Soul of the Ultimate Nation: Recensione

[IMGTEXT="http://www.mmorpgitalia.it/gallery/filesnew/6/3/4/8/sun_logo_3d_fina_w2_496032.jpg"]L'anno che sta per chiudersi può esser considerato l'anno della consacrazione per i Free to Play, per due motivi: il primo è da attribuirsi all'uscita di eccellenti titoli quali Runes of Magic, BattleForge o Chronicles of Spellborn, a dimostrazione che anche affidandosi a questa formula si possono produrre MMO di qualità.[/IMGTEXT]La seconda ragione è invece legata al fatto che anche gli sviluppatori notoriamente fedeli al modello commerciale a canone mensile stanno, pur se in modi diversi, abbracciando anch'essi la filosofia f2p: basti citare la conversione di Dungeons & Dragons Online, o gli importanti investimenti fatti da Sony Online Entertainment con Free Realms, senza dimenticare che questa software house, seguita da Blizzard e Cryptic, si è lanciata a capofitto in quel feudo una volta esclusivo dei giochi f2p che è il mercato delle micro-transazioni.

Questo ha portato i publisher specializzati MMO f2p a fare ulteriori e notevoli investimenti, tanto che i titoli in arrivo nei prossimi mesi sembrano destinati a convincere i più scettici. Ma la sorpresa forse più positiva di quest'ultimo periodo arriva da un gioco Made in Korea vecchio di ben due anni, e porta il nome di Soul of the Ultimate Nation, pubblicato in Europa da Webzen.

22_326385.jpg

Questo MMO è stato infatti originariamente pubblicato in Asia da NHN nel 2007 e da allora, grazie a continue aggiunte e miglioramenti, ha raggiunto una fama tale da divenire uno dei giochi più attesi di quest'anno sul mercato occidentale. Dunque non potevamo certo esimerci dal pubblicarne una recensione.

A dispetto delle notevoli aspettative, il primo impatto con il gioco farebbe storcere il naso anche ai più ottimisti. Le opzioni per la creazione e la personalizzazione del personaggio, infatti, sono inizialmente piuttosto limitate. Esistono solo quattro classi (delle quali, per lo più, non è possibile cambiare il sesso), e si può scegliere tra appena quattro capigliature e facce diverse. In più non esiste alcun allineamento o fazione.

Le quattro classi disponibili sono:
  • Berserk (pg maschile): classe melee che utilizza spade e asce, in grado di infliggere molti danni quando va in modalità berserk, diventando però più vulnerabile. Restano comunque dei validi tank.
  • Dragon Knight (pg maschile): classe melee specializzata nell’uso di spade e lance. Rispetto al Berserk ha attacchi molto più veloci ma meno potenti, ed è altrettanto capace di assorbire danni e fungere da tank.
  • Valkyrie (pg femminile): classe specializzata negli attacchi a distanza, paragonabile al ranger di altri giochi. Può imbracciare due balestre o due pistole contemporaneamente, oppure una più grande. Si difende bene anche nel corpo a corpo grazie alla sua abilità con la spada.
  • Elementalist (pg femminile): il caster del gioco. Con le sue magie è in grado di infliggere danni devastanti sia a breve che a lunga distanza. È la classe più fragile e vulnerabile nel corpo a corpo.
25_649230.jpg

Terminata la fase di creazione del personaggio ed entrati nel gioco, si è subito felicemente colpiti dalla notevole qualità della grafica. Tutto, dai modelli dei personaggi alle armature e alle ambientazioni, fino ai giganteschi nemici, è in puro stile coreano, il che vuol dire anche che è realizzato in maniera eccellente e concorre a creare un’atmosfera in cui è facile immedesimarsi se si è avvezzi a quest'impostazione. Anche le musiche sono fantastiche, basti dire che sono opera di Howard Shore, già “ascoltato” nei Colossal Movie de Il Signore degli Anelli.

Peccato che NHN non abbia saputo svolgere un lavoro altrettanto buono sull’interfaccia, spesso poco chiara e mal strutturata, che probabilmente paga la differenza di abitudini tra i giocatori orientali e quelli occidentali. Il tasto sinistro del mouse, per esempio, serve a controllare la telecamera piuttosto che a compiere azioni, mentre la possibilità di effettuare lo strafe mediante la combinazione dei tasti [Q] e [E] e il mouse è totalmente assente. Per di più, a volte i comandi sembra vengano totalmente ignorati perché non è immediato abilitare l'opzione per attivare la coda delle skill.

