La Vita da Nababbi dei Gamer Professionisti e Gli E-Sport

By kourahn on 18 Settembre 2016 alle 13:04
  1. kourahn

    kourahn Divo

    Registrato:
    27 Ottobre 2008
    Messaggi:
    2.035
    Ratings:
    +225
    Nella vita abbiamo sbagliato tutto. Dovevamo fare i giocatori professionisti e lasciar perdere il karate, avremmo avuto meno lividi e intascato molto di più! Ormai questi eventi hanno un giro di affari davvero enormi. Solo l'anno scorso hanno prodotto un fatturato pari a 340 milioni di dollari (sufficienti ad asfaltare il manto stradale devastato di tutta Roma). Ma andiamo oltre e non pensiamo solo ai soldi dell'evento.. diamo un'occhiata anche alla vita di questi "atleti" da joystic.

    Tutti se la prendono con gli stipendi milionari dei giocatori di pallone, ma non hanno mai letto il contratto degli sponsor di uno dei membri del Team EnVyUs ( gli attuali campioni mondiali di un CoD, che và fortissimo come e-sports). Questi instancabili agonisti dei 27' pollici si allenano dalle 8 alle 12 ore al giorno, possiedono una palestra personale (una palestra con veri attrezzi ginnici) e sono pagati per divertirsi 200,000 dollari al mese dai soli management pubblicitari. Insomma: guadagnano più di tutto quello che guadagneremo noi nella nostra vita. Pagati per divertirsi come porno-divi? Decisamente si! Volete invece conoscere i Prize Pool (montepremi) che si sono pappati all'ultimo torneo?

    [​IMG]

    Prize Pool di un "Gamer Professionista"
    Diamo un'occhiata ad alcuni degli eventi più esclusivi in circolazione.
    • La World League - è la federazione più esclusiva per CoD. Emblema e origine di questo costume è stata la prima a pagare i suoi giocatori con dei guadagni per i primi posti da capogiro. Solamente $3 milioni sono i cash prizes per i partecipanti alla annuale Pro Division. Ad esso si guadagna ulteriore pecunia anche solo per partecipare agli speciali stage (competizioni preliminari per accedere alla sessione finale), distribuiti così:
      • $250mila dollari ai partecipanti del Nord America;
      • $200mila agli stage Europei;
      • $150mila agli Australiani;
    I guadagni maggiori però sono concentrati sui MOBA, ovviamente League of Legends e Dota 2. Le manifestazioni a cui pochi eletti di tutto il mondo possono partecipare per vincere una fortuna sono numerose (anche in Italia!), però se si vuole vedere la verde filigrana, bisogna volare lontano. Numeri da fare invidia allo sceicco Donald Trump, o semplicemente fanno invidia a me che per campare studio. Ma tra i due solo uno ne esce, anche se in realtà disintegra, il rivale: Dota 2 supportato dalla Valve!
    • The Internation 2016 - Segnatevi questo nome siamo fuori dal mondo ragazzi: i partecipanti di questo torneo organizzato a Seattle, debbono spartire ai posti alti del podio un montepremi semplicemente folle: BEN 20 MILIONI DI DOLLARI, di cui 9 milioni destinati al team vincente (Quest'anno i "Wing Gamer", dal nome ovvio che fossero cinesi)
    Partendo dal fatto che Dota 2 detiene lo scettro delle prime 8 competizioni con il prize pool PIU' PAGATE nella storia, la lista ovviamente continua. E abbiamo altri titoli blasonati ma non altrettanto stipendiate a livello competitivo da cui però spiccano e-sports improbabili come quelli di:
    • SMITE - al nono posto con 2milioni e 600mila dollari durante gli "Smite World Championship 2015" di Atlanta;
    • Halo 5 - decimo posto con 2milioni 500mila agli "Halo World Championship 2016";
    • LoL - solo l'undicesimo gradino per uno dei giochi più giocati di sempre con 2milioni agli
      "League of Legends Season 2 World Championship" di Los Angeles;
    Ovviamente la lista dei montepremi più folli di sempre continua e continua e continua con almeno altri 500 titoli. I giochi Blizzard al contrario invece di quanto si potesse pensare sono molto in basso nella classifica degli e-sport più stipendiati di sempre (Heartstone e Starcraft II viaggiano sul filo dei 200mila dollari per i main event). Partendo da questo articolo vi proponiamo di iniziare a farvi una scorpacciata di e-cultur, riprendere il pad in mano, trovare 5/4 amici tosti e accendere un cero alla Madonna.

