Pathfinder Kingmaker: Edizioni Digitali e data di uscita svelati


Owlcat Games e Deep Silver
hanno annunciato che l’attesissimo cRPG acclamato dalla critica Pathfinder: Kingmaker sarà disponibile in edizione fisica e digitale su PC il 25 Settembre 2018.

Gli aspiranti avventurieri possono ora effettuare il pre-order scegliendo tra una diversa varietà di versioni digitali di Pathfinder: Kingmaker.

Explorer Edition
  • Download Digitale

Noble Edition
  • Download Digitale Premium
  • ArtBook Digitale
  • Original Sound Track Digitaleù
  • 2 ritratti aggiuntivi del giocatore all’interno del gioco (una femmina + un maschio)

Royal Edition

  • Download Digitale Premium
  • ArtBook Digitale
  • Original Sound Track Digitale
  • 2 ritratti aggiuntivi del giocatore all’interno del gioco (una femmina + un maschio)
  • Adventure Module di Chris Avellone Digitale
  • Mappa delle Stolen Lands Digitale
  • Panda Rosso come animale domestico nel gioco

Imperial Edition
  • Download Digitale Premium
  • ArtBook Digitale
  • Original Sound Track Digitale
  • 2 ritratti aggiuntivi del giocatore all’interno del gioco (una femmina + un maschio)
  • Adventure Module di Chris Avellone Digitale
  • Mappa delle Stolen Lands Digitale
  • Panda Rosso come animale domestico nel gioco
Season Pass

Il Download Digitale Premium include 2 elementi di gioco per aiutare un aspirante avventuriero (un sigillo che ti permette di benedire il tuo party più volte al giorno e una cintura con un bonus per la resistenza alla malattia e alla fatica). Gli oggetti premium di gioco sono progettati per non destabilizzare l’equilibrio dello stesso.

Pathfinder: Kingmaker porterà i giocatori in un tour attraverso le famigerate Stolen Lands, territori pericolosi e turbolenti ben conosciuti dal fandom di Pathfinder. L'RPG rivisiterà personaggi familiari e luoghi noti della serie, oltre a presentare ai giocatori nuove avventure, nemici mortali e colpi di scena imprevedibili. I fan del gioco di ruolo fantasy cartaceo sperimenteranno l’epico ed eroico universo in un modo nuovo, mentre gli appassionati di giochi di ruolo per computer scopriranno il loro genere preferito in una nuova luce.

Pathfinder: Kingmaker metterà alla prova i giocatori sia come avventurieri che come governanti, in quanto saranno in grado di rivendicare terre esplorate e ritagliarsi il proprio regno nelle terre selvagge. La fondazione del Regno andrà oltre la semplice costruzione di una fortezza, diventando un vero riflesso del carattere dell'eroe e delle scelte fatte durante il gioco. Ogni regno sarà un sistema vivente plasmato dall'allineamento, dalle scelte, dagli alleati e dalla capacità dell'eroe di guidare la sua gente.

Per ulteriori informazioni visitate la pagina ufficiale del gioco su Steam.

 

Commenti

Per quale motivo?

Le

Traduzioni in ita rovinano i giochi, primo perché sono quasi sempre al limite dell'amatoriale secondo perché non rendono quasi mai i giochi di parole pensati nell'originale.
Ora ti dico un segreto ma non rivelarlo a nessuno. Se un gioco originariamente in inglese viene tradotto in italiano, puoi comunque selezionare la lingua inglese. Anche se traducono in italiano a te non viene tolto nulla.
 
Per quale motivo?


Ora ti dico un segreto ma non rivelarlo a nessuno. Se un gioco originariamente in inglese viene tradotto in italiano, puoi comunque selezionare la lingua inglese. Anche se traducono in italiano a te non viene tolto nulla.
lo so benissimo, gioco a WoW in inglese da sempre anche se è tutto tradotto (in modo osceno).
Meno male perché? il merito del mio inglese valido al giorno d'oggi sono state le ore di gioco tra i 14 ed i 18 anni, quando NOTORIAMENTE studi tantissimo e non vedi l'ora di metterti sui libri.
In queste ore stavo col vocabolario di inglese sulla scrivania per giocare online, non esistevano mmorpg in italiano e giocavo traducendo al volo quello che la gente scriveva in chat (eh no, TS/discord non esistevano...) o le quest per capire dove diavolo andare.
:D
 
lo so benissimo, gioco a WoW in inglese da sempre anche se è tutto tradotto (in modo osceno).
Meno male perché? il merito del mio inglese valido al giorno d'oggi sono state le ore di gioco tra i 14 ed i 18 anni, quando NOTORIAMENTE studi tantissimo e non vedi l'ora di metterti sui libri.
In queste ore stavo col vocabolario di inglese sulla scrivania per giocare online, non esistevano mmorpg in italiano e giocavo traducendo al volo quello che la gente scriveva in chat (eh no, TS/discord non esistevano...) o le quest per capire dove diavolo andare.
:D
Io alle superiori studiavo solo tedesco, nella mia classe non si faceva inglese. Però mi sono costretto ad impararlo per giocare a Star Wars Galaxies e alla fine lo parlo tranquillamente.
A distanza di quasi 20 anni non ho problemi ad affrontare anche un romanzo in inglese senza avere sempre il vocabolario davanti.

Meno male che i videogiochi fanno male, eh? :drak:
 
pensa un po' che stronzi tedeschi e francesi che si fanno sempre tradurre i giochi.
Non se li fanno tradurre, hanno un bacino d'utenza più ampio del nostro e le sh sono interessate a quella fetta di mercato.
Noi italiani sostanzialmente contiamo zero... e basta leggere i topic di questo ed altri forum per capirne il motivo: voglia di spendere pari a zero.

P.s. i francesi no, ma i tedeschi parlano correttamente l'inglese già da piccolissimi..
 
ma come, i tedeschi parlano correttamente l'inglese fin da piccolissimi nonostante abbiano sempre i giochi tradotti? lo dicevo io che sono proprio superiori ;)
 
Alto