World of Warcraft: Goblin Hands-On

puddux

MMORPGITALIA Staff
[IMGTEXT="http://www.mmorpgitalia.it/gallery/filesnew/6/3/4/8/wow___cataclysm_logo_render_by_atti12_860015.png"]La Beta di World of Warcraft: Cataclysm prosegue senza sosta, e così abbiamo deciso di darvi un assaggio di quello che Blizzard sta sviluppando riguardo alle nuove razze e zone. Vi proponiamo ora le nostre impressioni, con varie immagini, dei Goblin.[/IMGTEXT]L'atmosfera presente a Kezan, territorio iniziale per i Goblin, si discosta totalmente da quella cupa tipica della starting zone Worgen: di fatto la zona rispecchia proprio quello che un giocatore di WoW si aspetterebbe dopo aver visto per anni i verdi omuncoli in giro per Azeroth, interessati a questioni economiche e immancabilmente circondati da assurdi dispositivi a forma di razzo. Così, l'isola è la casa base di un gran numero di mercanti, e ben presto ci accorgeremo di essere circondati da qualsivoglia diavoleria tecnologica.

wow_goblin1.jpg

Gli sviluppatori della Blizzard hanno certamente dato fondo a tutte le loro riserve di ironia durante la creazione dell'universo Goblin: dall'ambientazione alle quest, tutto vuole essere esilarante. Questa intenzione si riflette positivamente sull'esperienza di gioco: molte quest, infatti, non saranno di semplice raccolta, bensì richiederanno di interagire in maniera spesso divertente con qualche costrutto Goblin, sia esso un paio di stivali a propulsione o uno shredder meccanico. Interessante la volontà degli sviluppatori di ridurre la frustrazione (tipica dei primi livelli) dovuta alla limitata capacità di movimento del personaggio; spesso e volentieri, infatti, verremo trasportati (o meglio, catapultati) direttamente nel luogo in cui si concentra l'azione, e ci verranno così risparmiati lunghi tragitti a piedi. La volontà di superare l'ormai noioso standard del "raccogli X pelli" o "uccidi Y mob", già peraltro ampiamente dimostrata con WOTLK, trova qui la sua massima realizzazione.

wow_goblin2.jpg

Sempre in linea con le tradizioni Goblin sono poi le abilità razziali: se ancora non avessimo capito quanto i razzi siano determinanti per loro, considerate che disporremo di un'abilità per lanciarne uno addosso al nemico e un'altra per sfruttarne la propulsione ed effettuare un salto in avanti (in stile Blink del mago). Ma anche le altre spell razziali calzano a pennello: l'assillante formula "Time is money", pronunciata dagli NPC Goblin, dà il nome al bonus passivo della velocità d'attacco, mentre "Better living through chemistry" regala un +15 alla professione Alchemy. Infine, da bravi mercanti, otterremo sempre il miglior prezzo negli acquisti dagli NPC e potremo utilizzare la banca dovunque ci troviamo, evocando il nostro assistente Hobgoblin Gobber.

wow_goblin5.jpg

Sotto il profilo del Lore, la razza Goblin ha trovato facile collocazione a fianco dell'Orda, fatto che non stupisce, data la proverbiale neutralità dei primi (ma d'altra parte non avrebbe richiesto grandi espedienti narrativi neppure una loro alleanza nello schieramento opposto). Tuttavia l'introduzione della razza raccontata mediante le prime quest funziona: gli episodi che scandiscono dapprima la nostra fuga da Kezan a causa dell'eruzione di Mount Kajaro, e poi ci fanno risvegliare naufraghi a riva delle Lost Isles, sono ben studiati, e fanno un uso massiccio del sistema di Phasing. Sulle Lost Isles entreremo a contatto con una nuova razza neutrale, quella dei Pygmy, una sorta di piccoli selvaggi simili a degli gnomi primitivi. Presto ci troveremo in mezzo al fuoco incrociato di Alleanza e Orda, e tramite una serie di quest sarà proprio Thrall a sancire il nostro accordo con la sua fazione.

wow_goblin4.jpg

C'è da dire che gli scenari presenti in questa nuova zona non rappresentano una innovazione sostanziale: si tratta infatti di una giungla molto simile a quella di Stranglethorn Vale, anche se popolata da alcuni mob mai visti prima d'ora. Ad ogni modo, la rigogliosa foresta cambierà faccia ben presto: anch'essa sarà colpita dagli sconvolgimenti in atto in tutta Azeroth a causa del risveglio di Deathwing, e la lava ricoprirà gran parte della sua superficie. Ma da questo momento in poi non sarà più affar nostro, dal momento che fuggiremo insieme a Thrall a bordo di una nave, ritrovandoci poco dopo ad Orgrimmar.

wow_goblin9.jpg

Le novità continuano una volta raggiunto il livello 10, quando potrete testare il nuovo sistema di talenti: come già anticipato dalla stessa Blizzard, l'obiettivo delle modifiche è quello di rendere le singole scelte più significative rispetto ad una volta. Questo significa che con la selezione della specializzazione (requisito per l'assegnazione del primo punto talento) già otterremo delle abilità, perlopiù passive, che influenzeranno in maniera sensibile le capacità del nostro personaggio. Bisogna comunque considerare che questo nuovo sistema ha ridotto il numero dei talenti assegnabili (in totale 41 al livello 85): ma se da una parte la scelta di offrire pochi talenti ma più significativi risulterà vantaggiosa per la fase di exp, dall'altra si correrà il rischio di arrivare al level cap con a disposizione poche build veramente differenti tra loro.

wow_goblin8.jpg

In conclusione, l'esperienza di gioco per chi volesse creare un personaggio Goblin si presenta sicuramente più variegata, perlomeno nelle fasi iniziali, a quanto si era abituati fin'ora. Pare insomma che la Blizzard abbia fatto tesoro dei punti di forza introdotti soprattutto nell'ultima espansione (come il Phasing e il Vehicle System) facendone un uso massiccio con lo scopo di svecchiare un sistema di exp che vuole risultare meno statico e ripetitivo. Volendo fare un confronto con la zona iniziale Worgen (alla quale dedicheremo a breve una preview come questa), quella appena vista manca forse di profondità: al di là della primissima zona (Kezan) non c'è infatti quel forte senso di immersione che si vive intorno alla tetra Gilneas. Una pecca che comunque passa in secondo piano grazie al divertimento offerto dalle quest Goblin.
 
Ultima modifica di un moderatore:

Acheldama82

Lurker
Grazie per questo bell'articolo! Aspetto i Worgen con ansia, anche se sono Allywally dal punto di vista del background, skill ed affini mi incuriosiscono di più :)
 

Margalus

Lurker
Già prima usavano tutti le stesse tre build di talenti prese da WoW-Wiki e testate dai pro(del PvP o del PvE che fossero), adesso sarà ancora più difficile "metterci del proprio" .

Fra armature, talenti e altro tutti uguali i personaggi si assomiglieranno ancora di più, e la cosa non mi piace per niente.
 
Alto