Improvvisamente maledetto

NiMo

Lurker
Sembrava una sera come le altre, io Adhanede mi sveglio nel tardo pomeriggio non ancora ripreso dai postumi di una brutta sbornia.
Lento esco dalla stanza 10 della locanda della vela d'oro, mi faccio un'altro goccetto, restituisco la chiave della camera, e mi incammino in città.
Il mio girovagare viene interrotto sul nascere da un individuo che si avvicina circospetto....

Sir!....

Si avvicina, e sussurrando chiede aiuto riguardo una misteriosa serratura serrata in cambio di poche monete d'oro.
Lo osservo, le sue parole mi rimbombano nella testa, non ancora del tutto lucido, decido di accettare senza chiedere troppe spiegazioni. L'oscuro individuo si presenta con il soprannome di "Centroperfetto", e mi accompagna all'ingresso di una fogna per attendere gli altri amici.
Dopo poco i compari arrivano, e con loro portano un piccolo halfling assoldato anche lui per scassinare. L'halfling sembra temere, anche se immotivatamente, la concorrenza e prova ad attaccare briga con me, ma trova solo uno sguardo assente e privo di espressioni.
Il gruppo si cala nelle fogne davanti alla porta serrata, io sono il primo a tentare, visto che sono anche il meno esigente dei due (50 monete contro 90 volute dall'halfling). L'approccio con la serratura è a dir poco comico, maldestramente comincio ad armeggiare con la serratura, anche se a dire il vero io ne vedevo tre, e dopo una breve conta ho scelto quella di mezzo, non mi curo neanche di eventuali trappole, e come da pronostico non riesco. L'halfling così interviene e dopo le dovute attente analisi apre la porta e, intascata la ricompensa, se ne va.
E' proprio qui che la mia stupida curiosità prende il sopravvento, e continuando a non chiedere delucidazioni, mi intrufolo insieme ad una bella elfa al di là della porta in cerca di una polvere sconosciuta. L'elfa si muove attentamente nell'oscurità, al contrario mio, e giunta all'obbiettivo viene colpita da una palla di fuoco e cade a terra morta. Vista la scena non mostro molto stupore, forse a causa del troppo alcool in corpo, e raccolto il cadavere con i suoi averi, svuoto uno scrigno trovato a terra ed esco raggiungendo gli altri membri del gruppo. Non faccio però in tempo a finire il resoconto della spedizione che degli uomini incappucciati attaccano il gruppo. Dopo un breve combattimento riusciamo a difendersi molto bene, e anche io sembro tornare lucido alla vista di un po’ di macello da fare (la mia specialità).

continua.....
 

NiMo

Lurker
Seguo cosi, in fretta e furia, il gruppo e arriviamo alla chiesa di Talja. Lì Il corpo della bella elfa viene resuscitato, mi preoccupo di aggiornarla sull’accaduto. Nel frattempo gli altri conversano riguardo al fatto di non aver recuperato la famigerata polvere e dopo un po’ escono dalla chiesa. Fuori, non so se per l’aria fresca o per puro caso, mi salta alla mente, tra le varie cose che sono riuscito ad intascare una boccetta sconosciuta. Faccio presente la cosa agli altri, dopodiché uno di loro prende la boccetta e la porta ad identificare nella chiesa che ci aveva cacciati. Nell’attesa approfitto per farmi spiegare un po’ l’accaduto, anche se molto più tardi del dovuto. In poche parole i quattro poveretti tentando di aiutare dei malcapitati sono rimasti vittime di una maledizione che di tanto in tanto ricopre di fiamme il loro corpo ormai molto segnato. A quel punto giungono notizie dalla chiesa…..

È la polvere!!!......

Un susseguirsi di esultanze circonda la mia testa confusa. Mi viene quindi spiegato che quella boccetta serviva per interrompere la maledizione insieme ad una gemma…..
Una gemma…..
UNA GEMMA….
Dove è ora la gemma ???

Si chiedono i miei nuovi amici, visto che la teneva nello zaino l’elfa poco tempo prima defunta.

Eccola, l’ho recuperata io !

Bene, mi viene risposto, Ora abbiamo tutto, però avendo toccato la gemma hai anche tu la maledizione.
Questo si che è un brutto affare, da una serratura che non sapevo aprire mi sono trovato maledetto.
Non faccio in tempo a rendermi conto dell’accaduto che una fiamma potentissima e altrettanto dolorosa mi invade il corpo, per poi spegnersi. Di tutto quello che mi poteva capitare di brutto proprio infiammabile dovevo diventare? E il mio liquore adesso….. ?!?
Lo sconforto mi invade, non posso far altro che incoraggiare i miei portatori di guai a portare a termine la missione più in fretta possibile, per poi ritirarmi nella solita stanza della locanda.
Entrato nella locanda per chiedere la chiave però decido di fare una prova, ordino una birra, la butto giù, è buona …. fresca … aspetto un po’, …. NON PRENDO FUOCO !!!! Si, almeno il bere è salvo.

Ripreso un po’ di buon umore entro nella stanza e mi addormento.
 
Alto