World of Warcraft: Azeroth Dopo il Cataclisma

puddux

MMORPGITALIA Staff
[IMGTEXT="http://www.mmorpgitalia.it/gallery/filesnew/6/3/4/8/wow___cataclysm_logo_render_by_atti12_860015.png"]Con la nuova espansione di World of Warcraft il risveglio di Deathwing ha messo in subbuglio gran parte dei territori di Azeroth, spesso cambiandone significativamente le caratteristiche.[/IMGTEXT]Tutti i giocatori (anche coloro che non l'acquisteranno) potranno rendersi conto degli sconvolgimenti in atto. Noi abbiamo pensato di darvi un assaggio. I nostalgici dovranno quindi rassegnarsi: le zone alle quali erano abituati cambieranno faccia, talvolta saranno irriconoscibili, altre volte mostreranno solo alcuni segni della furia di Deathwing. Blizzard Entertainment questa volta ha lavorato in maniera diversa dal solito: se le precedenti espansioni si limitavano ad aggiungere dei pezzi della storia già nota di Warcraft, con Cataclysm si fa un passo avanti nella narrazione, con dei contenuti veramente inediti. Di conseguenza lo stesso universo evolverà in questo senso, vecchio o nuovo che sia: alcuni territori riceveranno un trattamento puramente estetico, in particolare le starting zone delle varie razze; altri invece offriranno nuove quest e spesso saranno destinati ad un range di livelli differente dal consueto. Il più delle volte la causa scatenante delle modifiche sarà il già citato risveglio di Deathwing, ma talvolta scopriremo che anche la rottura della tregua tra Alleanza ed Orda ha provocato un certo impatto, o ancora il semplice passare del tempo (ad esempio, finalmente vedremo il ponte di Redridge completo!).

redridge.jpg

Veniamo quindi ad un panoramica dei cambiamenti, a seconda della regione di Azeroth interessata. Cominciando dagli Eastern Kingdoms, uno dei territori più colpiti dalle modifiche è certamente Loch Modan: rimarremo difatti stupiti nel vedere che non c'è più il lago, dal momento che la diga che si affacciava sulle Wetlands è stata distrutta, portando queste ultime a diventare ancora più paludose; Menethil Harbor è ora in gran parte sommerso. Qui vicino le Badlands portano poi segni evidenti del cataclisma in atto: una ferita profonda solca buona parte del deserto, e delle aree infuocate sorgono tutt'intorno.

lochmodan.jpg

Spostandoci a Southshore ci renderemo conto che i Forsaken guidati da Sylvannas non sono rimasti con le mani in mano, ed hanno trasformato la ridente cittadina umana in un centro dell'Apothecarium. Ma se da una parte avanzano i non-morti, dall'altra tornano gli umani: è il caso delle Western Plaguelands, un tempo sommerse dall'infestazione della Scourge, che ora danno segno di una ricivilizzazione. La stessa Light's Hope Chapel, teatro di varie quest, sembra aver trovato nuova vita.

light_shope.jpg

Stranglethorn Vale ha invece mantenuto quasi per intero la sua vecchia faccia, se non fosse che è stata suddivisa in due zone (Northern e Southern Stranglethorn) e al confine tra esse è apparso uno strano cratere con un vortice d'acqua. Spostandoci all'estremo sud, noteremo delle specie di piattaforme petrolifere solcare il mare dietro Booty Bay, sicuramente opera degli affaristi Goblin. Ed è proprio la presenza di questi ultimi a farsi sentire in altre zone: ora che sono stati elevati al rango di razza giocabile, la loro presenza nell'universo è stata giustamente intensificata.

stranglethorn.jpg

Diamo quindi uno sguardo a Kalimdor, dove presso Azshara riceveremo una conferma di quanto appena detto: la zona è stata infatti fortemente modificata, e pare che sia sotto il controllo dei Goblin, dal momento che vi troviamo una imponente città portuale, le loro caratteristiche strade asfaltate, nonchè una testa di Goblin scolpita nella montagna.