26.jpg

I motivi che spingono a parlare con entusiasmo di SUN sono però altri. Questo MMO propone infatti una serie di novità che lo rendono unico ed estremamente piacevole da giocare. Una notevole innovazione riguarda le quest e la storyline. A seconda delle scelte compiute ogni giocatore verrà coinvolto in una personale trama ricca di intrecci e quest secondarie in cui si imbatterà nel corso delle sue avventure. Questa dinamicità è percepibile fin dal principio del gioco: una volta ritornato al villaggio iniziale, per esempio, lo si ritrova popolato non più da NPC amichevoli, ma da nemici assetati di sangue. E il prosieguo della storia conduce presto ad affrontare dungeon istanziati spesso introdotti da sequenze cinematografiche decisamente apprezzabili che spiegano le ragioni dell'ingresso in quell’area, battaglie che spesso terminano contro boss eccezionalmente caratterizzati: in un'occasione ci siamo ritrovati contro il demone canino a tre teste, Cerbero in persona.

L’innovazione più grande portata da SUN è però ancora un’altra. È possibile, infatti, creare e personalizzare le proprie quest, così come le istanze PvP. Queste aree, chiamate Battlezone, possono essere modificate a piacimento, dalla scelta della mappa alla natura dei nemici e il loro livello, e permetteranno di giocare nell'ambiente creato secondo le proprie preferenze del momento. Un’esperienza ludica, quindi, totalmente nelle mani dell’utente!

21_865692.jpg

Anche il sistema di combattimento è decisamente originale. All’inizio, ogni personaggio può scegliere un’arma tra le due disponibili per ogni classe, e poi una stance (postura - NdMasca) che ne cambierà drasticamente lo stile di combattimento, mentre per i caster c'è la possibilità di scegliere tra numerosissimi spell a bersaglio singolo o AOE. Per fare un esempio il Dragon Knight, quando usa la lancia, dispone all’inizio di una stance efficace contro un solo nemico e di un’altra adatta a combatterne molteplici, fino a sei contemporaneamente. Quindi, avanzando di livello si accumulano punti da spendere con attenzione per sviluppare particolari abilità in grado di modificare il personaggio adattandolo alle proprie esigenze.

Per quanto riguarda il PVP, il sistema è di recente implementazione e ancora in rodaggio. La scelta degli sviluppatori è caduta su di un sistema di PVP aperto in stile Lineage II, grazie al quale tenendo premuto il tasto [Ctrl] è possibile attaccare gli altri giocatori. Un simile sistema di "flag" dinamico è assolutamente rivoluzionario, a tutto beneficio del gameplay che diviene così perfettamente bilanciato, in questa componente, tra hardcore play e casual play. Se volete essere attaccabili e attaccare vi basta premere un tasto, e il gioco è fatto. Il problema è che al momento non sembra funzionare del tutto correttamente, dato che spesso gli attacchi su altri giocatori vanno a vuoto.

[YOUTUBE]Hti6I9dOeQQ[/YOUTUBE]​

Commento finale

Vuoi per alcuni aspetti da mettere a posto (in particolare l'interfaccia ed il sistema PvP), vuoi per diverse e fastidiose lacune quali la ristretta scelta di classi, SUN difficilmente sarà in grado di competere alla pari con i MMO a pagamento, nonostante i futuri miglioramenti che sicuramente arriveranno. Ma l'indubbia originalità degli elementi che compongono il gameplay fa sì che, nonostante gli indubbi difetti, l'esperienza di gioco che ne deriva sia di assoluta qualità, tanto da poter dire che ci troviamo di fronte ad uno dei migliori titoli Free to Play attualmente disponibili. Non possiamo quindi che consigliarlo a tutti, quantomeno per un giro di prova, aggiungendo che se fate parte della schiera di amanti dei MMO fantasy in stile coreano, come ad esempio i veterani di Lineage II, lo adorerete.


Voto MMORPGITALIA 6,5




redatto da Mizaar, rielaborato da Mascalzone
 
Ultima modifica:

arkan67

Lurker
sta grafica coreana non la digerisco piu' non c'e' nulla da fare... E' questo il futuro dei mmorpg? namo bene mi sa che finiro' di giocarci quando tutti avranno sto tipo di grafica .
 

twisterforever

Super Postatore
Infatti io mi ci sto divertendo, al di la della grafica che non attizza molto nemmeno il sottoscritto, ma è molto action come gioco e, almeno fino al liv 40 al quale sono arrivato, non si grinda na mazza, le quest danno un botto di Xp.
 

