Thermaltake Overseer RX-I - Recensione

By Ares on 27 Maggio 2016 alle 23:03
  1. Ares

    Ares Divo

    Registrato:
    8 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.568
    Ratings:
    +326
    Ciao Gamers oggi vi presentiamo il Thermaltake Overseer RX-I, un case Full-Tower dal design accattivante ma che guarda soprattutto alla funzionalità, alle performance, con una struttura massiccia e imponente (dimensioni 535x220x580mm; peso: 10,3 Kg) ed un design moderno ed accattivante.
    Vediamo subito come si presenta sulla carta il nuovo chassis targato Thermaltake:
    [​IMG]

    Design esterno

    L'Overseer RX-I viene proposto in una confezione che all'esterno mostra già molte delle caratteristiche di cui vi parleremo; la scatola è in robusto cartone dotata di protezioni in polistirolo al fine di proteggere lo chassis.
    [​IMG]
    [​IMG]
    Il bundle prevede il manuale cartaceo, fascette raccogli-cavo, speaker di sistema, un set completo di viti, cavetteria varia.

    Il Thermaltake Overseer RX-I ha un design aggressivo e molto elaborato. Il telaio è costruito in acciaio laminato e ha un peso di poco superiore ai 10 Kg, nella media se consideriamo che siamo di fronte a un full-tower.
    [​IMG]
    Ad un primo sguardo notiamo subito la spiccata predisposizione di questo case per configurazioni ad alto profilo che necessitano di un'efficiente ventilazione interna. Il pannello laterale oltre ad essere finestrato, per ovvii fini estetici, presenta una griglia (con filtro antipolvere pre-installato) che supporta una ventola da 200mm:
    [​IMG]
    Sull’altro lato del case troviamo invece un particolare design "bombato", caratteristica che potrà tornare utile in fase di installazione per sistemare i cavi nelle configurazioni con molte periferiche.

    Descrizione Esterno

    La parte frontale del case è costruita con una struttura in plastica e, come detto in precedenza, molto elaborata sotto il profilo estetico; per tutta la superficie Thermaltake ha previsto un design forato a nido d'ape con filtri anti-polvere (che vedremo in dettaglio più avanti).
    Sul top è presente un vero e proprio vano dove trova posto il pannello I/O che integra: connessioni USB 3.0 (2 porte) e USB 2.0 (2 porte), una porta eSATA, jack Mic e Cuffia HD e pulsanti Power-Reset; tra i due pulsanti è previsto anche un led Blu
    [​IMG]

    Sulla parte superiore ritroviamo una griglia a nido d'ape, necessaria per favorire la ventilazione interna dei componenti:
    [​IMG]
    Passiamo ora al retro dello chassis, sempre molto curato ma con un design abbastanza lineare; si nota subito che la struttura sul top (come vedremo removibile) è rialzata in quanto deve ospitare due fan da 200x25 mm:
    [​IMG]
    La parte medio-alta ospita il vano I/O della motherboard e la fan da 120mm, in basso troviamo l’alloggio dell’Alimentatore e gli slot di espansione PCI con a fianco i fori di supporto per il passaggio dei tubi per un possibile impianto a liquido.

    Interno
    L'interno dell'Overseer RX-I è studiato per gestire, come tutti i case Full-Tower, configurazioni ad alto profilo con schede video fino a 34,4 cm; una parte dei 58 cm dell'altezza sono dedicati, come detto in precedenza, agli appositi vani per le fan da 200mm ricavati all'esterno del telaio.
    Il top del telaio (al di sotto delle ventole ) offre lo spazio necessario per installare un sistema a liquido Thermaltake LCS, di conseguenza l'utente non avrà difficoltà nell'utilizzare anche altri sistemi di dissipazione a liquido All-In-One.
    [​IMG]
    La cura per la gestione dei cavi è da sempre un elemento importante nei case Thermaltake; anche in questo i passacavi presenti abbondano: 5 di grandi dimensioni con bordi gommati e ulteriori 3 di dimensioni standard. E’ possibile notare la bombatura del pannello sinistro che si intravede sotto l'ampio vano del socket della scheda madre.
    [​IMG]
    La facilità e la velocità dell'installazione è un altro elemento divenuto importante nei case di ultima generazione; il vano per la scheda madre permette per esempio di installare il dissipatore della CPU direttamente sul case con la scheda madre già montata.
    Per inserire gli hard disk negli appositi vani basta applicare una leggera pressione ai gancetti posti ai lati dei cassetti per poi estrarli:
    [​IMG]

