Quali Sono i Titoli Che Hanno "Ucciso" Gli MMORPG nel 2016?

anime_mmorpgs_banner.jpg


Questa settimana vogliamo porvi una domanda molto interessante. L'anno si sta concludendo e di certo crediamo che non vi sia sfuggito come il mondo degli MMORPG abbia sofferto più di ombre che di luci. Ma forse questo dipende a chi lo si chiede. Ecco la questione: quale titolo quest'anno ha dato il più grande contributo ad "uccidere" il genere degli MMORPG nel 2016?

Ho un'idea fissa nella testa: i pensieri, ad un quesito si simile, si divideranno pesantemente. Eppure credo che per aiutare tutti su a ragionare su questo discernimento, potremmo riflettere su questo. Quale tra tutti i possibili titoli, e sono tantissimi, pubblicati quest'anno (Blade & Soul, Riders of Icarus, The Division, Crush Online, etc..), voleva diventare qualcosa ma è fallito miseramente allontanandosi senza senso dall'obiettivo iniziale?

E' stato per via dell'aggiunta delle lockbox? E' stato per via del fatto che si sia voluto annoverare nel genere MMORPG, pur non essendolo? E' perchè voleva puntare ad avere contenuti massivi e persistenti senza tuttavia 'collegarli' tra loro creando un vero MMO? Oppure per via del grinding senza senso?

Noi abbiamo scelto 5 titoli + 1
. Il +1 lo ritroverete spiegato alla fine. Ma se credete che qualcuno più di questi abbia contribuito potete anche sceglierlo 'fuori lista'.


1) Landmark

Screenshot_30.png


Landmark doveva essere nella migliore delle ipotesi "un'evoluzione" di Minecraft tale da poter permettere a chiunque attraverso decine di tool differenti di creare un vero mondo openworld con tanti altri giocatori. Se solo ci fossero i giocatori. Landmark è l'MMO non low-budget, più brutto che forse abbia fatto la sua apparizione quest'anno. Il gioco è miseramente incompleto e presenta quelle che sono di certo in tutta la nostra lista le performance peggiori mai registrate quando si avvia una sessione. "ingiocabile, approssimativo, pieno di glitch, disordinato, un UI ingestibile, pop-up in ogni dove, mappa confusionaria e NULLA da fare se non rodersi il fegato riavviando il gioco e cambiando i settaggi grafici" lamentano gli utenti su Steam. Noi? Considerate le migliaia di rep negative non possiamo fare altro che credergli.


2) Black Desert
Screenshot_33.png


Black Desert poteva benissimo non comparire in questa lista. E' un tipo di MMO che si ama o si odia, e chi lo ama difficilmente abita questo forum (essendo che i suoi utenti sono troppo occupati a grindare per fare capolino nella sezione). Chiariamoci, Black Desert, è un titolo altamente sopra la media di tanti altri che hanno fatto la loro comparsa quest'anno, ma se si chiede alle tantissime persone che hanno deciso di disinstallarlo, per quale motivo, si alza un coro unanime: troppo, troppo grinding. Un "grinding di Stato" in quanto ogni feature è progettata per essere funzionale a questa sua peculiare meccanica. Poteva essere uno dei migliori e certamente non è uno dei peggiori, ma per tanti è stato una delusione mortale. Ecco perchè inserirlo.


3) World of Warcraft: Legion
Screenshot_32.png


Attenzione non parliamo del gioco per intero, ma la sua espansione che in fatto di contenuti potrebbe essere considerata da sola una stand-alone. World of Warcraft è stato dal 2004 un motore formidabile per spingere il mondo MMORPG fino alle stelle. Ancora oggi è in cima alla classifica dei titoli più giocati al mondo con almeno 10 milioni di utenti attivi, e Legion ha senza ombra di dubbio smosso le fondamenta di una IP che cambia costantemente. Ma non sempre in meglio forse.. Il demerito di Legion secondo decine di migliaia dei suoi fan pare sia stato quello di "instupidire" il sistema delle classi e guastare, anche grazie alla mole di aggiornamenti in arrivo/arrivati, un titolo che non smette mai di modificarsi. E forse si modifica anche troppo. Anche lui finisce sul banco di accusa, ma non è detto che ne esca illeso.


