RICHIESTA DI AMMISSIONE IN GILDA BACKGROUND

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Salve straniero, questo è il forum di una delle gilde ospitate da MMORPGITALIA, è l' Ordo Iustitiae gilda imperiale lato Ordine.

Vuoi sapere come fare per partecipare:

ecco qui di seguito alcuni consigli:

PUNTO 1

Suggerimenti per la caratterizzazione e per la creazione di un background per il nostro pg...

Cerchiamo inanzitutto di delineare il nostro alterego ricordandoci che dobbiamo essere sinceri almeno con noi stessi. Nessuno si divertirà ad interpretare un personaggio forzatamente cerchiamo quindi di crearcene uno che ci piaccia interpretare, perchè è questo lo spirito dei giochi di ruolo e la finalità prima è DIVERTIRSI.
Cerchiamo quindi di delineare il meglio possibile il nostro personaggio con delle semplici domande:

La razza è forse l'elemento più caratterizzante. Dal momento che Warhammer offre uno splendido e vasto scenario di culture. Ogni razza è infatti caratterizzata da alcune sue peculiarità (es: gli elfi, soprattutto quelli alti, sono asolutamente altezzosi)
Cerchiamo quindi di tenere conto di una visione almeno generale di questo punto, infatti il sangue non è acqua ma una sostanza che possiede tutte le memorie dello spirito del nostro pg.

A quale razza appartiene?
Come si pone il nostro pg nei confronti della sua cultura? Che rapporti ha con la sua gente? ecc...

Passiamo ora ad un'altra questione molto importante cioè le origini, o anche il passato del nostro pg, che ricordiamoci non deve necessariamente partire proprio dalla sua nascita, piuttosto è maglio contradistinguere e rendere più originale il nostro personaggio.

Quali sono i fatti più importanti di formazione per il nostro alterego? E' felice dei suoi trascorsi? Oppure è qualcuno in cerca di redenzione?

Ora passiamo alla sua vera e propria caratterizzazione che servirà come linea guida per una nostra interpretazione:

Quali sono le sue passioni più grandi?Qual'è il suo scopo? Come si può cognugare quest'ultimo con la salvezza delle razze "buone"?Cosa lo fa pensare? cosa arrabbiare? Cosa lo disgusta? Come mai intraprende la carriera di avventuriero?Come mai dovrebbe seguire un ordine che giura di servire Sigmar? ecc...
Anche le persone spesso sono molto importanti nella vita e nella formazione di un pg.

Ha famiglia? Moglie e/o figli?C'è una persona che il nostro personaggio reputa speciale? Se ne ha una chi è la sua guida?

Rispondendo a queste domande dovremmo riuscire a dare una dettagliata descrizione carateriale che potrà servire anche agli altri membri, per capire un nostro comportamanto.


