Torna Grazie all'Elysium Project, il Server Nostalrius di World of Warcraft

kourahn

Divo


Il server più odiato dalla Blizzard sta per tornare ed aprire nuovamente in battenti. La release date per il lancio dell'Elysium Project, nome scelto per ri-lanciare i server Nostalrius è imminente. Il timer dei fan ribelli sta scandendo i minuti al 17 Dicembre ore 18:00, momento preconizzato nel quale apriranno i cancelli virtuali del reame di World of Warcraft. Al lancio si dovrà scegliere tra il reame PvE ed il reame PvP.

Il più grande server mai creato ricordiamolo era attesissimo nel panorama dal giorno della sua scomparsa l'11 Aprile di questo anno, quando la Blizzard ne intimò la chiusura immediata per via delle violazioni d'uso dei diritti d'autore. Il team di volontari dietro il mantenimento dello stesso, fece l'ultimo click per chiudere per 'sempre', questo spazio gratuito per i giocatori che non volevano sottostare al canone mensile imposto (con tutte le buone ragioni che avrebbe questo di esistere, ovviamente!).

I proprietari di Nostalrius poserò fine alla storia di oltre 150mila account attivi e diedero la loro comunicazione in poche ore. In altrettanto poco tempo si creò su Twitter, Reddit, YouTube e in moltissimi altri social network in giro per l'etere un accorato appello a 'salvare questa creatura'. Famosissima è diventata la 'suicide march' iniziata da migliaia di partecipanti tramite i canali subreddit del gioco: migliaia di persone presero simbolicamente ad attraversare per oltre un'ora da Orgrimmar fino a Thender Bluff, per poi gettarsi in un dirupo senza fondo dandosi la morte per l'ultima volta.


I video sono divenuti virali, e tantissimi altri omaggi continuarono ad arrivare da ogni parte di internet a testimonianza dell'amore dei fan di Nostalrius per il loro server ribelle. In alcuni casi, è stata anche imposta una brutale censura ai contenuti degli spasimanti di questo celebre server legacy: Twitch, in accordo con il suo regolamento che vieta la trasmissione di contenuti che violano accordi sul copyright, bloccava le loro trasmissioni dal server morente.

Anche il subreddit di World of Warcraft (controllato dalla Blizzard ed i suoi moderatori), ha applicato la medesima politica quasi costantemente, nel tentativo di far perdere all'accaduto notorietà. Scelta politica o economica? Entrambe le cose. Disincentivare questo tipo di 'organizzazioni clandestine' certamente rinvigorisce lo stra-potere di Mamma Blizzy. Eppure fino alla terminazione gli amministratori non avevano mai chiuso i canali di discussione su quel forum.


Gli allora ex-amministratori francesi di Nostalrius ricevettero oltre 2,000 commenti al loro thread 'Ask Me Anything', in cui poter fare loro domande e proposte sul se e quando, Nostalrius sarebbe potuta tornare. Possibilità lacunosa che però al contrario di ogni possibile pronostico, torna a realizzarsi.

Nei picchi ultimi di affluenza è arrivato anche il record di utenti contemporaneamente connessi sul server: ben 18,000 giocatori. Tutto sembrava dire come questa comunità enorme, volesse tornare a fare sul serio e cercare di evitare, o almeno conciliare, i loro propositi volontari, con la ferma determinazione della software company americana di restare tutto come nulla fosse. Anche l'accorato appello del creatore di Nostalrius, rivolto al presidente della Blizzard, dove presentava oltre 73mila firme per far tornare online il loro sogno, sembrò cadere nel buio. Il 25 di Ottobre avevamo anche disegnato il progetto di un re-launch a tinte scure: sembrava impossibile che potesse riaccadere, eppure eccoli qui, più determinati che mai.

Nel video postato oggi si intuisce da subito come Nostalrius ricomincerà ad essere molto popolare tra i giocatori dell'MMORPG più giocato al mondo. In attesa di nuove informazioni da darvi, ecco il trailer pubblicato oggi dallo staff dell'Elysium.


 
Ultima modifica:

petit

Super Postatore
Stimolante giocare attendendo che la fredda scure della Blizzard mietitrice cada sul proprio capo.
 

