Search & Kill - shooter italiano sbarca su Greenlight




Sbarcato su Steam Greenlight ha superato la prova a pieni voti conquistandosi il favore del pubblico, questo sparatutto è stato realizzato da una coppia di connazionali di cui uno di loro appena 16enne. Cloud (autore di un'altra IP "Gabe Newell Simulator") è adesso alla prova di Steam, al prezzo molto competitivo di 4,49 euro.
Search & kill è uno sparatutto senza troppe pretese che entra di merito nelle news grazie in particolar modo al suo piccolo sviluppatore. Non parliamo dell'arena shooter definitivo, di grafica è bruttino, con una giocabilità di sicuro molto, molto datata e certamente non sarà il gioco dell'anno, però mette a disposizione un veriegato assortimento di mappe (dall'Afghanistan, al medioevo fino ad ambientazioni minimal in 3D) dove poter competere con i propri amici e uccidersi in libertà.

Di solito il settore gaming italiano è prolifico sotto la media estera: come comunity supportiamo il nostro giovane amico sperando che la sua impresa possa portargli fortuna. Non importa che una delle 13 mappe sia stata scopiazzata da CoD 4, l'importante nella vita è mettersi in discussione con i propri sogni e legittime ambizioni qualunque sia il proprio livello di capacità.




Per chi volesse dargli un'occhiata sullo store, ecco il link:
http://steamcommunity.com/sharedfiles/filedetails/?l=italiani&id=707814059
 

Commenti

#4
No ma il perbenismo italiano vuole che non si dia contro ad un sedicenne che insegue il suo sogno, lo trovo moralmente giusto.
Se un sedicenne con il sogno di fare il meccanico cercasse di venderti scatole di cartone con il motore di un tagliaerba, magari penseresti che il suo impegno è da incoraggiare ma è meglio che resti fuori da un contesto professionale. Poi oggettivamente parlando questo gioco (così come il suo titolo precedente) è più un collage di asset fatti da altri ed incollati alla buona che un'espressione artistica dello sviluppatore. Questi ragazzi sono chiaramente in fase di formazione, e sebbene 5 euro sia un prezzo onesto questo prodotto non è all'altezza di essere commercializzato e illuderli che invece lo sia è solamente dannoso al loro processo formativo.

ps
mmm, ma guarda un pò, altro gioco, stessi asset, eh si, si stanno dando proprio da fare questi ragazzi, non se quella che voglio perseguire sia una cariera da truffatori o da game dev.
 
Ultima modifica:
#6
Io tutta questa prosopopea proprio non la capisco. Mi piacerebbe sapere cosa combinavi tu @cibra a 16 anni. Adesso se non viene fuori che montavi pannelli solari nello spazio fai brutta figura :D vuoi sapere un gioco italiano davvero osceno? Quel cacchio di team arena fatto da Zeb. Quello si che e orribile, ed è messo a confronto del lavoro COPIATO (bisogna dimostrarlo, esiste anche il plagio involontario), di "Search & Kill" che costa persino 15 euro in meno, è una fogna. Questo ragazzino che va ancora a scuola, solo per la determinazione con cui e riuscito a portare avanti qualcosa di suo merita una lode e la notizia. notizia, che chiariamoci ma era evidente al mondo intero tranne a chi ha commentato, non è il gioco, ma l'adolescente che riesce a farlo arrivare su greenlight. Voglio proprio vedere se avete il coraggio di dire in faccia ad uno che due anni prima andava alle medie "il tuo gioco fa cagare". Magari voi di anni ne avete 30 e non fate la metà dei soldi che fa lui con qualsiasi cosa vi venga in mente possa essere anche il clone mal riuscito di qualcos'altro.

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
 
#7
Io tutta questa prosopopea proprio non la capisco. Mi piacerebbe sapere cosa combinavi tu @cibra a 16 anni. Adesso se non viene fuori che montavi pannelli solari nello spazio fai brutta figura :D vuoi sapere un gioco italiano davvero osceno? Quel cacchio di team arena fatto da Zeb. Quello si che e orribile, ed è messo a confronto del lavoro COPIATO (bisogna dimostrarlo, esiste anche il plagio involontario), di "Search & Kill" che costa persino 15 euro in meno, è una fogna. Questo ragazzino che va ancora a scuola, solo per la determinazione con cui e riuscito a portare avanti qualcosa di suo merita una lode e la notizia. notizia, che chiariamoci ma era evidente al mondo intero tranne a chi ha commentato, non è il gioco, ma l'adolescente che riesce a farlo arrivare su greenlight. Voglio proprio vedere se avete il coraggio di dire in faccia ad uno che due anni prima andava alle medie "il tuo gioco fa cagare". Magari voi di anni ne avete 30 e non fate la metà dei soldi che fa lui con qualsiasi cosa vi venga in mente possa essere anche il clone mal riuscito di qualcos'altro.

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
Oppure puoi aprire Google, vedere tutorial che ti spiegano come fare la stessa identica cosa in cinque minuti, dare un'occhiata allo store Unity per notare che gli assets sono chiaramente comprati e notare che su Steam Greenlight la gente si sta lamentando del fatto che questo ragazzino cancella ogni sorta di critica, costruttiva e non, per lasciare la pagina pulita.

Per tutto il resto c'è la scuola media kourahn, o la semplice logica umana.
 
Ultima modifica:
#8
Se è vero che cancella le critiche su steam, già parte con il piede sbagliato per entrare nel settore dei videogiochi :aggrotta:
 
#9
Io facevo il cuoco a 10 anni e anche a 14 e a 16 , e mi sono sentito dire in faccia più e più volte che il mio piatto faceva schifo o che non era all'altezza di molti posti..
Eppure ora faccio il cuoco professionista e vengo pagato bene, perciò lodare una cosa che non merita lode è una presa per il culo.
Greenlight accetta cani e porci.
 
#10
Ma poi perché non lavorare su qualcosa di originale? Un prodotto-clone come questo privo di qualsiasivoglia idea e per di più messo a pagamento dà proprio il sentore di un modo per arraffare un po' di soldi con il minimo sforzo. Sei giovane? Dovresti avere delle idee nuove. Invece stai ancora imparando l'arte e la vuoi già vendere? Sei proprio un dritto, ragazzino.

Da grande farà lo scammatore professionista, mi sa.
 
Alto