Repubblica Stellare Italiana

Barone Ashura

Super Postatore

La Repubblica Stellare Italiana è una struttura politica fondata sulla Democrazia che governa ed esercita il potere sovrano, fornendo servizi pubblici diretti al benessere dei Cittadini ed adoperandosi per la condivisione di fini collettivi. La Repubblica garantisce a tutti i Cittadini, gli stessi diritti e servizi, la Partecipazione ad eventi pubblici e privati, indipendentemente dalle organizzazioni personali di appartenenza. La Repubblica assicura l’equa distribuzione delle opportunità, la corretta ed egualitaria amministrazione della giustizia, protegge e tutela sia i gruppi che il singolo garantendone autonomia, libertà di Partecipazione, di azione e scelte di gioco. Grazie all’opportunità di svolgere un servizio pubblico, viene favorita la collaborazione e il gioco di ruolo, l’intercorrelazione tra i singoli individui piuttosto che tra gruppi privati ai quali, invece, viene lasciata piena Libertà ed autonomia, nel rispetto delle regole fondamentali.

La Repubblica adotta un misto di Democrazia Diretta e Rappresentativa: esistono delle cariche rappresentative che consentono di partecipare attivamente alla vita Politica, Civile e Militare della Repubblica, tali cariche vengono attribuite tramite il Voto e si rinnovano grazie alla durata del mandato. L’organizzazione della Repubblica si basa su di una struttura di tipo ministeriale che garantisce assistenza e controllo su tutte le attività cittadine, grazie un governo che gestisce e coordina le risorse della Repubblica. Il servizio pubblico è e rimane, parte di una scelta puramente facoltativa dettata dalle proprie esigenze, disponibilità e volontà. Il personale civile è suddiviso per competenze e ridistribuito come personale a disposizione dei singoli ministeri; l’armonia tra i cittadini viene garantita da una magistratura con poteri giudiziari, una questura con poteri di sorveglianza e protezione ed un esercito coordinato ed organizzato con le strutture civili.

L’opportunità di fornire un servizio pubblico favorisce la coesione sociale, lo scambio di ruoli e la conoscenza non limitata all’interno della propria organizzazione. Ai gruppi privati, oltre ad avere totale autonomia interna e Libertà imprenditoriale, vengono proposte missioni finalizzate alla cooperazione tra tutte le organizzazioni. Le varie infrastutture, oltre a stimolare la cooperazione e garantire l’efficienza della Repubblica, diventano delle ulteriori risorse: insieme all’apparato militare, le strutture ministeriali e i relativi servizi pubblici sono gli ambienti ideali dove poter vivere profonde esperienze Gdr e sviluppare variegati contenuti multimediali.

Pertanto, la Repubblica assicura servizi, protezione e tutela del Cittadino grazie al personale civile, che viene tratto da qualsiasi strato sociale, da organizzazioni maggiori, minori, singoli equipaggi finanche il lupo solitario, salvaguardando e distribuendo la Partecipazione a tutti indistintamente, garantendo così un’effettiva ResPublica.


 
Ultima modifica:

Barone Ashura

Super Postatore
DEMOCRAZIA I Cittadini sono gli unici sovrani della Repubblica e nessuno è posto al di sopra di loro.
PARTECIPAZIONE I Cittadini sono tenuti a partecipare attivamente alla vita della Repubblica, il Voto è diritto e dovere di ogni Cittadino.
FRATELLANZA I Cittadini devono rispettarsi e collaborare reciprocamente, prestando solidarietà e soccorso in caso di bisogno.
IMPEGNO I Cittadini si adoperano nel lavoro, per una crescita personale e dell’intera Repubblica.
LIBERTÀ I Cittadini non sono vincolati ad alcuna attività specifica, ma possono intraprendere una carriera secondo i propri gusti e inclinazioni.
 

