[Guida] Galactic database

vander

Divo
Impero dei Sith.

[IMGTEXT="[URL]http://www.swtoronlineguide.com/wp-content/uploads/2010/03/empire.jpg[/URL]"]
  • Nascita: ricostruito dai resti dell'originario Impero dei Sith.
  • Capo di Stato: L'Imperatore che si è ritirato dalla scena politica ed ha delegato i suoi poteri al Consiglio Oscuro.
  • Capitale: Dromund Kaas.
  • Società: divisa tra Sith e non Sith.
[/IMGTEXT]
..ed ora, finalmente, siamo ritornati!
- Darth Malgus -​

Le vere origini dei Sith rimangono avvolte nel mistero. La razza Sith fu, infatti, insignificante fino a tremila anni fa, quando gli esiliati jedi oscuri arrivarono su Korriban e soggiogarono i Sith sotto il loro dominio e la loro filosofia.

Col passare degli anni, i Jedi Oscuri si unirono con la razza Sith e con le generazioni successive, la parola “Sith” assunse un nuovo significato. Questa nuova e potente civiltà incominciò ad espandersi rapidamente, guidata da una crescente popolazione di utilizzatori della Forza oscura. Più di mille anni fa, i confini della civiltà Sith si estesero e raggiunsero la Repubblica, e la Grande Guerra dell’Iperspazio ebbe inizio.

La Grande Guerra dell'Iperspazio (Battaglia su Korriban 5,000 BBY)
Il Signore Oscuro dei Sith Naga Sadow guidò la sua armata in un’aggressiva campagna per distruggere la Repubblica Galattica. Nonostante i primi successi dei Sith, l’Ordine Jedi si radunò per sconfiggere i propri omologhi Oscuri, annientando sistematicamente la civiltà Sith su Korriban.

Naga Sadow
Tuttavia all’insaputa dei Jedi, l’ultimo imperatore dei Sith riuscì a scappare alla carneficina e si rifugiò nelle profondità dello Spazio insieme ai suoi più fedeli Signori Oscuri.
Questi Sith superstiti incominciarono a ricostruire la propria società su un distante pianeta, nella speranza di poter un giorno fare ritorno e vendicarsi.

Nel corso dei successivi mille anni, l’Impero dei Sith ritrovò tutta la sua potenza. L’imperatore sviluppò un vasto impero militare, una flotta di avanzati vascelli da guerra e, attraverso dei riti oscuri, prolungò in modo innaturale la sua vita e il suo indiscusso regno.

Il ritorno dei Sith Lord!
Quando il tempo della vendetta arrivò, i Sith incominciarono ad infiltrarsi nei sistemi stellari dello Spazio Esterno, seminando su questi il seme della discordia e stipulando segreti accordi con la criminalità e i signori della guerra locali. Una volta che tutti i tasselli furono perfettamente inseriti al loro posto, i Sith lanciarono una gigantesca offensiva che colse completamente i Jedi alla sprovvista. Già solo col la prima ondata, i Sith riuscirono a prendere il controllo di diversi sistemi stellari situati nello Spazio Esterno, distruggendo i cantieri navali della Repubblica presso il settore Sluis e strangolando la popolata rotta commerciale di Rimma.

La grande Guerra Galattica (3,681 BBY-3,653BBY)
Dopo il primo assalto, le brillanti strategie dell’Imperatore e la potenza devastante delle forze armate imperiali fecero arretrare lentamente la Repubblica verso le profonde voragini di Utapau nelle alte foreste di Agamar.
Anche se l’Impero diede l’impressione di poter intraprendere una guerra a tempo indeterminato, l’Imperatore sorprese ancora una volta la Repubblica.

L'Imperatore dei Sith (ha vissuto per più di 1.300 anni).
Mentre il Consiglio Oscuro dell’Imperatore teneva impegnati i leaders della Repubblica in una trattativa di pace, diversi Signori dei Sith e un’armata di elite imperiale saccheggiarono il pianeta capitale della Repubblica.
Distrutto il Tempio Jedi e preso in ostaggio l’intero pianeta, i Sith non lasciarono alcuna scelta alla Repubblica che, con la firma del Trattato di Coruscant, rinunciò al controllo di diversi sistemi stellari periferici.