    Dettagli
    In questa ultima parte della recensione daremo un'occhiata agli altri dettagli, non secondari, del Thermaltake Overseer RX-I. Iniziamo dalla base del case, impeccabile per design e funzionalità, che poggia le sue “radici” sui quattro generosi piedini appositamente rialzati.
    [​IMG]
    Un'ampia area della base è occupata dal filtro anti-polvere (removibile) da 240mm che copre la ventola dell’alimentatore e quella opzionale da 120mm. Rimanendo in ambito filtri, di ottima qualità sono quelli posti sul pannello anteriore in corrispondenza delle periferiche ottiche. La manutenzione dei filtri, e in generale la pulizia delle ventole, non sarà un problema in quanto il pannello anteriore e quello superiore sono facilmente removibili.

    Temperature e Conclusioni
    Prima di concludere vi proponiamo il consueto grafico con le temperature di esercizio registrate nel case; la configurazione hardware adoperata per il test è la seguente:
    CPU Intel Core I7-6700K – Scheda Madre Gigabyte Z170X GAMING 3 – 16GB di Corsair – Scheda Video MSI GTX960 – Hard Disk SSD 120GB – Hard Disk Toshiba HDD 500GB 7200RPM - PSU Thermaltake SMART DPS 600W
    [​IMG]

    Le media stagione in cui ci troviamo aiuta sicuramente a tenere temperature basse, tuttavia va considerato che abbiamo adoperato l'Overseer RX-I senza alcuna ventola aggiuntiva e quindi i valori possono migliorare ulteriormente, o comunque mantenersi su ottimi valori anche in estate inoltrata.
    Oltre alle performance il case Thermaltake ci ha convinto per la sua funzionalità e la consueta cura dei dettagli. Abbiamo apprezzato in particolare la comodità e la velocità con cui abbiamo installato l’hardware interno, favorita sopratutto dal sistema di montaggio tool free.

     
    #1 Ares, 27 Maggio 2016
    Ultima modifica: 30 Maggio 2016

Commenti

Discussione in 'RECENSIONI' iniziata da Ares, 27 Maggio 2016.

    1. AlphAtomix
      AlphAtomix
      Mi ricorda un sacco il mio precedente case...Itek volcan, che però pagai 40€ XD (infatti i metalli giapponesi tanto sponsorizzati all'epoca si sono tutti piegati nel tempo).
    2. Black Shark
      Black Shark
      Mai però come il loro Armor+ e i suoi 16 kg (e 600 x 245 x 625 mm) :asd:

      Vabbè dai non c'è paragone.. i case itek te li tirano dietro con i punti del benzinaio :asd::asd: alimentatore da 500W incluso.. si piegano solo a guardarli e se ci metti le mani dentro spesso le tiri fuori completamente graffiate :asd:
    3. jpganzo00
      jpganzo00
      Ho un chaser mk-i della thermaltake, bel case e veramente molto arieggiato, peccato che l'installazione della ventola laterale ha generato un piccolo rumore da vibrazione che non riesco a eliminare
      Le ho provate tutte, rondelle in gomma, viti in gomma,spessori, niente.
    4. AlphAtomix
      AlphAtomix
      Cambiare ventola? :p
    5. jpganzo00
      jpganzo00
      Non è problema di ventola, è che in qualche modo girando fa vibrare la paratia laterale, le ho provate tutte, ma non riesco ad atutirlo, ma è bassissimo eh, però tipo quando nerdo nel weekend fino a notte fonda un po si sente, soprattutto la mia ragazza che cerca di dormire XD
    6. AlphAtomix
      AlphAtomix
      metti una presa che scollega la ventola quando la tua ragazza dorme. Io l'avevo messo su una ventola da 20 che era molto rumorosa. Su ebay li trovi a poco.
    7. xander
      xander
      cavolo è geniale

Condividi questa Pagina