Lo studio di Dauntless difende Sony per il Cross-Play


Mentre Microsoft, Nintendo ed altre aziende dicono SI al Cross-Play, c'è chi come Sony si rifiuta di abbracciare totalmente l'idea che giocatori di altre piattaforme giochino con quelli Playstation.

Inutile dire che l'azienda è stata aspramente criticata per questo, ma in sua difesa è intervenuto il CEO di Phoenix Labs "Jesse Houston", il quale ha dichiarato:

La visione di Sony è rivolta all'esperienza dei giocatori, per tanto vuole assicurarsi che i giocatori abbiano una migliore esperienza online possibile, per fare questo vi è un set di regole di certificazione da rispettare.

Tanti sistemi Cross-Platform infrangono le suddette regole. Sony sta testando la cosa con calma, cercando di capire cosa funziona e cosa no, invece di aprire le dighe.

Credo che Sony abbia ricevuto reazioni eccessive.Ci tengono a sottolineare il fatto che dietro il Cross-Play vi è anche la gestione dei pagamenti, ossia cosa succede se un giocatore acquista qualcosa su una piattaforma e la utilizza altrove?


Cosa ne pensate?
 
Alto