    Classifica E-Sports Più pagati di sempre al link:
    http://www.esportsearnings.com/tournaments
     

Commenti

Discussione in 'MMORPGITALIA NEWS' iniziata da kourahn, 18 Settembre 2016.

  • Tag (etichette):
    1. anarres
      anarres
      vabbè la comparazione coi calciatori non regge se guardiamo i top players i calciatori solo di contratto sono x 10 rispetto ai top gamers poi aggiungiamo sponsor e non dimentichiamo la gnocca che a quanto mi risulta è totalmente assente tra i nerd players.
    2. Ares
      Ares
      con i soldi la gnocca te la trovi, sta tranquillo :D

      comunque il vero problema di questi giocatori è il loro futuro: oggi vinci un torneo - tra 20 anni che puoi fare? il commentatore esports? quasi tutti i pro player che ho conosciuto (italiani e non), lavorando in ESL, hanno altri lavori al tempo stesso. non è possibile vivere di gaming - sicuramente non in italia, in europa solo se sei nei primi 4 team.
    3. Sixoo
      Sixoo
      ma quei 200.000 dollari per quanti membri sono divisi? hanno pure managers e altra gente da pagare no?

      quindi alla fine, i pochi che fanno veramente i soldi sono quelli che giocano per i montepremi più grossi di LoL a mio modo di vedere. intendo, i soldi che possono essere messi da parte per non doversi preoccupare dopo, quando da un momento all'altro si ritrovano a perdere partita dopo partita, essere sostituiti da gente più in forma e trovarsi senza esperienza per essere assunti a fare qualcos'altro.

      c'è sempre la possibilità che alcuni veramente capaci vengano assunti direttamente dalle software house per giochi nuovi, per fare i game designers del bilanciamento etc. di solito succede. ccp assumeva giocatori di Eve. ma i posti sono pochi ovvio.

      in tutte le discipline c'è sempre l'exploit di quelli che guadagnano cifre assurde. vogliamo tipo menzionare la sopravvalutatissima Pellegrini che nel nuoto per qualche medaglietta vinta in passato continua a fare soldi in pubblicità perchè è carina? eh...

      ma non è la norma.

      ma quindi? XD pensa se fossero stati falsi... tutti col tetano!! ma l'hai tradotta tu a modo tuo o è proprio scritto così nell'articolo.... possono anche avere una vasca jacuzzi ma che c'entra in un articolo del genere... quanto cosa una palestra, milioni? io ne ho allestita una in casa con 120 kili di pesi (VERI).
      Ultima modifica: 18 Settembre 2016
    4. carradori
      carradori
      ma 200 mila al mese moltiplicato i mesi degli sponsor (suppongo che siano più di uno, metti 5-6) direi che vivi di rendita.
    5. kourahn
      kourahn
      @Sixoo l'articolo non è tradotto da nessuna parte quindi non ti allargare. I partner commerciali con cui collaborano e che li pagano più di un milione di euro (250.000 dollari l'anno a PERSONA) tengono sia alla loro attitudine in gioco, che fisica.

      Ho ribadito perchè volevo che non si fraintendesse gli attrezzi da gamer (mouse tastiera ecc..) con quelli tipici che si trovano in una autentica palestra.
    6. Kyrie
      Kyrie
      Non se, al posto di metterli da parte e investirli coscienziosamente, li sperperi (o te li sperperano) in cazzate (e 200.000 saranno per l'elite dell'elite...). Poi quando finisci di "lavorare" ti vien difficile tornare ad essere un "comune" mortale e probabilmente dopo la scuola dell'obbligo non hai più studiato per cui sei proprio sulla strada. Se eri il top del top sei riuscito a guadagnare una bella somma e magari ti ricicli come commentatore o "designer" di hardware per gamer, se invece eri uno dei tanti allora non stai molto sereno.
      Tra l'altro la "vita lavorativa" di un gamer professionista è molto breve... a 26-27 anni in molti giochi sei già da pensionare perchè non hai più i riflessi, la motivazione, la passione e la spensieratezza di un ventenne.
      http://kotaku.com/retired-at-20-a-pro-gamer-s-life-after-esports-1746907605

      Anche i canali youtube non sono tanto diversi: o sei il top, o sei uno dei tanti che buttano via tempo per montare puntatine settimanali da qualche migliaio di visite. Durano 2-3 stagioni e poi addio.