azshara2.jpg

Suggestiva è poi la zona di Thousand Needles: in passato popolata da tribù Tauren stabilitesi in cima ai pinnacoli di roccia, è ora quasi totalmente sommersa d'acqua, e delle alte conformazioni rocciose intravediamo ora solo le punte che affiorano dalle acque. I Goblin accampati nella parte più a sud, le Shimmering Flats, hanno adattato i loro business alla nuova situazione, creando una sorta di città galleggiante in sostituzione della vecchia pista.

thousandneedles.jpg

Quanto alle care vecchie Barrens, la parte a Nord sembra essere rimasta inviolata: tuttavia una ferita solca la zona verso la metà, e combattimenti tra Orda e Alleanza si svolgono a Sud di essa. Una buona notizia riguarda invece la cupa Desolace: al centro del territorio troviamo una zona stranamente rigogliosa, che crea uno stacco con il resto del territorio ed ospita un avamposto Cenarion, dove potremo accettare varie quest.

barrens.jpg

Le novità non si fermano di certo qui: tuttavia non vogliamo togliervi il piacere della scoperta, che accompagnerà sia i veterani che gli ultimi arrivati durante l'esplorazione di Azeroth, incluse le capitali delle varie razze; per questo la nostra panoramica delle nuove zone si può considerare conclusa. Resta comunque da dire che Blizzard sta facendo un ottimo lavoro con questo revamp: con BC e WOTLK ci siamo abituati ad aspettare dalle espansioni di WoW delle semplici aggiunte di territori, utili perlopiù per raggiungere il nuovo level cap. Questa volta la situazione cambia, dal momento che l'esperienza di gioco sarà molto probabilmente differente anche per coloro che desiderassero creare un nuovo personaggio da zero. Si tratta sicuramente di una mossa intelligente da parte di Blizzard, volta a riaccendere l'interesse dei giocatori verso il gioco proponendo delle novità a tutto tondo, che interessino quindi anche quella parte di universo che ormai da 4 anni è sempre uguale. Importante è anche l'estensione all'uso delle mount volanti ai vecchi continenti, cosa che verosimilmente li renderà più popolati di una volta.

bootybay.jpg

Si sa, gli sviluppatori Blizzard sono sempre stati tra i più bravi nel creare contenuti, sia dal punto di vista del Lore, che per quanto riguarda la definizione dei territori; con Cataclysm è stata messa in atto una vera e propria rivoluzione del mondo di Warcraft al quale eravamo abituati, ma per quanto abbiamo potuto vedere le atmosfere che tanto hanno contribuito al successo del gioco sono rimaste intatte, segno che i rimaneggiamenti potranno solo giovare all'economia del gioco. Non vanno infine dimenticati i perfezionamenti grafici che anche questa espansione introdurrà: primo fra tutti la resa dell'acqua, che è stata notevolmente migliorata, e contribuisce a dare risalto alle altre modifiche estetiche.
 
Ultima modifica di un moderatore:

lupo1982

Super Postatore
Maledetti i devs ogni volta che se ne escono con sti piccoli capolavori mì rivine voglia di farmi invischiare in WOW anche se poi dura un mese di interesse e pi svanisce cosi in infiti cicli di QUESTING-INSTACING-LOOTING QUESTING-INSTACING-LOOTINGQUESTING-INSTACING-LOOTINGQUESTING-INSTACING-LOOTINGQUESTING-INSTACING-LOOTINGQUESTING-INSTACING-LOOTING

Poi mi annoio e quitto di nuovo WOW
 

resse80

Lurker
Non volevo vedere niente dei cambiamenti di Cataclysmper per conservarmi la sorpresa, ma la tentazione e' stata troppo forte e ho dovuto legge tutto l'articolo... MALEDETTI!
 

eron

Divo
non sono un giocatore ma sembra che abbiano fatto un lavoro davvero notevole con questa espansione.
 
Alto