Viene siglato il Trattato di Coruscant
Dal trattato, l’Imperatore si ritirò per perseguire propri obiettivi celati ancora nel mistero, delegando il controllo al Consiglio Oscuro e preparando lo scenario di una brutale lotta per la conquista del potere. Nel vuoto politico che si era creato, i più forti e i più astuti leaders imperiali ascesero per assumere autorità, consolidare il dominio dell’Impero e schiacciare i propri nemici.

Il Consiglio Oscuro è composto da dodici membri.
 
Ultima modifica:

vander

Divo
Fazioni.

Oltre a queste due super potenze, nella galassia si sono formate dozzine di piccole alleanze. I sindacati del crimine interstellare, le coalizioni economiche che raggruppano numerosi pianeti e i gruppi di avventurieri dello spazio che sono numerosi e di vario tipo. Tramite macchinazioni politiche, attività malavitose o attraverso la pura forza militare, molte di queste fazioni hanno acquisito importanza e potere.
Nem'ro the Hutt, leader della gang dei Jiguuna che ha sede operativa su Hutta.​
 
Ultima modifica:

vander

Divo
Nar Shaddaa

[IMGTEXT="http://img337.imageshack.us/img337/4165/narshaddaa2.jpg"]
Regione Astrografica: spazio Hutt;
Satellite: è il più grande satellite che ruota attorno al pianeta Hutta;
Periodo di rivoluzione: 413 giorni locali;
Periodo di rotazione: 87 ore locali;
Alleanze: neutrale, controllato dagli Hutt

[/IMGTEXT]
Uno dei più vivaci e pericolosi posti della Galassia, Nar Shaddaa è un immenso paesaggio urbano dove tutto ha un prezzo. Dominato dal mercato nero che provvede a soddisfare ogni esigenza, la luna è diventata il supremo simbolo della corruzione. I livelli superiori presentano un interminabile sfilata di scintillanti torri illuminate al neon e di galleggianti palazzi di piacere; in nessuna parte della Galassia esiste una simile concentrazione di ricchezza. Dietro queste facciate sgargianti, boss del crimine ed emissari segreti dei politici sotto copertura intrallazzano al riparo dagli sguardi “indiscreti” e decidono l’avvenire dei pianeti e quanto più alla Repubblica Galattica o all’Impero dei Sith potrebbe piacere cambiare la situazione, tanto più il cartello degli Hutt è pronto a chiamare le armi per difendere il proprio potere.

Nonostante tutta la ricchezza la si trovi in superficie, un medesimo livello di brutalità la si trova anche nei livelli inferiori della luna. Le viscere di Nar Shaddaa nascondono alcuni dei segreti più oscuri della Galassia. Nel tentativo di perseguire tecnologie sempre più avanzate, imprese senza scrupoli conducono pericolosi esperimenti a forza su cavie involontarie e i signori del crimine sfruttano schiavi sulle loro catene di montaggio. Latitanti si nascondono dalla legge dopo aver commesso atroci crimini e prigionieri, svaniti nell’intera Galassia, nascosti all’interno di anonime e inviolabili celle di detenzione private.
Oltre agli Hutt, vi sono le imprese criminali in lotta tra di loro per conquistare il potere – tra questi il più potente gruppo criminale è il Sindacato degli Scambi, principale rivale del cartello degli Hutt.
Mentre la superficie di Nar Shaddaa potrebbe rappresentare uno dei principali luoghi di interesse della Galassia da visitare, i livelli inferiori della luna rappresentano un luogo dove chiunque sano di mente (quindi ho già capito che ci catapulteremo in massa nelle zone sotterranee :asd: n.d. vander) eviterebbe a tutti i costi.

