Laigonn@laigonn

Laigonn

Lurker
Nome Laigonn
Account @laigonn
Razza Umano
Classe Mago del controllo
Server Dragon


Era una notte buia e tempestosa....no non e' vero...era un bellissimo mattino di sole quando mia madre, la giovane Whinnie, detta marmo, diede alla luce un piccolo e paffutello "cosino" rosa che urlava e scalciava come se gia' non ne potesse piu' di questo orrido mondo puzzolente. Crebbi nella fattoria dei miei genitori nelle campagne vicino Candlekeep e fin dalla piu' tenera eta' fu chiaro ai miei che io non ero proprio il classico bambino ubbidiente e vivace. Diciamo che fin dai miei primi giorni manifestai questa sorta di "potere" che mi rendeva leggermente piu' pestifero di tutti gli altri miei fratelli. Ricordo quando cercando di acchiappare il gatto, involontariamente, lo trasformai in un piccolo arrosto bruciacchiato...niente di male, disse papa', quella sera cenammo con un po' di carne extra...ma di base questi piccoli incidenti mi capitavano un po' troppo spesso, specialmente quando ero un po' arrabbiato. I miei erano un po' spaventati dal tutto e mia madre diceva sempre "Questo ragazzo ci seppellira' tutti...." ma non lo diceva col tono ironico riferendosi al fatto che avrei campato molto a lungo...ne era realmente spaventata. Intendiamoci non e' che non mi volessero bene...ma mi mandarono a dormire dentro la stalla temendo che un giorno nel sonno li potessi uccidere tutti con una puzzetta. Crebbi cosi' circondato da animali i quali mi insegnarono a contenere un po' il mio potere, anche se prima di riuscirci bene mangiammo un altro bel po' di gatti, cani, scoiattoli e topini. Quando raggiunsi i sedici anni mia madre venne da con un grosso sacco e una faccia sorridente "Tieni -mi disse- Ora sei abbastanza grande per andare incontro alla tua vita e del resto non puoi mica restare tutta la vita ttaccato alle gonnelle dei tuoi genitori". Mi stampo' un grosso bacio in fronte e mi mise addosso questo sacco pieno di formaggio e con un paio di stracci nuovi che aveva cucito per me durante la notte. In realta' mi parve abbastanza strano che nessuno dei miei fratelli piu' grandi fosse mai stato "invitato gentilmente ad andare incontro alla vita" come fece con me, ma supposi che aveva visto in me piu' maturita' di quella che albergava in tutta la mia famiglia...o almeno di questo volli illudermi.
Mi incamminai cosi' verso Candlekeep sicuro che avrei trovato un ambiente molto stimolante. Non appena messo piede in citta' venni rapinato da un mezzuomo armato di coltello...ora...io non volevo fargli male, ma sapete com'e' l'emozione...la paura...e un pizzico di istinto di sopravvivenza ...insomma mentre gli porgevo il saco con i miei averi un fulmine cadde' dal cielo e di lui non rimasero che un paio di scarpette fumanti. Contrariamente a quanto si possa pensare quella fu la piu' grande delle mie fortune perche' caso volle che mentre le guardie mi stavano conducendo alla prigione il direttore dell'accademia di magia, che aveva visto tutto, si offrisse di prendersi cura del mio addestramento al fine di rendermi una preziosa risorsa per il regno. Cosi' iniziai a studiare la magia e divenni in poco tempo un mago provetto. Gli anni trascorsero velocemente e in men che non si dica avevo 20 anni ed un titolo di mago con marchio ufficiale dell'accademia di magia. Non mi restava che affinare le mie tecniche cosi' mi misi in viaggio. Ed eccomi qui, vicino alla citta' di Neverwinter pronto a scoprire che cosa il mondo abbia in serbo per me...la nostra nave sta per raggiungere il porto e...


Spero che vada bene cosi'. Fatemi sapere resto in attesa.
 
Alto