Guild Wars: Tyria, 250 anni dopo

[IMGTEXT="http://www.mmorpgitalia.it/gallery/filesnew/6/3/4/8/gw2_logo.jpg"]Altra intervista, altra traduzione: questa volta tocca ad un'esclusiva di Ten Ton Hammer, che al Penny Arcade Expo ha intervistato eff Grubb, Mike O'Brien e Daniel Dociu (gli stessi interlocutori della nostra intervista del Gamescom).[/IMGTEXT]Dato che i dettagli sul gioco sono ancora segreti, tutta l'intervista tratta elementi di gw2 come la trama, l'art direction e anche su come verrà trattato l'aspetto competitivo nel sequel. Se siete quindi curiosi di sapere cosa succederà alla gente di Tyria dopo gli eventi di Eye of the north e volete saperne di più sul nuovo approccio al pvp, leggete questa intervista.

TTH: Avete creato una nuova libro intitolato "La caduta di ascalon", Ascalon ha avuto un ruolo primario nel primo gw ed è stata presa dai charr,come avete intenzione di inserire questa storia all'interno della trama di gw2?

JG: L'idea è che "la caduta di ascalon" sia una storia che colleghi il primo gw ai 250 anni successivi,in cui è ambientato gw2. Ascalon è stata distrutta e invasa dai charr in gw1, ma quello che accadrà prossimamente sarà anche peggio.

Una parte della popolazione scappò oltre le montagne verso kryta con Rurik, ma molti rimasero con Adelbern. Quando i charr assediarono per l'ultima volta la città crearono una devastazione più terrificante dei charr stessi. Sono passati 250 anni e gli umani e i charr che li hanno passati a lottare tra loro ora,a causa di nemici e forze esterne,si stanno lentamente unendo e si possono vedere i primi segni di un tentativo di tregua tra le due fazioni.

La storia è ambientata un anno prima dell'inizio di gw2,ma all'interno del racconto ci sono un sacco di altre storie: saprete cosa è successo dall'inizio ad ora,cosa è successo ad alcuni dei personaggi che conosciamo dalla saga di gw,cosa è successo all'avanguardia d'ebano,il perchè vedremo donne charr, che finora non si erano mai viste.

Che dire dell'arrivo dei draghi,e di come infulenzeranno Ascalon? Lo vedremo lungo il racconto, una parte della storia parlerà del recupero di un artefatto charr che consentirà la pace,la tregua fra i popoli. Fondamentalmente "la caduta di ascalon" tratterà l'inizio dell'invasione charr, che vogliono riprendersi le terre sottrategli dagli umani. In più si vedrà cosa fece Adelbern, cosa fecero i draghi e come Ascalon diventò come la vediamo ora.

TTH: Alla fine di Eye of the north ci furono molti eventi che cambiarono il mondo. Anche se gw2 sarà ambientato 250 anni dopo, vedremo l'impatto di alcuni di questi eventi,come ad esempio quelli che coinvolsero i nani?

JG: Si sicuramente. Il gioco si svolge a Tyria dove era ambientato Prophecies. Tutto si svolge 250 anni dopo e in questi anni sono successe tante cose. I draghi si sono risvegliati e non arriveranno in questo mondo in silenzio. Come avete potuto vedere nel trailer Zhaitan ,il drago non-morto, ha fatto riemergere Orr dal fondo dell'oceano causando devastazioni sulle coste vicine e riportando in vita i morti per servirsene come sgherri. Ci saranno dunque eventi che cambieranno il mondo.

Pensate a cosa è successo in Eye of the north come la scomparsa dei nani che sono andati nelle profondità per combattere contro Primordus e gli sgherri del gran distruttore;ora le loro terre in superfic sono abbandonate,da chi saranno occupate?

Ci saranno posti che chiamiamo "legacy sites" sulla mappa. Saranno posti che sono stati impoirtanti in gw1- cosa c'è adesso? come sono cambiati? chi ci vive? sono diventate rovine? Le persone che amano gw1 vedranno alcuni posti e diranno:" Questo posto me lo ricordo bene!" mentre i nuovi giocatori diranno:" wow,bellissmo,chissà che storie ci sono dietro." Queste cose legheranno i vecchi e i nuovi giocatori.