C’è stato un tempo, in un distante passato, prima che la luna divenisse una vetrina degli Hutt, in cui Nar Shaddaa fu usata come un campo profughi degli Evocii provenienti dal pianeta Hutta. Ancora dopo, in seguito alla Guerra Civile degli Jedi avvenuta 300 anni fa, Nar Shaddaa brulicava di rifugiati che furono usati dai criminali dello Scambio per adescare e catturare gli ultimi jedi rimasti. Più di recente, quando la Grande Guerra scoppiò e portò diversi sistemi solari in fallimento, Nar Shaddaa, a diversità di altri pianeti, divenne sempre più prosperosa. Quando altri sistemi offrirono la loro alleanza all’Impero o alla Repubblica, gli Hutts che controllano il satellite si resero conto che avrebbero potuto mantenere la loro autonomia, decidendo di continuare i propri affari mantenendo i rapporti con entrambe la fazioni. Questo delicato equilibrio ha reso più rischiosa la conclusione degli affari, senza però attenuare la competizione. Lo Scambio e il Cartello degli Hutt hanno ingaggiato una guerra tra criminali senza sconti, dove il vincitore prenderà tutto e gli effetti di tale disputa, nonostante siano concentrati su questa piccola luna, si ripercuoteranno su tutta la Galassia.

SS_20100730_NarShaddaa04_800x450.jpg SS_20100730_NarShaddaa03_800x450.jpg SS_20100730_NarShaddaa02_800x450.jpg
 
Ultima modifica:

vander

Divo
Corellia​

[IMGTEXT="http://img178.imageshack.us/img178/2800/corellia.jpg"]Regione astrografica: Mondi Centrali;
Soli: 1 Corell;
Satelliti: 1 Gus Talon;
Periodo di rotazione: 25 ore standard;
Periodo orbitale: 329 giorni standard;
Capitale: Coronet City;
Alleanze: Repubblica[/IMGTEXT]
Corellia, uno dei membri fondatori della Repubblica Galattica, è uno dei più vivaci centri commerciali della Galassia ed ha un’elevata importanza strategica. Oltre ad essere un importante polo industriale, punto di riferimento per le grandi organizzazioni industriali della Galassia che ha portato il Pianeta ad acquisire un importante ruolo in seno al senato, è anche il Pianeta di origine di molti leader della Repubblica che operano nel campo economico, politico e militare. Mentre Coruscant è il simbolo del potere e della tradizione delle Repubblica, Coreilla è la testimonianza delle risorse della Repubblica e del suo rispetto per la libertà personale ed economica.

La capitale di Corellia, Coronet City, è un modello di prosperità industriale, unito con l’estetica ambientale. Determinati a tutelare la bellezza del loro mondo e l’individualità, i corelliani preservano ampi parchi situati nel cuore della città. Tuttavia, sotto questa sofisticata facciata, appena sotto la superficie, si nasconde un ambiente corrotto. L’influenza delle imprese ha sempre indotto ai politici di Coreilla e alla sua popolazione, ad accettare questo compromesso per proteggere la libertà e la prosperità economica del pianeta.

Nonostante apprezzino un sistema giuridico più permissivo, i corelliani sono noti per la loro grande lealtà verso la Repubblica. Ecco perché, fino ad ora, sono state in gran parte ignorate le recenti voci che sostenevano la presenza di influenze dell’Impero presso il governo locale. Anche se, secondo alcune fonti affidabili, ma non ancora confermate, le linee ufficiali di comunicazione tra Corellia e la Repubblica sono state recentemente chiuse in modo misterioso.

Holo-video e immagini da Corellia mostrano una diffusa distruzione presso Coronet City e, sebbene la pista degli atti terroristici non sia stata scartata, alcuni temono che la situazione possa essere ancora più grave. Malgrado queste terribili circostanze, lo spirito forte e resistente del popolo di Corellia non si è affievolito e resta convinto che la Repubblica non si fermerà di fronte a niente pur di proteggere questo pianeta così cruciale per la Repubblica stessa, per le sue infrastrutture e la sua cultura.

SS_Corellia01_800x450.jpg SS_Corellia02_800x450.jpgSS_Corellia04_800x450.jpgSS_Corellia03_800x450.jpg
 
Ultima modifica:

vander

Divo
Ilum

[IMGTEXT="http://img3.imageshack.us/img3/5144/ilumy.jpg"]Situato: Regioni Sconosciute;
Soli: 1 Asar;
Satelliti: 2;
Periodo di rotazione: 66 ore standard;
Periodo orbitale: 1.078 giorni standard;
Alleanze: nessuna.[/IMGTEXT]

Da secoli considerato come un ricco tesoro di risorse collocato nei luoghi più inaspettati, – Ilum è un piccolo e freddo mondo situato ai margini della Galassia.