Estevan

Mito
e questo quando verra' chiuso? ^^
Abbastanza presto, gli avvocati di Blizzard hanno famiglia e Natale si avvicina.

Si chiamano server I L L E G A L I, non c'è altro termine.
Privato, ribelle, unofficial, casalingo sono tutti termini errati, altrimenti non chiuderebbero alla prima letterina in PEC.

Nessuno vieta di farsi un proprio gioco, si mettono d'impegno e fanno i personaggi, decidono le abilita', scrivono le quests, i dungeons, il pvp ...
 

sephiroth986

Postatore
da notare come abbiano tolto ogni parola o riferimento a world of warcraft nonostante il gioco sia quello....lo presentano come se fosse un'altro gioco quasi :D cmq sono curioso di vedere come si evolvera' la cosa nonostante non gioco piu' a wow dai tempi di wotlk e cataclysm
 

Grigdusher

dietro ad un cespuglio
STAFF
Abbastanza presto, gli avvocati di Blizzard hanno famiglia e Natale si avvicina.

Si chiamano server I L L E G A L I, non c'è altro termine.
Privato, ribelle, unofficial, casalingo sono tutti termini errati, altrimenti non chiuderebbero alla prima letterina in PEC.

Nessuno vieta di farsi un proprio gioco, si mettono d'impegno e fanno i personaggi, decidono le abilita', scrivono le quests, i dungeons, il pvp ...
in realtà la blizzard generalmente raramente interviene: la blizzard manda le letterine i server se ne fregano e vanno avanti (cambiando indirizzo e cose simili).

in fondo i server unoff di wow esistono da praticamente sempre.

i legali intervengono pesantemente quando c'è di mezzo guadagni, se vedono che ci mangiano vann giù pesante.

quello che è accaduto con nostralius è che si sono "immolati" chiudendosi da soli appena è arrivata la letterina.

tutto questo per ottenere visibilità.

guardate adesso: news ovunque, spam, ovunque, perchè i forum bloccano i topic? perchè è uno spam continuo.

si sono creati l'aura di ribelli evittime e ora capitalizzano... chissa quante donazioni per i poveri eroi che lottano contro il potere... (non è che i server unoffi sono a gratis anche li serve hardware connessioni e più gente si connette più te ne serve)
 

Raise

Super Postatore
@Grigdusher Mantenere i server up e in particolare la banda nonostante i costi si siano abbassati e ci siano alcune offerte interessanti, richiede capitali.

Pero' per un unofficial server come WOW che aveva 150mila account e picchi da 18mila players avra' avuto dei costi, per cui mi chiedo se l'accesso e' free e senza monthly sub, come pagano i servizi necessari senza doverli sborsare di tasca propria.

Considero anche il fatto che i players non diano un centeismo visto che ci giocano in virtu' del gratuito, oltre tutto non e' presente pubblicita', inteso come banners, e tanot meno credo che i gold-sellers siano interressati ai server unofficial e tanto meno i players di tali server.

Per cui la domanda resta, come fanno? Perche' avere 150 mila giocatori dovra' pur dare un vantaggio a chi offre il servizio, e non penso che le donazioni siano risolutive per il mantenimento up dei servers.
 

gmork

Divo
magari è anche perché piace il vanilla. era meno "fast food" e il mondo decisamente un luogo più misterioso in cui muoversi. ^^
 

doc jekill

Postatore
magari è anche perché piace il vanilla. era meno "fast food" e il mondo decisamente un luogo più misterioso in cui muoversi. ^^
Si questa è la piccola scusa... " non voglio pagare, ma è troppo da pezzenti ammetterlo...aspetta che uso la scusa del vanilla." Lol

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
 
magari è anche perché piace il vanilla. era meno "fast food" e il mondo decisamente un luogo più misterioso in cui muoversi. ^^

OK ci può stare ma che mettano su delle firme e propongano al cosa alla Blizzard di creare un server UFF nuovo solo vanilla per chi vuole giocarci.

Fai un server Unoff nessun problema ti mando a casa l'omarino con la valigetta nera e lo pago per star li tutta la giornata poi ne riparliamo, nel mentre contattochi ti da il tutto e gli mando una bella ingiunzione..