Barone Ashura

Super Postatore

L’Exitium è un patto di non belligeranza e di cooperazione tra tutte le organizzazioni associate, basato sull’autodisciplina di ogni suo membro. Le rispettive organizzazioni rimangono enti autonomi, continuano a scegliersi indipendentemente le proprie missioni e le proprie alleanze; i membri dell’Exitium, ai fini di una pacifica convivenza sono tenuti a rispettare accordi e alleanze delle altre organizzazioni, ma non obbligati, ivi compreso il soccorso, l’organizzazione può decidere se intervenire in nome dell’Exitium, ma non è obbligata. L’Exitium non interviene nelle dispute tra organizzazioni, ma può esser chiamato a dare un parere per risolvere la questione. Ad ogni appartenente all’Exitium viene associata una Reputazione che ne determina il valore civile come membro dell’Exitium e l’eventuale valore politico come Senatore Galattico. La Reputazione, in generale, dipende da quanto ci si adopera per ottemperare le direttive del Senato Galattico; la Reputazione dei singoli membri di ogni organizzazione determina la Reputazione dell’organizzazione stessa. Il Senato non infligge sanzioni alle organizzazioni, ma una Reputazione eccessivamente negativa potrebbe avere come effetto l’esclusione dall’Exitium.

Il Patto:
  • Cooperazione e non belligeranza
  • Solidarietà nel raggiungere gli obiettivi comuni, contribuendo con i propri mezzi
  • Sostegno e mutuo soccorso laddove sia possibile
  • Non supportare fazioni ostili, rispettare le alleanze dei membri dell’Exitium
  • Evitare azioni ed atteggiamenti che rechino danno ai membri dell’Exitium
  • Condividere tempestivamente qualsiasi informazione vitale
  • Attenersi alle decisioni e alleanze prese dal Senato Galattico, evitando veti
Il Senato Galattico:
  • I Senatori vengono eletti, da tutti i membri dell’Exitium, tra i candidati di ogni organizzazione aderente all’Exitium. Per garantire equità vengono stabiliti questi limiti in conformità all’attuale classificazione delle organizzazioni su rsi:
    • Organizzazione minima: tra 2 e 9 membri -> 1 candidato
    • Organizzazione media: tra 10 e 49 membri -> 2 candidati
    • Organizzazione numerosa: dal 50°esimo membro -> 3 candidati
    • {cifre indicative da ridiscutere}
  • A maggioranza Assoluta dei voti:
    • Stabilisce gli obiettivi e le espansioni spaziali dell’Exitium
    • Determina alleanze e guerre
    • Nomina un Ammiraglio per ogni singola operazione congiunta
    • Può escludere un’organizzazione ostile all’Exitium
  • A maggioranza relativa dei voti:
    • Potrà esser chiamato a risolvere eventuali dispute tra organizzazioni
Note: I Senatori sono dotati di un simbolo di riconoscimento, diverranno funzionari e saranno portavoce dell’Exitium nei confronti dell’Universo, ma non potranno prendere decisioni autonomamente in nome dell’Exitium, essendo questa una prerogativa di tutto il Senato Galattico. Ogni Senatore potrà nominare una lista di vice che ne faranno le veci in caso di sua assenza.

FAQ:
  • Sono obbligato a rispettare le direttive del Senato Galattico? No, ma una buona Reputazione deriva da una condotta rispettosa.

  • Devo prestare soccorso ad un membro dell’Exitium? Non sei obbligato a prestare soccorso, se uno si caccia nei guai affari suoi, ma sono particolarmente graditi interventi di soccorso, specie contro i nemici comuni.

  • Posso attaccare un alleato di un membro dell’Exitium? Si, ma ai fini di una pacifica convivenza, sarebbe meglio astenersi da tutti gli atteggiamenti che possano indurre conflittualità.

  • Nel caso ci fossero dispute tra membri dell’Exitium? Se le risolveranno da soli oppure potranno chiedere il parere del Senato Galattico. In questo caso, i membri coinvolti non saranno obbligati ad ottemperare le decisioni prese, ma ciò potrebbe andare a discapito della propria reputazione nell’Exitium.