I primi a scoprire il potenziale di Ilum furono i Jedi. La ricca presenza nel sottosuolo del pianeta dei cristalli Adegan, dimostrò la perfetta sintonia per forgiare le proprie leggendarie armi e i Jedi cominciarono a pellegrinare sul pianeta. Su tale remoto e pericoloso pianeta, molti Jedi persero la vita a causa delle bizzarre bestie e il brutale clima d Ilum.

Nel corso degli anni, l'Ordine stabilì piccoli enclavi e modesti Templi col fine di offrire riparo ai jedi che affrontavano un lungo viaggio per giungere sino al pieneta. Ilum divenne una sorta di rito di passaggio per i potenti jedi intenzionati a costruirsi nuove spade laser e un rifugio per i rispettati Maestri Jedi alla ricerca di un luogo tranquillo, adatto per la meditazione.

Tuttavia, la pace che regnava su Ilum fu sconvolta. L’Impero dei Sith apprese misteriosamente la collocazione del pianeta ed lo attaccò inviando un massiccio numero di truppe e Sith, massacrarono il piccolo numero di jedi presenti sul pianeta e distrussero i santuari dell’ordine. Nonostante l’Ordine jedi devastato e la perdita del controllo di questo pianeta sacro, la Repubblica, avendo disperso eccessivamente le proprie forze, non poté contrattaccare

Le ultime informazioni ottenute dall’intelligence affermano che l’interesse dei Sith per il pianeta Ilum, va ben oltre la semplice raccolta dei cristalli necessari per la fabbricazione delle spade laser. Osservando l’Impero destinare così tante risorse per compiere operazioni su un simile pianeta remoto, i leaders della Repubblica e il Consiglio Jedi hanno cominciato a domandarsi se non avessero abbandonato una risorsa più preziosa di quanto avevano immaginato …

In memoria della vecchia Ilum (video realizzato da un fan in ricordo dell'area Open PvP presente sul pianeta)

[video=youtube;tHM8pV8jl2M]http://www.youtube.com/watch?v=tHM8pV8jl2M[/video]
 
Ultima modifica:

vander

Divo
Quesh

[IMGTEXT="http://img820.imageshack.us/img820/8794/quesh.jpg"]Situato: Spazio Hutt;
Soli: 1;
Satelliti: 1;
Alleanze: Repubblica;
Atmosfera: Tossica;
[/IMGTEXT]

Un tesoro tossico.

I suoi veleni naturali hanno fatto di Quesh tra i pianeti più pericolosi e, allo stesso tempo, più preziosi della Galassia e hanno reso il pianeta il terreno di una feroce battaglia tra la Repubblica e l’Impero. Sebbene le sostanze chimiche su Quesh siano letali per la maggior parte delle forme di vita, queste possono essere anche utilizzate per creare alcune delle più potenti sostanze dopanti della Galassia …… e rappresentano un abbondante fonte di ricchezza per chi controlla gli ingredienti.

Inizialmente scoperta dalla Repubblica durante la Grande Guerra, Quesh fu abbandonato dopo che gli scienziati rivelarono del contenuto tossico nella sua atmosfera. Fu solo anni dopo che un giovane chimico rovistando tra vecchi dati, riconobbe il potenziale dei composti chimici di Quesh – grazie alla loro incredibile somiglianza con la venenit shadaaga (veleno Hutt) un ingrediente fondamentale per la fabbricazione di droghe di qualità superiore, efficaci per le guarigioni, incrementare i riflessi e la concentrazione.

Se la Repubblica fosse riuscita a scoprire come trasformare queste delicate sostanze chimiche, avrebbe avuto a disposizione un’importante risorsa di reddito, in un critico periodo di guerra. Purtroppo, gli ingegneri della Repubblica non furono capaci di mettere appunto una tecnica che fosse in grado di sintetizzare le droghe. Essi, dunque, furono costretti a cercare aiuto presso degli improbabili alleati – gli Hutts. Tre famiglie appartenenti al Cartello degli Hutts si convinsero, in segreto, di passare oltre il patto di neutralità con l’Impero in cambio di una quota di profitto che avrebbero ottenuto dal commercio di tali sostanze dopanti, un’offerta che nessun Hutt potrebbe mai rifiutare. Mentre il Cartello, assicurata la sua fetta di guadagno, avrebbe guardato altrove.