4) The Division

Screenshot_31.png


The Division andrebbe querelato per appropriazione "indebita di genere". Che sia un titolo massiccio e ricco di contenuti, non ci piove, ma che la Dark Zone sia davvero massiva, come comunemente intendiamo questo termine applicato ad un MMO... non scherziamo. The Division merita questo posto, non per via degli hacker che lo affliggono (problema passato), o dell'end-game ripetitivo, ma per 'dis-grazia' della sua mancanza di contenuti da vero massive multiplayer online. Anche la ottima espansione "survive", lascia che il titolo converga nella direzione opposta a quella del nostro genere preferito, visto che si tratta di un matchmaking allargato a 24 giocatori. Sarebbe da dare 4 ceffoni a chi ha deciso che qualche HUB pieno di player ed un mezzo open world, possano bastare ad un titolo per assurgere al rango di MMO. E' cattiva pubblicità!


5) Dark & Light
darklight-860x280.jpg


Potrebbe diventare la grande loffa del 2016, un titolo che più misterioso non si è mai visto. A dieci anni dall'uscita del primo D&L, e nell'attesa di una imminente rivelazione in fase di Early Access su Steam, non sappiamo ancora nulla di certo che possa essere dimostrato in video o confutato da parole diverse da quelle dei suoi sviluppatori. Il "Mister X" per antonomasia, non ci era mai capitato una volta nella vita di attendere tanto un MMO su cui mai così poco abbiamo potuto mettere gli occhi. Indiscrezioni, rumors, notizie segrete e a volte contraddittorie non hanno però smosso la fede di tantissimi utenti in questo prodotto. Eppure potrebbe essere una grandissima perculata degli sviluppatori. Potrebbe fare del male al mondo degli MMORPG? Fin ora di sicuro ha fatto un sacco male a noi editor stargli dietro!


+1) Tutti i titoli MMORPG su Smartphone

Screenshot_34.png


Il sesto ed ultimo "contributo negativo" lo abbiamo deciso su delle mere basi ideologiche.. forse. Non è detto che i titoli MMORPG su mobile siano il male assoluto, ma essendo quel "segmento di mercato" nato da poco, proprio come tutti i giovani presenta gli stessi difetti congeniti degli MMORPG più ignoranti che siano comparsi su PC all'epoca degli esordi. Ricordiamo tra questi Metin 2 (2003) e Mu Online (2004) dal lato PC, riproposti IDENTICI su mobile abbiamo: Order & Chaos II, Crasher, Arcane Online e tantissimi altri. Il mondo stravede per gli MMORPG per cellulare. Noi no. Anzi li riteniamo la fonte principale della degenerazione del genere in quanto possiede tutte quegli elementi che almeno in Occidente, sono malvisti da chiunque ne capisca qualcosa di MMO come: grinding e formule P2W. Gli appartiene inoltre un "coefficiente di attrazione" sul pubblico adolescente enorme. Ognuno di questi titoli ha almeno 500mila download e centinaia di migliaia di persone costantemente in giro a grindare e spendere soldi con la carta di credito del papy. Gli MMO su cellulare? Una metastasi da cancellare col fuoco!


_________________________________________________________

Qual'è secondo voi tra i tanti titoli del 2016 quello che a parere vostro ha fatto male al panorama MMORPG?
 
Ultima modifica:
Io ancora attendo l'mmo con il combat di gw2 l'open world di archeage, i contenuti di wow e la trama di eso.
 
mettere wow in mezzo a quell'immondizia è veramente cattiva... va bene che per giocare a legion devi trasformarti in un mezzo cinese masochista, ma in mezzo a BD e the division, ci fà una brutta fine.:asd:
Per rispondere all'articolo, credo tutti i giochi con uno shop bello invasivo, dove trasformi gli eurini in moneta del gioco.
p.s se solo togliessero quella modalità p2w in archeage, per me sarebbe il gioco perfetto.
 
Per rispondere all'articolo, credo tutti i giochi con uno shop bello invasivo, dove trasformi gli eurini in moneta del gioco.
p.s se solo togliessero quella modalità p2w in archeage, per me sarebbe il gioco perfetto.

