Star Wars Squadrons non avrà le microtransazioni

star-wars-squadrons-1536x864.jpg


EA in passato è stata pesantemente criticata per la presenza delle microtransazioni in Star Wars Battlefront 2, pertanto ha deciso di imparare dagli errori commessi, escludendo le microtransazioni da Star Wars Squadrons.

Il creative director del gioco ha affermato:

Il nostro approccio per questo gioco è stato quello del vecchia scuola. Vogliamo lanciarlo ad un prezzo di 40 euro e che venga avvertita dai giocatori come un'esperienza completa.

Non stiamo assolutamente strutturando il gioco per puntare ad una strategia live service persistente. Lo abbiamo sviluppato con l'idea che dovesse essere completo. Ciò naturalmente non significa che aggiungeremo delle cose in futuro ma desideriamo lanciare il gioco come completo.


Vi ricordiamo che il gioco uscirà il 2 Ottobre su PC, PS4 e Xbox One con supporto crossplay e VR.
 

Commenti

E insomma fortnite piace a tutti

btw.. vi immaginate se EG frega cyberpunk 2077 a steam all'ultimo secondo? come era successo con borderlands? quanti santi.. ahahha
non frega niente perchè cyberpunk esce su tutti gli store disponibili dato che CDPR sono consumer friendly l'opposto di epic con le loro "esclusive" che regalano addirittura il giorno dell'uscita del gioco stesso:asd:
 
:rotfl: dici quel 30% che richiedono anche microsoft e sony per il mondo console e che in questo caso, non si sa bene perché, non va bene? Ma almeno quando scrivete informatevi prima di fare figure di merda. Che poi come utenza è un atteggiamento idiota: io consumatore preferisco avere meno servizi pagando fondamentalmente lo stesso prezzo. Contenti voi :asd:
non sono sicuro di aver capito, ma stai forse dicendo che tra tutti gli store online l'unico onesto che si fa pagare il giusto dagli sviluppatori per pubblicare i loro giochi è l'epic store?
Ma almeno quando scrivete cercate di usare delle frasi di senso compiuto.
 
onesto :rotfl: come glissare sull'aspetto fondamentale di farsi fregare lato servizi pagano lo stesso prezzo per un prodotto ripetendo a pappagallo ''l'88%!!'' dello schiavetto di tencent quando per il consumatore è un inchiappetamento con la sabbia :asd:
 
i bambini sono quelli che gnè, gnè, non compro i giochi su epic store anche se garantiscono un margine maggiore agli sviluppatori perchè sono brutti e cattivi.
Ma smettiamola con questa buffonata del margine di guadagno dai.
Voglio ricordarti che gran parte degli sviluppatori che si sono venduti il c..o alla epic hanno costruito la loro fama e la loro fortuna negli anni grazie a steam e alla visibilità che gli ha dato ( Qualcuno ha dettoTorn banner Stuidios?).
Voglio ricordarti anche che un maggior guadagno rapportato a quasi sicuramente inferiori vendite non mi pare molto utile.. e infatti chissà perchè finita l'esclusività volano tutti su steam a fare i sacchi, vedi Hades, vedi satisfactory ecc ecc..
 
Ma smettiamola con questa buffonata del margine di guadagno dai.
Voglio ricordarti che gran parte degli sviluppatori che si sono venduti il c..o alla epic hanno costruito la loro fama e la loro fortuna negli anni grazie a steam e alla visibilità che gli ha dato ( Qualcuno ha dettoTorn banner Stuidios?).
Voglio ricordarti anche che un maggior guadagno rapportato a quasi sicuramente inferiori vendite non mi pare molto utile.. e infatti chissà perchè finita l'esclusività volano tutti su steam a fare i sacchi, vedi Hades, vedi satisfactory ecc ecc..
ma smaettila tu d incensare quel ladro di Gabe.
 
ti preoccupi dei dati personali che lasci ad epic e non della montagna di dati personali che lasci a Google o facebook o apple con siri o amazon con alexa che, scusami la ripetizione, sono di solito moooolto più personali di quelli che può raccogliere epic.
Si è visto che certi processi risultato caricati in memoria anche quando l'applicativo dovrebbe essere chiuso e raccolgono dati non si sa bene su cosa per inviarli non si sa bene dove.
Non dico che sia il caso dell'Epic, ma è già capitato nel mondo dei giochi e ci vorrebbe poco per trasformare queste piattaforme videoludiche in opachi mezzi di manipolazione e spionaggio.