Nel 2016 quasi 2017 nessuno fa più nulla aggratis, loro ovviamente ci guadagnavano e un bel po da canali trasversali.
 

doc jekill

Postatore
Doc ti chiedo di mantenere un linguaggio più corretto e di non sollevare toni da Flame!
Mi parli di correttezza in una news, dove si parla di server illegali che di corretto non hanno nulla? Se in italia peschi qualcuno rubare, non gli dai del ladro per paura che qualcuno ti dica che il tuo linguaggio e scorretto? Ma siamo veramente messi cosi? Se tu sfrutti questa cosa giicandoci è un conto, ma parlarmi di correttezza in una questione poco corretta di suo, mi spiace ma è fuoriluogo. Creo flame se do del barbone a chi dedica tempo ad un server, che sfrutta illegalmente il marchio di un altro ? Vorrei proprio sentire quale utonto ha da ridire su questa cosa, senza provare un minimo di vergogna.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:

darklegend89

Super Postatore
Si questa è la piccola scusa... " non voglio pagare, ma è troppo da pezzenti ammetterlo...aspetta che uso la scusa del vanilla." Lol

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk


Non è proprio nessuna scusa caro mio, sei proprio male informato. IL 99% dei player di nostalrius gioca a quello e non a wow retail appunto perchè rivuole l'esperienza vanilla. Ci hai mai giocato a wow? Hai idea di come si cambiata l'esperienza di gioco negli anni? Ora è un prodotto completamente differente rispetto a quello uscito nel 2004 e che tanti player (me compreso) amavano.
Una buona parte di chi gioca su nost ha anche un abbonamento attivo di legion, semplicemente si è rotta il cazzo di come il gioco sia stato rovinato negli anni, e preferisce l'esperienza del vanilla.
Del barbone non hanno proprio un cazzo.
Devo ammettere che pure l'autore dell'articolo sembra pensarla come te purtroppo da come si evince da alcune frasi, in ogni caso per la stragrande maggioranza dei player non è così.

Anzi ti dirò di piu. Nell'articolo non è riportato che blizzard dopo aver intimato a nost di chiudere ha invitato i developers di nostalrius alla sede americana della compagnia per discutere di eventuali server legacy. I player sarebbero contentissimi di pagare un abbonamento alla blizzard per giocare a server legacy vanilla di wow hostati da loro.
Il problema è che dopo mille belle parole e discussioni e piani futuri non meglio specificati la blizz li ha liquidati con un " ora che abbiamo i dati ci pensiamo, vediamo come fare, c'è la possibilità che li facciamo sti server legacy..." e successivamente non ha piu fatto sapere nulla al riguardo.
Al blizzcon c'è stato silenzio assoluto in merito, segno che probabilmente la blizz con quell'incontro "durato piu di 3 ore di discussione sulle tecnologie etc necessarie per realizzare i server legacy con il team di nost" tentava solamente di tenerli buoni in vista del lancio di legion. Per poi sperare che la storia e il server cadessero nel dimenticatoio.
Ma per fortuna non è stato così.

Illegale quanto ti pare, han detto che a sto giro al primo segno di lettera blizz invece di chiudere come l'ultima volta (procedimenti legali non ne eran partiti, semplicemente era una lettera che li intimava a chiudere), sposteranno i server in russia, auguri per la blizz a farli chiudere li. Le leggi del copyright non sono uguali dappertutto.

Io spero abbiano successo, e un giretto me lo farò quasi sicuramente.

Tra l'altro la grossa differenza tra nost e gli altri server privati, è che nost è praticamente bug free, blizzlike (rates 1x etc uguale all'offi del tempo), e sopratutto progressivo. Cioè rilasciano i raid progressivamente come avvenuto sull'offi nel periodo 2004-2007
 

doc jekill

Postatore
Non è proprio nessuna scusa caro mio, sei proprio male informato. IL 99% dei player di nostalrius gioca a quello e non a wow retail appunto perchè rivuole l'esperienza vanilla. Ci hai mai giocato a wow? Hai idea di come si cambiata l'esperienza di gioco negli anni? Ora è un prodotto completamente differente rispetto a quello uscito nel 2004 e che tanti player (me compreso) amavano.

ho giocato a quel wow e gioco legion, il prodotto è cambiato ma la gente che si lamentava dei contenuti c'è smepre stata.
Una buona parte di chi gioca su nost ha anche un abbonamento attivo di legion, semplicemente si è rotta il cazzo di come il gioco sia stato rovinato negli anni, e preferisce l'esperienza del vanilla.
Del barbone non hanno proprio un cazzo.
puoi provare che chi gioca a nos ha pure un abbonamento attivo ? io posso provarti di gente perennemente lv 20 alla foresta di elwyn che sta li a sfruttare quel livello perdendo tempo per non pagare.
Devo ammettere che pure l'autore dell'articolo sembra pensarla come te purtroppo da come si evince da alcune frasi, in ogni caso per la stragrande maggioranza dei player non è così.