In una dozzina di anni più tardi, la Repubblica effettuò enormi investimenti su Quesh. Malgrado gli sforzi per garantire il segreto, i pettegolezzi dei minatori e dei lavoratori finirono lentamente per diffondersi. Le voci riguardo l’esistenza di questa vasta risorsa di ricchezza chimica e la violazione del trattato da parte degli Hutts, non tardarono nel giungere alle orecchie dell’Impero. Il Cartello fu costretto a dichiarare traditori, gli Hutts che avevano supportato la Repubblica e, inoltre, dovette assistere l’Impero durante il massiccio attacco che mandò su Quesh, col tentativo di cercare di distruggere gli sforzi della Repubblica e di impadronirsi di tali risorse.

Ora, la Repubblica lotta per cercare di difendere i propri investimenti dall’Impero e dai suoi infelici alleati del Cartello Hutts.

[video=youtube;HKwkAIhKO28]http://www.youtube.com/watch?v=HKwkAIhKO28[/video]​
 
Ultima modifica:

vander

Divo
L'Ordine Jedi.

[IMGTEXT="http://www.swtor-station.com/uploads/media/artikel/klassen/class_full_jediright.gif"]
  • Origini: possono essere tracciate su Tython;
  • Promessa: ha giurato di difendere la Repubblica galattica;
  • Fede: crede che la Forza non debba essere usata per il perseguimento del potere;
  • Classi associate: Jedi knight e Jedi Consular;
  • Organo di Governo: l'Alto Consiglio, composto da 12 membri;
  • Leader del Consiglio Jedi: il Gran maestro;
[/IMGTEXT]

Pace, giustizia e speranza.


I Jedi sono stati i nobili protettori della pace e dei diplomatici della Repubblica Galattica per più di 22.000 anni. Mentre i cittadini rispettosi della legge guardano i Jedi con rispetto ed ispirazione, i nemici della Repubblica Galattica li considerano con sospetto, paura e rabbia.


Stanza dove si riunisce il Consiglio Jedi, l'organo che guida l'Ordine Jedi.

Il successo delle campagne militari portate avanti dall’Impero dei Sith, portarono alla morte di migliaia di Jedi. Durante il Sacco di Coruscant, sei Maestri del Consiglio Jedi furono uccisi e, successivamente, i Sith lanciarono la propria campagna di reclutamento, iniziando una ricerca per tutta la Galassia di bambini sensibili alla Forza.

Queste catastrofi hanno incrinato la fiducia della Repubblica Galattica posta verso i propri leggendari protettori, ma questi ultimi sono lontani dall’essere sconfitti. Sopraffatti ma impavidi, i Jedi sono ritornati presso il loro anziano pianeta di origine, Tython, contando sui propri principi eterni e guardando avanti, nel futuro, nella speranza di ristabilire equilibrio nella Forza e di riportare la pace e la giustizia nella Galassia.


Tempio Jedi su Tython.

Nonostante la loro intenzione di ricercare la pace e la serenità dell’Ordine Jedi su Tython, tale intento è stato messo a dura prova. Tra le antiche rovine di Tython, si celano abbondanti e misteriose energie di Forza ed è riemerso in superficie l’eredità di un dimenticato luogo oscuro. Con l’arrivo di un clan di coloni Twi'leks determinato a stabilirsi su Tython, in violazione delle leggi della Repubblica Galattica, delicate e pericolose prove attendono i Padawans in addestramento e lo stesso Ordine Jedi.

Codice Jedi.

There is no emotion; there is peace.
There is no ignorance; there is knowledge.
There is no passion; there is serenity.
There is no death; there is the Force.


“Se tu seguissi il Codice faresti parte del Consiglio."
Obi-Wan Kenobi a Qui-Gon Jinn.

