Theme Park più Atteso

Quale MMORPG Theme Park attendi con maggior trepidazione?

  • Age of Wulin

    Votes: 1 0,4%
  • ArcheAge

    Votes: 29 11,7%
  • Blade & Soul

    Votes: 26 10,5%
  • Elder Scrolls Online

    Votes: 118 47,6%
  • Warhammer 40K: Eternal Crusade

    Votes: 32 12,9%
  • WildStar

    Votes: 42 16,9%

  • Total voters
    248

Francesco17

Postatore
Ho votato "Warhammer 40k: Eternal Crusade" più per un'accezione romantica del termine "attesa" che per vera speranza nei confronti del titolo. Tra tutti quelli proposti nel sondaggio infatti l'unico che giocherò senza indugi sarà TESO, per una mia passione verso i titoli della saga e perché, forte di una produzione costosa, probabilmente sarà il più ricco di novità alla release. Da TESO però mi aspetto molto, più di quella consumistica moda nel mondo videoludico del consumare il prodotto velocemente per poi abbandonarlo ad un poco fausto destino. Voglio appassionarmi al gioco, viverlo in ogni sua sfaccettatura, senza certo esagerare ma godendomi la progressione del personaggio in ogni aspetto, immergermi nel mondo virtuale, sperando che la casa di produzione lo abbia reso possibile. Di certo auspico che TESO coinvolga i giocatori e li spinga a lanciarsi all'interno di un aspetto ruolistico così da interpetare al meglio le dinamiche sociali e rendere onore ad una complessità delle relazioni che da sempre é il fiore all'occhiello dei giochi della saga. Comunque di sicuro proverò il gioco.Capitolo Wildstar: non appena iniziarono a trapelare le prime notizie circa questo gioco rimasi piuttosto scettico, certo che fosse nient'altro che l'ennesimo riempitivo destinato ad essere annoverato all'interno della schiera dei WoW-clones. Man mano che però le voci si susseguivano e la stampa specializzata presentava anteprime del gioco notai che dietro le apparenze si celava qualcosa di concreto e nuovo, fresco ma al contempo solido nelle dinamiche e nel lore ( aggiungo inoltre che sono un fan dei giochi NcSoft). Non é escluso che possa provarlo proprio perché dietro l'aspetto fumettoso si cela un gameplay impegnativo e le classi si stanno manifestando come un mix di archetipi classici capaci di dare nuova linfa ad un comparto, quello della "triade" che oramai inizia a puzzare di stantio ed é probabilmente questa la caratteristica che mi fa ben sperare circa questo titolo.
Capitolo ArcheAge e Blade&Soul: ho riunito i due titoli orientali all'interno di uno stesso capitolo nonstante i suck your dick per loro aspettative differenti. Per quanto concerne il primo spero vivamente che possa definirsi come il collante che tutti (o quasi) stavamo aspettando tra theme park e sandbox: qualora fosse così credo possa diventare il faro verso il quale tendere. Personalmente poi apprezzo molto lo stile grafico, pulito ma meno cartoonesco rispetto a Wildstar. Di Blade&Soul apprezzo molto lo stile di combattimento ma ho troppi pochi elementi per dare una valutazione futuribile del gioco ( e lo stesso vale per Age of Wulin).
Concludo questo circolo immaginario ritornando all'inizio di questo intervento: da Warhammer 40k: Eternal Crusade aspetto un ritorno a quel sapore meraviglioso del lore di Games Workshop sperando di non rivivere i guai che affliggevano Age of Reckoning ( senza contare che personalmente ritengo molto più particolare e maturo il lore futuristico di War 40k). Detto questo risulta evidente il motivo per cui ho parlato di "scelta romantica", auspicando nella realizzazione di un gioco che, partendo da basi solidissime, possa configurarsi come l'esperienza definitiva per gli amanti dell' universo futuristico di Games Workshop ma non solo.
 

Phoenix

Super Postatore
Premetto che ero indeciso se votare anche questo sondaggio.
Avendo giocato Guild wars 2 fino alla nausea, e prima di esso ogni sorta di fantasy grindoso , in realtà non aspetto alcun tp con trepidazione. Discorso a parte per AA, che da molto tempo seguo in ogni news, e che si promette di unire elementi classici tp, con features più aperte alla libertà del player, prospettandosi forse come il mmorpg che unirà due bacini di utenza fino ad ora contrapposti, gli hardcore più o meno nostalgici di UO, e i padri di famiglia con 3 figli a carico con solo poche ore a disposizione alla settimana.
AA ha anche il pregio , oltre a quello delle meccaniche appena citato, di avere una grafica alquanto realistica e non troppo barocca come quella a cui siamo stati abituati dai korean classici.
Imho il suddetto gioco ha tutte le carte in regola per fare il botto. Tutto dipenderà dalla gestione dello shop fatta dai publisher o eventualmente dal modello di pagamento.
Al netto di queste considerazioni e speculazioni, la mia scimmia è rivolta soprattutto verso gli studi di Jake Song & Co.
 

jedemave

Super Postatore
TESO perchè finora la serie Elder Scrolls ha mantenuto un ottimo livello, da più parti leggo di candidature a possibile fail dell'anno, spero non sia così ...

Lunosh
 
Alto