TTH: Ho notato che anche nel trailer,quando la camera va sott'acqua, sembra di vedere le Grandi Mura Settentrionali.

JG: Assomiglia all'architettura ascaloniana. Abbiamo aggiunto devastazione e molti cambiamenti;un altro drago si è risvegliato e lascia il segno sulla nazione. Quindi tutti saranno influenzati dai draghi, e dal passaggio di 250 anni.

In gw1 gli umani erano la razza dominante,ma ora hanno perso i loro territori,i charr li hanno sostituiti e altre razze stanno arrivando quindi sono costretti a combattere sempre di più per difendere la loro grande nazione.

Uno degli aspetti migliori dei libri è che ci consentono di riempire lo spazio che intercorre tra i due periodi senza aggiungere enormi testi da leggere all'interno del gioco stesso.

TTH: Nel primo gw c'erano gli henchmen,personaggi che accompagnavano nella storia il proprio pg crescendo con lui. Ognuno di essi aveva un proprio carattere che si notava nei dialoghi delle storie secondarie. Ci sarà anche in gw2 questo tipo di interazione con i personaggi particolari?

JG: Non sarà come in gw1, ma avremo dei personaggi particolari che faranno parte della storia e cresceranno con voi nel corso del gioco, probabilmente non allo stesso modo dei companions. Comunque sia avremo questo tipo di personaggi all'interno del gioco.

La nostra storia è molto complessa:c'è la storia del mondo,quella dei personaggi che vi accompagneranno e infine la vostra, e useremo diversi strumenti per raccontarle. Tutto questo creerà un mondo ricco e intenso.

Ci saranno persone che dovrete assolutamente conoscere all'interno del gioco.

TTH: Con tutti questi tumulti e questa devastazione, le persone hanno cambiato la loro fede negli dei? Giocheranno ancora un ruolo importante in futuro?

JG: SI e no. Alla fine di nightfall, dopo la sconfitta di Abaddon e la trasformazione di Kormir in Dea della Verità,gli dei tornarono. E dissero:" umani noi ci ritiriamo,il mondo è vostro e dovete decidere se trionfare o fallire". In pratica gli dei sono come dei genitori e gli uomini sono saliti su due ruote per la prima volta. Si muovono per la prima volta da soli aiutati dagli dei ma dovranno imparare a farlo senza di loro.

Questo è quello che gli uomini stanno facendo. Dopo essere stati lasciati da soli non li hanno dimenticati, ma gli dei non sono più coinvolti come una volta. La fede umana negli dei è ancora forte e ci sono ancora delle risposte ma non interferiscono come prima.

TTH: Una domanda collegata a questo discorso: viaggeremo ancora in una delle aree speciali di gw1 come uw e fow?

JF: Qualche possibilità c'è. Il mondo è grande e si sta evolvendo. Stiamo curando con delicatezza la trama quindi mai dire mai.

TTH: Molte persone vedono gw come un gioco più incentrato sul pvp per ovvie ragioni. Dal punto di vista della trama, con gw2 come vi siete spostati dal gamepley focalizzato sul pvp alle grandi agitazioni che coinvolgono la storia del mondo?

MO: Penso che la gente abbia opinioni diverse di gw. Per esempio alcuni pensano sia solo un pvp game, ma in realtà ha anche un ottimo pve. Con gw1 abbiamo riposto molta attenzione sulla narrazione di una storia per un rpg online,cosa che non si vede in molti giochi concorrenti. E' un aspetto che vogliamo curare molto anche in gw2.

Se qualcuno pensa che sia un gioco solo pvp o solo pve si perde metà del gioco. Quando abbiamo cominciato a creare gw il nostro obiettivo era creare un grande gdr e portare questa esperienza online senza però cadere nella trappola dei MMOs dove online siginifica grindare e perdere una vita. Un semplice gdr online che però desse il giusto premio a chi si sforzava di crescere il proprio personaggio.

