – penso che le persone abbiano metodi differenti per orientarsi nel mondo quindi abbiamo sviluppato molti metodi differenti per aiutarli.

20. Siamo sempre molto curiosi sulle donne che sviluppano giochi. Ci sono state donne al lavoro della creazione di Gods and Heroes e se così è in quale parte del gioco sono state assegnate?

Oh, assolutamente, sono sempre stato molto contento nell’avere un gruppo misto nella creazione dei giochi – e non solo in termini di genere – e sono convito che lo abbiamo realizzato. Abbiamo così tante donne nel team di GnH che in un altro team di cui io abbia mai fatto parte, e coprono altrettanto bene tutti i campi in cui lavorano - designer, artisti e coder.

21. E finalmente, con tutti i MMORPG che stanno richiamando l’attenzione dei giocatori, perché pensi che le persone dovrebbero scegliere di giocare a Gods and Heroes piuttosto che ad altri giochi?

Io penso che GnH porti degli elementi mai visti finora nella categoria dei MMO. E’ un’ambientazione nuova da esplorare, e abbiamo veramente un Sistema di combattimento eccellente, sia individuale che a squadre. Finalmente abbiamo il sistema degli Dei, che aggiunge alcuni elementi davvero particolari alla personalizzazione e alla crescita del personaggio.

Un ringraziamento speciale a Stieg Hedlund per averci concesso il tempo per rispondere alle nostre domande. Continuate a guardare per saperne di più su Gods and Heroes: Rome Rising che sembra far accrescere il proprio nome fino al suo rilascio.



Traduzione by Draxtor
 
Ultima modifica:
Alto