Lord of the Rings Online: Intervista a Michael Jablonn

[IMGTEXT="http://www.mmorpgitalia.it/gallery/filesnew/6/3/4/8/gallery_v3b1_en.jpg"]Pubblichiamo una recente intervista a Michael Jablonn di Turbine pubblicata da MMORPG.com , Deus ex machina di Oath of the Rangers, il primo Book della nuova espansione di Lord of the Rings Online, il Volume III, in cui vengono approfonditi diversi aspetti:[/IMGTEXT]MMORPG.com: Come è proceduto lo sviluppo del Volume III, Book I? Avete rispettato tempi ed obiettivi?

Michael Jablonn: Lo sviluppo del Book I è andato secondo i piani. Ci sono sempre piccoli cambiamenti e modifiche da apportare, ma abbiamo conseguito tutti i nostri obiettivi primari e pensiamo che i giocatori siano contenti dei risultati. Potete controllare le ultime novità sul Book I qui.

62374.jpg

MMORPG.com: Dicci qualcosa sugli skill upgrade che i giocatori possono ottenere con il nuovo Book I.

Michael Jablonn: Il nostro obiettivo era migliorare quelle skill che i giocatori non usavano quanto speravamo. Abbiamo analizzato a fondo il feedback che abbiamo ricevuto dai giocatori e abbiamo apportato delle modifiche mirate per risolvere i problemi, rendnedo queste skill più utili e importanti per i giocatori. Un esempio calzante è la skill dell’Hunter Beneath Care. È una versione modificata della skill Beneath Notice, che garantisce anche Power Over Time ad una classe sempre a corto di Power come l’Hunter.

MMORPG.com: Il nome “Oath of the Rangers” ha un grande peso nell’ambientazione de I lSignore degli Anelli. Cosa vi ha spinto a sceglierlo?

Michael Jablonn: Il nome rimanda all’immensa fedeltà della Grey Company nel sostenere la linea di Isildur e il loro voto di proteggerla.

MMORPG.com: Parliamo delle novità relative allo Skirmish system. Come faranno i giocatori a interagire?

Michael Jablonn: Lo Skirmish system si è rivelato un grande successo: finora sono state effettuati ben oltre 10 milioni di skirmish, il che la dice lunga su quanto questo sistema sia stato apprezzato dai nostri giocatori! Lo Skirmish system vanta una serie di vantaggi, tra cui il poco tempo richiesto, il livello di difficoltà scalabile, la possibilità di prendervi parte da qualsiasi punto del mondo, scontri random e un nuovo, grande sistema di reward. Con il lancio del Book I stiamo introducendo una nuova skirmish, nuovi reward e nuove versioni per 12 giocatori di missioni già esistenti. Abbiamo anche aggiunto un nuovo tipo di gruppo: duo, che permette ai giocatori di affrontare missioni strutturate per due giocatori, uno dei gruppi più classici di LOTRO.

62968.jpg

MMORPG.com: Che impatto avrà lo Skirmish system sull’end game?

Michael Jablonn: Le skirmish forniscono una valida alternativa alle altre attività end-game. Di sicuro l’aspetto più apprezzato è la loro rapidità, dato che se ne possono portare a termine molte in meno di un’ora. Per coloro che non dispongono di molte ore da dedicare a un raid, rappresentano un’ottima alternativa per poter sviluppare il proprio personaggio senza dedicare un’intera serata o addirittura un weekend al gioco. E non dimentichiamo che i giocatori possono iniziare a sfruttare questo sistema già dal livello 30!

MMORPG.com: Qual è la storyline per mobilitare i Ranger of the North? Come vengono coinvolti i giocatori?

Michael Jablonn: Il Book I si basa principalmente sul dare la notizia ai Ranger che la Grey Company si deve riunire. I giocatori sono spinti attraverso Eriador per conto di Elrond ad aiutare a portare a termine questo fondamentale incarico.

62370.jpg

MMORPG.com: In quale periodo della Guerra dell’Anello si verifica questo episodio?


Michael Jablonn: Il Book I si verifica più o meno nel periodo in cui la Compagnia lascia Lorien, il 16 Febbraio 3019. I giocatori entrano in contatto con personaggi chiave della Guerra dell’Anello, come Halbarad, e si assicurano che tutti imbocchino la giusta direzione per gli eventi futuri.

MMORPG.com: Quali altri piani avete per LOTRO nel 2010?

Michael Jablonn: Al momento ci stiamo assicurando che il Book I sia senza senza problemi, in seguito condivideremo i nostri piani futuri!

MMORPG.com: Quale pensi sia il fattore più importante per i giocatori nell’end game?

Michael Jablonn: Uno degli obiettivi principali di LOTRO è fornire ampia varietà di scelta ai giocatori, permettendo differenti esperienze, stili di gioco e più opzioni per l’end game. Queste opzioni vanno dalle tradizionali instance di gruppo/raid che circondano Dol Guldur a skirmish che possono essere affrontate in solo, gruppo o raid sino alle mastery nel crafting e alle battaglie tra giocatori col PvMP delle Ettenmoors.

62371.jpg


 
Ultima modifica:

Vidocq

Divo
Complimenti alla Turbine. Insieme alla Funcom stanno portando avanti i loro giochi in maniera continuativa. GZ.
 

Theredas

Divo
Bella intervista, finalmente una SH seria =) Se è il primo mmo che mi ha seriamente preso dopo WoW un motivo ci sarà d'altronde :p
 

Demonio

Divo
Una grande sh che ha creato un mmorpg solido e ben strutturato.

E' sempre un piacere ritrovarsi per le colline di north down.
 
Alto