La sola possibilità di cambiare Euro in gold o altra moneta di gioco non mi pare che basti a definire il cash shop come "P2W invasivo", dato che questa possibilità c'è anche in EVE e WoW.
E non mi pare che siano i titoli citati ad esempio quando si parla di P2W massivo.
 
La sola possibilità di cambiare Euro in gold o altra moneta di gioco non mi pare che basti a definire il cash shop come "P2W invasivo", dato che questa possibilità c'è anche in EVE e WoW.
E non mi pare che siano i titoli citati ad esempio quando si parla di P2W massivo.
In eve grazie ai plex trasformati compri tutte le navi che vuoi, ovviamente devi avere le relative skill, mentre in wow, grazie al cambio della moneta, basta qualche gold, per farti runnare il gear da una gilda(master loot) in qualche raid o dg mitico...non è proprio sudata come cosa... se poi per te un gear mitico in wow, non è considerato un vincere facile allora non so proprio che dire. Quindi la domanda sorge spontanea: non è un sistema mezzo p2w se quel cambio di moneta, ti porta all'endgame grazie questi trucchetti? Sottolineo, eve è sicuramente meno invasivo per il lato skill, ma una volta imparate, gli isk sono un elemento fondamentale in game ;)

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:
Si ammetto che Legion non c'entra nulla con la domanda del topic, mi sono lasciato trasportare (comunque non mi rimangio le critiche, il gioco mi piace ma ci sono un po' di cose che non riesco a mandare giù)

Solo perchè lineage 2 era grindoso e ai tempi andava bene non significa che oggi un gioco simile verrebbe apprezzato
Forse i nuovi giochi dovrebbero prendere le meccaniche migliori di un gioco di successo, non le peggiori (e si il grind è una delle peggiori secondo me)
Il mio primo MMO fu rappelz e ci giocai un paio d'anni
In end-game in un'ora di dungeon facevi circa lo 0.50% di exp (più avanti anche molto meno)
Eppure oggi un gioco così non lo giocherei mai xD

Comunque ripeto, per me Landmark è il simbolo del marcio dell'industria videoludica (non conosco the division però e neanche i giochi mobile)
 
In eve grazie ai plex trasformati compri tutte le navi che vuoi, ovviamente devi avere le relative skill, mentre in wow, grazie al cambio della moneta, basta qualche gold, per farti runnare il gear da una gilda(master loot) in qualche raid o dg mitico...non è proprio sudata come cosa... se poi per te un gear mitico in wow, non è considerato un vincere facile allora non so proprio che dire. Quindi la domanda sorge spontanea: non è un sistema mezzo p2w se quel cambio di moneta, ti porta all'endgame grazie questi trucchetti? Sottolineo, eve è sicuramente meno invasivo per il lato skill, ma una volta imparate, gli isk sono un elemento fondamentale in game ;)
Mi pare che siamo sempre lontani da quello che è il P2W invasivo di certi titoli orientali, dove davvero le possibilità che hai sono direttamente proporzionali ai soldi che spendi.

Di critiche verso EVE e WoW se ne leggono di tutti i tipi, ma non mi ricordo così tante accuse di essere giochi pesantemente P2W come quelle lette ad esempio a proposito della natura P2W di AA.


Perché se vogliamo considerare anche questi due come P2W allora, credo che lo si possa dire di qualsiasi MMORPG esistente.
 
Solo qualche giorno fa avrei trovato curioso l'avere inserito in questa lista Dark and Light, visto che non è ancora uscito, ma più passa il tempo e più sembra una truffa molto elaborata. Informazioni date a metà, gente in Hype bestiale senza aver visto l'ombra di un gameplay, gestione veramente poco seria da parte della compagnia. Coming Soon!
 
Mi pare che siamo sempre lontani da quello che è il P2W invasivo di certi titoli orientali, dove davvero le possibilità che hai sono direttamente proporzionali ai soldi che spendi.

Di critiche verso EVE e WoW se ne leggono di tutti i tipi, ma non mi ricordo così tante accuse di essere giochi pesantemente P2W come quelle lette ad esempio a proposito della natura P2W di AA.


