Mi "vergogno" ma non ho mai giocato a dark souls

Discordia0987

Postatore
Non c'è il migliore, sono diversi e generi diversi, il combat di ds è più realistico devi ponderare ogni azione ,senti il peso dell'arma e del gear e hai la schivata, mentre quello di BnS(per mia esperienza da Kung Fu Master) è più frenetico fatto di combo su combo e puoi "rispondere" di combo e non la solita schivata.
 

bonusax

Divo
con ds3 il "realismo" è andato bello affanculo :bidone:
Non è vero su.:)
Purtroppo hanno implementato le weapon art che, per alcune armi, sono secondo totalmente sballate e troppo "combo style".

Però ds non è mai stato realistico, ma verosimile.
Il tentativo è quello di fare percepire la fatica, il peso, nel maneggiare determinate armi
 

fra700

Super Postatore
Ma si, non c'è da vergognarsi.:casino2:
Semplicemente credo sia un peccato non averli giocati, sono un'esperienza unica che non dimentichi più.

Bestemmie comprese eh
Sono d'accordissimo, peró tra i pochi generi in stile Souls, è Sekiro quello che vorrei recuperare. Il problema sta nel tempo, perché se mi infogno poi sono pericoloso eh! :balla:
 

jpganzo00

Super Postatore
Non è vero su.:)
Purtroppo hanno implementato le weapon art che, per alcune armi, sono secondo totalmente sballate e troppo "combo style".

Però ds non è mai stato realistico, ma verosimile.
Il tentativo è quello di fare percepire la fatica, il peso, nel maneggiare determinate armi
weapon art, poise inesistente se non in alcuni frangenti, armi sproporzionate (soprattutto quelle dei dlc).
Il 3 ha fatto un bel mappazzone di accozzaglia di cose.
 

bonusax

Divo
weapon art, poise inesistente se non in alcuni frangenti, armi sproporzionate (soprattutto quelle dei dlc).
Il 3 ha fatto un bel mappazzone di accozzaglia di cose.
Sulla poise sono in parte d'accordo, è stata sostituita dall'hyper armour .
Anche se non è la stessa cosa funziona bene, ma ammetto che il ds1 la poise era un parametro interessante su cui costruire la build.

Io nel complesso preferisco il terzo capitolo, soprattutto per fluidità del combat, la reattività, e il pattern dei nemici e boss.
 
Sono due cose totalmente diverse, con finalità differenti.
Davvero faccio fatica a dire quale sia meglio in assoluto, ma ci provo.

Darksouls cerca di riproporre, con però evidenti "venature" fantasy, un combat fatto di mosse di attacco "verosimili". Il pg ha un peso, ogni colpo tenta di riprodurre un movimento più realistico.
Infatti , soprattutto nel secondo capitolo, è stato fatto uso della motion capture per quanto riguarda i vari moveset.
È un combat in cui hai il controllo di ogni singolo colpo, di ogni fendente.
In cui devi fare attenzione non solo a quando il nemico attacca, ma anche a come lo fa.
Schivare in un punto in cui il nemico termina la sua animazione porta ad essere colpito lo stesso dall'arma, in quanto devi cercare di schivare fuori dal suo movimento di attacco, non basta schivare a caso.

È un combat più ragionato, più lento, in cui le variabili sono date dai moveset che cambiano in base alle armi e, anche, all'impugnatura delle stessa.
Impugnare la stessa arma con due mani offre colpi diversi, con raggi differenti, con tempi diversi, che possono fare la differenza contro determinati nemici.

Nei souls conta il peso delle cose indossate, in quanto il pg si muove più o meno velocemente in base a quanto è "pesante".
Inoltre, anche la stamina si consuma più in fretta, e se si supera il peso massimo sopportabile dal pg, si diventa lenti e goffi (ad esempio se indossi armature molto pesanti ma che hanno un altissimo valore di difesa e di equilibrio).

Il Blade and soul c'è un concetto diverso.

Mi ha sempre dato la sensazione di un combat fatto di "combo contro combo", quasi fosse uno scontro basato sulla memoria e sulla capacità di rispondere con la giusta mossa (combo) all'attacco dell'avversario.

Ma non gestisci il singolo fendente, non scegli di colpire in affondo,o in rotolata ecc ecc

Devi sapere a memoria quali combo annullano
quella del nemico, quali evitano di essere colpiti da una mossa del nemico, devi evadere con la schivata alcuni colpi ma è più una sorta di scontro strategico fatto da un insieme di mosse di attacco e risposta.

Io preferisco di gran lunga dark souls come concezione, ma ciò non toglie che Blade sia molto difficile da padroneggiare.

Se vuoi più info sui souls posso aiutarti, purtroppo invece per Blade mi sono fermato più in superficie perché non mi è piaciuto come gioco.
Per bns ci ho giocato a volonta, e quello di cui parli è un'aspetto che non avevo mai descritto ma giusto. Interessante il combat di ds da come mi dici, non abbastanza da buttarmici a capofitto ma terrò presente.
 
Alto