Anzi ti dirò di piu. Nell'articolo non è riportato che blizzard dopo aver intimato a nost di chiudere ha invitato i developers di nostalrius alla sede americana della compagnia per discutere di eventuali server legacy. I player sarebbero contentissimi di pagare un abbonamento alla blizzard per giocare a server legacy vanilla di wow hostati da loro.
perchè c'è del buon senso e gente onesta.
Il problema è che dopo mille belle parole e discussioni e piani futuri non meglio specificati la blizz li ha liquidati con un " ora che abbiamo i dati ci pensiamo, vediamo come fare, c'è la possibilità che li facciamo sti server legacy..." e successivamente non ha piu fatto sapere nulla al riguardo.
Al blizzcon c'è stato silenzio assoluto in merito, segno che probabilmente la blizz con quell'incontro "durato piu di 3 ore di discussione sulle tecnologie etc necessarie per realizzare i server legacy con il team di nost" tentava solamente di tenerli buoni in vista del lancio di legion. Per poi sperare che la storia e il server cadessero nel dimenticatoio.
Ma per fortuna non è così.
semplicemente perchè la blizzard non li vuole e una persona onesta dovrebbe rispettare il lavoro altrui.

se il gioco fosse chiuso alla warhammer online era un conto, ma world of warcraft di blizzard è ancora aperto e solo la blizzard può decidere cosa fare... mi spiace, puoi trovare tutte le scuse che vuoi, ma non hai nessun diritto di chiederne la legittimità... il gioco non è tuo o di quella cerchia di ladri, che cercano di impossessarsi di un qualcosa che non hanno creato, ma sfruttano un marchio pure per farci dei soldini.. pur pochi che siano.
 
Ultima modifica:

kourahn

Divo
Devo ammettere che pure l'autore dell'articolo sembra pensarla come te purtroppo da come si evince da alcune frasi, in ogni caso per la stragrande maggioranza dei player non è così.

Forse una frasetta di piccolo conto mi ha tradito, ma voglio dire che non parto in quinta con 'quei barboni di Nostalrius' perchè so come molti ragazzi italiani ci giochino e abbiano delle motivazioni ben specifiche per farlo, e non sono quelle economiche.

Mi pare però evidentemente sbagliato all'origine il comportamento di tutti coloro che aprono server ad minchiam sfruttando i prodotti altrui. Ok che il gioco per come lo stanno sviluppando per te faccia schifo, però non è neanche tuo diritto appropriartene senza il consenso di chi lo ha creato. Credo che ci sia ben poco da dire qui.

Detto questo non volevo neanche scenderci dentro alla faccenda: facessero come vogliono. Credo che Nostalrius danneggerà poco la Blizzard anche se ritornasse con i suoi server a pieno regime.
 

darklegend89

Super Postatore
il motivo per cui han avuto fretta di farlo chiudere è appunto perchè stava avendo troppo successo rispetto agli altri server privati " di poco conto". 18000 player non sono tantissimi in ottica blizz ma sono cmq un bel po. E' chiaro che almeno un 10% di loro, ma anche di piu se non ci fosse nost (che a livello di qualità è mooolto superiore agli altri privati) probabilmente pagherebbero un abbonamento per legion e quindi un minimo di danneggiamento c'è.
Il team di volontari dietro il mantenimento dello stesso, fece l'ultimo click per chiudere per 'sempre', questo spazio gratuito per i giocatori che non volevano sottostare al canone mensile imposto (con tutte le buone ragioni che avrebbe questo di esistere, ovviamente!).
Questa la frasetta incriminata btw.