      Simpatico anche il "fenomeno" twitch... ormai non serve nemmeno più essere bravi in quello che si trasmette; vestiti succinti e pose al limite del porno sono molto più redditizie. Ma quanto puoi durare?
    7. Edheldui
      Edheldui
      Certo che si divertono, son cheattoni. [Vedi InternetHulk]
    8. Iachanche
      Iachanche
      si vabbeh che discorso dimmerda, allora dovevamo fare tutti gli atleti o gli attori o gli scrittori di libri gialli, tu vedi l'1% di e-sports players che ha avuto successo e pensi che valga lo stesso per tutti.
      la veritá é che come per tutte le professioni quelli che conosci tu sono i pochi che ce l'hanno fatta, tu vedi solo quelli e pensi che sia la norma, in realtá sono l'eccezione ai migliaia di autori/comparse/giocatori senza nome che ci hanno provato e gli é andata male.

      ci sono un sacco di manga deprimenti autobiografici in cui il protagonista di turno fa la fame per inseguire un sogno di gloria imperitura ma il demone dello scrittore non si accontenta mai, richiede nuovi e piú grandi sacrifici per ogni piccola conquista che riesci a reclamare e alla fine, quando non ti é rimasto piú niente da sacrificare se non il desiderio stesso, ti porta via anche quello. L'opera magna frutto di una vita intera di stenti e privazioni viene bocciata da tutti gli editori perché ha un indice di gradimento potenziale troppo basso.
      Come cantava de andré "licenzi dio e getti via un amore per costruirti il vuoto nell'anima e nel cuore".
      Ultima modifica: 18 Settembre 2016
    9. kourahn
      kourahn
      Era una battuta. Certo non immagino che tutti i calciatori dilettanti diventino professionisti, i fashion blogger giornalisti o i sarti degli stilisti. Insomma alcuni giocheranno per divertirsi e basta, altri diventeranno veri pro.

      La vera domanda è: ma avevo bisogno davvero di scriverlo questo chiarimento? Bho..

      Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
    10. cicito
      cicito
      Non voglio crear flame o simili ed ammetto di essere abbastanza ignorante in materia.
      Mi sono avvicinato a questo mondo ( o ne sono venuto a conoscenza ) da quando gioco a Smite.
      Cazzo ai miei tempi un giocatore professionista era un goldseller o un venditore di account !

      La cosa che non mi convince di tutto questo mondo (gamer professionisti ed e-sport) è la sostenibilità.
      Senza offesa per nessuno, ma mi sembra tutta una bolla, un sistema tenuto in piedi dal sistema stesso.

      Non ci sono miliardi di tifosi con biglietti, merchandising, diritti tv e mazzi vari.
      Non c'é visibilità tale da giustificare certe cifre.

      Tutti sti soldi chi ce li mette ?

      Quanto può durare, quanto può esser sostenibile un mercato tenuto in piedi dai produttori di giochi stessi ?

      Sarebbe bello vedere da dove arrivano quei 20 milioni di montepremi, ma soprattuto i ritorni che ne deriveranno
    11. carradori
      carradori
      Lo sai che esiste gente talmente cogliona che fa donazioni a puttanelle che streammano su twitch le loro tette con la scusa che stanno giocando a (riempire con gioco a piacere). Pensa al calcio, pensa che esiste ancora gente che sta fissata per tale squadra di calcio, magari butta i soldi in abbonamenti per vedere le partite e a calcio non ci ha mai giocato.
    12. cicito
      cicito
      Ecco appunto. Il Manchester United si é comprato Pogba solo con i soldi delle magliette vendute di Ibraimovic.
      Può esser folle quanto vuoi (non vedo personalmente come possa esser più folle di un attore di hollywood o di una popstar ), ma quantomeno é un mercato "sano e sostenibile"
      I soldi che ballano sono soldi generati dall'indotto.

      Il sistema calcio ha un mecato ed una visibilità che giustifica certe cifre.

      Lo scorso hanno il montepremi del campionato di serie A era di 800 milioni di euro, e sono soldi sani
      Non vedo come un campionato di dota 2 possa averne uno da 20 milioni, senza che quei soldi siano "a fondo perso" da parte dei creatori stessi del gioco per farsi/mantenere un nome.

      Io conosco solo Smite, e manco bene da questo punto di vista, ma di fatto tutti i soldi sono messi da Hi-Rez stessa. Anche se una parte di essi derivano da acquisti ingame, ci stanno di fatto puntando gli utili del gioco stesso investendo in una "nuova forma di marketing".