Perché se vogliamo considerare anche questi due come P2W allora, credo che lo si possa dire di qualsiasi MMORPG esistente.
dipende cosa intendi per p2w... ovviamente se lo intendi in maniera superifiale, compra l'arma più forte nello shop che non dropperai mai in game, allora si. Io invece p2w lo reputo anche la possibilità di portarti ad un endgame, glissando completamente l'evoluzione del tuo personaggio. Siamo in un rpg massivo, quindi l'evoluzione e la vestizione in termini di gear, dovrebbero essere l'elemento principale, che se glissata, grazie ad uno shop e il relativo cambio di moneta, stravolge e rende troppo semplice la meccanica stessa. Tu mi risponderai: bè puoi anche non farlo! vero, ma ciò non toglie che potrei gruppare con gente che utilizza queste meccaniche e fallire miseramente determinati fight/istanze, solo perchè la persona che ho in gruppo, si è fatto runnare tutto l'equipaggiamento. Tutto questo è sicuramente più facile trovarlo in wow, proprio per la semplicità nelle meccaniche, mentre per eve è gia più difficile... conosco però persone in eve, che comprano regolarmente utilizzando questo sistema, partendo magari con un account base e grazie ai relativi skill injector(comprati al market grazie allo scambio di plex per isk), raggiungono quei 3/4 milioni di sp per poter iniziare a fittare le prime frigatine, quando il gioco stesso, potrebbe essere ancora più difficilotto se togliessero questa meccanica da perfetti piccoli cheater paganti :)
Hai assolutamente ragione, ormai se consideriamo questo fatto un semi p2w allora possiamo dire, che la maggior parte degli mmorpg esistenti sono p2w... il discorso non è quanto sia p2w un gioco ma il perchè viene messa questa meccanica... io credo per pigrizia, ostinazione nel voler precisare che il farming sia il male in un rpg. Le software house hanno capito la pigrizia del giocatore, il malcontento e quindi, optano a boost di lv massimo(sempre wow), compravendita di oro nel gioco immedesimandosi in goldseller... perchè diciamocelo, fino a poco tempo fa comprare gold era illegale, ora invece solo perchè lo fa l'azienda che ha creato il gioco diventa tutto più onesto. Io sto smettendo di giocare a questo tipo di giochi, che soddisfazione si può provare a stare in mezzo ad un sistema del genere, stare in mezzo a gente che utilizza sicuramente un sistema del genere. Ovviamente IMHO.
 
Ultima modifica:
@doc jekill quindi è tutta colpa di wow lo sapevo! l'arcade più sopravvalutato dei giochi online. se poi la maggior parte dei giocatori che si educa così da anni, li sposti nelle alfa,beta e altri giochi, il disastro è garantito!
 
@doc jekill quindi è tutta colpa di wow lo sapevo! l'arcade più sopravvalutato dei giochi online. se poi la maggior parte dei giocatori che si educa così da anni, li sposti nelle alfa,beta e altri giochi, il disastro è garantito!
In realtà l'unica colpa di wow, è stato nel suo successo... qualsiasi sh ha continuamente cercato di copiare quel tipo di meccanica(fallendo miseramente), portando gli utenti a continui conati di vomito,sia per lo schifo partorito, che per la poca originalità, clonando in maniera pessima certe meccaniche. Blizzard la colpevolizzo per la continua involuzione nel voler casualizzare il proprio gioco di punta, ma alla fine non aveva alternative. Le nuove leve non hanno più voglia di sudarsele le cose, pretendono contenuti e competitività istantanei(vedi i moba), quindi per mantenere le tasche( non piccole) di mamma blizzard, hanno dovuto trovare un'alternativa molto triste e in linea con la concorrenza perlopiù orientale. Cercare l'accesso ad un'alpha o beta, comprando un founder pack è la cosa più triste che io abbia mai visto nel settore videoludico... la scelta dei beta tester non dovrebbe essere a pagamento ma mirata ai paesi, tipi di hardware, portali di videogiochi, insomma un modo per testare realmente il gioco su macchine e sistemi diversi. Ormai danno la possibilità a chiunque di accedere a queste Alpha o beta, anche a chi non ne capisce una mazza...beta che in realtà sono delle mezze alpha(vedi camelot unchained o inizialmente albion online).
Non possiamo farci nulla, il mercato ha preso questa piega da quando c'è sto cacchio di crowdfunding e ce lo teniamo. ;)

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
 
Alto