Gran Maestro Satele Shan, Leader dell'alto Consiglio Jedi.
 
Ultima modifica:

Akrav Wego

Lurker
Per completezza c'è da dire che nella vecchia Repubblica nel codice Jedi esisteva una quinta asserzione, messa come penultima:

There is no chaos; there is harmony.

In tempi più recenti si tendeva ad ometterla, ma ad esempio ai tempi di Kotor 1, il maestro Vandar la includeva.
 
Ultima modifica di un moderatore:

vander

Divo
I Signori dei Sith

[IMGTEXT="http://www.swtor-station.com/uploads/media/artikel_neu/klassen/class_full_sithright.gif"]
  • Origini: secondo scisma Jedi, 3.347 BTC
  • I Jedi Oscuri si unirono con la razza Sith, su Korriban;
  • Sconfitti dagli Jedi durante la Grande Guerra dell'Iperspazio;
  • Governo: guidati dall'Imperatore e dal Consiglio Oscuro composto da 12 membri;
  • Usare la Forza per il beneficio dell'Impero;
  • Classi associate: Sith Warrior e Sith inquisitor;
[/IMGTEXT]
"Come ho piegato la Forza alla mia volontà, così piegherò la Galassia ed essa conoscerà l'ordine."
Darth Krayt fonte

Passione,potere e dominazione.


I veri Sith hanno speso secoli per costruire il proprio potere nelle profondità dello spazio sconosciuto. L’Imperatore dei Sith pianificò con pazienza il giorno in cui il suo impero dei Sith avrebbe fatto pagare ai Jedi le umilianti sconfitte subite, a causa loro, nel passato. Con il susseguirsi delle generazioni, i Sith lavorarono duro e consacrarono la loro vita al sogno della vendetta.


Accademia Sith su Korriban.

Con la disciplina oscura ed una meticolosa attenzione, il primo assalto Sith contro i loro nemici riuscì in maniera quasi perfetta. Riuscirono a passare attraverso i Jedi e a superare le loro difese come se niente fosse. Anche se la loro aggressiva avanzata venne rallentata, il Sacco di Coruscant fu la conferma della indiscutibile vittoria dei Sith.

Negli anni successivi al trattato, i dodici membri del consiglio oscuro dei Sith supervisionarono il consolidamento e la ricostruzione dei nuovi domini dell’Impero, al fine di porre il potere in mano alle forze militari dell’Impero, così che i Signori dei Sith, non occupati in faccende legate alla gestione dei territori, possano dedicare maggior tempo per pianificare l’avvenire. L’attenzione dei Signori dei Sith è ora rivolta verso il reclutamento e la formazione dei nuovi accoliti per aumentare la potenza dell’Impero. Quando il giorno della battaglia finale contro i Jedi giungerà, niente potrà ostacolare i piani dei Signori dei Sith. Essi non mostreranno alcuna pietà.

Nelle sale a volta dell’accademia dei Sith su Korriban e nelle profondità delle tombe dedicate ai grandi Signori dei Sith del passato, potenziali Sith affrontano terribili prove per dimostrare il proprio valore. Anche se saranno in grado di superare queste mortali prove, la loro più grande sfida sarà quella di resistere alla competizione dei loro crudeli compagni, ognuno cerca di attirarsi i favori dei propri Maestri. Al termine della formazione, solo il più forte diverrà Sith, mentre gli altri periranno.


Sala dell'accademia Sith su Korriban, dove i Sith imparano i segreti del Lato Oscuro.

Codice Sith.

Peace is a lie, there is only passion.
Through passion, I gain strength.
Through strength, I gain power.
Trough power, I gain victory.
Trough victory, my chains are broken.
The Force shall free me.


"Cos'è che alimenta il potere della Forza, oltre alla passione? Le emozioni più forti, più oscure. Rabbia, odio, paura...Queste sono le passioni che ci rafforzano."
Yuthura Ban fonte
 
Ultima modifica:

vander

Divo
Razze giocabili e classi:



Empire

Bounty Hunter / Imperial Agent:
Chiss
Cyborg
Human
Rattataki
Zabrak

Inquisitor:
Human
Pureblood Sith
Rattataki
Twi’lek
Zabrak

Warrior:
Cyborg
Human
Pureblood Sith
Zabrak

Republic:

Jedi Knight / Consular:
Human
Miraluka
Mirialan
Twi’lek
Zabrak

Smuggler:
Cyborg
Human
Mirialan
Twi’lek
Zabrak

Trooper:
Cyborg
Human
Mirialan
Zabrak

Come potete notare umani e zabrak sono disponibili per tutte le classi.