Comunque jekill per molti di questi (oltre che per me ormai) la situazione di wow è proprio come quella di warhammer online. WOW vanilla non esiste piu. E' cambiato per lil 90%. 3/4 delle meccaniche di gioco son diverse (non per forza migliori...anzi). Di wow vanilla è rimasto qualche dungeon qua e la...e basta (comunque tutti ritoccati).
Il punto secondo me è che sopratutto tra wotlk e cata...ma è successo pure dopo...ad ogni espansione il gioco cambia tantissimo e si allontana sempre di piu dal suo spirito originale. Io un tempo la pensavo come te, per me chi giocava sui server privati eran "barboni" che preferivano un'esperienza di gioco a dir poco subottimale piuttosto che giocare sull'offi per 13 euro al mese, e mi sembrava follia. Certo è illegale, quantomeno in europa occidentale e in america. In russia e altri paesi le politiche di copyright sono un po diverse a quanto ne so...poi non sono un esperto giurista.

In ogni caso per me non è piu da barboni, in quanto possono esistere server privati qualitativamente eccellenti che danno accesso ad un'esperienza di gioco che la blizz ha voluto non offrire piu.
Per me è la blizz che sta sbattendo i pugni, che non concepisce che ad una fetta della community il loro legion faccia cagare in confronto a vanilla, che la loro decisione di trasformare il loro gioco in un theme park in cui tutto è proprio come un parco a tema e non si ha piu i feeling del wow originale e non piu un mondo fantasy non piaccia a tutti. " Noi abbiamo deciso che wow adesso sarà cosi perchè cosi ci giocano pure i casual e le nuove generazioni del tutto e subito etc etc piu soldi per noi..., quindi dato che è il nostro gioco o giocate alla nostra versione o a nessuna versione, ora vi facciamo chiudere il giocattolo". Invece di ascoltare quei 18 k players e fare i server legacy, che sarebbero strapieni.

Il problema grosso dei server legacy è che non ci sarebbe certezza per il futuro, sì, tirerebbero per qualche anno...ma poi? è questa la paura della blizz, io li capisco ma pure loro dovrebbero capire la community e chiudere un occhio su nolstarius quantomeno.

Ribadisco che la gente che gioca su nost non lo fa perchè è gratis, o quantomeno non è quello il motivo principale. E non ci vuole un idiota a capirlo dai. E' un gioco del 2004, vive un sacco sulla nostalgia e sull'atmosfera dei vecchi mmo wow in particolare. Ci sono mille altri giochi gratuiti / server di espansioni piu recenti. NOST FA 18 K PLAYERS PERCHE' OFFRE IL CONTENT CHE QUEI PLAYER VOGLIONO.

Se la blizz aprisse i legacy server di vanilla/tbc/wotlk FAREBBE 100 K PLAYERS minimo solo li. E stando bassi coi numeri.

Ci tengo a precisare che ho un abbonamento attivo a legion...anche se ancora per poco perchè davvero...esaurito l'entusiasmo iniziale il gioco per me è davvero una merda (quantomeno il pvp fa sboccare).
 

doc jekill

Postatore
il motivo per cui han avuto fretta di farlo chiudere è appunto perchè stava avendo troppo successo rispetto agli altri server privati " di poco conto". 18000 player non sono tantissimi in ottica blizz ma sono cmq un bel po. E' chiaro che almeno un 10% di loro, ma anche di piu se non ci fosse nost (che a livello di qualità è mooolto superiore agli altri privati) probabilmente pagherebbero un abbonamento per legion e quindi un minimo di danneggiamento c'è.
Questa la frasetta incriminata btw.

Comunque jekill per molti di questi (oltre che per me ormai) la situazione di wow è proprio come quella di warhammer online. WOW vanilla non esiste piu. E' cambiato per lil 90%. 3/4 delle meccaniche di gioco son diverse (non per forza migliori...anzi). Di wow vanilla è rimasto qualche dungeon qua e la...e basta (comunque tutti ritoccati).
Il punto secondo me è che sopratutto tra wotlk e cata...ma è successo pure dopo...ad ogni espansione il gioco cambia tantissimo e si allontana sempre di piu dal suo spirito originale. Io un tempo la pensavo come te, per me chi giocava sui server privati eran "barboni" che preferivano un'esperienza di gioco a dir poco subottimale piuttosto che giocare sull'offi per 13 euro al mese, e mi sembrava follia. Certo è illegale, quantomeno in europa occidentale e in america. In russia e altri paesi le politiche di copyright sono un po diverse a quanto ne so...poi non sono un esperto giurista.