Abbiamo cercato di creare quell'aspetto del gioco che ti consente di giocare,perfezionare il tuo personaggio e in seguito vedere come si comporta combattendo tra amici. Quindi penso che gw avesse entrambi gli aspetti. Abbiamo cercato di supportare l'aspetto competitivo, e penso che ci siamo riusciti megli dei nostri concorrenti. Avete visto come abbiamo coinvolto le migliori gilde e le abbiamo portate a Taipei e a Lipsia consegnandogli 100.000 dollari e tanti oggetti.

Vogliamo fare lo stesso con gw2 privilegiando però un passaggio più tranquillo da pve a pvp per evitare che la gente pensi che esista solo pvp o cose del genere. Quello che stiamo cercando di fare in gw2 è creare due tipi di pvp. Uno è il world pvp.

Gw2,siccome avrà un mondo persistente, sarà diviso in server differenti che lotteranno tra loro. Così voi e i vostri amici potrete andare in battaglia e lottare con altri server per ottenere diverse risorse di cui beneficerà il vostro mondo. Questo tipo di pvp sarà molto facile perchè non dovrete perdere tempo per cercare una squadra, e poi se non fate un buon lavoro i vostri compagni non diranno:"stai occupando un posto nella squadra che può essere usato da uno più bravo!". Potrete uscire e semplicemente cominciare a combattere. Se il votro mondo può coinvolgere 300 persone anzichè 200 sarà meglio per voi,quindi vi conviene partecipare alla battaglia.

Penso che sia più interessante per coloro che giocano l'aspetto pve di gw2 e vogliono vedere com'è la competizione. Ma alla fine avremo ancora il vecchio pvp fatto per gli amanti del genere. (gvg) La separazione delle due modalità renderà tutto più comodo.

In gw1 per fare pvp dovevate sbloccare abilità e potenziamenti e il gioco era sempre più complesso e profondo. Ma ad alti livelli i giocatori vogliono che si giochi con le proprie abilità senza essere penalizzati da una skill sbloccata in meno. Stiamo quindi facendo in modo che in gw2,per il pvp "serio", sia tutto accessibile dall'inizio. Tutti avranno accesso alle stesse skill e agli stessi oggetti.

JG: Una cosa che abbiamo notato in gw1 è che la gente sfrutta il gioco in modi diversi. Ci sono quelli che amano giocare da soli,Quelli che preferiscono i gruppi,quelli che amano il pvp anche di tipi diversi. Creando gw2 stiamo pensando a tutti questi tipi di giocatori e anche a chi ama mischiare i vari aspetti del gioco. Una cosa che porteremo avanti dal primo capitolo sarà quindi la libertà di approccio al gioco.

TTH: Parlando degli aspetti pvp affrontabili in solo, uno delle cose che ha cambiato significamente il pvp di gw sono state le battaglie degli eroi. Questo tipo di pvp sarà presente anche in gw2?

MO: Non posso rispondere precisamente a questa domanda perchè non abbiamo ancora deciso quale sarà il ruolo degli eroi. L'unica cosa che posso dire è che stiamo lavorando molto su eroi,pets e minions. Ne stiamo parlando con il team e abbiamo molti disegni ma modificheremo ancora le nostre scelte prima di parlarne apertamente.

Art Direction

TTH: Da quello che si vede nel trailer possiamo dire che avete usato uno stile più fotorealistico possibile,per gw2 sarà la stessa cosa?

DD: Non descriverei lo stile di gw1 come fotorealistico, aveva un certo grado di stilizzazione. Stiamo cercando di trovare un giusto equilibrio nel nostro stile senza spaventare i fan. Più forte è il tuo stile più persone lo ameranno o lo odieranno. Più preciso sarà ,più la gente lo apprezzerà.

Non useremo uno stile troppo particolare;piuttosto vogliamo render accessibile a tutti il gioco non solo dal punto di vista della storia e del gameplay ma anche da un punto di vista estetico. Stiamo cercando di trovare uno stile che parte da quello che abbiamo usato per il primo capitolo ma che si distanzia un po' dal fantasy classico,senza sconvolgere i nostri fan.