Le grandi aziende americane ci spiano già con -più o meno- il nostro consenso? Certo.
Ma almeno loro te lo dicono in faccia e sono soggette ad un controllo democratico. La Cina no. Il governo cinese è una dittatura che dimostra continuamente una spregiudicatezza terrificante verso i fondamentali democratici. Per loro è normale venderti dispositivi con già i rootkit preistallati in fabbrica.

Se i comitati tecnici di mezzo mondo continuano a diffondere rapporti allarmanti in cui dicono che non è sicuro persino usare componenti di aziende "private" cinesi (in realtà controllate dal regime) per le reti di telecomunicazione nazionali qualche ragione ci sarà.

Comunque mi rendo conto che è un ragionamento che esula dalla polemica sull'Epic Store.
A parte il coinvolgimento cinese io preferirei evitare -come altri- di dover installare l'ennesima piattaforma di digital delivering. Va bene la concorrenza, ma io non ne posso proprio più di avere 5-7 piattaforme diverse ognuna che si porta dietro le sue questioni.
 
Si è visto che certi processi risultato caricati in memoria anche quando l'applicativo dovrebbe essere chiuso e raccolgono dati non si sa bene su cosa per inviarli non si sa bene dove.
Non dico che sia il caso dell'Epic, ma è già capitato nel mondo dei giochi e ci vorrebbe poco per trasformare queste piattaforme videoludiche in opachi mezzi di manipolazione e spionaggio.

Le grandi aziende americane ci spiano già con -più o meno- il nostro consenso? Certo.
Ma almeno loro te lo dicono in faccia e sono soggette ad un controllo democratico. La Cina no. Il governo cinese è una dittatura che dimostra continuamente una spregiudicatezza terrificante verso i fondamentali democratici. Per loro è normale venderti dispositivi con già i rootkit preistallati in fabbrica.

Se i comitati tecnici di mezzo mondo continuano a diffondere rapporti allarmanti in cui dicono che non è sicuro persino usare componenti di aziende "private" cinesi (in realtà controllate dal regime) per le reti di telecomunicazione nazionali qualche ragione ci sarà.

Comunque mi rendo conto che è un ragionamento che esula dalla polemica sull'Epic Store.
A parte il coinvolgimento cinese io preferirei evitare -come altri- di dover installare l'ennesima piattaforma di digital delivering. Va bene la concorrenza, ma io non ne posso proprio più di avere 5-7 piattaforme diverse ognuna che si porta dietro le sue questioni.
i rapporti allarmanti sono da aziende americane che fanno di tutto per ostacolare l'economia cinese per il resto fino a prova contraria non ci sono prove quindi...se lo fanno gli USA tutto okay se si parla di Cina è brutta e cattiva soliti discorsi
Ah e i vari prodotti rimangono sempre e comunque prodotti in Cina eh
 
i rapporti allarmanti sono da aziende americane che fanno di tutto per ostacolare l'economia cinese per il resto fino a prova contraria non ci sono prove quindi...se lo fanno gli USA tutto okay se si parla di Cina è brutta e cattiva soliti discorsi
Ah e i vari prodotti rimangono sempre e comunque prodotti in Cina eh
USA e Cina sono in lotta, giusto, ma i timori sono fondati. Il COPASIR, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, composto da tecnici ed esperti, ha messo formalmente in guardia il governo sui rischi di mettere il paese in mano ad una dittatura straniera. Che poi il governo in carica possa decidere comunque di venderci tutti per un piatto di lenticchie è un'altra storia.

Io proprio non capisco chi sostiene che la Cina è meglio degli USA. E non dico che gli statunitensi siano dei bravi ragazzi, la politica internazionale è un puttanaio e sta agli stati barcamenarsi e difendersi. Ma non puoi neanche lontanamente mettere i due paesi sullo stesso piano, figuriamoci sostenere che il governo cinese (una spietata e spregiudicata dittatura a vita le cui scorrettezze sono sotto gli occhi di tutti) sia superiore, più retto e onesto di un'amministrazione democraticamente eletta (e che democraticamente si rinnova).
 
Alto