  • In cosa consiste in sostanza? Non farci guerra almeno tra di noi e, dove possibile, collaborare per raggiungere obiettivi irraggiungibili singolarmente.
 
Ultima modifica:

Barone Ashura

Super Postatore
Quello a cui assistiamo oggi non è l'anniversario di un'organizzazione ma la celebrazione della Libertà, che simboleggia al tempo stesso una fine e un inizio, e che significa rinnovamento e cambiamento.

Che ogni organizzazione sappia, sia che ci auguri il bene, sia che ci auguri il male, che pagheremo qualsiasi prezzo, sopporteremo qualunque peso, affronteremo ogni difficoltà, aiuteremo qualsiasi amico, affronteremo qualunque nemico pur di assicurare la sopravvivenza e il successo della Libertà.

Ci impegniamo a fare tutto questo e molto di più
.


Nella Repubblica noi facciamo così.
Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato Democrazia.



Nella Repubblica noi facciamo così.
Le leggi qui assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private,
ma noi non ignoriamo mai i meriti dell'eccellenza.
Quando un Cittadino si distingue, allora esso sarà, a preferenza di altri,chiamato a servire lo Stato,
ma non come un atto di privilegio, come una ricompensa al merito,
e la povertà non costituisce un impedimento.


Nella Repubblica noi facciamo così.
La libertà di cui godiamo si estende anche alla vita quotidiana; noi non siamo sospettosi l'uno dell'altro e
non infastidiamo mai il nostro prossimo se al nostro prossimo piace vivere a modo suo.
Noi siamo liberi, liberi di vivere proprio come ci piace e tuttavia
siamo sempre pronti a fronteggiare qualsiasi pericolo.
Un Cittadino Repubblicano non trascura i pubblici affari quando attende alle proprie faccende private,
ma soprattutto non si occupa dei pubblici affari per risolvere le sue questioni private.


Nella Repubblica noi facciamo così.
Ci è stato insegnato di rispettare i Magister, e ci è stato insegnato anche di rispettare le leggi e di
non dimenticare mai che dobbiamo proteggere coloro che ricevono offesa.
E ci è stato anche insegnato di rispettare quelle leggi non scritte
che risiedono nell'Universale Sentimento di ciò che è Giusto e di ciò che è Buon Senso.


Nella Repubblica noi facciamo così.
Un uomo che non si interessa allo Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile;
e benché in pochi siano in grado di dare vita ad una politica,
beh tutti nella Repubblica siamo in grado di giudicarla.
Noi non consideriamo la discussione come un ostacolo sulla via della Democrazia.
Noi crediamo che la Felicità sia il frutto della Libertà, ma la Libertà sia solo il frutto del Valore.



Verso i fedeli alleati, con i quali condividiamo le origini culturali e spirituali, ci impegniamo con la lealtà di amici fedeli. Uniti, in un clima di accordo e cooperazione sono poche le cose che non possiamo fare. Divisi, sono poche le cose che possiamo fare, perché non oseremmo lanciare una sfida potente alle avversità e crolleremmo rovinosamente in pezzi.

Non ci aspetteremo sempre che appoggino il nostro punto di vista. Ma speriamo di vederli sostenere sempre la loro stessa Libertà e che ricordino che, in passato, coloro che cercavano stupidamente il potere cavalcando la tigre, hanno finito per esserne divorati.

Ai Cittadini che nelle colonie e nelle stazioni di tutto l'Universo lottano per spezzare le catene di una miseria diffusa, promettiamo il nostro massimo sforzo per aiutarli a provvedere a se stessi, non perché i Banu facciano altrettanto, non perché vogliamo il loro favore, ma perché è giusto.

