World of Warcraft: Twilight Highlands Preview

[IMGTEXT="http://www.mmorpgitalia.it/gallery/filesnew/6/3/4/8/wow___cataclysm_logo_render_by_atti12_860015.png"]Risolto il chiaccheratissimo pasticcio relativo alla RealID, con Blizzard che ha fatto marcia indietro, torniamo a Cataclysm con l'anteprima di Twilight Highlands, una delle zone che offrirà vasti cambiamenti con la nuova espansione di World of Warcraft:[/IMGTEXT]Le vite degli abitanti di Azeroth sono caratterizzate da lotte e conflitti. Sono esposti a violenze da parte di nemici vicini e di bestie rampanti sin dalla giovane età, venendo costretti ad abbracciare le armi e ad imparare a difendersi dai predatori. Venendo costantemente messi alla prova dalla morte dei loro amici e familiari, dei membri delle loro tribù e dei loro clan, questi superstiti sono diventati più forti rinforzando le proprie mura, formando nuove alleanze e crescendo figli svegli, attenti e resistenti. Si sono adattati. Sono cambiati.

ss57.jpg

Pochi luoghi in Azeroth rappresentano questa dinamica in continuo cambiamento come le Twilight Highlands negli Eastern Kingdoms.

Le Highlands sono state vittima di scompiglio più volte nel corso della storia: razze e fazioni prosperavano, crollavano e cambiavano senza un momento di pausa. La città-fortezza di Grim Batol è stata casa di non meno di tre potenti fazioni: i nani Wildhammer, che hanno abbandonato le loro terre dopo che una maledizione dei Dark Iron le ha rese inabitabili; i draghi rossi, costretti a combattere in schiavitù per gli orchi Dragonmaw durante la seconda guerra e infine i Dragonmaw stessi, cacciati da Grim Batol quando i draghi si sono finalmente liberati dalla loro morsa.

ss61.jpg

I Dragonmaw ora rimangono attaccati ai confini delle Highlands. Non sono meno selvaggi o difficili da controllare di quanto non lo fossero quando controllavano Grim Batol, ma la loro conoscenza dei draghi è di indubbia importanza, specialmente in mezzo al caos del Cataclisma. I nani Wildhammer vivono in avamposti nelle foreste delle montagne; anche se la loro amicizia con l'Alleanza è di vecchia data, hanno cominciato solamente ora a farsi riconoscere a Stormwind e a Ironforge, grazie alle suppliche dei loro cugini del clan Bronzebeard. Anche i potenti draghi rossi hanno sofferto di recente, con molti loro membri decimati da un brutale attacco dei draghi neri attraverso la pietrificata Obsidian Forest.

Tra i vari conflitti è nato un nuovo potere.

Nonostante l'ambiente abbia avuto molti nomi nel corso della storia, l'appellativo "Twilight" gli è stato dato di recente per via del dominio dei nuovi padroni. I fanatici seguaci del Twilight's Hammer apprezzano il nuovo nome, ma ci sono ben altri benefici nella terra che hanno scelto come nuovo quartier generale. La regione è circondata da altissime montagne che sembrano grattare il cielo come unghie, rendendo le invasioni di terra impossibili, mentre le nere spiagge riempiono di terrore eventuali assalitori di mare, che non possono avvicinarsi troppo per non rischiare di rimanere arenati con le loro navi.

ss59.jpg

Ciò che è davvero importante per il Culto, però, sono le promesse della fine del mondo e di cambiamento che sembrano permeare attraverso la terra. Nelle Twilight Highlands le ombre sono più scure, il sole e il resto di Azeroth sembrano molto distanti. Gli elementi stessi sono più pronunciati: il fuoco brucia di più, la pioggia sembra scavarsi una via attraverso il terreno e i costanti movimenti sotterranei lasciano intuire la presenza di un colossale essere al di sotto della terra. Tutto questo non spaventa affatto i membri del Twilight's Hammer, anzi, li aiuta a dormire.

L'oscuro lavoro che stanno portando avanti qui non sarebbe mai potuto avvenire a Silithus. I devoti del Twilight's Hammer vengono addestrati in ampi saloni di potenti fortezze, non all'interno di miseri campi o avamposti. Evocano pericolosi elementali che si odiano talmente tanto tra loro che sarebbero disposti a distruggersi a vicenda, le loro divergenze sono interrotte solo dal desiderio comune di distruggere le altre razze. Al di fuori delle Highlands, il culto è fratturato e diviso. Qui, invece, la sua missione di distruzione è condotta da alcuni dei più sanguinosi nomi della storia, nomi che allo stesso tempo non lasciano intendere la vera portata della leadership del Culto.

ss63.jpg

Questi oscuri signori hanno scelto le Highlands come base di operazioni per dei motivi ben precisi. Riescono a percepire la presenza degli Old Gods nell'aria e riescono a vedere la vittoria nell'oscurità. I paesaggi instabili, le fazioni in guerra e i malvagi elementi rappresentano alla perfezione la visione del Culto di come sarà il mondo una volta che verrà privato di vita e ordine. In un modo o nell'altro, il resto di Azeroth seguirà le Twilight Highlands nell'oblio.



articolo originale
traduzione a cura di battlecraft.it
 
Ultima modifica:

zeri

Super Postatore
bello mi piace molto il posto e quelle case richiamano molto le abitazioni degli hobbit di lotro! non so perchè forse il fatto che son basse ed hanno quel tetto tondeggiante! comunque mi gusta!
 
Alto