In ogni caso per me non è piu da barboni, in quanto possono esistere server privati qualitativamente eccellenti che danno accesso ad un'esperienza di gioco che la blizz ha voluto non offrire piu.
Per me è la blizz che sta sbattendo i pugni, che non concepisce che ad una fetta della community il loro legion faccia cagare in confronto a vanilla, che la loro decisione di trasformare il loro gioco in un theme park in cui tutto è proprio come un parco a tema e non si ha piu i feeling del wow originale e non piu un mondo fantasy non piaccia a tutti. " Noi abbiamo deciso che wow adesso sarà cosi perchè cosi ci giocano pure i casual e le nuove generazioni del tutto e subito etc etc piu soldi per noi..., quindi dato che è il nostro gioco o giocate alla nostra versione o a nessuna versione, ora vi facciamo chiudere il giocattolo". Invece di ascoltare quei 18 k players e fare i server legacy, che sarebbero strapieni.

Il problema grosso dei server legacy è che non ci sarebbe certezza per il futuro, sì, tirerebbero per qualche anno...ma poi? è questa la paura della blizz, io li capisco ma pure loro dovrebbero capire la community e chiudere un occhio su nolstarius quantomeno.

Ribadisco che la gente che gioca su nost non lo fa perchè è gratis, o quantomeno non è quello il motivo principale. E non ci vuole un idiota a capirlo dai. E' un gioco del 2004, vive un sacco sulla nostalgia e sull'atmosfera dei vecchi mmo wow in particolare. Ci sono mille altri giochi gratuiti / server di espansioni piu recenti. NOST FA 18 K PLAYERS PERCHE' OFFRE IL CONTENT CHE QUEI PLAYER VOGLIONO.

Se la blizz aprisse i legacy server di vanilla/tbc/wotlk FAREBBE 100 K PLAYERS minimo solo li. E stando bassi coi numeri.

Ci tengo a precisare che ho un abbonamento attivo a legion...anche se ancora per poco perchè davvero...esaurito l'entusiasmo iniziale il gioco per me è davvero una merda (quantomeno il pvp fa sboccare).
tutto quello che vuoi, e condivido il fatto che wow non sia più quello di un tempo... attualmente sono fisso in eve online, ho rispolverato un account che ho ormai da 8 anni e la poste pay tutt'ora piena, sta continuando a pagare il mensile di wow. Non killo un mob da 1 mese circa, perchè odio alcune meccaniche di wow introdotte da legion(il farming dell'artefatto in primis, dato che non sono un coreano), ma se dovessi decidere di smettere di pagare, non tornerei mai a giocare ad un server illegale solo per riprovare l'emozione del vanilla, tbc, wotlk o chicchessia(anche per un fattore di orgoglio). Mi reputo una persona onesta(non che reputo altri principalmente criminali), ma nella mia onesta, ritengo che non sia giusto sfruttare il lavoro degli altri, sfruttare il lavoro di quella software house che 10 anni fa, mi aveva fatto provare un prodotto decente e ora non lo è più. Dal momento che ritengo non sia più giusto pagare, non pago e basta, come la blizzard si dovrà far andare bene il mio abbonamento perso. Voglio anche sottolineare che un mmorpg prende tempo e ad un adulto come me, vale più il poco tempo libero dedicato ad un gioco, che tutti i soldi spesi in un abbobnamento ... dedicare il proprio tempo in un server unofficial e come giocare ad un gioco d'azzardo, quando va male e chiude, perdi tutto. Per concludere, nella mia onesta e poco tempo a disposizione, la scelta di un server illegale è praticamente un cattivo investimento... ma questa è tutta un'altra storia.
 

