[Tastiere] Tecnologia touchless

[IMGTEXT="http://www.tertiumtechnology.com/image/tastiera_touchless_dietro_vetro_blindato.jpg"]Alla ricerca della tastiera definitiva, mi sono imbattuto in questa tecnologia, ancora sconosciuta ai più. Le tastiere touchless si distinguono dalle altre tipologie di tastiere, più o meno convenzionali, per una serie di caratteristiche che le rendono uniche nel loro genere. Eccole nel dettaglio:[/IMGTEXT]
  • innanzi tutto non sono formate da tasti meccanici, non esistono parti in movimento né tanto meno contatti che si chiudono – non esiste il parametro di massimo numero di azionamento dei tasti
  • il principio di funzionamento è capacitivo, con rilevamento digitale della variazione di capacità data dall’avvicinarsi del dito al tasto – sono quindi tastiere a sfioramento; l’assenza di retroazione tattile di solito viene surrogata da segnali sonori e/o luminosi
  • la superficie sensibile può essere di qualsiasi materiale non conduttivo – possono essere utilizzati materiali quali vetro, vetro blindato, plastica, legno, ceramica, marmo, stoffa, pelle, etc.
  • la superficie sensibile può assumere qualsiasi forma tridimensionale – sia la struttura dei singoli tasti, sia l’aspetto complessivo della tastiera possono essere disegnati a piacimento; i tasti possono essere formati dal solo ed essenziale simbolo reso luminoso
  • lo spessore della superficie sensibile può variare da meno di un millimetro a 1, 2 cm – considerando anche la scelta di un materiale idoneo, possono essere raggiunti elevati gradi di robustezza (rispetto l’ambiente e/o l’atto vandalico); scegliendo superfici sensibili completamente lisce si ottengono tastiere molto facili da pulire e igienizzare
  • il funzionamento è regolato da un microcontrollore – le variazioni delle condizioni ambientali (umidità, brina, vapore, schizzi d’acqua) sono filtrate via software; le attivazioni non intenzionali (più tasti insieme, getti d’acqua, spugna) sono filtrate via software; l’interfacciamento con la centralina di controllo è immediato (emulazione matrice, contatti puliti, PS2, USB, seriale asincrona, seriale sincrona SPI o I2C con protocolli standard o preesistenti del cliente)
Le tastiere Touchless vengono realizzate, con un procedimento molto simile a quello delle più comuni tastiere a membrana, specialmente se realizzate su vetro.

design.jpg

Tastiera Touchless su legno​

La presenza indispensabile del microcontrollore, unita alla dotazione di opportuni ingressi e uscite, può trasformare le tastiere Touchless in dispositivi in grado di operare autonomamente, tipo: terminali LCD, chiavi elettroniche, dimmer, etc.



 
Ultima modifica:
Ci sono, ma sono prodotte solo su richiesta, e sono ancora considerate un'"esclusività" per i diversamente abili. Perciò costano veramente un botto.
 

Joseph

U.S.S. Karalis
Se non erro c'era un produttore che le vendeva, all'inizio si prospettava una vendita di tipo 500€ poi pero' si e' passati anche a 10 mila euro per una sola tastiera...fate voi :D

* Doh la coca cola no!
 
Alto