Che cos'è l'Ordo Iustitiae ?​

L’ Impero: forse la nazione più grande del Vecchio Mondo, per duemila e cinquecento anni si è eretto a baluardo contro la minaccia del Caos. In tutte le epoche, dai leggendari tempi in cui governava Sigmar Heldenhammer all’Età dei Tre Imperatori, dall’unificazione sotto Magnus il Pio, fino all’incoronazione di Karl Franz I della Casata di Altdorf, Principe supremo del Reikland, favorito da Sigmar….L’Impero ha sempre resistito.Una terra vasta, coperta da fitte foreste per intere contrade.Dalle austere fortezze dei nani sulle Montagne ai Confini del Mondo, fino ai torrenti e alle paludi del Sud, al limitare delle Maleterre, vege il governo degli uomini. Sulle alte torri delle ricche città sventola il vessillo Iimperiale, araldo della maestosa grandezza di un popolo che ha fatta sua questa terra un tempo ostile. Le truppe di lucenti cavalieri proteggono i confini del mondo civile e mantengono la pace, dal Kislev alla Tilea detta legge il nostro Signore Karl Franz I. L’ Impero resiste dal nemico fuori….Ma contro il nemico dentro?
L’umanità da lungi è minacciata da pericoli palesati e altri ben peggiori perché celati, ai valorosi difensori dell’Impero il compito di difenderlo strenuamente da tali entità che nelle tenebre si annidano e nell’ignoranza prosperano. Possenti armate combattono eterna lotta contro le legioni del Caos, torme di guardastrada proteggono le vie da banditi e razziatori, avanzate tecnologie metallurgiche permettono la forgia di potenti cannoni e mortai. Le arcane conoscenze del Collegium di Altdorf offrono ai maghi il controllo dei venti di magia asservendoli alla loro volontà. Questa è la prima difesa dell’Impero dai nemici ad esso noti, quelli visibili.
Ma chi tiene a bada la serpe che in esso si cela, che viscida e sinuosa lo corrompe dal proprio interno? L’Ordo Iustitiae. Ai cultisti la caccia diamo, sulle oscure sette inquisiamo, malvagi negromanti ed empi vampiri combattiamo, i corrotti e avidi nobili tacitamente eliminiamo, nostra lama e nostra fede al servizio dell’Impero poniamo.
Non grazie all’astuzia, ma per nostro valore e coraggio, rettitudine e devozione vinceremo. Implacabile sarà la nostra caccia all’eresia, al mutato, e al nemico dell’Impero sotto qualunque forma egli si concretizza. Tutti gli infedeli berranno dall’amaro calice della sconfitta
Nel nostro Ordine saranno ammessi avventurieri, girovaghi e combattenti che con la mano sul cuore presteranno spada e fede a Sigmar. Affinché essi diventino suoi paladini, crociati, templari o cavalieri impegnati in tale struggente lotta. Chierici e uomini di fede diffonderanno il sapere teologico e divino predicando il suo verbo per tutte le lande, portando le fiamme purificatrici dell’Inquisizione alle streghe e ai portatori del marchio del Caos . Raminghe figure illuminate da Sigmar colpiranno i corrotti e gli empi che invano cercano protezione all’ombra degli stemmi araldici. Ira sacra si abbatterà su coloro che agli oscuri Dei si asserviscono e quando la lama non potrà raggiungerli, e la loro pecunia li difenderà dall’Inquisitorio giudizio, allora capaci figure entreranno in azione scivolando nell’ombra, eludendo tali futili difese, per poi colpire con mano sicura e precisa mira il loro obbiettivo.
Implacabile sarà la nostra ira e su ogni nemico dell’Impero essa si abbatterà, in qualunque modo sia data a noi possibilità di agire,noi agiremo al fine di salvaguardare l’integrità delle nostre terre. Scudo di fede e armatura di luce difenderanno i nostri confratelli, coraggio e valore mostreranno costoro sprezzando i perigli e sgominando il nemico incalzante. La magia stessa proviene dalla stessa fonte del maligno…

L’ ORDO IUSTITIAE brandisce la fredda lama benedetta, diffida dell’arcano per abbandonarsi misticamente al volere di Dio. Noi siamo il martello di Sigmar, la lama della fede, i portatori della verità, i seguaci della luce, difenderemo gli innocenti e stermineremo chi sarà giudicato pericolo per l’Impero. Ringraziate tutti il divino Sigmar o fratelli ! Noi siamo gli accusatori, i giudici e la mano secolare.

Exitus Acta Probat
Il fine giustifica i mezzi.


Dovete conttattare in gioco Bakalite l'appuntamento è la ogni lunedì alle 19:00 presso il tempio di Sigmar ad Altdorf oppure lo dovbrete raggiungere sul campo di battagliac per fare gdr ed essere ammessi
 
Ultima modifica:
pergamenainiziatiordoiustitiaenv5.jpg


PRESENTAZIONE ASPIRANTI GILDA

Compilate il seguente form applicativo e poi avrete il responso da parte del cappellano di gilda


NOME PERSONAGGIO:

RAZZA:

PROBABILE CLASSE

BACKGROUND:
(Si tratta di una storia da voi inventata che rispecchi il passato del vostro personaggio. E' richiesta in quanto essendo una gilda GDR e essendo noi tutti amanti del background del mondo di Warhammer ci teniamo ad affiliare solo membri con queste caratteristiche.)