Siamo conosciuti nell'ambiente per aver uno stupendo art team che ha creato numerosi volumi di concept art,abbiamo appena rilasciato 3 o 4 art books. In gw1 il nostro engine aveva dei limiti che non ci permettevano di riportare fedelmente i nostri concept in gioco. Ma questa volta con l'evoluzione del nostro engine potremo trasferire in gioco i nostri concept e renderli ancora più realistici.

Vogliamo mantenere questo aspetto:narrare la storia alternando filmati a concept art. Così non renderemo i filmati momenti scollegati dalla storia che vi fanno uscire dall'immersione nel gioco, ma un aspetto che si mescolerà molto meglio con la storia. Tutto questo lo faremo usando disegni fatti a mano e trasferendoli nel gioco.

TTH: Inizialmente quando ho visto alcuni screenshots di gw2 ho pensato che fossero concept art e ci hai appena mostrato qual è stato il passaggio tra i due. Quanto inciderà questo aspetto sui sistemi che faranno girare il gioco? Continuerete a prediligere una strategia in cui tutti i pc saranno in grado di far funzionare il gioco?

MO: Gw1 è famoso perchè è in grado di girare su un ampia gamma di computer e questo per noi è molto importante. Faremo di tutto per essere sicuri che gw attiri molta gente, tutto dal game design, al business model ai requisiti del gioco sono collegati, in modo da essere sicuri di avere rquisiti più bassi possibile, e ci stiamo lavorando anche su gw2. Mi piace dire che gw è bello, ma è bello perchè nasce da disegni fatti a mano, non perchè abbiamo aggiunto più poligoni.

TTH: Una delle cose che mi sono piaciute di più del primo capitolo dal punto di vista estetico è come sono stati usati alcuni concept art nel gioco e gli atrwork su alcuni spazi interni. Continuerete a usare questi concept allo stesso modo in gw2?

JG: Stiamo facendo molto di più in gw2. Ora siamo in grado di prendere i disegni e utilizzarli in molti modi nel mondo di gw2 in modo da legare tutto esteticamente molto meglio di come potevamo fare in precedenza.



articolo originale by Sardu
traduzione by Scettro
 
Spero che l'avanguardia d'ebano non abbia fatto una finaccia ç_ç
Mi dispiacerebbe se Gwen non avesse avuto una bella fine, io spero che abbiano fondato una città da quelle parti o cose simili....certo quelle zone in GW2 non sono sicure per nulla, il drago Drakkar (si chiama così mi pare) ha scacciato anche i Norn da quella zona
 
A me no, se dovessi considerare le sue malefatte nel presearing :asd:

Ma porella xD xD xD
Vabbè si era molto odiata però in Eye non fa nulla di male u_u

Così alla fine gli dei se ne fregano del mondo e non aiutano contro i draghi eh? <_<
bah, sono convinto che loro c'entrino qualcosa con i draghi, magari li sconfissero agli albori del mondo (un pò come la guerra tra olimpici e titani nella mitologia greca) ma stò correndo troppo u.u
 

pelle

Slothasor
non è che contro abbaddon si siano dati un gran dafare....
per me sono solo dei poveri rimbambiti accecati dal potere
 

golconda76

Super Postatore
interessante ò.ò

ho mollato GW da parecchio... ma un occhio al 2 lo darò, soprattutto se manterrà la formula NOPAY :D

e se invece sarà a pagamento pace, almeno la scatola base e un mese di giretti me li farò ^^
 

pelle

Slothasor
gw 2 sarà sicuramente senza canone , sperando che tiri un bello schiaffo morale a wow e soci facendo vedere un ottimo gioco senza canone ( più o meno come ha fatto poi gw 1 )
 
non è che contro abbaddon si siano dati un gran dafare....
Bè qualche potere contro il Lich e Shiro te lo danno nella missione ma in effetti...xD

Non vedo l'ora che esca qualche info su Cantha ed Elona ma se ne parlerà dopo l'uscita del gioco credo essendo ambientato a Tyria (da quel che ho capito u.u)
 
Alto