Alle organizzazioni sorelle facciamo una promessa speciale, quella di trasformare le nostre parole in buone azioni, in una nuova alleanza per il progresso, di aiutare i Cittadini Liberi e le Organizzazioni Libere a spezzare le catene della povertà. Ma questa pacifica rivoluzione della speranza non può diventare preda di potenze ostili. Che tutti i nostri vicini sappiano che ci uniremo a loro nell'opporci all'aggressione o alla sovversione in qualsiasi parte dell'Universo e che ogni altra potenza sappia che la Repubblica Stellare intende rimanere padrona del proprio destino.





Infine, a quelle organizzazioni che potrebbero divenire nostre avversarie, offriamo non un impegno, bensì una richiesta: che entrambe le parti inizino ex novo la ricerca della pace, prima che le potenze tenebrose della distruzione scatenate dall'egoismo causino l'autoannientamento, deliberato o accidentale, di tutta l'umanità.

Ricominciamo, dunque, ricordando da entrambe le parti che un comportamento civile non è segno di debolezza e che la sincerità deve sempre essere provata dai fatti. Non dobbiamo mai negoziare per timore, ma non dobbiamo mai aver timore di negoziare.

Che tutte le parti esplorino i problemi che le uniscono, anziché dibattere quelli che le dividono.

Che tutte le parti cerchino di evocare i prodigi della scienza anziché i suoi orrori. Esploriamo insieme le stelle, conquistiamo insieme le galassie, debelliamo le malattie, scrutiamo le profondità dei buchi neri e incoraggiamo le arti e i commerci.

Che tutte le parti si uniscano per porre in atto in ogni angolo dell'Universo il comando: "Fino a che tutti non sono liberi, nessuno è libero.".


18/10/2015​
 

Vault Boy

Utente
Per una volta te lo bumpo io il thread...
Hai rotto gli zebedei con i tuoi inviti. Di italiano li dentro non c'è nulla. Ho visto addirittura gente del bangladesh, giusto per fare numero. Mo basta...


 
Ultima modifica:

Barone Ashura

Super Postatore
Visto che siamo vicinissimi all'anniversario della Liberazione della Repubblica Stellare, quale migliore occasione per riprorre tutta la serie di Porca Repvbblica? :awesome:

 

Barone Ashura

Super Postatore
La guerra tra ISWT e Repubblica è talmente fittizia che persino gli stessi guerrafondai hanno diritto a ricevere un Oscar per la loro prestazione!

Chi sarà stato il migliore attore in questo atto di dissonanza tra gli italiani? Chi è stato il migliore simulatore?

Altro episodio di Porca Repvbblica :awesome:
 

Barone Ashura

Super Postatore
"Inaspettati quanto pesanti riscontri sulle infiltrazioni italiche nella mafia centrafricana, allargano gli orizzonti di uno scontro che in apparenza interessava il solo suolo natìo.
Le nubi si infittiscono sopra l'italico cielo, un tempo terso, limpido et azzurro; odiernamente di cremisi tinto da un demone scatenato e rafforzato dai siculi vespri d'Orione all'inebriante grido contro le repubblicane gesta: "Mora Mora!"
Lo spazio resta a guardare le italiche tempestose gesta rimembranti le nostre rivoluzionarie indoli di storica memoria.
Gli italiani rimarranno uniti o verranno sviscerati dalla civil rivolta intestina?
Le vestigia imperiali sembrano aver sedotto le fazioni in gioco, ormai assetate di potere e pronte all'estremo gesto.
Un filo sottile regge le sorti dell'italica esistenza, le forbici della ragione o della follia decideranno le sorti sul campo di battaglia nell'infinito buio siderale.
Gli italiani, dopo millenni, sono richiamati al dovere di scrivere la storia nel giuoco dell'eterno destino."

Keraunos - Profeta di mondi lontani

Sono tempi oscuri quelli di SCI! Trollatori, remixatori, cacatori. Tutti vogliono avere la meglio sugli altri, e siamo italiani!

Ma quale sarà l'epilogo di questo conflitto? Chi sarà il vicintore nell'eterna lotta tra Bene e Male?