      Non che se lo caghino in moltissimi Smite, ma molta della sua fama é dovuta proprio al fatto di esser finito nella classifica degli even e-sport con montepremi più alto.
    13. kourahn
      kourahn
      Anno 2010 la rivista Forbes ha elencato le migliori imprese dell anno tra cui compare la Valve (ovvero la corporation che detiene Dota 2, il social network Steam e dozzine di altre grandi IP) che ha incassato nell'anno fiscale la cifra di 1 miliardo di dollari di "revenue" (guadagni). 20 milioni per un colosso simile sono tanti si, ma non tantissimi!!! Ecco l'articolo: 6 anni fa per Forbes Steam e Valve valevano circa 2 miliardi http://www.forbes.com/sites/oliverchiang/2011/02/15/valve-and-steam-worth-billions/#5f6ca5002f17

      Da allora il mercato è inoltre cresciuto tantissimo: nel primo quadrimestre di questo anno Blizzard ha incassato 1mld e 114milioni.

      Insomma nel mondo dei videogame i soldi ci sono dai.


      Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
    14. Mezzanotte
      Mezzanotte
      Giocare a quei livelli non è divertirsi, è un lavoro.
    15. cicito
      cicito
      Si i soldi ci sono.
      Quello che volevo dire é che non sono soldi derivanti dal mondo e-sport né dall'evento che stai allestendo né dal gioco stesso per il quale stai allestendo l'evento.

      Non guadagni dai "biglietti degli spettatori dell'evento", né nessuno ci mette soldi massicci stile "spot durante il superbawl" etc.etc.

      Non c'é un mercato, è la Valve che decide di "buttarci dentro soldi"; motivi suoi che non sto a sindacare.
      Mi sembra cmq improbabile che possa garantire un afflusso tale di capitali da mantenere livelli simili nel tempo.
      Poi magari diventa un colosso al pari di Microsoft, Google et simila e allora ci riuscirà a anche più, investendoci però gli utili di una multinazionale della madonna, non solo quelli derivanti da Dota2 sicuramente.

      Ogni azienda ha il diritto di investire i suoi utili come meglio crede, come la gente ha /ha avuto il diritto (lol) di sputtanarsi i soldi in crowfounding.

      Ma onestamente, quanto può durare su sti livelli ?
      Cosa succederà quando, se dovesse succedere, la compagnia Valve deciderà di investire quei 20 milioni in maniera diversa ?
    16. Iachanche
      Iachanche
      ovvietá per ovvietá, quel tuo esordio riassume un sentimento piuttosto diffuso, che tu lo condivida o meno poco mi importava nel momento in cui ho scritto la mia risposta, in quel momento mi interessava solo rispondere al concetto che avevi espresso.
    17. jpganzo00
      jpganzo00
      Come tu stesso hai detto, sei ignorante in materia ( in senso buono non dispregiativo).
      In Dota 2 ad esempio, visto che come esempio hai citato questo, ad ogni international Valve parte con un price pool di base,circa uno/due mesi prima dell'evento.
      In aggiunta valve ( molto furba) da la possibilità ad ogni player di donare di tasca propria, mettendo diversi target per incentivare la cosa (ad esempio a tot. Milioni raccolti viene pubblicata una skin super esclusiva).
      Una specie di raccolta fondi insomma, in cui tutti i pecoroni ci cascano come se gli tornasse qualcosa nella vita reale.
      È da un paio di anni che non seguo più Dota, ma finché seguivo era così, non so se sia cambiato qualcosa o meno.

      Quindi in risposta alla tua domanda, valve di tasca sua ci mette pochissimo, il resto arriva tutto da quei player che contribuiscono a questa raccolta fondi pre-evento.

      Purtroppo, come twitch, sono cose che non concepisco, il DONARE ad uno che gioca. Manco facesse qualcosa di utile nel mondo.
      E invece ho visto (purtroppo) donazioni da migliaia di euro in una botta sola....che tristezza.
    18. kourahn
      kourahn
      verissimo
    19. crepuscolo
      crepuscolo
      Immagino che tu non lo sappia ma esistono anche le magliete di LoL tanto per dire eh....
      I tornei sono finanziati anche dagli sponsor che sono in bella vista durante la diretta.
      Il paragone con il calcio è perfetto perchè i tornei di Moba si svolgono praticamente con lo stesso sistema.
      Dai per scontato che il calcio essendo lo sport nazionale tiri di più degli e-sport. Ma non è così. Vedi solo in America dove il calcio è uno sport paragonabile al curling come spettatori. Nei canali ufficiali ci sono dirette tutti i giorni con migliaia di spettatori, e di conseguenza soldi che entrano dalle varie sponsorizzazioni.

Condividi questa Pagina