Memorie e considerazioni di uno stregone

Harald

Lurker
Il necromante e gli elfi

Dannazione, quell'elfo è un idiota

NOI gli abbiamo aperto la strada distruggendo i macchinari infernali del fratello gnomo
NOI abbiamo parlato con lui per farlo ragionare
NOI abbiamo scoperto di cosa avesse realmente bisogno, quindi non della morte di quella bestia, bensi solo di un po del suo sangue...solo 12 goccie
NOI abbiamo tentato di calmarli
NOI abbiamo evitato altri spargimenti di sangue

e poi IO mi sneto accusare di essere egoista!!! di averli traditi!!! di aver messo in discussione il loro ruolo di guardiani dei boschi!!! di essermi impicciato di affari che non mi riguardavano!!

non lo posso sopportare...

la loro sete di sangue la si vedeva negli occhi...solo quello volevano, solo il sangue di chi li aveva attraversato la strada!!!

ma cosa sono diventati, bestie?? comuni banditi??
Aughiel non li addita per questo??? li lascia fare?? è davvero la divinita buona che tutti dicono?? ho dei dubbi...

Elendil poi mi ha rinfacciato di averlo aiutato, di essermi fatto gli affari della natura, di aver messo il discussione il suo ruolo all'interno dei boschi!!!
mi ha accusato di avergli dato dell'assassino, ma è cio che è diventato...un vile e stupido assassino...massacratore di uomini...spero che per una volta la giustizia faccia il suo corso e che sia chiuso in cella per un bel po, almeno forse capira che non puo essere giudice e boia!

Aughiel, maledizione, che tu gli abbia reso la vita per renderlo un assassino?? in tal caso...che il tuo nome sia infangato...

beh, almeno ho salvato la vita al mio fratello gnomo e agli elfi...poiche con i golem e i suoi poteri magici, il mio fratello era un nemico infernale...

ma tant'è...quell'elfo non capira, e penso nemmeno gli altri...

che brucino, loro e i loro dannati boschi

Drin Raulnole
 

Harald

Lurker
Lo sento, piu forte che mai

l'abbraccio degli eterni ghiacci, come mai prima d'ora

sento il potere gridarmi nella mente, sento la tempesta del nord, la sua dolce melodia di gelo e distruzione

sento la dama dei ghiacci , il rombo del lontano tuono...

è tutto cosi.....forte.....

dovro stare ancor piu attento nell'abbracciare il potere adesso, non so cosa potrebbe succedere, è una sensazione nuova...vibrante...folle...glaciale...

mi piace...

Drin Raulnole
 

Harald

Lurker
Che io sia dannato se vorrò aiutare ancora qualche guardiano dei boschi...

Sia chiaro, non mi riferisco al buon Elden, che ieri ha fatto tutto cio in suo potere...
Siamo tornati ora nei pressi della capitale umana, e ho qualche minuto per appuntare le mie considerazioni

Un treant aveva dato incarico a Elden di trovare un uomo tornato dalla palude del sud, la palude maledetta eoni addietro da un Druido perduto..dopo un o di ricerche capimmo che era il nostro compagno Jintetsu

C'entrava qualcosa il suo anello, quello che gli era stato donato dalla maledetta e oramai defunta ninfa, mesi fà...il medaglione magico di Elden lo riconobbe

Smascherato, Jin fuggi, ma non era piu lui, infatti i suoi occhi divennero Viola come l'anello che indossava, e certo aveva poteri che non gli appartenevano

Ci sfuggì stordendoci facendo apparire dei gas da una crepa nel terreno...il bosco pareva ubbidirgli,e cio prese anche me di sorpresa

una volta ripresi e realizzato l'accaduto, andammo all'inseguimento, e dopo alcune ore grazie al medaglione e all'abilita dell'elfo di trovare le tracce del fuggitivo, lo trovammo...manon da solo, infattit era in compagnia di un gruppeto di gatti mannari...animali oramai defunti ma riportati dal deviato potere della natura

Mi resi invisibile, mente elden si avvicinava per discutere con l'umano...scion, che ci accompagnava, era nascosto dietro un albero

i discorsi non durarono poi molto, e le intenzioni di colui che occupava il corpo e la mente di Jin, erano chiari...voleva ucciderci...tant'è che la trappola si delineò presto, alcuni topi mannari apparvero alle nostre spalle scendendo agili la parete rocciosa che avevamo alle spalle

fu un battito di ciglio, e grazie al mio potere resi tutti noi invisibili

I nostri avversari erano spiazzati, non capivano, e quindi ci potemmo allontanare tranquillamente
Ma non fu per molto, il potere di quell'essere ci rivelò annullando il mio incanto

Non volevo uccidere Jin, ma stava a Elden prendere la grave decisione, e oramai eravamo alle strette

La sua sofferta scelta non si fece attendere, io mi limitai a spirigionare, come ben poche altre volte avevo fatto, e mai di recente, tutto il potere che mi pervadeva

tempeste si scatenarono sui nostri avversari, globi di fuoco li investirono, e ben presto furono decimati e ridotti a ammassi fumanti o ghiacciato, ma comunque inermi

Jin si fiondò su Elden, tentando di ucciderlo, un piccolo gruppo spuntato dal nulla di gatti mannari si fiondò su di me, e un altro affrontava Scion

eravamo in minoranza, stanchi dai giorni di marcia, ma per me non era un problema insormontavile...dell'acido corrose i corpi dannati degli esseri, e scion si fece valere...

Alcune acquile giganti e imperiose erano scese in aiuto dell'elfo nostro amico, e dopo un arduo combattimento, Jin perì con la gola tagliata

Pensavamo di aver svolto il nostro triste compito, ma cosi non fu...sul volto dell'uomo sgozzato a terra, si dipinse un sorriso, e si rialzò di scatto, aizzandoci ancora contro i redivivi esseri e fu aocnra battaglia

doo molti minuti di scontri, avemmo la meglio...e notamo che jin era oramai quasi privo di soffio vitale e discuteva con Elden

li, l'elfo, prese l'ultima decisione...e con la spada gli trafisse il cuore

Suggerii di togliergli subito l'anello ma senza toccarlo,e co si fu fatto...

decidemmo di incamminarci nuovamente verso la zona dove Elden era stato contattato dal Treant, ma durante il viaggio il medaglione, la veste di jin e poi l'anello presero fuoco svanendo nel nulla

Il Treant apparse a noi, sapeva tutto, e borioso nella sua conoscenza disse che tutto pareva finito e accennò a delle scelte che erano state fatte, ma non disse nulla di piu

ma cio che piu mi ha disturbato è che quando gli ho chiesto se il nostro amico Jin, che in fondo non c'entrava nulla in tutta la faccenda, ma era stato solo un burattino nelle mani di un potere piu grande di lui, mi rispose che non erano cose che lo riguardavano, che la vita degli uomini non è affar suo!

questi druidi o esseri dei boschi sono spregevoli quanto i banditi, e hanno lo stesso rispetto per la vita altrui...

mi chiedo cosa mi abbia fatto resistere dall'ardere quel dannato Treant seduta stante..

la prossima volta, non so se sara cosi fortunato

Drin Raulnole
 
Alto