Altro episodio di Porca Repvbblica
upload_2016-5-19_19-27-11.png

 

Barone Ashura

Super Postatore
Concorso
Vi segnalo un concorso ufficiale organizzato da CIG simile a quello che abbiamo visto per la Dragonfly; disegnado, con strumenti basilari tipo paint, la vostra idea della Prowler e pubblicandola in questa discussione esperia-prowler-art-contest, avrete la possibilità di ricevere questi premi:
- al primo classificato: 1 Corvetta Polaris e 1 Esperia Prowler
- a cinque secondi classificati: 1 Esperia Prowler
a tutti e sei i vicitori verrà data la possibilità di partecipare alla diretta per l'anniversario, durante la presentazione della Prowler.

Per maggiori dettagli potete leggere le indicazioni presenti nel link soprastante e non dimenticatevi che
il concorso scade l'11 Novenbre! In culo alla balena a tutti! :p
 

Barone Ashura

Super Postatore
Riesumato il corpo di Kane, deceduto un anno dopo la consegna dell'oscar a Mc Orion come "Miglior Attore Protagonista" in PORCA REPVBBLICA, il dominio ISWT ha trascinato l'anima del povero giornalista galattico sulla via della subdola corruzione.

Abbracciato il lato oscuro della forza, Kane ripercorre la vita di Mc Orion sin dall'infanzia, iniziando con un'intervista a suo zio Mc Orionov, attuale Compagno Zar del nuovo Impero Sovietico di Sicilia (Novembre 2013).

Quindi, studiando gli spot pubblicitari utilizzati da Vespero nella zona Balcanica controllata dagli ISWT (inizio Febbraio 2014), Kane scopre l'indole romantica e superumana di Mc Orion, un giovanotto pieno di risorse, bellezza e carisma.

La fatalità, però, non venne influenzata dall'aurea aura di Mc. Sfigurato da un incidente spaziale per colpa dei folli esperimenti di Chris Roberts, egli subì un intervento di alta cibernetica e chirurgia ISWT per divenire quello che oggi conosciamo tutti: DARTH ONION (16 Febbraio 2014).

Il giorno successivo, nel forum Star Citizen Italia, in una tiepida mattinata di Febbraio, il paladino del lato oscuro della forza accede e pubblica con impeto qualcosa che farà impennare l'attenzione di tutti i lurkers: una DICHIARIAZIONE DI GUERRA all'alleanza RSI-SCR.

Solo il video può farvi comprendere quello che accadde dopo...


Altro episodio di Porca Repvbblica :awesome:
 
mah.
Ogni volta che entro in questa sezione per vedere a che punto sono le org italiane in Sc mi imbatto sempre nell'up di questa org.
strani post e strane cose...mah
Scusa la franchezza ma la gente che entra qui dovrebbe trovare oltre alle info della corp, le sue iniziative, e tutto quel che si fa o altro.
Qui ci trova solo sto post interminabile di video (che oltretutto non fanno ridere) su storie che francamente non interessano a nessuno.
La cosa che comunica la discussione nel merito, è un mondo piccolo piccolo di gente che non sa tenersi i panni sporchi in famiglia, ne sa prendere il gioco per quel che è un gioco.
Tutto questo quando ancora non è uscito, fa un pochino pena sta cosa scusatemi.
Ma postate tutte le questioni che riguardano le iniziative e Star Citizen, come fanno tutti, questi post risultano oltremodo irritanti, inutili e molto molto TROPPO infantili.
Un pilota che entra qui per cercare una corp che ci trova? un papiro sull'ordinamento di tale corp (e ci può stare) e 20 messaggi di video che trattano roba che non interessa a NESSUNO.
Mettere le proprie cazzate prima della corp stessa, fa capire il poco interesse di chi si occupa della corp, oltre ad essere molto petulante e infantile.
Solo un consiglio nulla di più.
buona serata
 
Alto