Nel caso in cui il background fosse troppo semplice ti aiuteremo noi a renderlo più profondo, più serio e più GDR possibile ;)


----------------------------------------------------------------------------------------------------
 
NOME PERSONAGGIO: nordon spaccaroccia
RAZZA:nano
PROBABILE CLASSE distruttore
BACKGROUND: Nordon, detto lo Spaccaroccia, è nato quando ancora non si intravedevano le nubi di quella che sarebbe poi stata chiamata la Tempesta del Caos. Dal padre, Balzur il rissoso, si ritiene che abbia preso il carattere. Dalla madre Wanda gli amici sottovoce sostengono abbia preso la bruttezza.
Fin da piccolo manifestò la sua passione per i martelli da guerra. Il padre era un fiero membro della guardia d’onore del Re Thorgrim ed il suo martello di gromril, chiamato Karak-Mar (Scuotimontagne) era diventato leggenda presso i nani del suo battaglione e funesto presagio di morte per gli odiati pelleverde.
Grazie agli insegnamenti del suo mentore Swar, sostituitosi al padre nell’apprendimento dell’arte della guerra, visti i costanti impegni sui campi di battaglia dello stesso, già giovane fu incluso in un battaglione di Spaccaferro. Lì conobbe il coetaneo Thorombar, alfiere del suo reparto, esempio per i commilitoni.
Non dovettero passare molte battaglie prima che venissero notate la sua forza e la sua determinazione. Lo stesso Thorombar, divenuto nel frattempo un suo caro amico, conoscendo la sua volontà di servire come Martellatore nella guardia d’onore del Re, propose il suo trasferimento. La fama ed il valore del padre facilitarono il suo ingresso nell’elite dell’armata e presto si trovò in prima fila nell’affrontare le orde nemiche.
Purtroppo, la furia che liberava in battaglia non trovava sfogo nella vita di tutti i giorni e il suo carattere rissoso gli procurava sempre problemi. Lo stesso Re venne più volte informato delle sue “imprese”. Una volta che il padre fu costretto a ritirarsi dalla Guardia per le troppe ferite ricevute e per l’età, venne a mancare l’unica persona che riusciva a controllarlo. I problemi che creava giunsero quasi a generare una faida tra diverse famiglie. Thorgrim decise così, per il suo bene e nonostante l’incontestabile valore sempre dimostrato in battaglia, che fosse necessario allontanarlo per un certo periodo, aspettando che le acque si calmassero.
Si ricordò così di Thorombar e del suo voto che lo aveva spinto ad unirsi all’Ordo Iustitiae e convocò Nordon, proprio il giorno in cui il padre decise di donargli Karak-Mar.
“Nordon, figlio di Balzur, detto Spaccaroccia, il Re ha bisogno che tu compia una missione di estrema importanza. Thorombar, come è ben noto a tutti, ha contratto un debito con un umano, e con la mia benedizione ha deciso di onorarlo. Ora ha raggiunto l’Impero e, secondo le mie informazioni, è riuscito ad entrare nelle file dell’Ordo Iustitiae ove sono presenti altri figli di Grugni. Questo gruppo agisce in modo indipendente, al di fuori della consueta gerarchia, e sembra creare qualche imbarazzo anche nelle alte sfere di Altdorf. La nostra alleanza con gli uomini verrà presto messa alla prova ed io ho bisogno che nessun nano sia responsabile di atti che possano in qualche modo incrinare la già volubile fedeltà degli uomini. Vai da lui e accertati che il suo comportamento sia ineccepibile”.
Nordon, quasi sorrise, avendo capito perfettamente il vero intento del sovrano, e cioè di toglierlo dai guai. Obbedì, in fondo contento di incontrare di nuovo il suo vecchio amico Thorombar e poter girare in cerca di avventure e… scazzottate.
 
