Razer Anansi - Recensione

L’azienda californiana attiva da sempre nel campo delle periferiche da gioco ha un listino con molte soluzioni per i MMO, tra le quali troviamo la Razer Anansi, tastiera a membrana oggetto di questa recensione. Partiamo dall’origine del nome, Anansi. Cosa significa? Anansi è uno dei più importanti e conosciuti dei appartenenti alla mitologia delle popolazioni originarie della zona ovest dell’Africa. Le forme con cui viene descritto il dio sono quelle di un ragno, per questo motivo viene spesso chiamato il ragno o il dio ragno. Già l’etimologia del nome di questa tastiera ci fa capire il suo scopo.



Il packaging questa volta ha uno stile più minimalista rispetto alla media Razer, nella parte frontale lo spazio è interamente occupato dal primo piano del prodotto con relativi loghi. Non è presente come in gran parte delle tastiere prodotte dall’azienda californiana la finestra che ci consente di testare gli switch. Il retro della scatola ci mostra invece il prodotto evidenziando le caratteristiche di punta del prodotto: 5 tasti macro dedicati, 7 tasti per pollice, illuminazione RGB.

Una volta aperta la confezione noteremo subito che la tastiera è messa al sicuro da graffi e polvere da un tessuto bianco morbido, ai lati non troviamo alcun guscio di protezione oltre la scatola in cartone. Sotto la tastiera troveremo troveremo il materiale cartaceo: manuale d’uso, lettera del CEO di Razer, i soliti sticker adesivi Razer.



Design

L’Anansi è una tastiera veramente bella, misura appena 51,5 x 19 x 2 cm, dimensioni veramente esigue sopratutto se confrontata con le altre tastiere a membrana come dei suoi diretti competitor. L’Anansi si adatta facilmente alla nostra scrivania. Il design è accattivante e asimmetrico, con uno stile fra i più aggressivi visti su una tastiera a membrana.



Grazie al sistema RGB non appena connessa al PC prenderà vita iniziando un effetto a pulsazione dicolore verde. La connessione al PC è affidata a un cavo intrecciato in sleeving di ottima qualità a cui fanno capo 2 uscite USB 2.0 placcate in oro, una per il funzionamento della tastiera e una per l’illuminazione.

Ergonomia

Spicca la comodità in questa tastiera, in modo particolare se confrontata con la maggior parte delle tastiere a membrana in commercio. Premere i tasti da una sensazione di resistenza grazie alla forza di attuazione di 65 grammi, anche se manca il click dei modelli meccanici – di cui personalmente non sento la mancanza. La corsa dei tasti di 4 mm rende facile la digitazione di parole senza confondersi.



L’azienda californiana ha escluso almeno per ora la localizzazione italiana del layout, non curando di una buona fetta di giocatori che prediligono il layout ITA soprattutto in fase di produttività, che questa tastiera a membrana può offrire. Dovremo armarci di pazienza e abituarci al Layout US, richiederà giusto un paio d’ore.

Tasti

I pulsanti per una tastiera sono una questione di vita o di morte, un po’ come il motore per una Ferrari. Sotto questo aspetto Razer delude raramente e anche con l’Anansi fa la sua figura. Oltre ai pulsanti standard, la tastiera offre cinque tasti macro all’estremità sinistra e sette tasti per il pollice posizionati sotto la barra spaziatrice.



I tasti Macro sono posizionati bene, il pulsante per registrare le Macro è di fianco al pulsante funzione, non in mezzo alla tastiera come su altri modelli. Questo rende sia la registrazione che l’acceso alle macro veloce e semplice.

I pulsanti per il pollice sono particolari, l’impostazione predefinita di questi pulsanti assegna funzioni come Shift, Ctrl e Alt. Sulla carta l’idea non è male, vedremo più avanti come si comportano in gioco.

Multimedia, interattività e connettività

Multimedia e interattività

L’assenza dei tasti multimediali dedicati obbliga i giocatori a ricorre al tasto FN, proprio come accade sui notebook, per accedere a operazioni secondarie come: attivare la modalità gioco, attivare il processo di registrazione macro, avere accesso alla musica in ascolto e alla regolazione del volume.

Connettività

Mancanza di questa Anansi, che possiamo trovare giustificata dal basso prezzo di vendita, è l’assenza di un attacco per USB, jack cuffie. In altri modelli, come ad esempio la BlackWidow Ultimate 2013 o la Blackwidow Chroma sono presenti, a cifre ben più alte.

Software e giochi

Software

La gestione di questa tastiera meccanica, è affidata ovviamente al Synapse 2.0, software di gestione targato Razer. E’ possibile scaricare l’ultima versione del software a questo indirizzo, supporta ovviamente la Razer Anansi.

Synapse 2.0 è disponibile sia su Windows 7 / 8 / 10 che su Mac OS 10.7 – 10.10.

Chi non ha mai utilizzato questo software, o altri software più genericamente in passato, non si spaventi. Non è infatti assolutamente necessario l’utilizzo del software per far funzionare la tastiera, è pronta all’uso anche se collegata ad un PC senza il software dedicato.



Tuttavia consigliamo l’utilizzo del Synapse 2.0, l’applicazione è user-friendly, risulterà pratica e immediata. Il Synapse ci permetterà anche di gestire e personalizzare tutte le periferiche Razer in nostro possesso, salvare le impostazioni all’interno di un CLOUD dedicato e utilizzare queste impostazioni da altri PC se necessario, creare macro, personalizzare l’illuminazione di ogni singolo tasto della tastiera. In questa foto potete vedere come si presenta la schermata iniziale del software, e in basso l’elenco dei prodotti Razer collegati. Questa interfaccia riguarda la creazione dei profili, ognuno con la propria mappatura. Tramite la casella “LINK PROGRAM”, sarà inoltre possibile assegnare ad ogni programma e gioco un certo profilo che verrà impostato automaticamente all’avvio del programma o gioco.

Non poteva mancare la personalizzazione relativa all’illuminazione dinamica RGB. All’interno della sezione “LIGHTING” è possibile infatti impostare l’illuminazione dei LED RGB.

STATS è il nuovo tool introdotto da Razer nell’ultima versione di Synapse 2.0, grazie al quale si potranno monitorare informazioni relative all’utilizzo di tastiera e mouse Razer. Pulsanti premuti con frequenza maggiore, il movimento del puntatore sullo schermo e tanto altro.



Il software, una volta lanciato, avvierà dei contatori che ci permetteranno di visualizzare come e quanto utilizziamo la nostra periferica da gaming durante il giorno, il mese e l’anno. Ovviamente sarà possibile filtrare il contatore in base a ogni gioco a nostra disposizione. La parte del software HEATMAPS si occuperà di tracciare una vera e propria mappa termica delle zone calde in cui effetturemo più click con il nostro mouse.

KEYSTROKES, infine, ci fornirà una panoramica sull’utilizzo di ogni tasto informandoci sulla frequenza, pressione totale effettuate e il numero generale di tasti premuti. Quest’ultima sezione è dedicata particolarmente alle tastiere meccaniche. Tutto questo non è necessario a un giocatore, ma è sicuramente un ottimo metodo per migliorarsi e confrontarsi analizzando il proprio modo di giocare.

Giochi

Abbiamo testato a lungo l’Anansi in lunghe sessioni di gaming su 4 giochi di generi differenti: World of Warcraft : Legion (MMO), Blade & Soul (MMO), Starcraft 2 (RTS), Titanfall 2 (FPS) e Dota 2 (MOBA). Sui primi due titoli, World of Warcraft : Legion e Blade & Soul, la tastiera offre il meglio di se.

La gestione e creazione di Macro, come quella dei profili e condivisione nel cloud funzionano alla perfezione in tutti e 5 i giochi su cui abbiamo effettuato le prove. Sarà sicuramente così sul 99% dei titoli in commercio, d’altronde per un azienda rodata come Razer questo è pane quotidiano. La possibilità di registrare macro “on-the-fly” è sicuramente un altro ottimo aspetto da tenere conto in un gioco come B&S o Legion.

Su alcuni giochi, come ad esempio Titanfall 2, l’utilizzo dei 7 tasti per pollice sono tornati scomodi. Dovendo utilizzare la barra spaziatrice per saltare, allungare il pollice e continuare a muoverlo dalla zona dei tasti alla barra è soltanto un problema.


PRO
  • Design
  • Tasti resistenti
  • Software

CONTRO
  • Prezzo leggermente elevato
  • Pulsanti per pollice non sempre comodi

CONCLUSIONE

I pulsanti per il pollice hanno un valore discutibile, ma la periferica nel suo insieme può contare su dimensioni perfette, un design accattivante, ottima tecnica dei tasti e un collaudato sistema di illuminazione RGB. Il prezzo, 119,00€ non è alto se confrontato ad altre tastiere meccaniche Razer ma neanche eccessivamente conveniente. Anche se Anansi è il nome di un dio, per noi essere umani andrà più che bene.

VOTO MMORPGITALIA: 8
 

Commenti

Alto