Red Dead Online: Polemiche per le microtransazioni


Ieri è iniziata la BETA di Red Dead Online, e già sono sorte le prime polemiche sul modo in cui Rockstar sta gestendo le microtransazioni.

Come riportato, il prezzo per l'Assicurazione per i Cavalli è di 5 lingotti d'oro, la valuta virtuale presente in Red Dead Online.

1 lingotto = 100 pepite d'oro

Le pepite si ottengono svolgendo le varie attività presenti online. Il problema è che il numero di pepite ricevuto non è sufficiente a raggiungere le 100 in poco tempo, ciò comporterebbe dover giocare per settimane per ottenere un solo lingotto.
  • 1 pepita per le gare (in caso di vittoria)
  • 2 pepite svolgendo le missioni
C'è chi ritiene che il sistema sia meno equilibrato rispetto quello utilizzato in GTA ONLINE. Cosa ne pensate?
 

Commenti

Che siamo tutti adulti e vaccinati: è palese che si tratta di una valuta per microtransazioni. Presto le pepite si scambieranno con soldi reali.
 
Ma per chi è rimasto fuori dal loop questo sarebbe red dead redemption patchato online oppure un gioco a parte di cui non ho mai sentito parlare?
 
non ho capito cosa intendi dire
Volevo capire se si parlava di una costola di RDR2 o se fosse un gioco di cui non ho mai sentito parlare, lo stavo confondendo con quello dove dietro le quinte sembrava esserci nuovamente un certo nome tipo "Tahykosky Sergej" o qualcosa del genere. Parlo di quello che per molti è un truffature ed era immischiato con un ennesimo gioco recentemente..
 
RED DEAD ONLINE è un gioco a se, che si lancia da RED DEAD REDEMPTION 2, stessa mappa, ma con la possibilità di creare il personaggio, modalità e missioni solo per l'online
 
RED DEAD ONLINE è un gioco a se, che si lancia da RED DEAD REDEMPTION 2, stessa mappa, ma con la possibilità di creare il personaggio, modalità e missioni solo per l'online
Sisi ma dico c'è dietro la Rockstar sempre non titov o come si chiamava..
ecco ho trovato era Wild west online..
l 10 maggio 2017 appare sul GTAForum l'immagine di un gioco western, spacciata dall'autore del post per il primo scatto di Red Dead Redemption 2. In realtà non è eccezionalmente bella, ma molti finiscono per crederci spinti dal desiderio di saperne di più sul gioco di Rockstar. Inutile dire che in poche ore l'immagine ha fatto il giro dei siti specializzati. Due giorni più tardi viene svelato l'arcano: niente RDR 2, perché si tratta in realtà di Wild West Online, MMO sviluppato da una nuova software house, 612 Games, prodotto dalla misteriosa DJ2 Entertainment, per un publisher altrettanto misterioso, WWO Partners Ltd. Tanta spregiudicatezza nel marketing e tanti nomi sconosciuti usciti fuori dal nulla hanno subito insospettito molti.
 
Alto