EDIT: con l'introduzione della Legacy vi è la possibilità di sbloccare le razze. Una volta raggiunto con una determinata razza il livello 50, questa potrà essere utilizzata per qualsiasi altra classe.
Con l'aggiornamento 2.1 viene introdotto in game una nuova razza giocabile, i Cathar, disponibile per entrambe le fazioni e tutte e otto le classi.




Togruta, altra razza inserita di recente

 
Ultima modifica:

vander

Divo
Makeb

[IMGTEXT=http://img687.imageshack.us/img687/2923/makeb.png]Classe: Terrestre;
Affiliazioni: Cartello Hutt;[/IMGTEXT]

Localizzato in un'isolata regione al di fuori delle principali rotte iperspaziali, Makeb è un succulento gioiello di pianeta blu-verde. Il pianeta, con le sue uniche proprietà gravitazionali, è caratterizzato dalla presenza di naturali pilastri rocciosi con un sistema intricato di caverne che si protendono verso l'alto in direzione delle nuvole. Specie animale indigene, come il Makrin Creeper, cercano rifugio all'interno dell'intreccio delle caverne e le pianure. Nonostante la bassa gravità presente su makeb, gli altopiani sono ricchi con risorse ricercate da tutta la galassia.

Indisturbata civiltà per migliaia di anni, Makeb fu colonizzata durante la Guerra Mandaloriana, quando una nave trasporto rifugiati della Repubblica si schiantò su questo pianeta abitabile. I sopravvissuti all'incidente riuscirono a sviluppare una certa indipendenza e cominciarono a esplorare il complesso paesaggio di Makeb. Nel corso dei decenni, i Leaders di Makeb cominciarono a instaurare delle comunicazioni con i mondi esterni, trasformando il loro insediamento in un'enorme impresa redditizia grazie all'esportazione dei minerali. Durante l'ultima guerra tra l'Impero e la Repubblica, Makeb mantenne ostentatamente la propria indipendenza, attirando i Leaders delle corporazioni, ricchi turisti e imprese bancarie non allineate a nessuna delle due fazioni in guerra.

Basandosi sulla propria ricchezza, isolamento e la sua forza militare composta da mercenari, i cittadini di Makeb apprezzarono lo stile di vita presente sul pianeta. Ma ora il loro pianeta è diventato un trampolino di lancio per l'ascesa al potere del Cartello degli Hutt. Il Cartello degli Hutt ha portato una forza invasore presso Makeb, ha preso il controllo delle risorse, dei mercenari e delle istituzioni governative del pianeta. Gli Hutts hanno assicurato la popolazione garantendo che gli affari continueranno normalmente.

In risposta all'aggressione Hutts, molti dei precedenti Leaders di Makeb dichiararono il pianeta facente parte della Repubblica. La Repubblica Galattica è determinata nel rispondere alla grave crisi scoppiata su Makeb e ha attivamente raccolto aiuti per fermare la minaccia del Cartello Hutts prima che questa divenga ancora più pericoloso. L'Impero dei Sith ha approfittato di questa situazione di caos creatasi su Makeb e ha stabilito una testa di ponte per assicurare l'attuazione dei propri progetti segreti.

Ma le truppe nemiche e le forze mercenarie del Cartello non sono le uniche minacce: strane tempeste di vento e potenti terremoti sconvolgo quotidianamente il pianeta, compromettendo seriamente l'industria mineraria di Makeb e mettendo in pericolo le vite di innocenti lungo tutto il pianeta.

 
Ultima modifica:

vander

Divo
Zakuul, capitale dell'Impero Zakuul


Odessen, sede operativa dell'Alleanza in lotto con l'Impero Zakuul.

 
Ultima modifica:
Alto