Ultima modifica:

Thorombar

LotRO Mod
Ciao marmittone e buona Pasqua,
un fratello nano è sempre bene accetto.
Come ti diranno sicuramente i nostri Triumviri (a cui spetta l'ultima parola per la tua ammissione in Gilda) il Bg del tuo personaggio ERA un pochino stringato. Questo ci aiuterà a conoscerti meglio e capire meglio il tuo Pg.



EDIT: Bene le modifiche.
 
Ultima modifica:
direi che ci siamo....

Avrai modo di far "venir fuori" un pò meglio il carattere (speriamo non troppo rissoso) del tuo nano in GDR appena possibile...

APPENA POSSO TI AGGIUNGO ALLA LISTA DEI GILDAI

;)
 

Axer

Super Postatore
Nome Personaggio: Axer (o Axia visto che mi sono innamorato dei modelli femminili e che credo giochero' a lungo :) )

Razza: Umano

Probabile Classe: Prete guerriero

Backgound: L'aria della biblioteca era ancora piu' pesante del solito, l'umidita, l'odore di muffa uniti alla polvere
rendevano faticoso il respiro e costrigevano a prendere continue boccate d'aria quasi come pesci fuor d'acqua,
ma la fatica dello studio sarebbe stata ripagata, era questo il primo pensiero di Axia.
L'abbazia quel giorno era in fermento, padre morak era di ritorno dopo quasi sei mesi d'assenza passati
al servizio dell'impero.
Morak per Axia era qualcosa di piu' che il priore dell'abbazia o la sua guida spirituale, oramai era a tutti
gli effatti un padre.
Erano passati quasi 23 anni da quella giornata terribile, 23 lunghi anni, e nonostante il tempo i ricordi
di quella giornata erano ancora piu' che vividi.
Erano da poco passate le quattro del pomeriggio al al piccolo villaggio di miridar e tutto era come sempre,
tranquillo e laborioso, come in qualsiasi villaggio di contadini.
Il sole splendeva alto nel cielo e solo poche nuvole binache di rado cercavano di proteggere i braccianti,
al lavoro nei campi, di raggi caldi.
Ibambini nel cortile della piazza cittadina giocavano in gruppetti divisi per eta'.
Le donne erano tutte intente ad iniziare a preparare la cena e gia' la voce di qualche mamma richiamava le
proprie figlie piu' gradi in cerca di un'aiuto.
Axia aveva appena 5 anni e il giocare era l'unico dei suoi pensieri seguito subito dopo dalla sua mamma
e del suo papa.
Si ricordava che erano poveri ma che l'amore era sempre presente in quella povera e malmessa casa.
Nessuno poteva immaginare quello che il destino aveva in serbo per miridar.
Un'unita di predoni che si era dispersa dopo una dura battaglia con le forze imperiali era disperatamente
in cerca di cibo e riparo, resi feroci dallo smacco subito appena scorsero un piccolo villaggio capirono
Che il loro dio gli dava la possibilita di potersi vendicare.
Piombaro sul villaggio come tempesta, Axia ricordava ancora il rumore delle armi le urla disperate di donne,
vecchi e bambini.
L'odore soffocante delle case in fiamme unito all'acre odore della carne che bruciava.
Ricordava ancora il coraggio degli uomini giunti dai campi che brandendo solo attrezzi da lavoro si erano scagliati
in un ultimo atto disperato contro gli invasori trovando inesorabilmente la fine.
Due ore, solo due ore piu' tardi, la tempesta era passata ma questa tempesta non si era lasciata dietro
solo distruzione e uomini che tristemente dovevano ricominciare a costruire.
Quella tempesta non si era lasciata dietro piu' nulla, miridar era solo un'ammasso di cenere e morte.
Ancora oggi axia non si rendeva conto di come fosse riuscita a sopravvivere, la casa le era crollata addosso
e solo alla fine di tutto era riuscita a trovare un varco per uscire.
Poi tra le urla di sofferenza dei feriti che agonizzavano in attesa della fine e il fumo e le urla terrorizzate dei pochi
spravvissuti, Axia lentamente aveva iniziato a togliere le macerie alla ricerca della madre, che si ripeteva, doveva
ancora essere la sotto.
Fu allora che una mano gentile la prese e la alzo' di peso mettendosela in spalla e portandola via.
Quella mano era di Morak l'abate di un'abbazia lontana che stava dando la caccia a quei predoni che poco prima
avevano distrutto il suo villaggio, forse per rimorso o forse per semplice tenerezza prese axia con sè.
Per 23 anni Axia aveva dedicato la sua vita a sigmar, convita che quel giorno proprio sigmar le aveva concesso di vivere
per poter un giorno vendicarsi.
Aveva studiato e si era allenata duramente per ben 23 anni e ora aspettava con ansia l'arrivo di suo padre Morak,
sapeva che era giunto il momento di agire che le avrebbe dato una missione importante, le voci nellabbazia giravano veloci,
si diceva che Morak le avrebbe ordinato di raggiungere una compagnia d'elite che era attiva nelle terre del nord, e che
proprio il capo spirituale di tale compagnia il Maestro Bakalite avesse chiesto al suo amico Morak di mandare il suo alievo
piu' promettente.
Il nome di quella compagnia è Ordo Iustitiae.
 