alyssa piek

Super Postatore
Se devo giudicare un gioco, non mi baso sulla personalizzazione del pg. Si dice che ci sono pochi capelli...Se cercavo un gioco dove trovo parecchi capelli e accessori sceglievo di giocare a second life. Da un punto di vista femminile, devo dire che truccare e migliorare il mio pg mi piace, ma non lo trovo indispensabile. La grafica la trovo molto bella, è una mia idea. Quello che apprezzo in questo gioco è la possibilità di avanzare e di poter gicare in gruppo. Fortunatamente ci sono parecchi italiani, quindi si riesce non solo a killare mob come un automa, ma anche a dialogare, parlare e condividere un po di cose. Un aspetto per me importante, non amo giocare da sola ne tanto meno il killaggio senza soste. Ho provato diversi giochi sia gratuiti che a pagamento. Trovo SUN un buon prodotto, esistono game a pagamento scadenti o ormai deserti. Purtroppo il fatto di pagare un canone spesso non ti da la garanzia di bello o di trovarsi bene. I gusti poi sono svariati, ognuno di noi gioca con delle aspettative differenti, e questo fa la differenza. Ho giocato in giochi sul mercato da anni , con gilde formate da parecchio tempo. Dove a mio malgrado ne ti aiutavano e ne ti rispondevano. Potevano essere dei grandi giochi,ma sinceramente stare li da sola senza poter giocare scherzando e prendendo il gioco come tale, mi ha annoiata e ratristata. Quindi ritengo che un gioco debba avere delle buoni basi (tipo skill, quest...) ma ci debbano anche essere dei buoni giocatori e un tantino di organizzazione nel fare le cose. Concludendo se gioco e scherzo e mi faccio 2 risate, me ne frego se ho solo 2 parucche da scegliere o se il panorama non è stupendo o lacqua non ha quei determinati riflessi.
 
Ultima modifica:

_G4tsu_

Super Postatore
Se devo giudicare un gioco, non mi baso sulla personalizzazione del pg. Si dice che ci sono pochi capelli...Se cercavo un gioco dove trovo parecchi capelli e accessori sceglievo di giocare a second life. Da un punto di vista femminile, devo dire che truccare e migliorare il mio pg mi piace, ma non lo trovo indispensabile. La grafica la trovo molto bella, è una mia idea. Quello che apprezzo in questo gioco è la possibilità di avanzare e di poter gicare in gruppo. Fortunatamente ci sono parecchi italiani, quindi si riesce non solo a killare mob come un automa, ma anche a dialogare, parlare e condividere un po di cose. Un aspetto per me importante, non amo giocare da sola ne tanto meno il killaggio senza soste. Ho provato diversi giochi sia gratuiti che a pagamento. Trovo SUN un buon prodotto, esistono game a pagamento scadenti o ormai deserti. Purtroppo il fatto di pagare un canone spesso non ti da la garanzia di bello o di trovarsi bene. I gusti poi sono svariati, ognuno di noi gioca con delle aspettative differenti, e questo fa la differenza. Ho giocato in giochi sul mercato da anni , con gilde formate da parecchio tempo. Dove a mio malgrado ne ti aiutavano e ne ti rispondevano. Potevano essere dei grandi giochi,ma sinceramente stare li da sola senza poter giocare scherzando e prendendo il gioco come tale, mi ha annoiata e ratristata. Quindi ritengo che un gioco debba avere delle buoni basi (tipo skill, quest...) ma ci debbano anche essere dei buoni giocatori e un tantino di organizzazione nel fare le cose. Concludendo se gioco e scherzo e mi faccio 2 risate, me ne frego se ho solo 2 parucche da scegliere o se il panorama non è stupendo o lacqua non ha quei determinati riflessi.


questo è lo spirito giusto per giocare online ^___^ brava!!
 
concordo con alyssa, la grafica non è il massimo degli standard attuali, diciamo 80-90% della qualità di spell born, tuttavia il sistema di game play, la grande varietà di skill, il fatto che expi solo con le quest e che trovi party molto facilmente lo rendono il miglior gioco fp2 a cui ho giocato negli ultimi 2 anni, e ne ho giocati parecchi.
Voto 8,5.
Piccole correzioni al commento,
--I tasti [D] e [A] servono a far ruotare la telecamera da tastiera, i movimenti laterali sono dati da [Q] e [E].
--I comandi non vengono ignorati non riesci a fare combo perchè di default per lanciare la skill successiva serve che tu abbia concluso quella in corso, se però clicchi sull'opzione di abilitare la coda delle skill ti esegue le varie combo senza problemi
--Gli stili di combattimento esistono solo per le classi melee, le valkirie e le elementariste usano skill a bersaglio singolo o AOE a seconda di quelle che hanno disponibili
 
--I tasti [D] e [A] servono a far ruotare la telecamera da tastiera, i movimenti laterali sono dati da [Q] e [E].
--I comandi non vengono ignorati non riesci a fare combo perchè di default per lanciare la skill successiva serve che tu abbia concluso quella in corso, se però clicchi sull'opzione di abilitare la coda delle skill ti esegue le varie combo senza problemi
--Gli stili di combattimento esistono solo per le classi melee, le valkirie e le elementariste usano skill a bersaglio singolo o AOE a seconda di quelle che hanno disponibili
Thx, corretta!
 
Alto