darklegend89

Super Postatore
sinceramente per quanto riguarda l'onestà...parliamo di blizzard, non penso abbiano bisogno di ancora piu soldi. Sinceramente me ne strafrego in questo caso. Poi è chiaro che giocare su server privati vuol dire correre dei rischi, ma poi l'importante è anche il "viaggio" non solo il pg che ti equippi a una certa. Io ci giocherei perchè mi diverte non per un attaccamento al pg, però a ognuno il suo. La qualità di certi privati ormai ripeto è simile all'offi, quantomeno l'offi di un tempo.
Io ho pagato per un prodotto, poi la blizz l'ha cambiato, e non trovo comunque giusto che solo perchè c'e "l'eula" allora fanno il cazzo che vogliono perchè la legge dice cosi e hai firmato un contratto blabla. Io ho comprato wow vanilla e se voglio dovrei poter giocare in un server con wow vanilla, i soldi se li son presi. Ceste, in questo caso sono favorevole anche a qualcosa di illegale, quando il danno è minimo per loro. Alla fine una legge non è mica la giustizia assoluta, è solo una regola che in qualche situazione puo benissimo essere sbagliata o deleterea, tipo in questo caso.
Non mi sento assolutamente meno onesto per una cosa del genere. Poi oh, se ti piace fare il giustizialista, a ognuno il suo.

Tra l'altro torno a precisare (e 73 k firme raccolte confermano) che se solo blizz aprisse un server legacy, nolstarius invece di 18 k player ne avrebbe forse 1000, perchè gli altri sarebbero tutti sull'offi, anzi sarebbe chiuso dagli stessi proprietari, infatti i deverloper di nolstarius sono andati da blizz appunto per far nascere questa cosa, mettendo a loro disposizione l'esperienze maturata nel far funzionare nolst. Non sono dei criminali arraffoni. Anzi, non ci guadagnano un cazzo. Al massimo potevano sperare in un offerta di lavoro da parte di blizz dato che si son dimostrati talentuosi indubbiamente nel creare un server blizzlike senza bug senza source code (spero di non aver sparato una cazzata).
 
Ultima modifica:

doc jekill

Postatore
sinceramente per quanto riguarda l'onestà...parliamo di blizzard, non penso abbiano bisogno di ancora piu soldi. Sinceramente me ne strafrego in questo caso. Poi è chiaro che giocare su server privati vuol dire correre dei rischi, ma poi l'importante è anche il "viaggio" non solo il pg che ti equippi a una certa. Io ci giocherei perchè mi diverte non per un attaccamento al pg, però a ognuno il suo. La qualità di certi privati ormai ripeto è simile all'offi, quantomeno l'offi di un tempo.
Io ho pagato per un prodotto, poi la blizz l'ha cambiato, e non trovo comunque giusto che solo perchè c'e "l'eula" allora fanno il cazzo che vogliono perchè la legge dice cosi e hai firmato un contratto blabla. Io ho comprato wow vanilla e se voglio dovrei poter giocare in un server con wow vanilla, i soldi se li son presi. Ceste, in questo caso sono favorevole anche a qualcosa di illegale, quando il danno è minimo per loro. Alla fine una legge non è mica la giustizia assoluta, è solo una regola che in qualche situazione puo benissimo essere sbagliata o deleterea, tipo in questo caso.
Non mi sento assolutamente meno onesto per una cosa del genere. Poi oh, se ti piace fare il giustizialista, a ognuno il suo.
la legge dice che tu sei proprietario della scatola e quindi della licenza, non del personaggio e della roba all'interno del gioco.... qui non si tratta di fare il giustizialista, ma semplicemente di sapere al momento dell'acquisto, cosa stai comprando e i termini d'uso. Sembra quasi che la tua delusione derivi dalla mancata conoscenza del prodotto, perchè non si può essere delusi da qualcosa che si conosce nel momento stesso che comincia a cambiare. Wow vanilla non c'è più e tu accettando le norme eula hai confermato, che avresti accettatto i futuri cambiamenti. Se la tua lamentela si riferisce a questo, mi spiace, ma la legge non ammette ignoranza quindi a maggior ragione, mi sento sempre di più di stare dalla parte della blizzard. La colpa è una brutta bestia e non la vuole mai nessuno, l'accettazione delle norme eula è come una firma digitale e ora, dopo che hai firmato, pretendi di rimangiarti tutto e colpevolizzi qualcuno per aver cambiato le cose, dopo che te l'ha persino detto in un contratto digitale? questi errori non farli nella vita reale o sono dolori ;)
 
Ultima modifica:
Alto