Ultima modifica:

Hendioke

Divo
Sono impaziente di leggere il tuo BG ^^

Abbiamo una penuria di preti pazzesca, anzi, non abbiamo neanche penuria.....un prete solo non lo puoi chiamare penuria, al massimo miseria :asd:
 
SALVE ho letto un po il vostro forum di gilda e mi interesserebbe entrare nella vostra gilda...avevo gia' postato nella gilda (final inquisitation) ma ho visto leggendo il forum ke loro anno intensione di giocare 2-3 ore al giorno POTETE BENISSIMO CAPIRE KE NEGLI MMO... giocando 3-4 ore al giono nn si combina nulla se si vuol andare avanti cmq io sn un EX-GIOCATORE di wow havevo 2 pg un hunter 60 e un rogue 70... diciamo ke ho una certa esperienza e tanta voglia di combinare qualke cosa in game....be' io ho in mente di farmi i fantastici ELFI come professione nn so nulla perke' ovviamente ancura nn dicono nulla su di loro :) cmq se mi volete nella vostra gilda io c sono....thx
 
ottimo ... però siamo una gilda che più che al powerlevelling è orientata al GDR e all'interpretazione. Questo non toglie sano pvp e competizione.
Solo che per entrare tra i nostri è necessario (come avrai capito) costruire già da ora (o quando deciderai la tua razza definitiva) un bacground, una storia del tuo personaggio con i tratti fondamentali del suo carattere.

ecco quanto ;) sei il benvenuto
 

Sidek

Lurker
"L'unico elfo buono... e' quello morto!" Sbraito' Thrak scoppiando in una fragorosa risata sollevando il calice agli altri nani seduti al suo stesso tavolo che lo seguirono inneggiando cantici che trattavano della virilita' elfica.

P.S. Benvenuto ;)
 
Protestante, saggio elfo, da i lunghi capelli bianchi e dalla scintillante armatura dorata, sentendo quelle parole fuoriuscite dalla bocca del nano, fu come colpito al cuore da una fredda lama, cuore che un tempo nutriva onore e rispetto per questa razza chiamata NANI, rispetto che cn quelle parole stava per spegnersi nei meandri piu' profondi di lui.....allora il saggio protestante guardando dritto il nano in faccia cn un espressione di sdegno, quasi in segno di sfida disse lui: "come puoi tu dire nano dalla lunga barba rossa una cosa del genere a noi elfi che fummo in tempi lontani a vostro fianco durante la grande guerra di TRALLMAR? forse il vino ha offuscato la tua saggia memoria? forse hai dimenticato il patto di alleanza che ci fu' e che ancora oggi continua ad esserci? " il saggio elfo pieno di rabbia torno a sedersi aspettando la reazione del nano Thrak...

p.s grazie, nn so se so stato un po troppo precipitoso o mi sono calato un po troppo nel personaggio :p ditemi voi ...... :D
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto